DIRETTA / Formula 1 F1 griglia di partenza GP Monaco Montecarlo 2015: pole position di Hamilton, Vettel terzo! (qualifiche, oggi 23 maggio)

- La Redazione

Diretta Formula 1, le qualifiche e le prove libere FP3 del Gran Premio di Monaco 2015 a Montecarlo live: cronaca e tempi delle sessioni per griglia di partenza e pole position (23 maggio)

montecarlo_pista
Infophoto

Ha finalmente conquistato la pole position sulla griglia di partenza del Gran Premio di Monaco: infatti, incredibilmente il pilota della Mercedes non era ancora mai partito davanti a tutti sul leggendario circuito di Montecarlo. Un buco che il campione del Mondo in carica ha finalmente colmato andando a precedere il compagno di squadra Nico Rosberg per l’ennesima prima fila monopolizzata da Stoccarda. In casa Ferrari può sorridere Sebastian Vettel per il suo terzo posto, meno Kimi Raikkonen che è solamente sesto alle spalle anche delle due Red Bull di Daniel Ricciardo e Daniil Kvyat. Il finlandese ha certamente pagato l’errore nella sessione mattutina e anche un brutto primo giro nella decisiva Q3, per cui nell’ultimo tentativo ha dovuto anche essere cauto, perché con un nuovo problema avrebbe rischiato di essere relegato addirittura al decimo posto. Sorride invece la Red Bull che, su una pista dove il motore conta molto meno che altrove, riesce essere competitiva ad un livello che quest’anno non aveva ancora raggiunto. – 

Bellissime qualifiche che disegnano la griglia di partenza del Gran Premio di Formula 1 di Montecarlo con in pole position (meritatissimo) Lewis Hamilton con 1:15:098 su una pista in raffreddamento e a rischio pioggia. Rosberg (due pole negli ultimi due Gp) deve abbozzare e non tenta nemmeno l’assalto finale in extratime anticipando il rientro ai box. Tiene Vettel, ma nulla più con una terza posizione che smorza un pochino gli entusiasmi, ma che lascia speranze di podio in gara, mentre Raikkonen combatte ma alla fine chiude solo sesto. Staremo a vedere come sarà la gara di domani, con l’incognita del meteo che potrebbe mescolare le carte ma anche con qualche avversario motivato e di valore (come Ricciardo) che potrebbe sparigliare. Le emozioni per oggi sono finite, ma domani… 

Tutto è pronto per il Q3 delle qualifiche del Gp di Formula 1 di Montecarlo. Ci si aspetta una lotta tra la Mercedes e la Ferrari e tutto lascia pensare che possano esserci anche delle sorprese su come i nomi si posizioneranno alla fine sulla griglia di partenza. Un dritto di Rosberg sul finale ha fatto vedere come il pilota tedesco ha tutta l’intenzione di spingere al massimo per prendere la pole position, per lui vincere sarebbe entrare nella leggenda di questo circuito. Incognite sicuramente Hamilton, deludente in Q2 ma con tanti assi nella manica, e Vettel, che ora darà tutto quello che ha – e chi lo segue dai tempi della RedBull sa che lui è l’uomo dell’ultimo giro. Attenzione però perche sta cadendo qualche goccia di pioggia: cosa succederà?

Griglia di partenza nel Gran Premio di Formula 1 di Montecarlo che sicuramente non vedrà nelle primissime posizioni la Williams. Dopo il Q1 infatti Bottas è stato eliminato (al pari di Nasr, Ericsson, Stevens e Merhi) ed è chiaro come se la giocheranno tutta la Mercedes e la Ferrari. Dopo il Q1 in testa c’è Rosberg di un soffio su Hamilton (circa 60 millesimi) con 1:16:528, ma attenzione perchè l’inglese resta favoritissimo. Il suo secondo giro di time attack (con gomme medie) aveva fatto registrare record mostruosi in settore 1 e 2, poi tutto gettato al vento per traffico nel terzo settore. Tanto è vero che Rosberg ha fatto la pole provvisoria senza far record in alcun settore. Vettel terzo è pronto a dare la zampata, ma la pole sembra fuori portata (anche se la Rossa un po’ si nasconde). Infine Raikkonen ha qualche problema di guida, tante correzioni, guida un po’ scorbutica. Ma sta maturando e una buona posizione in griglia di partenza può certamente raggiungerla. E ora via al Q2!

L’attesa è finita, si parte per il Q1 delle qualifiche di Formula 1 del Gran Premio di Montecarlo. Tra poco si disegnerà la griglia di partenza e si svelerà la pole position di uno dei gran premi più affascinanti del circus mondiale, e uno dei gran premi in cui il sorpasso è più difficile, motivo in più per cercare con determinazione la pole. La Ferrari è stata la più veloce in FP3, ma non basta, ai microfoni di Sky Arrivabene, team principal Ferrari, ha rimesso  – come direbbe l’allenatore della Roma Rudi Garcia – la Chiesa al centro del villaggio. E’ ora che i tempi contano, è ora che si deve fare il tempo giusto e bisogna andare più veloci di tutti. La Ferrari ha fatto passi da gigante sul giro secco, lo si è visto già nello scorso Gran Premio di Formula 1, staremo a vedere se il gap con la Mercedes si è davvero ridotto. 1:16:143 il tempo di Vettel, dovrà ripetersi, anzi superarsi. Ce la può fare? 

Sempre più vicine le qualifiche del Gran Premio di Monaco 2015 a Montecarlo, sull’affascinante circuito del Principato. Nico Rosberg è di casa a Montecarlo, in tutti i sensi. Abita qui e ha vinto le ultime due edizioni del Gran Premio di Monaco. La prima giornata di prove libere lo ha però visto chiudere alle spalle del compagno di squadra Lewis Hamilton. Ecco dunque il commento del pilota tedesco della Mercedes dopo quella giornata: “È stata una giornata diversa dal solito, abbiamo usato solo le gomme più dure, poi c’è stata la pioggia, ma siamo tutti nelle stesse condizioni. Ho un’ottima macchina e mi sento uno dei favoriti”. Sul rinnovo di contratto fra Lewis e la Casa di Stoccarda, Nico è laconico: “Non sono supereccitato, ma va bene, ci conosciamo da anni”. Stamattina in FP3 ha preceduto Hamilton, ma davanti a tutti c’è la Ferrari di Vettel: come andrà in qualifica? 

Sempre più vicine le qualifiche del Gran Premio di Monaco 2015 a Montecarlo. Il tedesco Sebastian Vettel è andato bene nelle prime sessioni di prove giovedì e la Ferrari in questo attesissimo Gran Premio di Monaco sembra essersi nuovamente avvicinata alla Mercedes, come ha confermato stamattina con l’inatteso primo posto nella FP3. Ecco dunque il commento del quattro volte campione del Mondo di Formula 1 al termine della prima giornata del lungo week-end monegasco: “L’auto va bene, è stata una giornata particolare (giovedì, ndR), ma è lo stesso per tutti. Le previsioni sono date in progresso per la gara. Questa pista non può essere un riferimento, non siamo messi male, ma è un circuito che ci fa stare tutti più vicino: vedremo solo domenica se le incertezze della Spagna saranno superate, ma in ogni caso non è un tracciato che può essere indicativo”.  – 

Al Gran Premio di Monaco 2015 che si disputa come sempre a Montecarlo si è appena chiusa la terza sessione di prove libere FP3, che ha esaltato Sebastian Vettel e la Ferrari. Sì, la grande notizia è che al comando c’è la Rossa davanti alle Mercedes, perché Vettel ha fatto segnare il tempo di , precedendo di oltre due decimi Nico Rosberg, mentre Lewis Hamilton è in ritardo di oltre mezzo secondo. Notizie molto importanti in ottica qualifiche (alle ore 14.00), che nel Principato sono a dir poco fondamentali. Peccato invece per Kimi Raikkonen, che ha chiuso la sua sessione dopo solo mezz’ora per un contatto con le barriere subito dopo la curva di Santa Devota. Ecco perché il finlandese è sesto, preceduto anche da Daniel Ricciardo e Carlos Sainz jr, che delineano la coppia Red Bull-Toro Rosso come terza forza, mentre sembra sparita la Williams, visto che Valtteri Bottas è quindicesimo e Felipe Massa sedicesimo.

Il sabato del Gran Premio di Monaco 2015 a Montecarlo inizia con la terza sessione di prove libere FP3, fondamentali in ottica qualifiche anche perché tutti i piloti dovranno provare le gomme supersoft che giovedì non sono riusciti ad utilizzare causa maltempo. Come si sa, nel Principato fare la pole position è ancora più importante che altrove viste le caratteristiche del circuito: sarà un sabato da non perdere…

Lewis Hamilton ha iniziato alla grande il Gran Premio di Monaco dominando la prima giornata di prove sullo storico circuito di Montecarlo. Laconico ma molto chiaro il commento del leader della classifica del Mondiale di Formula 1 sulla situazione dopo le prime due sessioni di prove libere: “Va bene, è stato un giorno ricco di passi avanti, la macchina sta arrivando al livello che voglio, ma sabato sarà del tutto diverso. Ho un ottimo feeling e grandi sensazioni. L’umido? Non c’era bisogno di girare molto”, sono state le parole del pilota britannico che ha appena rinnovato il contratto con la Mercedes.

La Formula 1 è di nuovo in diretta: grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio di Monaco 2015 sul circuito di Montecarlo, sesto appuntamento del Mondiale di quest’anno. Come al solito, il sabato avrà inizio alle ore 11.00 con la terza e ultima sessione di prove libere FP3, che saranno gli ultimi 60 minuti a disposizione prima della sessione di prove ufficiali che determinerà la composizione della griglia di partenza e chi sarà a scattare dalla pole position. Per questa decisiva sessione delle qualifiche l’appuntamento sarà alle ore 14.00, come consuetudine nelle gare europee.

In attesa di buttarci sull’attualità, andiamo però a ripercorrere in breve la lunga e affascinante storia della Formula 1 nel Principato. Una storia che ebbe inizio nel 1929, quando all’allora presidente dell’Automobile Club di Monaco venne la pazza ma geniale idea di organizzare un Gran Premio sulle strade di Montecarlo: in poco tempo divenne una classica, anche se poi ci fu il lungo stop dettato dalla Seconda Guerra Mondiale, che si protrasse piuttosto a lungo: il Gp tornò nel 1948, non si disputò nel 1949, tornò nel 1950 e fu in quel caso valido per la prima edizione del Mondiale (vittoria di Juan Manuel Fangio su Alfa Romeo) ma tornò poi nel calendario iridato soltanto dal 1995. Da allora però non è mai più uscito e anzi si fa fatica anche solo a concepire la possibilità di un Mondiale di Formula 1 senza Montecarlo, che è la gara più celebre, quella che attira l’interesse anche di chi abitualmente non segue la Formula 1. Nell’albo d’oro spiccano le sei vittorie di Ayrton Senna, un vero mago sulle stradine del Principato che esaltavano la sua classe: il brasiliano vinse per la prima volta nel 1987 con la Lotus, poi infilò altri cinque successi consecutivi dal 1989 al 1993, quando corse qui per l’ultima volta nella sua vita. Anche il suo grande rivale Alain Prost aveva comunque un ottimo feeling con Montecarlo: vinse per tre anni consecutivi dal 1984 al 1986 e poi di nuovo nel 1988, per cui ci furono ben dieci edizioni consecutive con due soli vincitori. Prima di loro il re di Monaco era stato Graham Hill con cinque vittorie, prima la tripletta 1963-1964-1965 e poi ancora la doppietta 1968-1969, mentre in seguito spiccano le cinque vittorie di Michael Schumacher, cioè la doppietta 1994-1995 al volante della Benetton e poi i tre successi con la Ferrari nel 1997, 1999 e 2001, che incredibilmente è ancora oggi l’ultima vittoria del Cavallino Rampante nel Principato. Passando invece ai piloti in attività, i migliori sono Fernando Alonso e Nico Rosberg con due successi: per lo spagnolo sono però ricordi ormai lontani (2006 Renault e 2007 McLaren) e che difficilmente potrà rinverdire quest’anno, mentre Rosberg ha vinto le ultime due edizioni e punterà al tris. Lewis Hamilton ha vinto nel 2008 con la McLaren, Sebastian Vettel nel 2011 con la Red Bull mentre Kimi Raikkonen non ha mai vinto a Montecarlo. Ricordiamo infine molto volentieri la vittoria di Jarno Trulli con la Renault nel 2004. Per scoprire invece come si posizioneranno i protagonisti più attesi sulla griglia di partenza, non c’è niente di meglio che cedere la parola alla pista e al cronometro. Allora mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e della del Gran Premio di Monaco 2015 di Formula 1 a Montecarlo sta per cominciare…

Pos. Driver Team Time Gap
1 Sebastian Vettel VET Ferrari 1:16.143  
2 Nico Rosberg ROS Mercedes 1:16.361 +0.218
3 Lewis Hamilton HAM Mercedes 1:16.705 +0.562
4 Daniel Ricciardo RIC Red Bull 1:17.120 +0.977
5 Carlos Sainz SAI Toro Rosso 1:17.256 +1.113
6 Kimi Räikkönen RAI Ferrari 1:17.401 +1.258
7 Daniil Kvyat KVY Red Bull 1:17.471 +1.328
8 Jenson Button BUT McLaren 1:17.767 +1.624
9 Max Verstappen VES Toro Rosso 1:17.788 +1.645
10 Romain Grosjean GRO Lotus 1:17.806 +1.663
11 Sergio Perez PER Force India 1:17.832 +1.689
12 Pastor Maldonado MAL Lotus 1:17.956 +1.813
13 Nico Hulkenberg HUL Force India 1:18.102 +1.959
14 Fernando Alonso ALO McLaren 1:18.197 +2.054
15 Valtteri Bottas BOT Williams 1:18.212 +2.069
16 Felipe Massa MAS Williams 1:18.242 +2.099
17 Felipe Nasr NAS Sauber 1:18.767 +2.624
18 Marcus Ericsson ERI Sauber 1:19.269 +3.126
19 Will Stevens STE Marussia 1:21.093 +4.950
20 Roberto Merhi MER Marussia 1:22.225 +6.082
P N Driver Team Q1 Q2 Q3
1 44 Lewis Hamilton HAM Mercedes 1:16.588 1:15.864 1:15.098
2 6 Nico Rosberg ROS Mercedes 1:16.528 1:15.471 1:15.440
3 5 Sebastian Vettel VET Ferrari 1:17.502 1:16.181 1:15.849
4 3 Daniel Ricciardo RIC Red Bull 1:17.254 1:16.706 1:16.041
5 26 Daniil Kvyat KVY Red Bull 1:16.845 1:16.453 1:16.182
6 7 Kimi Räikkönen RAI Ferrari 1:17.660 1:16.440 1:16.427
7 11 Sergio Perez PER Force India 1:17.376 1:16.999 1:16.808
8 55 Carlos Sainz SAI (*) Toro Rosso 1:17.246 1:16.762 1:16.931
9 13 Pastor Maldonado MAL Lotus 1:17.630 1:16.775 1:16.946
10 33 Max Verstappen VES Toro Rosso 1:16.750 1:16.546 1:16.957
11 8 Romain Grosjean GRO Lotus 1:17.767 1:17.007  
12 22 Jenson Button BUT McLaren 1:17.492 1:17.093  
13 27 Nico Hulkenberg HUL Force India 1:17.552 1:17.193  
14 19 Felipe Massa MAS Williams 1:17.679 1:17.278  
15 14 Fernando Alonso ALO McLaren 1:17.778 1:26.632  
16 12 Felipe Nasr NAS Sauber 1:18.101    
17 77 Valtteri Bottas BOT Williams 1:18.434    
18 9 Marcus Ericsson ERI Sauber 1:18.513    
19 28 Will Stevens STE Marussia 1:20.655    
20 98 Roberto Merhi MER Marussia 1:20.904    

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori