Diretta / Formula 1 F1 prove libere FP2 live e orario tv: Verstappen ‘ammonito’! Miglior tempo per Hamilton (GP Italia 2016 Monza, oggi 2 settembre)

- La Redazione

Diretta Formula 1 prove libere FP2 e FP1 live del GP Italia 2016 a Monza: orario tv, cronaca e tempi delle due sessioni d’apertura all’Autodromo Nazionale (oggi venerdì 2 settembre)

vettel_parabolica
Sebastian Vettel alla Parabolica nel 2015 (LaPresse)

Il venerdì delle prove libere della Formula 1 a Monza, primo atto del Gran Premio d’Italia 2016, vede ancora una volta sotto i riflettori Max Verstappen. Il giovanissimo pilota olandese della Red Bull deve fare i conti con la scarsa simpatia del pubblico italiano, che ovviamente non ha gradito gli episodi che hanno contrapposto Verstappen ai piloti Ferrari domenica scorsa a Spa, sia alla partenza sia (e forse soprattutto) nel tentativo di sorpasso da parte di Kimi Raikkonen che poteva tramutarsi in un grave incidente a causa della manovra con cui Verstappen si è difeso. Soprattutto però Max è stato richiamato dalla Fia: il direttore di corsa Charlie Whiting infatti questa mattina ha avuto un colloquio con Verstappen al quale ha fatto rivedere quello che è successo in Belgio domenica scorsa. Il team principal della Red Bull Chris Horner ha definito “amichevole avvertimento” questo incontro, una sorta di ammonizione non ufficiale che è naturalmente un invito a Verstappen per comportarsi diversamente nelle prossime gare. Nessuno ne ha mai messo in dubbio il talento, tuttavia forse i commissari finora sono stati troppo tolleranti con l’olandesino: adesso cambierà qualcosa?  

Miglior tempo per Lewis Hamilton nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia sul circuito di Monza (quattordicesimo appuntamento del mondiale 2016 di Formula 1): il campione del mondo in carica, al volante della Mercedes, ha fissato il limite sull’1:22.801, precedendo il compagno di squadra Nico Rosberg (1:22.994) e le Ferrari di Vettel (1:23.254) e Raikkonne (1:23.427). La Red Bull paga qualcosa in termini di potenza pura, Verstappen non va oltre il quinto tempo (1:23.732), riuscendo se non altro a stare davanti a Ricciardo (1:24.003). Ok anche Alonso che ha realizzato il settimo miglior tempo (1:24.259), chiudono la top 10 Bottas (1:24.299), Grosjean (1:24.516) e Button (1:24.549). In seria difficoltà la Toro Rosso che con il motore Ferrari del 2015 si trova nelle retrovie, 17^ Sainz (1:25.240) e 20^ Kvyat (1:25.614) dietro anche alla Manor di Wehrlein (1:25.083).

Mancano solamente 15 minuti al termine della seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia sul circuito di Monza (quattordicesimo appuntamento del mondiale 2016 di Formula 1), in questo momento i piloti sono alle prese con la simulazione del passo gara. Tanto per cambiare, i più veloci con tanta benzina a bordo sono i due Mercedes, Hamilton e Rosberg, che con gomma rossa girano tra l’1:26 alto e l’1:27 basso, con il britannico più veloce del tedesco. Ferrari e Red Bull svolgono la simulazione del long run con la gomma gialla (soft) e girano quindi più piano rispetto alle Frecce d’Argento, con Ricciardo e Vettel che viaggiano sul ritmo di 1:27 medio. Intanto Alonso è risalito fino in settima posizione, si prospetta un fine settimana piuttosto incoraggiante per la McLaren-Honda che può puntare tranquillamente alla zona punti. 

Sul circuito di Monza è in corso da 45 minuti la seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia (ultimo appuntamento europeo del 2016 per la Formula 1). Vettel torna in pista con la gomma rossa (super-soft) e fa segnare un tempo di 1:23.254 che riaccende gli entusiasmi del pubblico assiepato sugli spalti e sui prati, ma ad abbassare la cresta ai tifosi Ferrari ci pensano Rosberg e Hamilton che fissano il limite sull’1:22.801, i due Mercedes finora sono stati gli unici a girare sotto l’1:23. La Red Bull, che vanta qualche cavallo in mano rispetto alle dirette rivali, si accomoda in quinta e sesta posizione con i suoi due piloti, Ricciardo e Verstappen. Problemi tecnici per Esteban Ocon, appiedato dalla sua Manor che lo ha costretto a piantarsi in mezzo alla pista. 

Da circa 15 minuti la Formula 1 è tornata in azione sul circuito di Monza per la seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia. Le Ferrari di Vettel e Raikkonen sono le prime macchine a far segnare tempi significativi, anche se il 1:24:444 del tedesco viene cancellato dall’1:23.732 di Hamilton che con gomma gialla si issa immediatamente in vetta alla classifica. Terzo tempo per Rosberg a oltre un secondo di ritardo dal compagno di squadra, utilizzando però la gomma media (bianca), quella che garantisce meno prestazioni sul giro secco ma una durata temporale maggiore. Nelle prime posizioni si sono inserite anche le Williams di Bottas e Massa, con il brasiliano che sembra essersi messo alle spalle i problemi che non gli hanno dato pace in mattinata. 

Alle ore 14 comincerà la seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia sul circuito di Monza. Dopo la pausa in cui hanno girato la GP3 e la GP2, la Formula 1 torna in azione per la FP2, dove il lavoro dei piloti si concentrerà in due fasi: la prima riguardante la simulazione del giro da qualifica con le gomme più performanti (super-soft), la seconda avrà a che vedere con la simulazione del passo gara per verificare il consumo delle tre mescole di gomme che le squadre potranno usare questo fine settimana (medium, soft e supersoft). Vedremo se la Mercedes abbasserà il limite imposto in mattinata e se Ferrari e Red Bull riusciranno ad avvicinarsi alle Frecce d’Argento, che in ogni caso prenoteranno i primi posti nella classifica dei tempi. 

Potrebbe concludersi finalmente oggi la telenovela relativa al rinnovo del contratto tra l’autodromo di Monza e la FOM, dovrebbe arrivare nel pomeriggio la tanto attesa firma di Bernie Ecclestone che salverà il Gran Premio d’Italia mantenendolo così nel calendario di Formula 1 anche per il 2017 e per le due annate successive. Grazie anche al lavoro delle istituzioni, Monza ha potuto far fronte alle nuove richieste economiche del patron del circus, che per mesi aveva ventilato la possibilità di cancellare uno degli appuntamenti storici per tutti gli appassionati del motorsport. Almeno per il momento il pericolo sembra scongiurato e la Formula 1 continuerà a fare tappa fissa nel tempio della velocità per eccellenza, i motori continueranno a rombare e la folla a invadere il parco che ospita l’autodromo. 

Nico Rosberg ha ottenuto il miglior tempo nella prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia sul circuito di Monza, sede della quattordicesima prova del mondiale 2016 di Formula 1. Il tedesco, al volante della Mercedes, è stato l’unico a scendere sotto l’1:23 col tempo di 1:22.959, precedendo di circa due decimi l’altra Freccia d’Argento di Lewis Hamilton (1:23.162). In terza e quarta posizione, seppur molto distanti, le Ferrari di Raikkonen (1:24.047) e Vettel (1:24.307) che precedono Perez (1:24.650), Grosjean (1:24.763), Bottas (1:24.785), Verstappen (1:24.982), Gutierrez (1:25.113) e Ricciardo (1:25.120). Chiudono mestamente la classifica le due Renault di Palmer (1:26.811) e Magnussen (1:26.956), se non altro fa piacere rivedere subito in pista il pilota danese dopo lo spaventoso incidente in Belgio che per fortuna non gli ha causato conseguenze fisiche. 

Mancano solamente 15 minuti al termine della prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia sul circuito di Monza (quattordicesimo appuntamento del mondiale 2016 di Formula 1), ci stiamo dunque avvicinando verso la fase conclusiva della FP1, in cui i piloti cominciano a effettuare le prime simulazioni del passo gara con l’ulteriore obiettivo di verificare i consumi di benzina e pneumatici. Nel frattempo i due piloti Mercedes alzano ulteriormente l’asticella con Rosberg che, utilizzando la gomma gialla (soft) scende sotto l’1:23, realizzando un tempo che è già più veloce rispetto alla pole dell’anno scorso, a quasi un secondo e mezzo di ritardo la prima delle Ferrari, quella di Sebastian Vettel, che stanno girando poco per preservare la power-unit. La McLaren nella top 10 grazie al nono tempo di Button, mentre Massa, pur avendo risolto i problemi tecnici che affliggevano la sua Williams, occupa il diciassettesimo posto nelle retrovie della classifica. 

Sono trascorsi 45 minuti dall’inizio della prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia sul circuito di Monza (quattordicesimo appuntamento del mondiale 2016 di Formula 1), anche qui in Brianza le Mercedes se le suonano di santa ragione con Hamilton e Rosberg che – grazie all’uso delle gomme supersoft – limano i propri tempi fino a scendere sotto l’1:24, con il campione del mondo in carica che precede il compagno di box per appena 8 millesimi. Le prime inseguitrici delle Frecce d’Argento sono le Ferrari con il terzo tempo di Vettel e il quinto di Raikkonen, a sandwich tra le due Rosse troviamo la Force India di Perez. Leggermente più indietro le Red Bull che stanno girando con la gomma gialla (soft), Verstappen occupa la sesta posizione mentre Ricciardo è poco più indietro, in ottava posizione. Ancora senza tempo Felipe Massa a causa di un problema alla power-unit Mercedes della sua Williams che gli sta impedendo di girare. 

Da circa 15 minuti la Formula 1 è alle prese con la prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia sul circutio di Monza. I primi a girare con tempi interessanti, montando le gomme sperimentali già viste in Belgio la settimana scorsa, sono i due piloti Mercedes, Hamilton e Rosberg, con il tedesco che non ha avuto alcun problema a scendere subito sotto l’1:25, mentre il campione del mondo in carica ha impiegato qualche giro in più a far segnare un 1:24.123 che rimane comunque molto interessante. Al momento solamente 8 piloti hanno un tempo, rimangono ai box i ferraristi Vettel e Raikkonen che si sono limitati a effettuare un giro d’installazione, così come i due piloti Red Bull, Ricciardo e Verstappen, che sicurmaente vedremo in pista nei prossimi minuti. 

Alle ore 10 prenderà il via la prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia sul circuito di Monza, quattordicesimo appuntamento (l’ultimo europeo) del mondiale 2016 di Formula 1. Come al solito, la FP1 servirà ai piloti per iniziare a prendere confidenza col circuito, a lavorare sulla messa a punto delle vetture, a testare i vari compound delle gomme e a sperimentare la protezione Halo per la testa (tra i piloti che dovrebbe provarla, anche Jenson Button a bordo della McLaren-Honda). Per Monza, la Pirelli ha portato tre mescole, le più tradizionali per così dire: medium (bianca), soft (gialla) e super-soft (rossa), che i team potranno usare nella maniera che riterranno più opportuna, stante l’obbligo di utilizzarne almeno due su tre durante la gara. 

La Formula 1 sbarca in Brianza per l’attesissimo Gran Premio d’Italia, che ogni anno richiama decine di migliaia di appassionati che si radunano all’autodromo nazionale di Monza, che ospita il circuito lungo 5793 metri, il più veloce di tutto il mondiale, dove le vetture lanciate sul rettilineo del traguardo raggiungono punte di 370 km/h, paragonabili solamente a quelle registrate sul circuito cittadino di Baku, dove si è scorso poco più di mesi fa ed entrato in calendario solamente quest’anno. Non a caso, Monza è ritenuta universalmente il tempio della velocità dove si sono scritte pagine e pagine di storia del motorsport, e sicuramente questo fine settimana se ne scriveranno altre altrettanto avvincenti con la lotta in casa Mercedes tra Hamilton e Rosberg per il titolo, la Ferrari chiamata alla riscossa dopo la delusione sulle Ardenne e Felipe Massa che ha appena annunciato il ritiro e che correrà a Monza per l’ultima volta. 

La Formula 1 torna in diretta con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Italia 2016 sul circuito di Monza, che ospita la quattordicesima gara del Mondiale 2016. L’attesa è grande per uno degli appuntamenti più attesi dell’anno: Monza infatti è sinonimo sia di storia sia di velocità, trattandosi del circuito in assoluto più presente nel Mondiale di Formula 1 a partire dalla sua fondazione nel 1950 e quello sul quale si raggiungono le velocità medie più alte. Per prima cosa, eccovi dunque gli orari delle due sessioni in programma oggi, venerdì 2 settembre, con cui il mondo della Formula 1 si rimette in moto una sola setitmana dopo Spa (senza dubbio la “doppietta” più affascinante e attesa dell’intero calendario iridato): come sempre, naturalmente il venerdì sarà dedicato alle prove libere anche sul tracciato dell’Autodromo Nazionale. Gli orari sono quelli classici delle gare europee – a proposito, questa sarà l’ultima corsa dell’anno nel Vecchio Continente: si comincia dunque con la , che avrà inizio alle ore 10.00; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 14.00 per la , la sessione che, come al solito, risulterà essere la più significativa perché si disputerà negli stessi orari delle qualifiche di domani e della gara di domenica. 

A dare ulteriore fascino al Gran Premio d’Italia contribuisce naturalmente la passione dei tifosi: per la Ferrari Monza è un appuntamento unico, ma anche per chi non guida una vettura di Maranello l’atmosfera è speciale e certamente vincere sul circuito brianzolo è uno degli obiettivi della carriera di ciascun pilota. Tutto questo ha certamente pesato quando si è dovuta prendere una decisione definitiva sul futuro di Monza nel Mondiale, dal momento che il contratto con Bernie Ecclestone scadeva quest’anno. Nei giorni scorsi si è parlato di un nuovo accordo triennale: manca solo l’ufficialità, che dovrebbe arrivare oggi. Naturalmente tutti si augurano che Monza resti nel calendario iridato, ma come sappiamo saranno i soldi a decidere il destino della gara italiana…

Tornando all’attualità, c’è grande attesa per i tre top team. Cominciamo dalla Mercedes: in questo caso, basta dare una veloce occhiata alla classifica del Mondiale Piloti. Il duello fra Lewis Hamilton e Nico Rosberg infatti si fa sempre più appassionante, con soli 9 punti di differenza fra il britannico campione in carica e il tedesco figlio d’arte dopo i primi tredici Gran Premi stagionali. A Spa Rosberg è tornato al successo dopo che era stato Hamilton a vincere tutte le quattro gare disputate a luglio (Zeltweg, Silverstone, Budapest e Hockenheim): una reazione importante, ma d’altronde anche Lewis può sorridere pensando che era stato costretto a partire dal fondo della griglia di partenza ed invece è riuscito a salire sul podio limitando i danni. Dunque il trend appare favorevole al campione in carica, tuttavia per Rosberg tornare alla vittoria è stato molto importante e adesso tutto è possibile.

La Red Bull è senza dubbio in grande ascesa ultimamente, ma nel “mirino” di tifosi e appassionati c’è soprattutto Max Verstappen: il mondo della Formula 1 è già diviso fra chi ama questo diciottenne di grande talento che potrebbe portare una boccata d’aria fresca e chi lo critica ritenendo che – proprio in virtù di questo talento – a Verstappen sia concesso di tutto, con una libertà che gli altri piloti si sognano. Più che la partenza, dove anche i piloti Ferrari (soprattutto Sebastian Vettel) hanno le loro responsabilità, non è piaciuta la manovra ai danni di Kimi Raikkonen in pieno rettilineo del Kemmel mentre il finlandese cercava il sorpasso: non il modo migliore per presentarsi a Monza, dove il tifo naturalmente è quasi tutto per la Rossa…

Quanto alla Ferrari, basterebbe quello che abbiamo già accennato in precedenza per far capire tutto: quando si arriva a Monza, l’attesa per le prestazioni del Cavallino Rampante diventa spasmodica anche in stagioni nelle quali i risultati delal Ferrari non sono propriamente dei migliori, come appunto è il caso del 2016. Una vittoria nella gara di casa sarebbe una vera e propria ancora di salvezza, soprattutto per Vettel il quale sta vivendo un anno decisamente tormentato. Raikkonen invece sta facendo la sua parte, ma vorrebbe riscattare la sfortuna di Spa ma anche il clamoroso errore alla partenza del Gran Premio d’Italia dell’anno scorso, quando in un attimo vanificò la splendida prima fila che aveva conquistato al sabato nelle qualifiche.

L’attesa per quanto succederà in questo weekend sta dunque per finire, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Italia 2016 di Formula 1 a Monza sta per cominciare…

POS NO DRIVER CAR TIME GAP LAPS
1 6 Nico Rosberg MERCEDES 1:22.959   37
2 44 Lewis Hamilton MERCEDES 1:23.162 +0.203s 36
3 7 Kimi Räikkönen FERRARI 1:24.047 +1.088s 16
4 5 Sebastian Vettel FERRARI 1:24.307 +1.348s 17
5 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 1:24.650 +1.691s 32
6 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:24.763 +1.804s 17
7 77 Valtteri Bottas WILLIAMS MERCEDES 1:24.785 +1.826s 37
8 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 1:24.982 +2.023s 25
9 21 Esteban Gutierrez HAAS FERRARI 1:25.113 +2.154s 19
10 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 1:25.120 +2.161s 17
11 22 Jenson Button MCLAREN HONDA 1:25.351 +2.392s 23
12 34 Alfonso Celis FORCE INDIA MERCEDES 1:25.367 +2.408s 30
13 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 1:25.507 +2.548s 14
14 19 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 1:25.840 +2.881s 18
15 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 1:25.853 +2.894s 20
16 55 Carlos Sainz TORO ROSSO FERRARI 1:25.973 +3.014s 20
17 26 Daniil Kvyat TORO ROSSO FERRARI 1:26.074 +3.115s 20
18 31 Esteban Ocon MRT MERCEDES 1:26.391 +3.432s 30
19 12 Felipe Nasr SAUBER FERRARI 1:26.439 +3.480s 21
20 94 Pascal Wehrlein MRT MERCEDES 1:26.762 +3.803s 28
21 30 Jolyon Palmer RENAULT 1:26.811 +3.852s 35
22 20 Kevin Magnussen RENAULT 1:26.956 +3.997s 32

POS NO DRIVER CAR TIME GAP LAPS
1 44 Lewis Hamilton MERCEDES 1:22.801   40
2 6 Nico Rosberg MERCEDES 1:22.994 +0.193s 42
3 5 Sebastian Vettel FERRARI 1:23.254 +0.453s 33
4 7 Kimi Räikkönen FERRARI 1:23.427 +0.626s 28
5 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 1:23.732 +0.931s 25
6 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 1:24.003 +1.202s 33
7 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 1:24.259 +1.458s 24
8 77 Valtteri Bottas WILLIAMS MERCEDES 1:24.299 +1.498s 41
9 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:24.516 +1.715s 35
10 22 Jenson Button MCLAREN HONDA 1:24.549 +1.748s 28
11 19 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 1:24.556 +1.755s 20
12 27 Nico Hulkenberg FORCE INDIA MERCEDES 1:24.587 +1.786s 40
13 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 1:24.653 +1.852s 42
14 21 Esteban Gutierrez HAAS FERRARI 1:24.674 +1.873s 33
15 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 1:24.981 +2.180s 25
16 94 Pascal Wehrlein MRT MERCEDES 1:25.083 +2.282s 38
17 55 Carlos Sainz TORO ROSSO FERRARI 1:25.240 +2.439s 31
18 31 Esteban Ocon MRT MERCEDES 1:25.275 +2.474s 13
19 20 Kevin Magnussen RENAULT 1:25.555 +2.754s 39
20 26 Daniil Kvyat TORO ROSSO FERRARI 1:25.614 +2.813s 33
21 12 Felipe Nasr SAUBER FERRARI 1:25.643 +2.842s 31
22 30 Jolyon Palmer RENAULT 1:25.833 +3.032s 45


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori