Diretta Formula 1 / F1, ordine d’arrivo e tempi gara: vince Rosberg, Vettel terzo. Raikkonen: gara discreta (Gp Spagna Barcellona 2015, 10 Maggio)

- La Redazione

Diretta Formula 1, la gara del Gran Premio di Spagna 2015 sul circuito del Montmelo a Barcellona live: tempi, ordine d’arrivo, vincitore e orari tv (oggi domenica 10 maggio 2015)

VettelSalto
Sebastian Vettel (Foto Infophoto)

Che il pilota finlandese della Ferrari Kimi Raikkonen non abbia un carattere dolce e diplomatico non è una novità, ma tanta schiettezza in Formula 1 è una virtù, perchè permette meglio di analizzare i problemi. Già durante le libere del Gran Premio di Spagna 2015 a Barcellona aveva avuto un colloquio molto diretto con i tecnici, e ora ci torna sopra, con un pizzico di delusione, visto che su questa pista ha sempre guidato benissimo (e tutt’ora detiene il record del giro veloce). «Non so perché non siamo riusciti a prenderli – ha detto Kimi – Appena arrivi dietro all’altra monoposto, la macchina si comporta peggio, la guida è difficoltosa, era difficile superare anche perché loro erano molto veloci in rettilineo». Nonostante le difficoltà Raikkonen non rimpiange la scelta del vecchio pacchetto per la sua monoposto. «No, è stata la cosa migliore vedere cosa potesse dare quello vecchio rispetto al nuovo. Ero pronto a correre il rischio, forse sarebbe stato meglio il nuovo ma ora lo sappiamo. Abbiamo tirato fuori un risultato discreto comunque e abbiamo imparato parecchio». Serve questo spirito per un nuovo scatto. 

Il grande sconfitto del Gran Premio di Spagna 2015 di Formula 1 a Barcellona è stato senza ombra di dubbio Lewis Hamilton, leader del mondiale e pilota Mercedes. “La mia partenza è stata pessima, da tempo non ne facevo una così negativa, ma ho dato il meglio per recuperare, poi ho cercato di combattere anche se questa pista è la peggiore in assoluto per i sorpassi”. Hamilton ha perso una posizione in partenza e si è trovato nel traffico rischiando di essere superato anche da Bottas e perdendo terreno dal compagno in Mercedes Nico Rosberg. “Avevo recuperato terreno ma il primo pit stop è stato lungo (problemi all’avvitatore della posteriore sinistra Ndr) ed ho dovuto rifare tutto da capo ma poi sono riuscito a superare Vettel e a guadagnare punti importanti per il team, non male”, ha aggiunto il britannico. 

Grande protagonista, e nuovamente a podio, in questo Gran Premio di Spagna 2015 di Formula 1 di Barcellona è il pilota della Ferrari Sebastian Vettel. Un inizio stagione decisamente buono che ha suscitato le speranze dei tifosi. E si sa che i sogni dei tifosi della Ferrari corrono veloci e – sempre – verso il titolo. “Peccato” che ci siano due Mercedes mostruose sul cammino della Rossa. «Ancora un podio ma 45 secondi di divario? Sapevo che sarebbe stato complicato tenerli dietro perché erano nettamente più veloci, con un pò di fortuna dopo il primo pit stop Hamilton è rimasto dietro. Abbiamo fatto tutto quello che potevamo». Sebastian Vettel è comunque soddisfatto del terzo posto nel Gp di Spagna, il quarto podio per il tedesco della Ferrari. «Loro poi sono passati alle tre soste e l’opportunità migliore per noi era rimanere in pista, ma sfortunatamente sono finito nel traffico dopo la seconda sosta ed ho perso alcuni secondi che probabilmente sarebbero stati sufficienti per rimanere davanti, ma con la velocità che avevano mi avrebbero potuto superare lo stesso. Siamo sinceri, oggi hanno meritato la doppietta, ma sono fiducioso che ci avvicineremo ancora e piuttosto presto, già tra due settimane e non vediamo l’ora di arrivarci», ha concluso l’ex campione del mondo. 

Il protagonista dell’intero week-end dedicato al Gran Premio di Formula 1 di Spagna è senza dubbio Nico Rosberg. Poi, che lui si limiti ad essere persona schietta, trasparente nelle sue gioie (e oggi era raggiante) e anche nei suoi malumori, lo rende forse un antidivo, ma comunque un personaggio atipico tra i paddock di Formula 1. “È stato un week-end fantastico, tutto ha funzionato alla perfezione, tutto è scivolato via perfettamente – ha dichiarato durante la conferenza stampa – ho ridotto il margine di punti in classifica ma ad un certo momento ho pensato che Vettel potesse tenere dietro Hamilton, non sarebbe stato un bene per il team ma per me un buon compromesso e sicuramente meglio, ma è andata così”. E decisamente Nico non ha intenzione di fermarsi qui, ma anzi per Toto Wolff cominceranno grattacapi veri, perchè Rosberg sta gia facendosi la bocca per un attacco al titolo mondiale. E non certo quello costruttori. “7 punti recuperati è meglio di nulla – ha detto riferendosi ad Hamilton, oggi secondo – Dopo le tre settimane di pausa tutti hanno portato aggiornamenti qui e vedere che stiamo continuando a dominare, anche più delle ultime gare, è fantastico”, ha chiosato. 

La vittoria di Nico Rosberg nel Gran Premio di Spagna 2015 è la prima in stagione per il pilota tedesco e la numero 9 in carriera: raggiunto Mark Webber, che si è ritirato al termine della stagione 2013. Grande fine settimana per Rosberg, che per una volta è riuscito a essere più veloce del compagno di Mercedes Lewis Hamilton; l’inglese ha realizzato un’ottima gara andando a scavalcare Sebastian Vettel che lo aveva sorpreso in partenza, poi ha amministrato anche perchè sapeva di non poter andare a riprendere il tedesco. Ottima anche la prova della Ferrari: Kimi Raikkonen non ha trovato il podio ma ha dimostrato di poter stare con i migliori, per Sebastian Vettel si tratta del quarto podio in cinque gare stagionali, al momento il quattro volte campione del mondo è l’unico che possa competere con le Mercedes anche se oggi non poteva fare nulla per stare loro davanti. 

Ha vinto Rosberg questo Gran Premio di Spagna di Formula 1 davanti ad Hamilton, imbestialito pr la seconda piazza, ma imbestialito con se stesso, non ci sono stati motivi di recriminazione. Vettel con soddisfazione è arrivato terzo, ma Arrivabene non nasconde delusione per un gap che si pensava di ridurre e invece per certi aspetti è solo “cambiato”, meno devastante nelle qualifiche, ma poco incisivo in gara rispetto a quello che ci si aspettava. Tra poco la classifica con l’ordine d’arrivo e tutti gli aggiornamenti 

Mossa a sorpresa di Hamilton con un pit stop anticipato al 33mo giro e gomma dura per cercare di rendere questa sosta l’ultima e far proseguire la sua vettura diretta al traguardo del Gran Premio di Formula 1. La Ferrari non è stata sufficientemente reattiva nel mettere in campo una contromossa, mentre Raikkonen (Hamilton era rientrato dietro di lui) non riesce a rallentare l’azione dell’inglese. Al momento comunque Hamilton è dietro a Bottas, vediamo se gli farà da tappo. Ottima l’idea di usare gomme dure e anticipare il cambio, l’asfalto molto caldo le renderà più performanti 

Siamo nel momento di massima tensione strategica in questo Gran Premio di Formula 1 di Bercellona. Dopo la prima sosta ai box le posizioni di testa sono ancora occupate da Rosberg, solitario in testa con un tesoretto di quasi sette secondi di vantaggio su Vettel, poi appunto la Ferrari e subito dietro Hamilton che paga lo scotto di un cambio gomme in cui la posteriore sinistra ha fatto i capricci facendogli perdere oltre due secondi al pit stop. La Ferrari ha subito adottato la tattica speculare per Vettel che corre su Hamilton, mentre una soluzione con pit stop ritardato e ibrida per Raikkonen. Lui potrebbe optare per le due soste, Vettel ora è sicuro per le tre. Ma nel duello per il secondo posto registriamo una bellissima progressione della Ferrari nell’ambito dell’aerodinamica: Hamilton non riesce ad affiancarsi nemmeno usando il Drs. Se Vettel non sbaglia… 

Grande bagarre in partenza in questo Gran Premio di Formula 1 di Barcellona con Hamilton che parte malissimo, almeno tanto quanto parte meravigliosamente Vettel che schizza al secondo posto, con Rosberg che va a cannone e sguscia subito via. Ottimo spunto in partenza anche per Bottas che attacca duramente Hamilton che si concentra infatti a mantenere almeno la terza posizione (e ci riesce a fatica). Raikkonen parte bene e soprattutto guadagna due posizioni nel corso del primo giro giocando di esperienza e con tanta classe aiu danni dei ragazzi terribili che sono presto finiti dietro. Felipe Massa dopo una buona partenza ha perso diverse posizioni, per poi riguadagnarle gradatamente. Ora è in sesta posizione. Ricapitolando, Rosberg guida la gara, Vettel secondo, Hamilton terzo 

Ci siamo: tutto pronto per la partenza del Gran Premio di Spagna 2015 di Formula 1, che seguiremo con la nostra cronaca in diretta. Al Montmelò (Barcellona) l’atmosfera – e la temperatura – sono caldissime. Le due Mercedes scattano dalla prima fila: Nico Rosberg per una volta è in pole position (quest’anno fatica molto di più in qualifica, nel 2014 aveva battuto Hamilton 11-7) e può centrare la nona vittoria in carriera che lo porterebbe ad agganciare Mark Webber. Lewis Hamilton invece è a -4 da Sebastian Vettel: può avvicinarlo con la vittoria numero 37 ma Vettel, dal canto suo, tagliando per primo il traguardo del Gran Premio di Spagna 2015 si porterebbe al pari di una leggenda come Ayrton Senna, al terzo posto della classifica all-time di vittorie di Formula 1. Al di là dei numeri “assoluti” c’è in palio anche e soprattutto la classifica del Mondiale 2015: chi la spunterà? Mettiamoci comodi perchè i motori stanno già rombando, parte la gara del Gran Premio di Spagna 2015 di Formula 1! 

In diretta. Prove ufficiali del Gran Premio di Spagna (Barcellona) dominate dalle due Mercedes, che concludono con la pole position di Rosberg e con il secondo tempo di Hamilton, dominatore della classifica generale. Il pilota tedesco, primo in 1:26.490 e autore della prima pole stagionale, sottolinea l’importanza del risultato ottenuto “in un gran premio dove non è semplice effettuare i sorpassi” ma ricorda come il piazzamento rappresenti solo “il primo passo verso la prima vittoria stagionale”. Il dominatore Lewis Hamilton, deve accontenasi, per la prima volta in stagione, del secondo posto nelle qualifiche a causa di problemi di sovrasterzo e bilanciamento. Il pilota britannico, tuttavia, è fiducioso per la gara di domani, e crede che “la partita sia ancora aperta”.

In diretta. Si sono concluse le prove ufficiali del Gran Premio di Spagna (Barcellona), con la pole position di Rosberg (Mercedes): gara in salita per le Ferrari di Sebastian Vettel (terzo) e Kimi Raikkonen (settimo), costrette ad inseguire gli avversari nella gara di domani. Vettel, che ha fatto segnare un tempo più elevato di 7 decimi rispetto a Rosberg, smentisce di essere deluso per il risultato e invita ad aspettare prima di giudicare la tenuta della vettura. Vettel elogia le Mercedes, che hanno fatto finora un ottimo lavoro, e spera in un minor divario in gara. Raikkonen, settimo e secondo e staccato di un secondo dal suo compagno di squadra, invece, è molto deluso dal risultato e sottolinea i problemi di aderenza della vettura a causa dell’asfalto torrido, accentuati soprattutto nella Q3. Raikkonen non è sembrato molto fiducioso per la gara di domani (“Avere Bottas e le due Toro Rosso davanti rende di certo la mia corsa più difficile del previsto”). 

In diretta. Risultato sorprendente per le due Toro Rosso nelle qualifiche del Gran Premio di Spagna (Barcellona): Carlos Sainz jr. e Max Verstappen sono riusciti ad ottenere, rispettivamente, il quinto e il sesto posto sulla griglia di partenza. “Sono felicissimo per il risultato della squadra”, ha commentato Carlos Sainz, “non sarà semplice chiudere la gara in top five ma sognare non costa nulla e noi proveremo a fare del nostro meglio per finire il Gran Premio nella migliore posizione possibile”. Il pilota spagnolo ha sottolineato il grande lavoro della scuderia e l’importanza del tifo del pubblico di casa. Nonostante l’ottimo sesto posto, Max Verstappen non nasconde le difficoltà nel bilanciamento avvertite durante le qualifiche, rispetto alle prove libere, ma al tempo stesso ringrazia la scuderia per il grande lavoro. Molto soddisfatto anche il Deputy Technical Director Ben Waterhouse, che ha sottolineato il grande lavoro della scuderia ma anche le grandi perfomance dei due piloti, in grado di “tirare il meglio dalle due vetture”

In diretta. Nelle qualifiche del Gran Premio di Spagna (Barcellona), le due Williams di Valtteri Bottas e Felipe Massa sono riuscite ad ottenere, rispettivamente, il quarto e il nono posto sulla griglia di partenza, in vista della gara di domani. Bottas ha sottolineato i progressi della scuderia britannica e il miglior passo gara rispetto alle due Toro Rosso, che precedono in graduatoria il compagno di squadra Massa e non dovrebbero impensierirli nella gara di domani: il pilota finlandese ha lanciato la sfida alle due Ferrari, soprattutto a quella di Raikkonen, rimasto attardato. Deluso Massa, che ammette di aver commesso un errore decisivo nella curva numero 3 che ha compromesso il suo giro veloce: il pilota brasiliano, tuttavia, sottolinea il buon ritmo gara mostrato nei giorni scorsi e si è detto fiducioso sulla possibilità di conquistare posti in graduatoria. Il responsabile delle performance della scuderia, Rob Smedley, ha sottolineato i miglioramenti della vettura e ha ipotizzato una buona gara per Bottas, che potrebbe contendere il terzo posto al ferrarista Vettel. 

In diretta: Nico Rosberg spezza la serie di pole position di Lewis Hamilton e, piazzandosi davanti a tutti al Montmelò, centra quella che è la sedicesima pole della carriera. Un risultato che lo fa salire in diciassettesima posizione nella classifica di tutti i tempi, agganciando Stirling Moss, Kimi Raikkonen e Felipe Massa; e che soprattutto lo fa diventare il favorito per la vittoria del Gran Premio di Spagna 2015. Lo scorso anno furono 10 le pole position per il tedesco della Mercedes; tre in più di Lewis Hamilton. Tuttavia Rosberg ha vinto soltanto tre Gran Premi (sui quattro totali in stagione) quando è riuscito a partire dalla prima posizione sulla griglia; oggi è chiamato a confermarsi in pista per impedire al suo compagno di squadra di prendere il largo, e per provare a blindare la seconda posizione mondiale difendendola da Sebastian Vettel, che scatta invece in seconda fila. Ci riuscirà? 

In diretta: grande domenica di motori con il Gran Premio di Spagna 2015 sul circuito del Montmelò a Barcellona, che ospita il quinto appuntamento del Mondiale 2015. Diciamo subito che la partenza avrà luogo alle ore 14.00 (clicca qui per i dettagli della griglia di partenza del Gran Premio di Formula 1 di Spagna 2015), il classico orario d’inizio delle gare europee (questa è la prima dell’anno nel Vecchio Continente). Diamo anche alcune importanti informazioni tecniche: la gara si svolgerà sulla distanza di 66 giri, ognuno dei quali misura 4.655 metri, per un totale di 307,104 km. Il circuito si caratterizza per la presenza di 16 curve e due rettilinei principali, sui quali si potrà utilizzare il Drs. Per quanto riguarda le gomme, Pirelli porterà le mescole dure e medie, con quest’ultime che saranno dunque le più morbide a disposizione delle scuderie. 

Questa soluzione è la più conservativa, dal momento che le due mescole scelte dalla Pirelli sono le più dure fra le quattro a disposizione. Questo perché il tracciato unisce un asfalto che è tra i più abrasivi della stagione a curve ad elevate accelerazioni laterali. Affidiamoci alle parole di Paul Hembery, il Direttore Motorsport Pirelli: “Anche quest’anno, il circuito di Barcellona sarà particolarmente impegnativo per le gomme anteriori. Con i miglioramenti apportati quest’anno agli pneumatici posteriori, la massima attenzione in ottica di strategie è sulle gomme anteriori. Tuttavia non è detto che questo aumenti il numero di soste ai box: la maggior parte dei concorrenti lo scorso anno ha effettuato due soste, e anche per quest’anno ci aspettiamo lo stesso. La più grande incognita sarà il meteo: in passato abbiamo assistito a giornate molto calde a Barcellona, ma non è una certezza. L’inizio della stagione europea significa tradizionalmente che molte squadre portano aggiornamenti importanti, e sarà molto interessante vedere come queste andranno a interagire con i nostri pneumatici 2015”. Altre informazioni interessanti sono quelle che ci vengono fornite da Brembo per quanto riguarda i freni. Il circuito del Montmelò è mediamente impegnativo per i freni: il 18% del tempo di percorrenza di un giro viene speso in frenata, la più impegnativa delle quali è naturalmente quella posta al termine del lungo rettilineo dei box, che richiede una decelerazione di ben 5,6 g, mentre il dato medio di tutte le frenate del Circuit de Catalunya è di 3,8 g. Con tutti questi dati speriamo di avervi dato un quadro chiaro della situazione tecnica di questa gara, ma la domanda che tutti si fanno è naturalmente: chi vincerà? La Ferrari riuscirà a dare fastidio alla Mercedes per il successo? Adesso dunque mettiamoci comodi, perché è arrivato il momento tanto atteso in cui sarà la pista ad emettere il suo verdetto inappellabile: la diretta della gara del Gran Premio di Spagna 2015 di Formula 1 sul circuito di Barcellona sta per cominciare…

 

1 NICO ROSBERG GER MERCEDES 1:41:12.555s 25
2 LEWIS HAMILTON GBR MERCEDES 17.551s 18
3 SEBASTIAN VETTEL GER FERRARI 45.342s 15
4 VALTTERI BOTTAS FIN WILLIAMS 59.217s 12
5 KIMI RÄIKKÖNEN FIN FERRARI 60.002s 10
6 FELIPE MASSA BRA WILLIAMS 81.314s 8
7 DANIEL RICCIARDO AUS RED BULL 1 lap 6
8 ROMAIN GROSJEAN FRA LOTUS 1 lap 4
9 CARLOS SAINZ ESP TORO ROSSO 1 lap 2
10 DANIIL KVYAT RUS RED BULL 1 lap 1
11 MAX VERSTAPPEN NED TORO ROSSO 1 lap 0
12 FELIPE NASR BRA SAUBER 1 lap 0
13 SERGIO PEREZ MEX FORCE INDIA 1 lap 0
14 MARCUS ERICSSON SWE SAUBER 1 lap 0
15 NICO HULKENBERG GER FORCE INDIA 1 lap 0
16 JENSON BUTTON GBR MCLAREN 1 lap 0
17 WILL STEVENS GBR MARUSSIA 3 laps 0
18 ROBERTO MERHI ESP MARUSSIA 4 laps 0
RT PASTOR MALDONADO VEN LOTUS DNF 0
RT FERNANDO ALONSO ESP MCLAREN DNF 0


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori