DIRETTA / Formula 1 F1 prove libere FP2 live: Alonso “Domani solo un giro in Q1, poi guarderò la tv” (GP Malesia 2016 Sepang, oggi 30 settembre)

- La Redazione

Diretta Formula 1 prove libere FP2 e FP1 live del GP Malesia 2016 a Sepang: orario tv, cronaca e tempi delle due sessioni d’apertura sul circuito di Kuala Lumpur (oggi venerdì 30 settembre)

sepang_circuito
(LaPresse)

La nuova power unit sviluppata dalla Honda ha reso più competitivo Fernando Alonso sul circuito di Sepang, dove si correrà il Gran Premio di Malesia per la Formula 1. Il pilota spagnolo, però, proprio per la sostituzione dell’unità motrice ha subito una penalizzazione di 30 posizioni in griglia di partenza. Sarà un weekend particolare per Fernando Alonso, le cui qualifiche ad esempio saranno corte: “Saranno brevi a causa della mia sanzione. Farò un giro in Q1 per rientrare nel 107%, poi guarderò la tv. Dovremo salvaguardare le gomme il più possibile in vista di domenica”, ha dichiarato il pilota della Honda, che è soddisfatto per il lavoro finora svolto a Sepang: “Mi sono sentito bene. Sono contento di come è andata, non tanto per il risultato, ma per i test andati bene”. Consapevole di dover disputare un Gran Premio alla rincorsa, Alonso spera in un “aiutino” metereologico: “Secondo le previsioni potrebbe piovere, potrebbe essere positivo per noi, visto che partiamo da dietro”.

Questa mattina si sono svolte sul circuito di Sepang, casa della Gran Premio della Malesia per la Formula 1 le due sessioni di prove libere, il classico appuntamento del venerdi per il mondo della F1. Al termine sia della FP1 che della FP2 si riconferma per l’ennesimo Gp di F1 lo strapotere delle due monoposto Mercedes: Hamilton ha realizzato infatti il miglior tempo, seguito a ruota dal compagno di squadra e principale avversario per il Mondiale Piloti F1 2016 Nico Rosberg. Le Ferrari hanno confermato l’ottimo feeling con l’asfalto di Sepang, specialmente Vettel che detiene il record di vittorie nel Gran Premio della Malesia in calendario della Formula 1 dal 1999. Terzo gradino del podio per le due Redbull che sia durante la FP1 che la FP2 non hanno ancora trovato il setup ideale per il Gran Premio di domenica, dove però il duo a cui i piloti si dovranno guardare è quello formato da Fernando Alonso e Sergio Perez. Entrambi i piloti (lo spagnolo della McLaren e il messicano della Force India) hanno saputo realizzare tempi molto interessanti in entrambe le sessioni di prove libere sull’asfalto di Sepang: sebbene sia ancora presto per fare pronostici sull’esito di questa prova della Formula 1 (eccezion fatta forse solo per le Mercedes, ormai di un altro pianeta) i dati raccolti oggi ci danno comunque un’idea chiara delle emozioni che il Gran Premio della Malesia 2016 ci potrà offrire. 

Anche nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia di Formula 1 a Sepang, come già nella prima, le Mercedes la fanno da padrone. Diversamente da quanto accaduto nella FP1, tuttavia, nella FP2 il tempo migliore è stato fatto registrare da Lewis Hamilton in 1 minuto, 34 secondi e 944 millesimi. Nico Rosberg ha chiuso con 2 decimi di secondo di ritardo dal compagno di squadra. Dietro le due Mercedes le due Ferrari: Vettel e Raikkonen hanno accumulato tra i 6 (Sebastian) e i 9 (Kimi) decimi di svantaggio. Poi  nell’ordine hanno completato la top 10 del venerdì Verstappen (Red Bull), Perez (Force India), Alonso (McLaren), Ricciardo (Red Bull), Hulkenberg (Force India) e Button (McLaren) tutti con un distacco superiore a 1 secondo. Ha partecipato alla seconda sessione anche Kevin Magnussen (Renault). Il pilota danese non ha potuto gareggiare nella prima parte di prove libere a causa di un principio di incendio capitato proprio alle sue spalle durante gli ultimi preparativi prima di entrare in pista. Tanta paura ma nessuna conseguenza nè per il pilota nè per i tecnici Renault. Magnussen ha offerto una prova opaca durante questa seconda sessione terminando con 2 secondi e mezzo di distacco da Hamilton.

E’ terminata anche la seconda sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia. Il tempo migliore è stato fatto registrare da Lewis Hamilton (Mercedes): 1 minuto, 34 secondi e 944 millesimi. Dopo di lui Nico Rosberg staccato di 2 decimi di secondo. Dietro le due Mercedes le due Ferrari: Vettel e Raikkonen tra i 6 e i 9 decimi di svantaggio. Poi  Verstappen (Red Bull), Perez (Force India), Alonso (McLaren), Ricciardo (Red Bull), Hulkenberg (Force India) e Button (McLaren) tutti con un distacco superiore a 1 secondo. I piloti hanno avuto la possibilità di simulare sia prove qualifica che prove gara. Ricordiamo che per la seconda volta, dopo il Gp del Canada, domenica sarà obbligatorio montare le mescole più dure. In questa sessione le Ferrari e le Red Bull sono parse molto competitive soprattutto quando hanno simulato le prove di gara. Vedremo se anche nelle qualifiche le due scuderie riusciranno a competere con le Mercedes. 

E’ iniziata la seconda sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia. Sebastian Vettel (Ferrari) ha fatto registrare per il momento il tempo migliore: 1 minuto, 35 secondi e 605 millesimi. Hamilton (Mercedes) segue con 3 decimi di svantaggio, dopo di lui Rosberg (Mercedes), Verstappen (Red Bull) e Ricciardo (Red Bull) a 1 secondo. Intanto è pronto a fare il suo ingresso in pista anche Kevin Magnussen. Il danese della Renault dopo i problemi riscontrati nella prima sessione è pronto al riscatto. Intanto il caldo sta concedendo una tregua ai piloti. La temperatura dell’asfalto si è abbassata di circa 2 gradi dalla prima sessione. Ora segna 55 gradi. Positive intanto anche le prestazioni di Alonso (McLaren) e delle due Force India, guidate da Hulkenberg e Perez. La scelta di gomma soft rispetto alla prima sessione non si sta rivelando utile. Le gomme dure sembrano rispondere meglio in questa fase.  Si avvia a chiudersi anche la seconda sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia. In questo momento il tempo migliore è stato fatto registrare da Lewis Hamilton (Mercedes): 1 minuto, 34 secondi e 944 millesimi. Dopo di lui Nico Rosberg staccato di 2 decimi di secondo. Dietro le due Mercedes le due Ferrari: Vettel e Raikkonen tra i 6 e i 9 decimi di svantaggio. Poi  Verstappen (Red Bull), Perez (Force India), Alonso (McLaren), Ricciardo (Red Bull) e Hulkenberg (Force India), tutti con un distacco superiorare a 1 secondo. Le prestazioni di Ferrari, Mercedes e Red Bull sembrano simili, soprattutto per quanto riguarda le simulazioni con gomme dure, previste obbligatoriamente per la gara di domenica. Ultimi minuti di prova per i piloti. Tra meno di un quarto d’ora si chiuderanno le prove libere. Hamilton adesso in pista con le gomme dure, gomme bianche invece per Rosberg e Vettel. 

Tutto pronto per la seconda sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia. Poco fa si è conclusa la prima sessione che ha visto il leader della classifica piloti, Nico Rosberg (Mercedes), registare il miglior tempo: 1:35.227. Secondo miglior tempo per il compagno di scuderia Lewis Hamilton, distante mezzo secondo. Seguono le Ferrari di Raikkonen e Vettel dietro di 1 secondo. Poi Alonso (McLaren), le due Red Bull di Ricciardo e Verstappen, le Force India di Hulkenberg e Perez e l’altra McLaren di Button. Non ha partecipato alla prima sessione Magnussen (Renault). Il pilota danese ha infatti visto prendere fuoco durante gli ultimi preparativi la sua vettura rischiando anche parecchio. Per fortuna nessun tipo di problema nè per lui nè per i tecnici Renault. C’è molta curiosità per questa seconda sessione, sarà infatti l’ultimo banco di prova in vista dell’appunto della strategia che dovrà portare frutti già nelle giornata di domani, quando sono previste le qualifiche.

Tutto pronto per la seconda sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia. Poco fa si è conclusa la prima sessione che ha visto il leader della classifica piloti, Nico Rosberg (Mercedes), registare il miglior tempo: 1:35.227. Secondo miglior tempo per il compagno di scuderia Lewis Hamilton, distante mezzo secondo. Seguono le Ferrari di Raikkonen e Vettel dietro di 1 secondo. Poi Alonso (McLaren), le due Red Bull di Ricciardo e Verstappen, le Force India di Hulkenberg e Perez e l’altra McLaren di Button. Non ha partecipato alla prima sessione Magnussen (Renault). Il pilota danese ha infatti visto prendere fuoco durante gli ultimi preparativi la sua vettura rischiando anche parecchio. Per fortuna nessun tipo di problema nè per lui nè per i tecnici Renault. C’è molta curiosità per questa seconda sessione, sarà infatti l’ultimo banco di prova in vista dell’appunto della strategia che dovrà portare frutti già nelle giornata di domani, quando sono previste le qualifiche.

Le Mercedes hanno dominato la prima sessione di prove libere. Rosberg ha ottenuto il giro più veloce, fermando il cronometro in 1:35.227. Seconda posizione per Hamilton, staccato di quasi mezzo secondo dal compagno di squadra. Inseguono le due Ferrari, con Raikkonen terzo e Vettel quarto, ma con oltre un secondo di ritardo dalle Frecce d’Argento. Quinto miglior tempo per la McLaren di Alonso. Seguono le Red Bull di Ricciardo e Verstappen. Le Force India di Hulkenberg e Perez all’ottavo e nono posto staccate di oltre 2 secondi. Decimo Button (McLaren), anche lui staccato di 2 secondi e mezzo. Questa prima sessione di prove libere ha avuto un inizio piuttosto preoccupante. Nella prima fase, quando una decina di piloti era già in pista, tanta paura ai box per un principio di incendio occorso nella vettura di Magnussen (Renault). Il pilota danese è stato abile a uscire dalla sua postazione mentre le fiamme divampavano alla sue spalle. Bandiera rossa. Tanta paura ma per fortuna sia il pilota che i tecnici non hanno riportato conseguenze. La vettura è stata completamente messa fuori uso dopo esser stata sommersa per almeno dieci minuti da liquidi anti-incendio. La parte elettrica dovrebbe essere danneggiata e ora il Gran Premio di Magnussen è compromesso.

Tra poco si parte con la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Malesia. Si corre sul Sepang International Circuit che, quest’anno, riserverà molte sorprese a team e piloti: l’impianto ha subìto modifiche nel banking di ben nove curve ed è stato completamente riasfaltato. In pratica sarà come correre su un circuito completamente nuovo. Il nuovo tracciato è lungo 5,5 chilometri ed è formato da 15 curve. La parte più rapida della pista è quella finale, dove si affrontano due rettilinei quasi paralleli, uniti da un tornante. Tutti i riferimenti dei team sono dunque da ricostruire, poiché le modifiche al tracciato sono state talmente tante da cambiare tutto rispetto al passato. Restano però condizioni ideali per fare un buon tempo sul giro a Sepang: buona trazione e carico aerodinamico medio-alto. Vedremo in questa prima sessione chi riuscirà ad adattarsi fin da subito a questo nuovo circuito.

La Formula 1 torna oggi in diretta con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Malesia 2016 sul circuito di Sepang, che ospita la sedicesima gara del Mondiale 2016. Per prima cosa, eccovi gli orari delle due sessioni in programma venerdì 16 settembre sul circuito che sorge nei pressi del principale aeroporto della capitale malese Kuala Lumpur e che fa parte del Circus iridato dal 1999. Ricordiamo che ci sono ben sei ore di fuso orario, dunque tutto è spostato verso la primissima mattina italiana. Si comincia dunque con la , che avrà inizio alle ore 4.00 (quando a Sepang saranno le 10.00 del mattino); si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 8.00 per la , la sessione che si disputerà quando saranno le ore 14.00 a Sepang. Siamo molto vicini a Singapore, dove due settimane fa si è disputata l’ultima gara, ma tecnicamente non c’è dubbio che il circuito malese sia molto migliore e speriamo che questo sia garanzia di un weekend interessante e divertente.

Oggi è ancora settembre, ma con Sepang avrà inizio un mese di ottobre intensissimo, con due doppiette: prima Sepang e Suzuka in Estremo Oriente, poi ecco a fine mese gli Usa (Austin) e Città del Messico. Una sorta di giro del mondo che metterà al centro dell’attenzione Nico Rosberg e Lewis Hamilton, attualmente separati da soli otto punti in classifica quando a disposizione ce ne sono ancora 150. Tutto è possibile, anche se la recente tripletta di Rosberg fra Spa, Monza e Singapore fa capire chiaramente che per Hamilton confermarsi campione del Mondo per il terzo anno consecutivo sarà più complicato di quello che si potesse pensare durante la pausa estiva.

Il duello interno alla Mercedes è di fatto rimasto l’unico vero tema d’interesse per un Mondiale che ancora una volta Stoccarda sta dominando senza rivali. Fin da quando la Formula 1 è passata all’ibrido, tecnologia nella quale la Mercedes ha un evidente vantaggio sulle avversarie, per gli altri team non c’è stato niente da fare e d’altronde anche la stessa Ferrari da quel punto di vista non può competere con un colosso come la Mercedes. Sarà necessario un altro cambio di regolamento per regalare incertezza alla Formula 1?

In attesa a una risposta su questa domanda “di lungo periodo”, la Ferrari spera che Sepang faccia bene a Sebastian Vettel, che qui vinse l’anno scorso. Ricordiamo che nel 2015 in Malesia si correva a fine marzo: era la seconda gara della stagione e il successo quasi immediato del nuovo acquisto tedesco aveva acceso entusiasmi che poi purtroppo non hanno avuto conferme nei mesi successivi, soprattutto in questo 2016 difficile per Maranello. Tornare nel luogo del Gran Premio che aveva acceso tante illusioni fa un po’ male ai tifosi della Ferrari, ma c’è almeno la speranza che il Cavallino in Malesia possa essere di nuovo protagonista, magari anche con un Kimi Raikkonen per il quale quest’anno si sta rivelando migliore del precedente – l’unico che può dirlo in casa Ferrari.

L’attesa per quanto succederà in questo weekend sta dunque per finire, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Malesia 2016 di Formula 1 a Sepang sta per cominciare…

POS NO DRIVER CAR TIME GAP LAPS
1 6 Nico Rosberg MERCEDES 1:35.227   25
2 44 Lewis Hamilton MERCEDES 1:35.721 +0.494s 25
3 7 Kimi Räikkönen FERRARI 1:36.315 +1.088s 16
4 5 Sebastian Vettel FERRARI 1:36.331 +1.104s 18
5 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 1:36.510 +1.283s 18
6 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 1:36.753 +1.526s 27
7 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 1:36.973 +1.746s 26
8 27 Nico Hulkenberg FORCE INDIA MERCEDES 1:37.513 +2.286s 26
9 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 1:37.601 +2.374s 27
10 22 Jenson Button MCLAREN HONDA 1:37.613 +2.386s 20
11 26 Daniil Kvyat TORO ROSSO FERRARI 1:37.847 +2.620s 29
12 77 Valtteri Bottas WILLIAMS MERCEDES 1:37.861 +2.634s 17
13 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:37.886 +2.659s 22
14 21 Esteban Gutierrez HAAS FERRARI 1:37.921 +2.694s 20
15 55 Carlos Sainz TORO ROSSO FERRARI 1:38.055 +2.828s 25
16 12 Felipe Nasr SAUBER FERRARI 1:38.184 +2.957s 18
17 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 1:38.313 +3.086s 20
18 19 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 1:38.339 +3.112s 24
19 30 Jolyon Palmer RENAULT 1:39.148 +3.921s 23
20 31 Esteban Ocon MRT MERCEDES 1:40.036 +4.809s 28
21 94 Pascal Wehrlein MRT MERCEDES 1:40.627 +5.400s 26
22 20 Kevin Magnussen RENAULT     2

POS NO DRIVER CAR TIME GAP LAPS
1 44 Lewis Hamilton MERCEDES 1:34.944   35
2 6 Nico Rosberg MERCEDES 1:35.177 +0.233s 36
3 5 Sebastian Vettel FERRARI 1:35.605 +0.661s 37
4 7 Kimi Räikkönen FERRARI 1:35.842 +0.898s 31
5 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 1:36.037 +1.093s 29
6 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 1:36.284 +1.340s 33
7 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 1:36.296 +1.352s 27
8 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 1:36.337 +1.393s 30
9 27 Nico Hulkenberg FORCE INDIA MERCEDES 1:36.390 +1.446s 37
10 22 Jenson Button MCLAREN HONDA 1:36.715 +1.771s 22
11 55 Carlos Sainz TORO ROSSO FERRARI 1:36.836 +1.892s 30
12 30 Jolyon Palmer RENAULT 1:36.940 +1.996s 36
13 77 Valtteri Bottas WILLIAMS MERCEDES 1:37.016 +2.072s 37
14 21 Esteban Gutierrez HAAS FERRARI 1:37.048 +2.104s 28
15 19 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 1:37.110 +2.166s 19
16 26 Daniil Kvyat TORO ROSSO FERRARI 1:37.297 +2.353s 29
17 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 1:37.449 +2.505s 28
18 12 Felipe Nasr SAUBER FERRARI 1:37.547 +2.603s 26
19 20 Kevin Magnussen RENAULT 1:37.664 +2.720s 19
20 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:37.789 +2.845s 25
21 94 Pascal Wehrlein MRT MERCEDES 1:37.878 +2.934s 34
22 31 Esteban Ocon MRT MERCEDES 1:37.990 +3.046s 36






© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori