DIRETTA / Formula 1 F1 prove libere FP2: pioggia in pista, rebus indicazioni per Hamilton, video (Australia 2016 Melbourne, oggi 18 marzo)

- La Redazione

Diretta Formula 1 prove libere FP1 e FP2 live del GP Australia 2016 a Melbourne: cronaca e tempi delle prime due sessioni della stagione con Ferrari e Mercedes (oggi venerdì 18 marzo)

GPMelbourne_15
Un'immagine dell'anno scorso (Infophoto)

Per tutti oggi è stata una giornata complessa: la Formula 1 è iniziata all’insegna della pioggia e delle nubi che hanno condizionato le prove libere odierne non fornendo particolari indicazioni a scuderie, telemetrie e agli stessi piloti che non hanno voluto forzare visto che domani è dato asciutto il tempo e si potranno trarre le vere performance a regime delle monoposto di F1. Ha parlato Lewis Hamilton, che su Mercedes difende il super titolo dello scorso anno e ha ammesso che con questa pioggia c’era ben poco da fare: «una pista difficile, non abbiamo rischiato con queste condizioni. Le linee erano molto scivolose, specie quelle appena verniciate di giallo a lato che rendevano le gomme impazzite. Le traiettorie quindi erano complesse e solo in alcuni settori dove era già asciutto abbiamo potuto vedere standard interessanti, per il resto vedremo domani». Per vedere la breve intervista a Lewis Hamilton, clicca qui per il video.

Tra le grandi sorprese di questo Mondiale di Formula 1 che vede in pista le Prove Libere al Gran Premio d’Australia 2016 è la Renault. La livrea tutta gialla vede al volante Jolyon Palmer e Kevin Magnussen che portano al debutto la scuderia francese. Piace al di là dei tempi e delle classifiche già solo alla vista. Lo sottolinea Nate Saunders di ESPN che sottolinea: “Hat we learned on friday in Melbourne: the Renault looks even better on track and that’s about it”, “Quello che abbiamo imparato venerdì a Melbourne è che la Renault sembra ancora migliore in pista che fuori”. Clicca qui per la foto e per il tweet.

La pioggia ha rovinato un po’ le prove di questa mattina con i piloti che non sono riusciti a terminare tutti i giri della pista a causa del brutto tempo. Le temperature in pista erano intorno ai 20 gradi in meno rispetto a quelli pronosticati nella giornata di ieri, insieme al forte vento. Pirelli Motorsport ha twittato con una foto della Red Bull in gara questa mattina, con il link delle parole del direttore Motorsport Pirelli, che ha parlato della corsa mattutina in vista delle qualifiche che avverranno nella giornata di domani. “Dovremo aspettare un po’ più a lungo ora per scoprire il vero effetto delle regole 2016 sulle gomme” commenta il direttore.

La seconda sessione di prove sul circuito di Melbourne ha visto la pioggia come protagonista che non ha permesso ai piloti di girare come avrebbero voluto. Domani ci sarà la terza sessione di prove, prima delle qualifiche che decreterà la griglia di partenza in vista della gara di domenica. Sesto posto quest’oggi per Fernando Alonso, con il crono di 1:39.895, a +1.054s da Lewis Hamilton. Il pilota McLaren ha completato i sedici giri, ma ha dichiarato che “A Melbourne, i pronostici danno sempre esito negativo”. L’account ufficiale della Formula 1 su Twitter ha postato una foto delle prove di Alonso, con tanto di intervista con sfondo il tempo che non è certamente dei migliori.  

Brutta giornata per Rosberg che durante la seconda sessione di prove libere sul circuito di Melbourne ha urtato il muro vista la pista bagnata al suo quinto giro ed ha danneggiato l’ala anteriore della sua Mercedes W07. Durante la prima sessione il pilota aveva chiuso al sesto posto visto che la pista non si trova in ottima condizioni oggi a causa della pioggia che ha rovinato la prima giornata di prove. Sicuramente non un buon inizio di weekend, come lo stesso pilota Mercedes ha commentato nel post prove, domani tutti si aspettano delle condizioni meteo migliori visto che bisognerà fare delle ottime qualifiche.

Non sono buone le prestazioni della Renault quest’oggi con Magnussen e Palmer che nelle FP2 arrivano rispettivamente al ventesimo ed al ventunesimo posto. Il primo è riuscito a completare soltanto due giri, Palmer ne ha completati solo cinque. Diverso invece quanto successo nella prima pratica, nella FP1, con Magnussen che aveva raggiunto il decimo posto grazie al crono di 1:34.060, a +4.335 da Lewis Hamilton. Quattordicesimo posto per Palmer nelle , con il crono di 1:35.477, ed i dodici giri completati sulla pista di Melboune. La nuova gialla dovrà sovvertire i pronostici a partire dalle qualifiche.

Venerdì interlocutorio per la Formula 1, dal momento che le prove libere del Gp Australia 2016 a Melbourne sono state all’insegna della pioggia e del maltempo. Una giornata dunque non molto indicativa, come ha voluto sottolineare anche Sebastian Vettel nel suo commento al termine delle due sessioni: “Ogni volta che ho provato a spingere iniziava a piovere, oggi in tanti hanno sofferto la pioggia” ha affermato il tedesco della Ferrari. Seb continua la sua analisi spiegando perché le condizioni erano particolarmente ostiche: “Purtroppo può accadere, oggi era previsto che il meteo sarebbe stato questo. Non ha piovuto di continuo, ma sempre a sufficienza per bagnare almeno una parte della pista, non si poteva imparare granché. Diciamo che non è stato il massimo per cominciare però non ci si può fare niente, è stato così per tutti. Se non altro ho potuto completare un po’ di giri per capire le sensazioni della macchina, ovviamente pensando a quello che potremo fare in vista di qualifiche e gara”, conclude il quattro volte campione del Mondo. 

È stato il più veloce nelle prove libere della Formula 1, primo atto del Gp Australia 2016 a Melbourne. La nuova stagione si apre dunque come si era chiusa la precedente, anche se le indicazioni del venerdì australiano non potranno essere particolarmente utili dal momento che la giornata è stata caratterizzata soprattutto da pioggia e vento, tanto che le gomme da asciutto sono state montate esclusivamente nella parte finale della , quando Hamilton ha stabilito il miglior tempo in 1’29″725. Ancora peggio nella , durante la quale si è potuto girare esclusivamente con le gomme da bagnato: il più veloce è stato di nuovo Hamilton, ma con il tempo di 1’38″841. In casa Mercedes invece non ride Nico Rosberg, a causa dell’incidente che ha posto fine anzitempo alle sue prove. Per quanto riguarda la Ferrari, entrambe le Rosse hanno girato pochissimo e il risultato più significativo è il terzo posto di Kimi Raikkonen nella FP2. Per il resto, la prima sessione aveva messo in luce le Red Bull con Daniil Kvyat secondo e Daniel Ricciardo terzo, mentre la seconda ha regalato una gioia a Nico Hulkenberg, secondo sulla sua Force India.

La prima giornata di prove libere del Gp d’Australia si chiude purtroppo senza regalare molte indicazioni utili né grandi sorprese. Anche nel pomeriggio, infatti, la pioggia ha condizionato il lavoro delle varie scuderie e non è stato mai possibile montare gomme d’asciutto. Il più veloce con le intermedie è stato (come già accaduto in mattinata) Lewis Hamilton, che ha preceduto Nico Hulkenberg su Force India e Kimi Raikkonen con la prima delle due Rosse. I crono però sono ben poco significativi. L’evento che ha destato più curiosità è stato probabilmente l’errore sull’asfalto scivoloso compiuto da Nico Rosberg, che è finito a muro con la sua Mercedes, danneggiando l’ala anteriore. Da sottolineare che la Sauber ha preferito non scendere in pista, con Ericsson e Nasr che sono rimasti ai box senza nemmeno provare a sedersi nelle loro monoposto. I più attivi  sul circuito sono stati i due deb della Manor, Wehrlein e Haryanto, che hanno percorso 22 tornate a testa. La speranza è che domattina ci sia un meteo più clemente. 

Quando inizia l’ultima mezzora di libere a Melbourne, piloti e team incrociano le dita sperando che la pioggia sia definitivamente cessata in modo da poter utilizzare le gomme slick e ricavare dati più significativi. Sicuramente la notizia più rilevante della prima parte è stato l’errore di Nico Rosberg, che vittima di acquaplaning, è finito a muro con la sua Mercedes dopo aver perso il controllo sull’anteriore. Attualmente in cima alla lista dei tempi c’è la Ferrari di Kimi Raikkonen, davanti di un soffio a Ricciardo e a Sainz. Hamilton non è ancora sceso in pista.

Pioggia e vento sempre protagonisti ad Albert Park anche per la seconda sessione di prove libere del Gp d’Australia. Un dato su tutti: abbiamo dovuto attendere quasi venti minuti dal semaforo verde per vedere la prima vettura in pista, la Red Bull di Ricciardo, ovviamente su gomme intermedie, seguito poco dal compagno di team Kvyat e da Nico Rosberg. Negli ultimi minuti sembra essere spuntato un pallido sole e la speranza è che il vento contribuisca ad asciugare la pista ancora troppo bagnata per consentire di montare le gomme slick.

Dopo la turbolenta prima sessione di prove libere pesantemente condizionata dalla pioggia, le monoposto sono pronte a tornare in pista per altri novanta minuti. Ricordiamo che il più rapido al mattino era risultato Lewis Hamilton, davanti a Danill Kvyat e a Daniel Ricciardo. Nessun tempo significativo invece per le due Ferrari. Al momento sul circuito di Albert Park purtroppo non si registrano miglioramenti dal punto di vista climatico: continuano a dominare pioggia e forte vento.

La prima sessione di prove libere del Gp d’Australia è stata dominata dai capricci di Giove Pluvio. La pioggia infatti, è caduta a intermittenza nel corso di tutti i novanta minuti, permettendo solo ad alcuni piloti di poter effettuare qualche giro con gomme d’asciutto. Spesso le condizioni sono mutate repentinamente in pochi secondi, rendendo davvero difficile il lavoro dei team. In questo scenario è ovvio che è molto complicato trarre indicazioni utili. Per la cronaca, va comunque registrato che il più veloce è risultato Lewis Hamilton, davanti al duo Red Bull, Kvyat e Ricciardo.  La Ferrari è stata sfortunata e non ha mai avuto la possibilità di sfruttare al meglio le slick. Raikkonen è solo 17esimo, Vettel insieme a Sainz è rimasto senza riferimenti cronometrici, preferendo saggiamente rientrare ai box nel finale e abortire il suo tentativo piuttosto che rischiare testacoda o uscite di pista, come ad esempio è capitato al suo compagno di squadra e all’idolo locale Ricciardo, finito nella ghiaia. Speriamo che alle 6.30 il clima risulterà meno ostile per la seconda sessione di giornata.

Prosegue a Melbourne sul circuito di Albert Park la prima sessione di prove libere del Mondiale di Formula 1. Proprio quando i piloti avevano iniziato a uscire in pista con le slick, la pioggia (oltre ad un forte vento) è tornata a farsi viva, rovinando i piani dei team. Al momento sono undici i piloti ad aver fatto segnare dei tempi cronometrati. Il più veloce è Daniel Ricciardo, uno dei pochi che è riuscito a compiere qualche tornata con gomme da asciutto. Le nuvole sembrano diradarsi negli ultimi minuti, ma le previsioni non escludono il ritorno di precipitazioni anche per la seconda sessione.

A Melbourne la nuova stagione della Formula 1inizia sotto un cielo plumbeo e con una pista molto umida, dopo le piogge a intermittenza che hanno caratterizzato la notte di Melbourne. Conseguentemente i piloti sono usciti per i primi giri tutti con gomme intermedie. La pista lentamente si sta asciugando, ma ovviamente non ci sono le condizioni ideali per prendersi dei rischi. Al momento il più veloce è Kimi Raikkonen, ma solo lui e i due alfieri della Mercedes finora hanno tempi cronometrati. Vedremo chi tra poco sarà il primo ad azzardare le slick.

Mancano ormai pochi minuti al via ufficiale a Melbourne della stagione 2016 di Formula 1, con le prime prove libere in programma sul circuito di Albert Park. C’è grande attesa ed entusiasmo soprattutto dopo le ultime dichiarazioni di molti addetti ai lavori che vedono una Ferrari decisamente pronta per coltivare sogni iridati. Oltre ai progressi del telaio e del motore, anche il nuovo regolamento sulle gomme potrebbe regalare maggiori chances agli inseguitori della Mercedes. Va però precisato che oggi avremo solo qualche parziale indicazione, mentre nella giornata di domani i piloti saranno chiamati a far sul serio ed emergeranno i valori delle forze in campo.

E’ tutto ormai pronto per il primo gran premio di Formula 1 che avrà inizio questa domenica 20 marzo 2016. Se l’anno scorso la Mercedes ha dominato su tutti i fronti, quest’anno la Ferrari di Sebastian Vettel vuole dare filo da torcere per il mondiale piloti e costruttori, e non solo per alcune gare. E queste prime sessioni di prove libere serviranno proprio a Vettel per testare la resistenza della Mercedes e capire quanto la Ferrari ha colmato il gap con le Frecce d’argento. Seb si è dichiarato sicuro di poter contare su degli avversari che non hanno ancora consolidato la propria forza nella nuova stagione. Per quanto riguarda il limite delle comunicazioni nei box, ha affermato: “se anche dovessimo tornare a guidare senza radio e con un cambio manuale, credo che comunque avremmo meno da fare di quanto succederà quest’anno!”. Tuttavia il ferrarista è ottimista: “Non ho con me la mia sfera di cristallo e non posso prevedere come andrà a finire. Posso dire però che i nostri principali avversari sono ancora molto forti in questo inizio di stagione, ma che noi crediamo di esserci avvicinati abbastanza, specie in configurazione gara. Di quanto siamo più vicini, però, è difficile dirlo. Il nostro scopo resta quello di vincere e per farlo dovevamo fare un passo avanti” 

Anche Kimi Raikkonen aspetta proprio l’inizio del week-end di questo primo appuntamento con il mondiale di Formula 1 per fare qualche previsione in più. Per ora il pilota non si dimostra preoccupato dal gap della comunicazione, preferendo concentrarsi sugli avversari. In particolare il pilota della Ferrari, Raikkonen ha affermato che “il nostro piano è quello di fare sempre meglio: e se la macchina va bene, se riusciamo ad avere tutto quello che ci serve, allora questo compito riuscirà più facile”. Certo il compito del pilota assume una nuova difficoltà, ma per Raikkonen si tratta ancora di un grosso punto interrogativo che potrà essere valutato solo in pista. E tra poco avremo modo di scoprire questo valore della Ferrari.

La Formula 1 torna in diretta con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Australia 2016 sul circuito di Melbourne, la gara inaugurale del Mondiale 2016. Si riaccendono i motori dopo l’inverno e per prima cosa ecco gli orari delle due sessioni in programma oggi, venerdì 18 marzo: come sempre, anche quest’anno naturalmente il venerdì sarà dedicato alle prove libere. Bisogna tenere presente che ci sono ben dieci ore di fuso orario tra l’Italia e Melbourne, dunque gli orari non saranno di certo agevoli per gli appassionati italiani: la avrà inizio alle ore 2.30 italiane, quando sul circuito saranno le 12.30; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 6.30 (le 16.30 locali) per la , la sessione più significativa perché si disputerà sostanzialmente alla stessa ora della gara di domenica.

La corsa si terrà sul circuito Albert Park di Melbourne, che ospita il GP di Australia a partire dall’ormai lontano 1996. Si tratta di un tracciato lungo 5,3 chilometri ed è una pista che richiede un grosso lavoro dal punto di vista aerodinamico, con una serie di curve difficili e ben pochi rettilinei di una certa lunghezza. Di conseguenza, l’efficienza degli pneumatici viene messa a dura prova. Tutto il circuito costituisce un’alternanza di punte oltre i 300 chilometri orari e sterzate improvvise. Le curve sono dedicate ad alcuni dei piloti che hanno fatto la storia dell’automobilismo australiano e mondiale: Jones, Brabham, Whiteford, Lauda, Clark, Waite, Ascari, Prost.

Chi saranno i grandi protagonisti sul tracciato australiano? Il grande favorito sembra il campione uscente, il britannico Lewis Hamilton. La sua Mercedes appare ancora una volta come la più performante del lotto e sarà molto difficile da superare. Oltre che dal compagno di squadra Nico Rosberg, la maggiore insidia arriverà dalla Ferrari del tedesco Sebastian Vettel. Quest’ultimo ha tutta l’intenzione di mettere in crisi il dominio delle Frecce d’Argento, con una Rossa che ha forti ambizioni per la stagione che sta iniziando. Anche Raikkonen vuole dire la sua, mentre è difficile pensare all’eventuale inserimento di altri team come Red Bull e Williams. Poche speranze per McLaren-Honda e Renault, mentre desta curiosità l’esordio della Haas motorizzata Ferrari.

Nella scorsa stagione, le prove libere di Melbourne erano state dominate dalla Mercedes. Nelle prime due sessioni Rosberg ha chiuso davanti a tutti, mentre nella terza è stata la volta di Hamilton. I risultati sono stati ampiamente confermati nelle qualifiche, con il britannico che ha preceduto il tedesco e il brasiliano della Williams Felipe Massa. Quest’ultimo è finito a sua volta davanti alle due Ferrari di Vettel e Raikkonen. Il risultato conclusivo della gara non ha fatto altro che ribadire la supremazia delle Frecce d’Argento, con Hamilton sempre davanti a Rosberg e Vettel che ha conquistato il primo podio in casa Ferrari. L’attesa per quanto succederà in questo weekend sta per finire, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Australia 2016 di Formula 1 a Melbourne sta per cominciare…

POS. NO. DRIVER TEAM TIME GAP LAPS
1 44 LEWIS HAMILTON MERCEDES 1:29.725   14
2 26 DANIIL KVYAT RED BULL RACING 1:30.146 +0.421s 14
3 3 DANIEL RICCIARDO RED BULL RACING 1:30.875 +1.150s 13
4 27 NICO HULKENBERG FORCE INDIA 1:31.325 +1.600s 8
5 33 MAX VERSTAPPEN TORO ROSSO 1:31.720 +1.995s 14
6 6 NICO ROSBERG MERCEDES 1:31.814 +2.089s 11
7 14 FERNANDO ALONSO MCLAREN 1:33.060 +3.335s 11
8 22 JENSON BUTTON MCLAREN 1:33.129 +3.404s 16
9 11 SERGIO PEREZ FORCE INDIA 1:33.370 +3.645s 6
10 20 KEVIN MAGNUSSEN RENAULT 1:34.060 +4.335s 13
11 77 VALTTERI BOTTAS WILLIAMS 1:34.550 +4.825s 6
12 19 FELIPE MASSA WILLIAMS 1:34.679 +4.954s 6
13 12 FELIPE NASR SAUBER 1:34.796 +5.071s 7
14 30 JOLYON PALMER RENAULT 1:35.477 +5.752s 12
15 9 MARCUS ERICSSON SAUBER 1:37.956 +8.231s 6
16 94 PASCAL WEHRLEIN MANOR 1:40.401 +10.676s 6
17 7 KIMI RÄIKKÖNEN FERRARI 1:40.754 +11.029s 10
18 21 ESTEBAN GUTIERREZ HAAS 1:41.780 +12.055s 8
19 88 RIO HARYANTO MANOR 1:43.372 +13.647s 7
20 8 ROMAIN GROSJEAN HAAS 1:43.443 +13.718s 6
21 5 SEBASTIAN VETTEL FERRARI     8
22 55 CARLOS SAINZ TORO ROSSO     3
POS. NO. DRIVER TEAM TIME GAP LAPS
1 44 LEWIS HAMILTON MERCEDES 1:38.841   6
2 27 NICO HULKENBERG FORCE INDIA 1:39.308 +0.467s 8
3 7 KIMI RÄIKKÖNEN FERRARI 1:39.486 +0.645s 7
4 3 DANIEL RICCIARDO RED BULL RACING 1:39.535 +0.694s 9
5 55 CARLOS SAINZ TORO ROSSO 1:39.694 +0.853s 16
6 14 FERNANDO ALONSO MCLAREN 1:39.895 +1.054s 16
7 22 JENSON BUTTON MCLAREN 1:40.008 +1.167s 13
8 5 SEBASTIAN VETTEL FERRARI 1:40.761 +1.920s 7
9 11 SERGIO PEREZ FORCE INDIA 1:41.256 +2.415s 8
10 26 DANIIL KVYAT RED BULL RACING 1:42.411 +3.570s 10
11 21 ESTEBAN GUTIERREZ HAAS 1:42.891 +4.050s 10
12 94 PASCAL WEHRLEIN MANOR 1:43.401 +4.560s 24
13 8 ROMAIN GROSJEAN HAAS 1:43.731 +4.890s 8
14 88 RIO HARYANTO MANOR 1:44.304 +5.463s 22
15 6 NICO ROSBERG MERCEDES 1:47.356 +8.515s 4
16 20 KEVIN MAGNUSSEN RENAULT     2
17 30 JOLYON PALMER RENAULT     5
18 19 FELIPE MASSA WILLIAMS     2
19 77 VALTTERI BOTTAS WILLIAMS     2



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori