FORMULA 1 / Video highlights e classifica piloti dopo il Gran Premio Belgio 2015 vinto da Hamilton. Vettel e la gomma esplosa: inaccettabile

- La Redazione

Formula 1, video highlights Gran Premio del Belgio 2015: a Spa-Francorchamps Lewis Hamilton vince la sesta gara del Mondiale e allunga in classifica su Nico Rosberg, sfortunato Vettel

Mercedessfocata15
Foto Infophoto

Sebastian Vettel è furioso con la Pirelli: lo scoppio di una gomma nel corso del penultimo giro del Gran Premio del Belgio 2015 di Formula 1 non soltanto è costato un solido terzo posto al tedesco della Ferrari (e dunque 15 punti nella classifica), ma è stato anche un bello spavento per lui. “Potevo morire” ha commentato durissimo Vettel al termine della gara. “Un enorme guasto, inaccettabile. Forato? No, è esplosa la gomma e avrei potuto morire, pensate se fosse successo 200 metri prima alle barriere dell’Eau Rouge” ha ribadito il quattro volte campione del mondo, che ha anche evitato di commentare eventuali spiegazioni da parte della Pirelli. Che sono arrivate ad ogni modo pubblicamente, per bocca del direttore Paul Hembery: “Vettel aveva percorso 28 giri con quella gomma, le altre ne avevano 20” ha riferito a Sky Sport. Il tedesco, sempre a Sky, ha anche bollato come “cavolate” l’incidente occorso a Nico Rosberg venerdì, uguale nella dinamica: allora si era parlato di un detrito. 

Splendida vittoria di Lewis Hamilton a Spa nel Gp Belgio 2015. Una domenica da ricordare per il pilota inglese della Mercedes, che infatti a fine gara ha commentato così il suo successo: “E’ fantastico, sono davvero felice di questo successo, merito di una macchina al massimo e del lavoro del team. Il bilanciamento della mia Mercedes era perfetto, tutto è andato bene e non mi sono mai sentito sotto pressione. Mi sono anche divertito”. Chi se non lui può essersi divertito a Spa? Così anche la fuga nella classifica è lanciata… 

Grande domenica di sport, con la Formula 1 protagonista con il Gran Premio del Belgio 2015 a Spa-Francorchamps. A trionfare ancora una volta è stato Lewis Hamilton che, dopo aver conquistato una straordinaria pole sabato, si è aggiudicato l’undicesimo GP della stagione dominando la gara, con la sesta vittoria di questo campionato; il campione inglese ha così piazzato un altro colpo determinate per la corsa al titolo iridato. Domenica amara per le Ferrari: Sebastian Vettel è andato molto vicino al podio con una strategia azzeccata, ma è stato costretto al ritiro dallo scoppio di una gomma quando mancavano solo due giri al termine della gara. Con Hamilton sul podio Nico Rosberg e Romain Grosjean. Solo settimo posto per Kimi Raikkonen dopo una gara in rimonta e molto complicata. Finisce male un week end difficile per la Ferrari, con Vettel arrabbiatissimo per lo scoppio della gomma e con la casa di Maranello che torna dal Belgio con soli 6 punti all’attivo. I ferraristi hanno sofferto parecchio contro lo strapotere dei motori Mercedes, ora la speranza è che a Monza, tra due settimane, le cose vadano diversamente. Hamilton ha dunque dominato il GP del Belgio senza problemi, mentre ha dovuto sicuramente faticare di più Rosberg sorpassato alla prima curva da Perez, Ricciardo, Bottas e Vettel. Da sottolineare la grande partenza di Perez che si porta immediatamente alle spalle di Hamilton. Dopo la partenza Hamilton è dunque primo con Perez, Ricciardo, Bottas, Rosberg, Vettel, Maldonado e Grosjean alle spalle. Al secondo giro per un guaio al motore si ritira Maldonado. Kimi Raikkonen intanto prova a recuperare posizioni ma fa fatica alle spalle di Ericsson, completando il sorpasso sul pilota della Sauber solo al 5° giro e portandosi così all’undicesimo posto. Le strategie cominciano con Ricciardo che sorprende tutti ricorrendo alle gomme medie con largo anticipo, già all’8°giro. Dopo di lui è Perez a cambiare le gomme al 9° giro, mentre al 10° giro è il turno di Grosjean, Kvyat, Massa, Verstappen ed Ericsson. Diversa la strategia dei ferraristi che ritardano la fermata ai box per sostituire le gomme. Raikkonen lo fa al 12° giro, al 13° si ferma Rosberg, che torna in pista assieme a Perez riuscendo a restargli davanti. Al 14° giro a rientrare ai box è Hamilton, con il ferrarista Vettel che si ritrova al comando, prima di fermarsi anche lui al 15° giro per cambiare le gomme. La gara resta interessante per la lotta per il podio, con Romain Grosjean che al 20° passaggio supera Perez e conquista temporaneamente il terzo posto. Clamoroso quel che accade al 21° giro: la Red Bull di Ricciardo si spegne all’improvviso. Diventa protagonista la Virtual Safety Car con Grosjean, Massa e Raikkonen che sfruttano l’occasione per cambiare le gomme. Classifica congelata con Lewis Hamilton primo davanti a Nico Rosberg, Vettel, Grosjean, Kvyat, Perez, Massa e Raikkonen. Al 31° Hamilton monta gomme a mescola morbida, cosa che fa anche il compagno di scuderia Rosberg il giro successivo. Negli ultimi chilometri del GP del Belgio si fa sempre più entusiasmante la lotta tra Grosjean e Sebastian Vettel, prima che il tedesco è costretto al ritiro dallo scoppio della posteriore destra. E’ praticamente questa l’ultima emozione del GP di Spa, prima che Hamilton tagli il traguardo facendo sua la gara. Il GP finisce dunque con un’altra vittoria del campione inglese che mette in fila rispettivamente Rosberg, Grosjean, Kvyat, Perez, Massa, Raikkonen, Verstappen, Battas ed Ericsson.

Ora Hamilton guida la classifica generale piloti con 227 punti, seguito da Rosberg con 199 punti, da Vettel con 160 punti e da Massa e Raiikonen appaiati con 82 punti. Complessivamente comunque il GP di Spa ha offerto davvero poche emozioni, con Lewis Hamilton grande dominatore e con Nico Rosberg, l’unico che in realtà avrebbe potuto competere per la vittoria con il campione inglese, impegnato fin da subito nella rimonta al secondo posto. La lotta per il titolo iridato 2015 sembra sempre più un discorso tra i due piloti della Mercedes, con Hamilton che ha portato a 28 i punti di vantaggio sul compagno di squadra. Momento difficile per la Ferrari, che deve provare a riscattarsi immediatamente il prossimo 6 settembre in occasione del GP di Monza. Dopo la brutta avventura in Belgio c’è da scommettere sulla voglia di Vettel di essere protagonista in Italia. In fondo, è l’auspicio di tutti i tifosi italiani amareggiati dalla sfortunata domenica della Ferrari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori