Michael Schumacher / News, Montezemolo e le condizioni di salute di Schumi: Jean Todt e la preghiera con il Papa (ultime notizie, 4 febbraio 2016)

- La Redazione

Michael Schumacher news, ultime notizie condizioni di salute: Luca Cordero di Montezemolo ha parlato dell’ex pilota tedesco rivelando che il suo stato purtroppo non è affatto buono

schumacher_ferrari
Michael Schumacher (Infophoto)

Le notizie ci sono ma non sono buone su Michael Schumacher, almeno stando alle parole di Montezemolo: non è entrato nel dettaglio e questo aumenta i rischi e i timori che il coma di Schumi non possa migliorare purtroppo è fondato. C’è bisogno oltre che gli sviluppi scientifici e medici che capiscano come aiutare la riabilitazione dell’ex pilota Ferrari anche di qualcosa di più, un miracolo probabilmente: ultimamente, qualche settimana fa, Jean Todt, ex capotecnico di Maranello durante gli anni d’oro delle vittorie di Schumi, ha raccontato come durante l’udienza da Papa Francesco, gli abbia chiesto di poter pregare per Michael. «Egli ha accettato volentieri, è stata una giornata densa piena e siamo contenti dell’incontro. Ho allargato un po’ la discussione ai soggetti di cui ero interessato di parlare e ovviamente Schumacher è nel mio cuore, come tutti sanno: è di famiglia», ha raccontato alla stampa successivamente. Una preghiera sembra davvero essere l’unica cosa a cui affidarsi in un momento così delicato.

Le condizioni di salute di Michael Schumacher non sarebbero buone: è quanto ha detto Luca Cordero di Montezemolo che, intervistato al Quattroruote Day di Milano, ha fatto sapere che le notizie “non sono purtroppo buone”. Lo riporta anche Sport Mediaset; Schumacher, ricordiamo, è caduto dagli sci sulle piste di Méribel il 29 dicembre 2013; da allora le sue condizioni sono stabili ma il pilota tedesco non ha mai dato segnali di vera ripresa, nonostante qualche voce filtrata e prontamente smentita dalla portavoce. “Una caduta sugli sci lo ha rovinato” ha detto Montezemolo, che ha anche ripercorso il suo rapporto con l’ex pilota della Ferrari: “E’ stato un grandissimo. Con lui ho condiviso un lungo tratto di strada, sia dal punto di vista umano che professionale”. E poi il riferimento all’incidente occorso a Silverstone, nel corso del Gran Premio di Gran Bretagna che ha fatto saltare a Schumacher tutto il resto della stagione: “Allora fu colpa nostra, non sua”. Schumacher è stato riportato a casa dopo la lunga degenza in ospedale e in clinica privata; la famiglia ha sempre chiesto di mantenere il riserbo sulle sue condizioni, così come la portavoce Sabine Kehm. Adesso queste parole di Montezemolo lasciano intendere che purtroppo non ci siano buone notizie e che l’ex pilota tedesco, in coma da più di due anni, non sia vicino ad un recupero che tutti si aspettano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori