Diretta/ Formula 1 F1 prove libere FP2 live GP Bahrain Sakhir 2015, cronaca e tempi. Primo Rosberg, Ferrari ok (oggi venerdì 17 aprile 2015)

- La Redazione

Diretta Formula 1, Gran Premio del Bahrain 2015 dal circuito di Sakhir: le prove libere FP1 e FP2 live. Segui cronaca e tempi delle due sessioni in programma oggi (venerdì 17 aprile 2015)

hamilton_vettel
Lewis Hamilton e Sebastian Vettel (Infophoto)

Finita anche la seconda sessione di prove libere FP2 del Gran Premio del Bahrain di Formula 1 e si profila un grande duello tra la Mercedes e la Ferrari. Infatti, le Frecce d’argento restano davanti a tutti sul giro secco: primo posto per Nico Rosberg in 1’34″647, secondo Lewis Hamilton (stranamente alle spalle del compagno di squadra) in 1’34″762. Però la Ferrari è subito dietro: Kimi Raikkonen è terzo in 1’35″174, Sebastian Vettel quarto in 1’35″277, e non è questa la migliore notizia per Maranello. Infatti, le vere soddisfazioni per Maranello arrivano dal passo gara, che per Vettel e Raikkonen è stato addirittura migliore che per Hamilton e Rosberg. Insomma, Mercedes ancora favorita per le qualifiche, ma in gara la Ferrari ha tutto per lottare alla pari. Peccato solo per un contatto con Sergio Perez che ha chiuso con circa 10 minuti d’anticipo le prove del tedesco, che procedeva lentamente per lasciare spazio a chi stava facendo un giro veloce, ma è stato comunque colpito dal messicano alla curva 1. Da segnalare un nuovo guasto sulla McLaren di Jenson Button, anche se le prestazioni (soprattutto di Fernando Alonso) stanno migliorando. La terza forza dovrebbe essere ancora la Williams, soprattutto per merito di Valtteri Bottas che è quinto mentre Felipe Massa è solo decimo. Ma i riflettori saranno tutti per il duello Mercedes-Ferrari…. (Mauro Mantegazza)  

Passata oltre un’ora della seconda sessione di prove libere FP2 del Gran Premio del Bahrain di Formula 1 ed è arrivata la possente risposta della Mercedes, con Nico Rosberg finalmente davanti a Lewis Hamilton. Il tempo del tedesco è 1’34″647, per il britannico invece 1’34″762. La Ferrari comunque è ben presente perché Kimi Raikkonen è terzo e Sebastian Vettel quarto, tutti nel giro di sei decimi, e soprattutto la Rossa regge bene il confronto anche sul passo gara. Dietro le due big le gerarchie sono molto più incerte: al momento quinto è Valtteri Bottas, ma c’è equilibrio fra più scuderie.

Passata oltre mezz’ora della seconda sessione di prove libere FP2 del Gran Premio del Bahrain di Formula 1 e la Ferrari sta andando davvero forte. Primo e secondo sono infatti Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel: 1’35″174 per il finlandese, 1’35″277 per il tedesco. Bisogna dire che la Rossa è la prima scuderia a lavorare in ottica qualifica, ma il segnale comunque arriva forte e chiaro da Sakhir: la Ferrari c’è e sarà un pericolo per tutti, Mercedes comprese che comunque sembrano più in forma rispetto alla FP1.

Tutto è pronto sul circuito di Sakhir: alle ore 17.00 italiane avrà inizio la seconda sessione di prove libere FP2 del Gran Premio del Bahrain di Formula 1, la sessione più importante perché si svolge nello stesso orario in cui domani ci saranno le qualifiche e domenica la gara. Al momento c’è ancora luce naturale, ma il tramonto è vicino e presto si girerà sotto i riflettori. Nella FP1 dominio Ferrari e Mercedes molto attardata: è stato un verdetto realistico? Per avere il responso, la parola passa alla pista…

In vista della FP2 del Gran Premio del Bahrain che avrà inizio alle ore 17.00 italiane, alcuni dati sui precedenti. La Ferrari ha iniziato il campionato in maniera positiva, con due podi e un successo decisamente inaspettato, e la speranza è che i buoni risultati possano proseguire anche questa domenica. Andando a vedere gli annali, si scopre come la Rossa abbia vinto in Bahrain per quattro volte sulle dieci edizioni disputate. I successi portano la firma di Michael Schumacher (2004), Felipe Massa (2007 e 2008) e infine di Fernando Alonso nel 2010. La monoposto di Maranello non ha però brillato nelle ultime tre edizioni, visto che nel 2012 Alonso si piazzò addirittura settimo. Andò persino peggio la stagione successiva, quando il campione spagnolo chiudse con l’ottavo piazzamento. Infine, nel 2014, il 9° e 10° posto rispettivamente per il pilota spagnolo e il compagno di scuderia Kimi Raikkonen, che portarono all’addio di Stefano Domenicali.

Finita la prima sessione di prove libere FP1 del Gran Premio del Bahrain di Formula 1: primo Kimi Raikkonen in 1’37″827, secondo Sebastian Vettel in 1’38″029. Dominio della Ferrari dunque, che ha dimostrato di essere velocissima sotto la luce del sole (la FP2 sarà dopo il tramonto come qualifiche e gara) e ha prontamente risolto anche il piccolo problema accusato dal tedesco sulla sua vettura. Invece ha girato pochissimo la Mercedes: quindicesimo Nico Rosberg e sedicesimo Lewis Hamilton. Solo una scelta strategica o qualcosa non funziona sulle Frecce d’Argento? Dietro alle due Ferrari c’è la Williams di Valtteri Bottas, mentre Felipe Massa è solo decimo. Molto bene le Toro Rosso, con Carlos Sainz junior quarto e Max Verstappen sesto, in mezzo a loro la “cugina” Red Bull, quinta con Daniel Ricciardo. Buon settimo posto di Fernando Alonso, ma in casa McLaren c’è da fare i conti pure con il guasto che ha bloccato dopo nemmeno un giro Jenson Button. (Mauro Mantegazza)

Passata ormai oltre un’ora della prima sessione di prove libere FP1 del Gran Premio del Bahrain di Formula 1 e c’è gloria per le seconde linee del Circus, a partire da Max Verstappen che con il tempo di 1’38″504 ha portato la sua Toro Rosso davanti a tutti. Secondo posto per la McLaren di Fernando Alonso, che non sarebbe una seconda linea ma visti tutti i problemi vissuti finora (compreso il guasto di Button) stupisce trovare così avanti. Poi ecco Sergio Perez (Force India) e Pastor Maldonado (Lotus). Quinto Kimi Raikkonen, settimo Sebastian Vettel che in effetti non è ancora tornato in pista, ancora più indietro le Mercedes che forse soffrono davvero le alte temperature.

Passata ormai oltre mezz’ora della prima sessione di prove libere FP1 del Gran Premio del Bahrain di Formula 1 e davanti ci sono le Ferrari: Kimi Raikkonen primo in 1’38″917, che precede di 285 millesimi il compagno di squadra Sebastian Vettel. Ottimo avvio per Maranello, anche se il tedesco è rientrato lentamente ai box al termine del suo ultimo giro dunque forse qualcosa non funziona sulla sua SF15-T. Terza la Williams di Valtteri Bottas, quarta la Red Bull di Daniil Kvyat, indietro le Mercedes (nono Nico Rosberg, diciassettesimo Lewis Hamilton) che però, dopo essere state le prime a scendere in pista, hanno girato pochissimo. Problema per la McLaren di Jenson Button, che si è bloccato in mezzo alla pista alla curva 1 nel suo primo giro cronometrato: pessimo inizio per il team inglese.

Tutto è pronto sul circuito di Sakhir: alle ore 13.00 italiane avrà inizio la prima sessione di prove libere FP1 del Gran Premio del Bahrain di Formula 1. Come prevedibile nel deserto, splende il sole: siamo pronti a scendere in pista per cominciare a capire se in questa gara la Ferrari potrà lottare ad armi pari con la Mercedes. La parola al circuito!

Fra i piloti che hanno mostrato maggiore feeling con il Bahrain negli anni passati, vi è senza dubbio Fernando Alonso. L’ex Ferrari sta vedendo crescere le prestazioni della propria McLaren MP4-30, con le due monoposte arrivate al traguardo durante la recente gara in Cina, in quel di Shangai. La speranza per il team britannico è di proseguire su questa falsa riga anche negli Emirati Arabi: «In passato quello del Bahrain è stato un buon circuito per me – ha dichiarato il pilota spagnolo – ci ho vinto tre volte nella mia carriera e anche se questa settimana non saremo il lotta per il successo sarà importante riuscire ad accumulare il massimo dei chilometri su ogni tipo di pista». L’ex pilota della Ferrari torna quindi a parlare della gara cinese, che come dicevamo, ha fatto togliere qualche piccola soddisfazione al team McLaren: «La gara della Cina è stata finora quella più importante perché sono riuscito a coprire la maggiore distanza in questa stagione. Inoltre mi sono divertito molto e le nostre prestazione durante l’ultimo stint sono state sicuramente positive».

La Formula 1 torna in diretta: con le prove libere FP1 e FP2 inizia il Gran Premio del Bahrain 2015 sul circuito di Sakhir, che costituisce il quarto appuntamento con il Mondiale 2015, a una sola settimana da quello che l’ha preceduto. Per prima cosa, diamo tutti gli orari, che saranno anomali non tanto per l’ora di fuso orario che ci separa del Paese arabo quanto perché si gareggerà in notturna: la avrà inizio alle ore 13.00 italiane dì venerdì, quando a Sakhir saranno le 14.00. Si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 17.00 italiane per la che sarà il turno più significativo perché si disputerà allo stesso orario delle qualifiche di domani e della gara di domenica, cioè quando il sole sarà ormai tramontato sul Bahrain. Saranno dunque condizioni anomale per i piloti, che dovranno adeguarsi alla luce artificiale e a temperature che nel deserto saranno comunque calde ma certo non ai livelli del giorno, con in più la variabile sabbia che è sempre da tenere presente da queste parti, soprattutto al venerdì quando la pista non è ancora gommata.

Nell’attesa di cominciare questo nuovo weekend del Circus iridato, abbiamo ancora negli occhi quanto è successo soltanto pochi giorni fa a Shanghai. La Mercedes ha ristabilito le gerarchie ottenendo una doppietta con la vittoria di Lewis Hamilton e Nico Rosberg: il primo tema d’interesse è proprio la superiorità del pilota inglese, che appare più netta rispetto all’anno scorso. Rosberg dovrà invertire la tendenza, altrimenti rischierà di vedersi presto ridimensionato al ruolo di secondo con ben poche chance di insidiare la cavalcata di Hamilton verso il secondo titolo mondiale consecutivo. Poi naturalmente c’è la Ferrari: dopo la vittoria di Sebastian Vettel a Sepang qualcuno forse si era spinto a sognare troppo in grande, ma la comunque ottima prestazione fornita in Cina sia dal tedesco sia da Kimi Raikkonen ha dimostrato in modo indiscutibile che Maranello è la seconda forza del Mondiale, l’unica in grado di mettere in discussione la superiorità della Mercedes. Se vi sembra poco, basterebbe ricordare che l’anno scorso la Ferrari ottenne due podi in tutta la stagione mentre quest’anno è a quota tre – compresa una vittoria – dopo altrettante gare, come non succedeva dal 2007, quando poi Raikkonen vinse il titolo. Adesso è difficile pensare di ripetere quell’impresa, ma la strada presa dalla Ferrari è sicuramente quella giusta, mentre la Williams appare ridimensionata, la Red Bull è lontanissima e in crisi con la Renault che le fornisce la power unit per non parlare della McLaren che non ha ancora ottenuto nemmeno un punto e ha considerato come una vittoria essere almeno riuscita a portare al traguardo entrambe le monoposto a Shanghai. Cosa succederà questa volta? L’attesa per quanto succederà in questo weekend è davvero grande, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio del Bahrain 2015 di Formula 1 a Sakhir sta per cominciare…

Pos No Driver Team Time/Retired Gap
1 7 Kimi Raikkonen Ferrari 1:37.827  
2 5 Sebastian Vettel Ferrari 1:38.029 0.202
3 77 Valtteri Bottas Williams 1:38.390 0.563
4 55 Carlos Sainz Toro Rosso 1:38.447 0.620
5 3 Daniel Ricciardo Red Bull Racing 1:38.455 0.628
6 33 Max Verstappen Toro Rosso 1:38.504 0.677
7 14 Fernando Alonso McLaren 1:38.598 0.771
8 12 Felipe Nasr Sauber 1:38.628 0.801
9 26 Daniil Kvyat Red Bull Racing 1:38.661 0.834
10 19 Felipe Massa Williams 1:38.790 0.963
11 11 Sergio Perez Force India 1:38.793 0.966
12 13 Pastor Maldonado Lotus 1:38.842 1.015
13 27 Nico Hulkenberg Force India 1:39.187 1.360
14 30 Jolyon Palmer Lotus 1:39.283 1.456
15 6 Nico Rosberg Mercedes 1:39.293 1.466
16 44 Lewis Hamilton Mercedes 1:39.532 1.705
17 9 Marcus Ericsson Sauber 1:39.534 1.707
18 28 Will Stevens Marussia 1:42.973 5.146
19 98 Roberto Merhi Marussia 1:44.265 6.438
20 22 Jenson Button McLaren No time

Pos No Driver Team Best Time
1 6 Nico Rosberg Mercedes 1:34.647
2 44 Lewis Hamilton Mercedes 1:34.762
3 7 Kimi Raikkonen Ferrari 1:35.174
4 5 Sebastian Vettel Ferrari 1:35.277
5 77 Valtteri Bottas Williams 1:35.280
6 3 Daniel Ricciardo Red Bull Racing 1:35.449
7 13 Pastor Maldonado Lotus 1:35.474
8 12 Felipe Nasr Sauber 1:35.793
9 26 Daniil Kvyat Red Bull Racing 1:35.883
10 19 Felipe Massa Williams 1:35.884
11 9 Marcus Ericsson Sauber 1:36.148
12 14 Fernando Alonso McLaren 1:36.191
13 8 Romain Grosjean Lotus 1:36.334
14 55 Carlos Sainz Toro Rosso 1:36.471
15 27 Nico Hulkenberg Force India 1:36.805
16 33 Max Verstappen Toro Rosso 1:36.917
17 11 Sergio Perez Force India 1:37.062
18 28 Will Stevens Marussia 1:39.131
19 22 Jenson Button McLaren 1:39.209
20 98 Roberto Merhi Marussia 1:40.592


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori