DIRETTA / Formula 1 F1 qualifiche e griglia di partenza: pole position Hamilton. Prima fila Mercedes, Vettel nono! (GP Belgio Spa 2015, 22 agosto)

- La Redazione

Diretta Formula 1, qualifiche e FP3 del Gp Belgio 2015 da Spa live: cronaca e tempi delle sessioni per determinare griglia di partenza e pole position (oggi sabato 22 agosto 2015)

alonso_spa_francorchamps
Infophoto

Lewis Hamilton ha conquistato la pole position sulla griglia di partenza del Formula 1 Gp Belgio 2015 al termine delle qualifiche disputate a Spa-Francorchamps. Una splendida prestazione da parte del pilota inglese della Mercedes, che è stato capace di ottenere un fantastico tempo di 1’47”197, rifilando quasi mezzo secondo al compagno di squadra Nico Rosberg, che completa una prima fila per l’ennesima volta monopolizzata dalla scuderia di Stoccarda. Qualifiche da incubo invece per la Ferrari: Sebastian Vettel non è andato oltre il nono posto al termine di un deludente Q3 chiuso a 1”6 da Hamilton, mentre Kimi Raikkonen è stato appiedato nel Q2 a causa di un problema alla pressione dell’olio e scatterà dalla quattordicesima posizione. Di certo sulla velocissima pista di Spa si è fatto sentire più che altrove lo strapotere dei motori Mercedes, ma è chiaro che per la Ferrari è stata una vera doccia fredda. Si diceva dei motori tedeschi: ne hanno approfittato come prevedibile Valtteri Bottas, terzo, mentre sono andati oltre le aspettative Romain Grosjean e Sergio Perez, rispettivamente quarto e quinto. Il francese della Lotus perderà però cinque posizioni per la sostituzione del cambio, dunque ecco il messicano della Force India in seconda fila e una posizione guadagnata anche per Vettel, che scatterà dall’ottava piazzola sulla griglia visto che Grosjean scivola proprio al nono posto. Il migliore dei ‘non Mercedes’ è Daniel Ricciardo, sesto (quinto sulla griglia) con la sua Red Bull, un po’ sotto le attese invece Felipe Massa che è settimo e Nico Hulkenberg che è stato eliminato in Q2 pur se la Force India ha dimostrato di essere in ottima forma sulle colline delle Ardenne. Eliminato nella seconda sessione anche Daniil Kvyat, con una Red Bull che come la Ferrari ha fatto un deciso passo indietro quando si è trattato di sfoderare la potenza pura che ha esaltato la Mercedes e i suoi ‘satelliti’. Chiuderanno l’ordine di partenza invece i tre penalizzati: Max Verstappen senza tempo in Q2 e comunque zavorrato dal -10 per sostituzione della power unit, per non parlare dei due piloti McLaren. Mette tristezza vedere Jenson Button e Fernando Alonso in queste condizioni: basterebbe dire che in teoria hanno accumulato 50 (l’inglese) e 55 (lo spagnolo) posizioni di penalità per il sommarsi delle penalizzazioni… – 

Non si discute. La pole position del Gp di Formula 1 a Spa se la prende di forza Lewis Hamilton su Mercedes, e si permette il lusso di staccare di mezzo secondo l’altra Mercedes, quella di Nico Rosberg, non proprio uno che questo week-end non abbia dimostrato di saper andare molto molto forte. Insomma, Hamilton fa il vuoto dietro di sè e – colpo di scena – terzo in griglia di partenza con la sua Williams contro ogni segnale dato in questi giorni di Formula 1, quarto Grosjean (avrà una penalità di 5 posizioni per sostituzione del cambio), ma il sabato nero è proprio quello della Ferrari. Vettel chiude nono, Raikkonen ha rotto nel Q2. Vettel non molla, ma l’impresa è davvero dura. Come un mantra il ferrarista ripete che il passo c’è, e che secondo lui si può costruire “molto”. Staremo a vedere 

Caccia alla pole position nella qualificazione del gran premio di Formula 1 a Spa. E grandi colpi di scena in Q2, con Verstappen – e soprattutto Raikkonen – che hanno rotto la propria vettura e sono stati costretti all’eliminazione. In particolare Raikkonen (rottura del motore per lui, si pensa all’impianto idraulico o al cambio) ha causato una bandiera rossa che ha fermato le qualifiche. Brutto colpo per il quattro volte campione qui in Belgio. Le due Mercedes si sono permesse perfino il lusso di non rientrare in pista dopo la bandiera rossa. E ora si parte per il Q3, la griglia di partenza e la pole position stanno per essere svelate…

Colpi di scena nel Q1 del Gran Premio di Formula 1 a Spa. Una zampata all’ultimo respiro ha permesso a Carlos Sainz di salvarsi e condannare all’eliminazione Nars (compleanno amaro per lui), Button, Alonso, Stevens e Merhi. Le Mercedes sono davanti a tutti usando la gomma intermedia, mentre la bagarre dietro di loro ha visto usare tutti le gomme morbide. La Ferrari è sembrata leggermente più in difficoltà che non nell’ultima sessione di libere. La battaglia è tutta tra Hamilton e Rosberg, ambedue con le intermedie sotto il muro del minuto e 49 secondi, staccati di una manciata di millesimi. La lotta per la pole position del Gp del Belgio di Formula 1 sembra tra loro. Ma le Ferrari sapranno stare davanti alle Force India (sorprendenti) e alle RedBull?

Tutto pronto per il via delle qualifiche del Gran Premio di Formula 1 di Spa. Parte la caccia alla pole position con le Mercedes grandi favorite, ma con grande fermento dietro alla prima posizione in griglia di partenza nel circuito universalmente riconosciuto come l’univeristà della Formula 1. Le RedBull hanno fatto vedere buonissime cose nelle prime due sessioni, ma con le morbide non hanno impensierito troppo le Ferrari, dimostratesi molto competitive. Attenzione anche alla Force India, ma ecco scatta il semaforo verde. Si parte!

Lewis Hamilton ha conquistato il primo posto nella terza sessione di prove libere di Formula 1 a Spa. Il sabato inizia bene per il pilota inglese della Mercedes, apparso velocissimo e dunque ora favorito verso le qualifiche del Gp Belgio 2015, che naturalmente serviranno a stabilire la griglia di partenza della gara di domani. Dopo un venerdì sempre alle spalle di Nico Rosberg, stamattina Hamilton si è riscattato facendo registrare il fenomenale tempo di 1’48”984, ben mezzo secondo meglio del compagno di squadra. Si dilata il vantaggio delle Frecce d’Argento nei confronti dei rivali, ma per la Ferrari c’è la buona notizia di avere monopolizzato una virtuale seconda fila di questa FP3, con Sebastian Vettel terzo a 645 millesimi da Hamilton e Kimi Raikkonen quarto a 880. Anche qui cambiano le gerarchie interne, visto che ieri il finlandese era sempre stato davanti al tedesco, ma per entrambi c’è la buona notizia di avere ora davanti solo le Mercedes. L’uomo della mattinata è stato però Sergio Perez, ottimo quinto con la sua Force India a soli due millesimi da Raikkonen; la macchina anglo-indiana appare veloce, come conferma anche l’ottavo posto di Nico Hulkenberg alle spalle delle due Red Bull di Daniel Ricciardo (sesto) e Daniil Kvyat (settimo), in lieve calo rispetto a ieri ma comunque ancora protagonisti. Piccoli miglioramenti da parte della Williams, che però non convince ancora del tutto: nono Valtteri Bottas e decimo Felipe Massa per chiudere la top ten. Infine purtroppo ancora una volta bisogna parlare dei guai della McLaren: soli 12 giri per Jenson Button che ha preceduto soltanto le due Marussia, ancora peggio Fernando Alonso che non è riuscito a registrare nemmeno un giro cronometrato a causa di problemi con la nuova power unit

Terza sessione di prove libere di Formula 1 che segnano la rinascita della Ferrari, che si attesta subito dietro la Mercedes con la gomma morbida. Si è spento il fuoco della RedBull, che dopo un grandissimo inizio è stata risucchiata indietro dopo i balzi avanti di Ferrari e Mercedes. La Ferrari ha portato un nuovo musetto con una aerodinamica modificata che ha dato qualche soddisfazione, nel pomeriggio è possibile aspettarsi qualche sorpresa. Outsider Sergio Perez, quinto tempo per lui e molto competitivo nel primo settore. In ombra le due Williams 

Pochi minuti alle prove libere FP3 a Spa: splende il sole, condizioni ideali per iniziare il sabato del Gp Belgio 2015 che poi culminerà alle 14.00 con le qualifiche per determinare la griglia di partenza della gara di domani. Si scende in pista con Nico Rosberg che ieri è stato il più veloce di entrambe le sessioni, ma è stato protagonista anche di un terribile incidente per fortuna senza conseguenze: cosa succederà oggi nel duello con Lewis Hamilton? Sarà ancora la Red Bull la seconda forza o la Ferrari crescerà? Per rispondere a tutte le domande, non ci resta altro che cedere la parola alla pista e al cronometro…

Dopo le due sessioni di prove libere del Gran Premio del Belgio di Formula 1 andate in scena oggi, il pilota Red Bull Daniel Ricciardo, classificatosi in entrambe le occasioni in terza posizione, ha espresso le sue sensazioni su quanto fatto nella giornata di oggi e su ciò che bisogna attendersi per le qualifiche di domani. Queste le sue parole:”In generale penso che se noi riuscissimo a rimanere in terza e quarta posizione su questo tracciato sarebbe positivo. Probabilmente le distanze domani si ridurranno, e quelli che sono dietro di noi si avvicineranno, ma aspettiamo e vediamo. Speriamo di riuscire a mantenere queste posizioni anche domani e di ottenere qualcosa di più con la gomma Option: per farlo dovremo fare i nostri “compiti” stanotte così come li farà ogni team. Ho avuto un momento un po’ così all’Eau Rouge quando ero sul cordolo, ma è stato divertente!”.

Il pilota Red Bull Daniil Kvyat ha concluso le due sessioni di prove libere del Gran Premio del Belgio di Formula 1 rispettivamente in sesta e in quarta posizione e a margine della FP2 ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni in vista delle qualifiche di domani, senza nascondere la soddisfazione per il lavoro fatto in giornata. Ecco le sue parole:”In maniera insolita per Spa le condizioni meteo erano molto favorevoli oggi, con un clima caldo che ci ha consentito di fare due buone sessioni”. Il pilota russo ha anche indicato dove bisognerà intervenire per rendere meglio in qualifica:”La nostra priorità è quella di guadagnare tempo nel secondo settore. Come sempre dovremo fare i nostri “compiti” questa notte e provare a migliorare l’intero pacchetto per domani, ma la macchina è andata bene finora”.

Dopo la quinta e la decima posizione conquistate da Sebastian Vettel durante le due sessioni di prove libere del Gran Premio del Belgio di Formula 1, il pilota Ferrari non ha nascosto un leggero disappunto per la prestazione odierna, senza però rinunciare a quell’ottimismo che da sempre lo contraddistingue: “Sicuramente è piacevole riprendere il campionato dopo il grande risultato dell’ultima gara, ma dobbiamo continuare a tenere i piedi per terra. Siamo su un altro circuito, con condizioni diverse, e come sempre faremo del nostro meglio”. Il pilota tedesco ha ribadito la volontà di migliorare già per le qualifiche di domani, dicendosi sicuro che la macchina tornerà sui consueti livelli dopo la messa a punto operata dai tecnici di Maranello:”Oggi non è stata una delle nostre giornate migliori e abbiamo faticato a trovare il ritmo giusto, ma penso che domani si possano fare dei passi avanti. Dobbiamo farlo se non vogliamo trovarci decimi sulla griglia di partenza. Oggi non ero del tutto soddisfatto del comportamento della macchina, ma sono sicuro che per domani l’avremo messa a punto e sarà una giornata migliore”.

Kimi Raikkonen, dopo la notizia del rinnovo di contratto con la Ferrari, nelle prove libere del Gran Premio del Belgio di Formula 1 ha fatto meglio del compagno di squadra Sebastian Vettel, posizionandosi in quarta posizione nella FP1 e in quinta posizione nella FP2. Il finlandese al termine delle libere si è soffermato sullo svolgimento delle due sessioni, analizzando in particolare i problemi incontrati durante la giornata odierna e i possibili margini di miglioramento. Queste le sue parole:”La giornata non è andata male, anche se lo svolgimento del programma è stato in parte condizionato dalle bandiere rosse, ma così è stato per tutti e alla fine siamo comunque riusciti a portare a termine il lavoro. Abbiamo sofferto il blistering sugli pneumatici anteriori e questo ovviamente non è stato ideale, ma neanche un disastro, perché possiamo fare molto per evitarlo. Domani cercheremo di dare il meglio e vedremo cosa si può fare per domenica”.

Il protagonista assoluto delle prove libere del Gran Premio del Belgio di Formula 1 è stato certamente Nico Rosberg. Dopo essersi reso protagonista di due primi posti in entrambe le sessioni e di un fuori pista da brividi a causa dello scoppio di una gomma ad oltre 300 km/h, il tedesco ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:”Tornare in pista dopo la pausa estiva è bello. Il circuito è fantastico e la nostra macchina sembra ancora veloce. Mi sono sentito alla grande ed ero molto soddisfatto del mio ritmo”. Il secondo della classifica piloti non ha potuto ovviamente sorvolare sull’episodio che lo ha visto finire fuori pista dopo l’esplosione della gomma posteriore destra:”Per me è stato scioccante quando la gomma è scoppiata. Quando vai a 300 km/h e qualcosa va storto si prova una sensazione terribile. In quel momento ho pensato di finire contro il muro, e onestamente è stata pura fortuna che non l’abbia fatto. Ora dovremo investigare con Pirelli per capire quello che è avvenuto”.

Si avvicinano le prove libere FP3 del Gran Premio del Belgio (SPA) e nelle sessioni precedenti il leader della classifica piloti Lewis Hamilton ha ottenuto due seconde posizioni alle spalle del compagno di squadra Nico Rosberg. Al termine della FP2 il britannico ha dichiarato: “In generale oggi è stata una buona giornata: nessun problema con la macchina, bel tempo e tanto divertimento in pista. Non sempre è asciutto qui in Belgio e quando è così è più divertente affrontare grandi curve come l’Eau Rouge”. Hamilton ha aggiunto delle considerazioni personali sulle sensazioni provate in pista:”Ho sentito bene la macchina ed è stato molto naturale tornare con “la schiena dritta” concentrandomi sul lavoro, e questo è un segnale positivo”. Hamilton ha parlato anche del confronto con Rosberg, piazzatosi primo in entrambe le sessioni, e delle altre scuderie:”Nico è molto veloce, quindi ho del lavoro da fare stanotte per vedere dove posso recuperare. Ferrari e Red Bull sembrano anche più vicine qui rispetto ai weekend passati, quindi dobbiamo farci trovare pronti per la battaglia”. Il britannico ha chiuso parlando dello scoppio della gomma che ha interessato proprio Rosberg:”Ovviamente non è bello ciò che è successo a Nico. Fortunatamente non si è fatto male e penso che la Mercedes parlerà con la Pirelli dell’accaduto. Io comunque non sono preoccupato, per spingere devi avere completa fiducia nella macchina e nelle gomme”.

La Formula 1 è di nuovo in diretta: grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio del Belgio 2015 sul leggendario circuito di Spa-Francorchamps, sede dell’undicesimo Gp del Mondiale di quest’anno. Gli orari saranno quelli tradizionali delle gare europee: il sabato dunque comincerà alle ore 11.00 con la terza e ultima sessione di prove libere FP3, che saranno gli ultimi 60 minuti a disposizione prima della sessione di prove ufficiali che determinerà la composizione della griglia di partenza e chi sarà a scattare dalla pole position domani sul circuito belga. Per questa decisiva sessione delle qualifiche l’appuntamento sarà alle ore 14.00, quando inizierà la prima delle tre consuete sessioni che nel giro di un’ora definiranno la griglia di questo Gp che si corre sulla pista probabilmente più bella dell’intero calendario iridato. 

In attesa di buttarci sull’attualità, andiamo però a ripercorrere in breve la storia della Formula 1 in Belgio. La prima volta fu nel lontano 1925 e fu un trionfo italiano, dal momento che vinse Antonio Ascari su Alfa Romeo; nei primi anni si alternarono alcune altri edizioni ad anni di interruzioni, ma comunque in breve tempo Spa divenne una classica, tanto che nel 1950 fu inserita nel calendario del primo Mondiale della storia. Negli anni Cinquanta i più vincenti furono Juan Manuel Fangio e Alberto Ascari, sulle orme del padre, mentre il dominatore degli anni Sessanta fu Jim Clark con quattro vittorie consecutive dal 1962 al 1965. La pista nella sua configurazione dell’epoca era però diventata troppo pericolosa, tanto che negli anni Settanta il Gp del Belgio passò per due edizioni a Nivelles e poi in modo più stabile a Zolder, dove si corsero ben dieci edizioni fra il 1973 e il 1984. Nel 1983 però aveva fatto il suo ritorno la rinnovata (e sempre bellissima) pista di Spa-Francorchamps, dal 1985 di nuovo sede unica e indiscutibile della corsa belga, dove da allora spiccano i cinque successi di Ayrton Senna e i sei ottenuti da Michael Schumacher, due campionissimi che hanno scritto pagine da leggenda sulle colline delle Ardenne. Tra i piloti in attività spiccano invece i ben quattro successi di Kimi Raikkonen, che in Belgio spesso ha dimostrato tutte le sue qualità e quest’anno cerca un risultato che possa legittimare il fresco rinnovo di contratto. Due volte ha vinto Sebastian Vettel e questo fa dei due piloti della Ferrari i più vincenti della Formula 1 a Spa, perché Lewis Hamilton ha vinto una sola volta come Felipe Massa, Jenson Button e l’anno scorso Daniel Ricciardo, mentre Nico Rosberg e clamorosamente Fernando Alonso non hanno mai vinto da queste parti. Tornando ora all’attualità, per scoprire come si posizioneranno i protagonisti più attesi sulla griglia di partenza, non c’è niente di meglio che cedere la parola alla pista e al cronometro. Allora mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e della del Gran Premio del Belgio 2015 di Formula 1 a Spa-Francorchamps sta per cominciare… (Mauro Mantegazza)

 

Driver Team Time Gap Laps
1 Lewis Hamilton HAM Mercedes 1:48.984 15
2 Nico Rosberg ROS Mercedes 1:49.482 +0.498s 19
3 Sebastian Vettel VET Ferrari 1:49.629 +0.645s 17
4 Kimi Räikkönen RAI Ferrari 1:49.864 +0.880s 19
5 Sergio Perez PER Force India 1:49.866 +0.882s 15
6 Daniel Ricciardo RIC Red Bull Racing 1:49.930 +0.946s 20
7 Daniil Kvyat KVY Red Bull Racing 1:49.980 +0.996s 19
8 Nico Hulkenberg HUL Force India 1:50.000 +1.016s 15
9 Valtteri Bottas BOT Williams 1:50.179 +1.195s 15
10 Felipe Massa MAS Williams 1:50.447 +1.463s 15
11 Carlos Sainz SAI Toro Rosso 1:50.552 +1.568s 20
12 Pastor Maldonado MAL Lotus 1:50.585 +1.601s 17
13 Max Verstappen VES Toro Rosso 1:50.599 +1.615s 21
14 Felipe Nasr NAS Sauber 1:50.690 +1.706s 17
15 Marcus Ericsson ERI Sauber 1:51.054 +2.070s 20
16 Romain Grosjean GRO Lotus 1:51.187 +2.203s 18
17 Jenson Button BUT McLaren 1:51.981 +2.997s 12
18 Will Stevens STE Marussia 1:54.262 +5.278s 16
19 Roberto Merhi MER Marussia 1:54.281 +5.297s 9
20 Fernando Alonso ALO McLaren     1

Pos. Driver Team
1 Lewis Hamilton HAM Mercedes
2 Nico Rosberg ROS Mercedes
3 Valtteri Bottas BOT Williams
4 Romain Grosjean GRO Lotus
5 Sergio Perez PER Force India
6 Daniel Ricciardo RIC Red Bull Racing
7 Felipe Massa MAS Williams
8 Pastor Maldonado MAL Lotus
9 Sebastian Vettel VET Ferrari
10 Carlos Sainz SAI Toro Rosso
11 Nico Hulkenberg HUL Force India
12 Daniil Kvyat KVY Red Bull Racing
13 Marcus Ericsson ERI Sauber
14 Kimi Räikkönen RAI Ferrari
15 Max Verstappen VES Toro Rosso
16 Felipe Nasr NAS Sauber
17 Jenson Button BUT McLaren
18 Fernando Alonso ALO McLaren
19 Will Stevens STE Marussia
20 Roberto Merhi MER Marussia


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori