Diretta / Formula 1 (F1) prove libere FP2 live GP Cina 2015: classifica tempi, primo Hamilton. Parla Lewis (Shanghai, oggi 10 aprile 2015)

- La Redazione

Diretta Formula 1, le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Cina 2015 sul circuito di Shanghai: segui la cronaca e i tempi delle sessioni in programma oggi (venerdì 10 aprile 2015)

vettel_malesia_podio
Il podio di Sepang con la vittoria di Sebastian Vettel (da Facebook Scuderia Ferrari)

Lewis Hamilton ha dominato la prima sessione di prove libere verso il gran premio della Cina, terzo appuntamento del mondiale 2015 in programma domenica (12 aprile) sul circuito di Shanghai. Il sito gazzetta.it ha riportato le parole del pilota inglese, soddisfatto ma non troppo al termine delle prove: “Possiamo migliorare ulteriormente per ottenere di più dalle gomme. Ferrari e Red Bull insidiano? Il mio atteggiamento non cambierà mi preparo sempre allo stesso modo, non importa lo scenario. Forse potrebbe cambiare qualcosa per il team, che potrebbe avere un atteggiamento diverso“. 

Al termine delle prove libere FP2 del Gran Premio della Cina 2015 ecco il commento di Sebastian Vettel, quarto con la sua Ferrari che ancora una volta è stata protagonista, anche se Kimi Raikkonen ha saputo fare ancora meglio. Questo comunque è stato il commento del tedesco: “Credo che saremo vicini alle Mercedes, sono stati forti anche oggi ma ci sono un paio di cose su cui lavorare per migliorare. L’obiettivo è avvicinarli ancora e se avremo la possibilità di attaccarli lo faremo. Restiamo concentrati sul lavoro da fare questa notte per fare un passo avanti ulteriore”.

Al termine delle prove libere FP2 del Gran Premio della Cina 2015 ecco il commento di un ottimo Kimi Raikkonen, secondo con la sua Ferrari alle spalle soltanto della Mercedes di Lewis Hamilton: “Dobbiamo fare il nostro meglio e poi vedremo che succederà – sono state le sue parole a caldo -, tutto deve funzionare bene. In prospettiva qualifiche è difficile capire cosa hanno fatto gli altri però c’è del potenziale da tirar fuori e quindi aspettiamo fiduciosi le prove di domani”.

Si sono concluse da pochi minuti le prove libere FP2 del Gran Premio della Cina 2015. Dalla pista di Shanghai ecco il primo posto di Lewis Hamilton con il tempo di 1’37″219: dunque Mercedes di nuovo al comando, ma che il dominio delle Frecce d’Argento non sia più così netto lo dimostra il fatto che per trovare Nico Rosberg dobbiamo scendere fino al quinto posto (tempo di 1’38″399 per il tedesco). Di nuovo molto positive le due Ferrari: spicca il secondo posto di Kimi Raikkonen, l’unico capace di avvicinare Hamilton con il tempo di 1’37″662. Tutti gli altri sono ad oltre un secondo dal pilota inglese, a partire da Daviel Ricciardo che con la sua Red Bull è terzo in 1’38″311, mentre Sebastian Vettel con la seconda Ferrari è quarto in 1’38″339. Completa il dominio delle prime tre scuderie il sesto posto di Daniil Kvyat in 1’38″737.

Mancano venti minuti alla fine delle prove libere del Gran Premio della Cina 2015. Entriamo nella parte della sessione dedicata ai test degli assetti in vista della gara. Mercedes che si confermano ancora una volta come le monoposto da battere con Hamilton molto regolare con le soft sul 1:42.3 – 1:42.4 con rosberg costante sul 1:43.4 con le medie. La Ferrari di Raikkonen con le medie sta dimostrando di essere compettiva. Intanto le Red Bull con la nuova ala abbassano i loro tempi sul giro riuscendo con le gomme soft a porsi in terza posizione con Ricciardo davanti a Vettel per 30 millesimi.

Anche la seconda parte deile prove libere del Gran Premio della Cina 2015 vede le Mercedes protagoniste. Nonostante un ottimo tempo realizzato da Raikkonen, Hamilton si piazza davanti al pilota fillandese con un gap di 4 decimi. Distanze quindi che si assottigliano rispetto le gomme medie ma che restano molto importanti. Impressionante il vantaggio di Raikkonen su Vettel che soffre 5 decimi dal compagno di squadra. Intanto tornano a girare le RedBull ferme per metà sessione in attesa della nuova ala posteriore 

La diretta Formula 1 della prove libere FP2 del GP Cina 2015 sono partite da appena 20 minuti e già si vedono confermati i valori visti in pista nella prima sessione. Le Mercedes sembrano essere macchine provenienti da un altro pianeta, riescono a rifilare senza difficoltà un secondo di distacco alle Ferrari che si confermano per ora la seconda forza del mondiale. Raikkonen lamenta per ora poca stabilità della monoposto e Vettel ha visto i primi giri compromesi da un testa coda terminato nella ghiaia senza conseguenze per la sua vettura. La Formula 1 torna in diretta con le prove FP2 del Gp di Cina 2015. Il terzo week-end del mondiale 2015 sta per prendere il via e nella conferenza stampa del giovedì Sebastian Vettel ha fatto il punto della situazione in casa Ferrari. Il sito ufficiale formula1.ferrari.com riporta le sue dichiarazioni: “siamo realistici sulle nostre capacità e su quello che vogliamo ottenere. Gli obiettivi non sono cambiati. Vincere a Sepang è stato un grande risultato di squadra, ma per le prossime gare il nostro approccio non cambia. Dobbiamo confermare di essere forti nel complesso, di avere una buona macchina e di poter stare davanti agli avversari a cui siamo stati davanti per un paio di gare, sapendo però che la Mercedes è davvero forte”. Il pilota tedesco è reduce dall’esaltante Gran Premio della Malesia in cui ha concluso al primo posto, davanti ai favoriti Lewis Hamilton e Nico Rosberg; secondo Vettel però una rondine non può ancora fare primavera: “E’ stato bello ma il risultato si è verificato grazie anche a un paio di circostanze. La cosa più importante è che siamo riusciti a massimizzare il risultato, ma nelle prossime gare ci potrebbero essere alti e bassi. Cercheremo di fare in modo che ci siano più alti che bassi, ma è normale che in alcune gare si sia più competitivi che in altre”. 

La Formula 1 torna in diretta: con le prove libere FP1 e FP2 inizia il Gran Premio della Cina 2015 sul circuito di Shanghai, che costituisce il terzo appuntamento con il Mondiale 2015. Per prima cosa, diamo tutti gli orari, che saranno pesantemente condizionati dalle sei ore di fuso orario che ci separano dalla Cina: la avrà inizio alle ore 4.00 italiane della notte fra giovedì e venerdì, quando invece a Shanghai saranno già le 10.00 di venerdì. Si girerà come di consueto per 90 minuti, cioè fino alle 5.30 italiane, per poi tornare in pista alle ore 8.00 per la fino alle 9.30 (14.00-15.30 in Cina). Appuntamenti notturni o al massimo di primo mattino quindi, come è normale che sia per questo Gran Premio che si disputa nella immensa metropoli cinese, che con oltre 23 milioni di abitanti è più popolosa anche della capitale Pechino. La Cina è un mercato fondamentale, ecco perché si corre qui fin dal 2004: allora fu uno dei primi allargamenti fuori dai paesi tradizionali della Formula 1, una tappa ormai irrinunciabile per il Circus di Bernie Ecclestone. 

Al di là delle implicazioni economiche, c’è comunque grande attesa per la terza gara della stagione. Dopo la splendida vittoria di Sebastian Vettel a Sepang le quotazioni della Ferrari sono in grande aumento: non c’è ormai più nessun dubbio sul fatto che la scuderia di Maranello sia la seconda forza del Mondiale, ma adesso il mirino è sulla Mercedes. La Ferrari saprà davvero sfidare le Frecce d’Argento per il titolo iridato? Già essere qui a chiedercelo dopo appena due gare è un risultato straordinario per il Cavallino Rampante che nel 2014 era alle spalle anche di Red Bull e Williams, ma l’appetito vien mangiando e i tifosi della Rossa ora vogliono pensare in grande dopo due anni molto difficili – e chissà cosa ne penserà Fernando Alonso, che certamente avrebbe potuto essere anche lui grande protagonista se fosse rimasto in Ferrari. Di certo però è cambiato il clima, e in questo ha senza dubbio grossi meriti il nuovo arrivato, che molti già paragonano a Michael Schumacher come capacità di essere uomo-squadra, che forse era invece il punto debole del pilota spagnolo. Resta da capire cosa farà la Mercedes: c’è il dubbio che la casa tedesca si sia un po’ cullata sugli allori, ma dopo avere perso in modo indiscutibile in Malesia (senza le peripezie di Kimi Raikkonen forse il verdetto sarebbe stato ancora più netto…) sicuramente ci sarà una reazione. A preoccupare Lewis Hamilton e Nico Rosberg c’è soprattutto il degrado degli pneumatici: ‘regalare’ una sosta in più ai box a questa Ferrari è un lusso che nemmeno la Mercedes può più permettersi. L’attesa per quanto succederà in questo weekend è davvero grande, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Cina 2015 di Formula 1 a Shanghai sta per cominciare…

P NAME
1 L. HAMILTON 1:37.219
2 K. RAIKKONEN 1:37.662
3 D. RICCIARDO 1:38.311
4 S. VETTEL 1:38.339
5 N. ROSBERG 1:38.399
6 D. KVYAT 1:38.737
7 V. BOTTAS 1:38.850
8 F. NASR 1:39.032
9 R. GROSJEAN 1:39.142
10 J. BUTTON 1:39.275
11 P. MALDONADO 1:39.444
12 F. ALONSO 1:39.743
13 M. ERICSSON 1:39.751
14 M. VERSTAPPEN 1:39.894
15 C. SAINZ 1:39.971
16 N. HULKENBERG 1:40.151
17 F. MASSA 1:40.423
18 S. PEREZ 1:40.868
19 R. MERHI 1:42.973
20 W. STEVENS 1:44.564


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori