DIRETTA FORMULA 1/ F1 streaming video Rai e Sky, qualifiche live: pole position per Bottas, delusione Ferrari!

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 F1 qualifiche e FP3 live Gp Brasile 2017 Interlagos: cronaca e tempi delle sessioni per griglia di partenza e pole position (oggi sabato 11 novembre)

vettel_raikkonen_ferrari_sochi_lapresse_2017
Griglia di partenza Formula 1: i piloti Ferrari (LaPresse)

Anche senza Lewis Hamilton la Mercedes conquista la pole position nelle qualifiche del Gran Premio del Brasile con Valtteri Bottas (1:08.322) che proprio sul filo di lana la soffia a Sebastian Vettel (1:08.360): delusione Ferrari che non riesce ad approfittare dell’assenza di Lewis Hamilton e si deve accontentare della seconda casella sulla griglia di partenza, in terza posizione troviamo Kimi Raikkonen (1:08.538) che farà compagnia a Max Verstappen (1:08.925) in seconda fila. Sergio Perez (1:09.598) e Fernando Alonso (1:09.617) riempiranno la terza fila, Daniel Ricciardo (1:09.330) scenderà in quindicesima posizione per effetto della penalità, quarta fila tutta Renault con Nico Hulkenberg (1:09.703) e Carlos Sainz (1:09.805), davanti al pubblico di casa Felipe Massa (1:09.841) non va oltre la quinta fila, stesso discorso per Esteban Ocon (1:09.830) rimasto fuori dalla Q3. (agg. di Stefano Belli) Formula 1, le qualifiche in diretta live

VETTEL AVVISA BOTTAS IN Q2!

Sebastian Vettel è il più veloce di tutti nella seconda mini-sessione di qualifica in programma a Interlagos dove domani si correrà il Gran Premio del Brasile di Formula 1. Il tedesco della Ferrari ha stampato un 1:08.494 che gli ha permesso di mettere in riga Valtteri Bottas (1:08.638) e Max Verstappen (1:09.050), quarto tempo per Kimi Raikkonen (1:09.116) che precede Daniel Ricciardo (1:09.533): l’australiano è stato l’unico a entrare in Q3 usando la gomma gialla con la quale partirà domani, ricordiamo che Ricciardo dovrà scontare 10 posizioni di penalità per la sostituzione della power-unit. In top 10 anche Alonso (1:09.593), Massa (1:09.612), Hulkenberg (1:09.726), Perez (1:09.760) e Sainz (1:09.768); esclusi Ocon (1:09.830), Grosjean (1:09.879), Vandoorne (1:10.116), Magnussen (1:10.154) e Hartley (senza tempo). Tra qualche minuto ci sarà la resa dei conti per la pole position. (agg. di Stefano Belli) 

FERRARI OK CON GOMMA GIALLA

La Ferrari supera il taglio della Q1 con la gomma gialla: nonostante una mescola più dura Raikkonen (1:09.405) realizza il miglior tempo nella prima manche delle qualifiche mentre Vettel si colloca in terza posizione, a sandwich tra le due Rosse la Mercedes superstite di Valtteri Bottas (1:09.452), infatti Lewis Hamilton è uscito di pista danneggiando la sua Freccia d’Argento e pertanto le sue qualifiche sono terminate ancor prima di cominciare. Rivedremo in Q2 anche Massa, Verstappen, Ricciardo, Hulkenberg, Perez, Grosjean, Ocon, Alonso, Sainz, Vandoorne, Magnussen e Hartley, quest’ultimo vince il duello interno con Gasly che invece viene eliminato al pari di Wehrlein, Stroll, Ericsson e dello stesso Hamilton. Ricordiamo che sul circuito di Interlagos sono in corso le qualifiche del Gran Premio del Brasile, penultima tappa della stagione 2017 di Formula 1. (agg. di Stefano Belli)

HAMILTON A MURO!

Le qualifiche del Gran Premio del Brasile cominciano subito con un colpo di scena: l’incidente di Lewis Hamilton che perde il controllo della sua Mercedes finendo contro le barriere di protezione, macchina danneggiata ma nessun problema per il pilota che esce da solo dall’abitacolo. In ogni caso perdiamo uno dei protagonisti annunciati, domani il britannico partirà dal fondo della griglia di partenza. La Q1 ovviamente è stata subito interrotta per consentire ai commissari di rimuovere la vettura incidentata, per la prima volta dal GP Belgio 2016 Hamilton viene dunque eliminato in Q1, la Ferrari ora ha una grossa possibilità di acciuffare la pole position con il favorito d’obbligo fuori gioco, ma occhio a Bottas che difenderà l’onore della Casa di Stoccarda. (agg. di Stefano Belli) 

CACCIA ALLA POLE POSITION

Alle ore 17.00 italiane (le 14 locali) cominceranno sul circuito di Interlagos le qualifiche valide per il Gran Premio del Brasile, penultimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. Si preannuncia una battaglia serrata sul filo dei millesimi tra Mercedes e Ferrari, soprattutto se ci basiamo su quanto accaduto nella FP3 con Bottas, Hamilton e Raikkonen e Vettel racchiusi in pochissimi centesimi. E potrebbe infilarsi anche la Red Bull che invece nelle ultime prove libere si è decisamente nascosta sia con Ricciardo che con Verstappen, insomma i motivi di interesse non mancano, anzi. Così come non mancano le incognite legate al meteo, infatti viene dato un 30% di possibilità di pioggia durante le tre mini-sessioni. La Q1 durerà 18 minuti, la Q2 si protrarrà per un quarto d’ora mentre i dodici minuti della Q3 assegneranno la pole position e definiranno le prime cinque file della griglia di partenza, a ogni manche vengono eliminati gli ultimi cinque. (agg. di Stefano Belli) 

SENNA HA IL RECORD DI POLE IN BRASILE

Nella storia del Gran Premio del Brasile (oltre a Interlagos si è corso in altre dieci edizioni a Jacarepagua) l’uomo che detiene il maggior numero di pole position è Ayrton Senna: il pilota paulista è partito davanti a tutti per ben sei volte (1986, 1988, 1989, 1990, 1991 e 1994) e almeno fino al 2020 sarà irraggiungibile, visto che Felipe Massa (tre pole tra il 2006 e il 2008) si ritirerà al termine dell’annata mentre Vettel e Hamilton sono entrambi fermi a quota due e oggi nelle qualifiche cercheranno di incrementare il bottino. L’ultima pole brasiliana è firmata Rubens Barrichello che al volante della Brawn, nel 2009, fece gioire la torcida che non celebra la vittoria di un suo beniamino dal 2008, da allora solamente qualche podio sempre con Massa e qualche piazzamento per Nasr. Per quanto riguarda i costruttori, la McLaren vanta il maggior numero di pole position (11), una in meno della Williams e quattro in meno della Ferrari, la Mercedes invece punta a ottenere la quarta partenza dal palo negli ultimi quattro anni.  (agg. di Stefano Belli) 

BOTTAS DAVANTI A HAMILTON, LA FERRARI C’È

Valtteri Bottas realizza il miglior tempo nella terza sessione di prove libere che si è da poco conclusa sul circuito di Interlagos dove domani si svolgerà il Gran Premio del Brasile, penultima tappa del mondiale 2017 di Formula 1. Al volante della Mercedes il finlandese ha girato in 1:09.281 precedendo di appena 3 millesimi il compagno di squadra Lewis Hamilton (1:09.284), le Frecce d’Argento di nuovo davanti a tutti ma la Ferrari non è lontana, anzi: Raikkonen (1:09.326) e Vettel (1:09.339) si trovano a pochissimi centesimi e promettono battaglia in vista delle qualifiche che si disputeranno tra poco meno di due ore. Decisamente più lontana invece la Red Bull con il quinto tempo di Ricciardo (1:10.244) e il nono di Verstappen (1:10.495), l’olandese non è nemmeno riuscito a completare la simulazione della qualifica con gomma rossa a causa di un testacoda nell’ultimo tratto, le vetture della scuderia anglo-austriaca inoltre stanno girando con una mappatura di motore molto conservativa per scongiurare il rischio di nuove rotture. Nella top 10 troviamo anche Alonso (1:10.288), Perez (1:10.322), Ocon (1:10.357) e Sainz (1:10.599) con Stroll che non ha un tempo visto che è stato appiedato da un guasto al cambio della sua Williams. (agg. di Stefano Belli) 

LE DUE FERRARI DAVANTI A TUTTI

Quando mancano 15 minuti al termine delle terze prove libere sul circuito di Interlagos (GP Brasile di Formula 1) andiamo a riepilogare la situazione. Scendono in pista i big, Hamilton e Bottas girano con gomma gialla – evidentemente i due piloti Mercedes vogliono entrare in Q3 con la soft – mentre Raikkonen e Vettel montano direttamente le super-soft facendo segnare le migliori prestazioni. Il britannico campione del mondo si porta comunque a ridosso delle Rosse nonostante la mescola di svantaggio, da segnalare l’exploit di Fernando Alonso che si trova in quinta posizione con la sua McLaren-Honda, approfittando dell’assenza dalle prime posizioni della classifica delle Red Bull di Ricciardo e Verstappen che si fanno desiderare a lungo e quando si lanciano stampano dei tempi non proprio esaltanti. Le temperature nettamente più basse rispetto a ieri stanno influendo sul comportamento degli pneumatici che hanno maggiore aderenza e meno degrado. (agg. di Stefano Belli)

STROLL SI PIANTA IN MEZZO ALLA PISTA

I primi quindici minuti della FP3 di Interlagos (GP Brasile) si sono svolti sotto un cielo carico di nubi scure. Nonostante qualche chiazza di umido sulla pista i piloti sono scesi in pista calzando le gomme slick, i primi a completare giri lanciati sono stati Alonso e Vandoorne, entrambi con gomma bianca; Brendon Hartley migliora il tempo dello spagnolo di 740 millesimi, utilizzando comunque una mescola più morbida (la super-soft). Nel frattempo la Williams di Lance Stroll si pianta in mezzo alla pista, il canadese via radio lamenta noie al cambio e conseguente perdita di potenza, i commissari espongono la bandiera gialla per segnalare il pericolo, questo impedisce a Kimi Raikkonen di lanciarsi.  (agg. di Stefano Belli)

VIA ALLA FP3

Alle ore 14.00 italiane (le 11 locali) prenderà il via la terza sessione di prove libere sul cirucito di Interlagos che ospita il Gran Premio del Brasile, penultima prova del mondiale 2017 di Formula 1. Ci stiamo avvicinando a grandi passi verso la qualifica e la FP3 ne rappresenta sicuramente l’antipasto, visto che i piloti la usano solitamente per perfezionare la simulazione del giro secco con macchine scariche di benzina e la mescola di gomme più morbida che hanno a disposizione. Potremo farci un’idea più chiara dei valori di forza in pista, anche se nella giornata di ieri è apparso evidente come la Mercedes fosse nettamente la macchina più veloce, a meno che Ferrari e Red Bull non si siano abilmente nascoste preservando le rispettive power-unit e non svelando sin da subito tutte le proprie carte che hanno in mano; solamente i responsi cronometrici potranno toglierci questo dubbio. (agg. di Stefano Belli) 

LA RENAULT HA FINITO I PEZZI DI RICAMBIO!

Situazione sempre più problematica in casa Renault: il costruttore francese, in vista del 2018, sta usando i suoi team (in particolare la Toro Rosso) come cavia per testare le power-unit in vista della prossima stagione di Formula 1, il problema è che nelle ultime gare il numero di rotture è salito in maniera vertiginosa, quasi esponenziale. Al punto da far scattare l’allarme: in caso di ulteriori inconvenienti tecnici ci sarebbe un serio problema a trovare i pezzi di ricambio, semplicemente perché le scorte di MGU-H sono finite. Se uno tra Ricciardo, Verstappen, Hulkenberg, Sainz, Gasly e Hartley dovesse accusare una nuova rottura potrebbe rimanere addirittura appiedato, una figuraccia che la Renault eviterebbe volentieri e in queste ore gli ingegneri e i tecnici stanno studiando delle soluzioni d’emergenza. (agg. di Stefano Belli) 

GLI ORARI DEL SABATO

La Formula 1 è di nuovo in diretta: grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio del Brasile 2017 sul circuito di Interlagos, sede del diciannovesimo e penultimo Gp del Mondiale di quest’anno, che determineranno la griglia di partenza e la pole position della gara di domani. Già assegnato a Lewis Hamilton il titolo iridato, resta comunque grande l’attesa per questa classica gara, che si corre in uno dei Paesi storicamente più legarti alla Formula 1. Diamo per prima cosa tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi le sessioni di oggi, sabato 11 novembre 2017, sull’Autodromo intitolato alla memoria di José Carlos Pace (come vedremo meglio fra poco). Le tre ore di fuso orario fra l’Italia e San Paolo causeranno alcune novità. Come di consueto il sabato comincerà con la terza e ultima sessione di prove libere FP3. L’appuntamento sarà alle ore 14.00 italiane (le 11.00 locali) per quelli che saranno gli ultimi 60 minuti a disposizione prima della sessione di prove ufficiali che determinerà la composizione della griglia di partenza e chi sarà a scattare dalla pole position domani. Per questa decisiva sessione delle qualifiche l’appuntamento sarà alle ore 17.00, le 14.00 locali.

FORMULA 1, LE QUALIFICHE IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV

Tutto quanto accadrà sul tracciato del circuito che sorge nella metropoli brasiliana di San Paolo sarà visibile in tempo reale su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky che trasmette tutti gli appuntamenti della stagione. Questa è invece una delle gare che sulla Rai non sono visibili in tempo reale, presentiamo dunque tutte le modalità per seguire le prove odierne dell’appuntamento, uno dei più classici e caratteristici del Circus, anche se ormai la lotta per il titolo iridato è chiusa. La telecronaca di tutti gli eventi sarà affidata alla voce della F1 su Sky, Carlo Vanzini, affiancato da commentatori tecnici quali ad esempio Marc Gené, dall’interno del team Ferrari. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio mentre Federica Masolin condurrà la rubrica Paddock Live, che farà da filo conduttore alla giornata. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione SkyGo.

FORMULA 1, GLI APPUNTAMENTI IN CHIARO

Per quanto riguarda la tv in chiaro, come detto sulla Rai in questo weekend non potremo vedere tutto in tempo reale come sulla Tv satellitare: la FP3 sarà trasmessa su Rai Sport + HD (canale numero 57) alle ore 18.15, poi le qualifiche come di consueto su Rai Due ma solamente a partire dalle ore 23.20, con la telecronaca di Gianfranco Mazzoni e il commento tecnico di Ivan Capelli. Lo streaming della Rai sarà come sempre garantito dal sito Internet ufficiale www.raiplay.it e naturalmente sarà gratuito e accessibile a tutti. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, gli account @Formula 1 e @F1.

PROVE LIBERE 1, LE MERCEDES PARTONO AVANTI

Dominio Mercedes nelle prove libere 1 del Gran Premio del Brasile. Imbarazzante la facilità con cui Lewis Hamilton e Valtteri Bottas abbiano girato più veloci rispetto a tutti gli altri rivali per il successo finale nel penultimo Gran Premio della stagione. La Ferrari, ancora una volta, è costretta ad inseguire. Hamilton è il più veloce in pista, girando con il tempo di 1.09.202, superando di un decimo il compagno di squadra Bottas. Terzo l’altro pilota finlandese del circus, il ferrarista Kimi Raikkonen, distante mezzo secondo rispetto al miglior tempo delle prove libere 1. In quarta e quinta posizione le due Red Bull, che faticano sul veloce tracciato brasiliano. Sia l’olandese che l’australiano accusano un ritardo rispettivamente di cinque e sei decimi dal pilota inglese. Soltanto sesto Sebastian Vettel. Il tedesco della Ferrari non riesce a fare meglio del tempo di 1.09.984, piazzandosi a sette decimi di ritardo dal rivale britannico. Settimo l’idolo di casa, il brasiliano Felipe Massa su Williams. Ottavo, a sorpresa, Vandoorne, che è anche il primo pilota ad essere staccato di più di un secondo dal primo tempo di Hamilton. Nono Esteban Ocon, con la sua Force India, a testimonianza della superiorità dimostrata dal motore Mercedes su questo tracciato. Decimo, con un ritardo di 74 millesimi dal suo compagno di squadra, Fernando Alonso. Lo spagnolo, viste le precedenti prestazioni della sua monoposto motorizzata Honda (ancora per poco, ufficiale il passaggio ai motori Renault a partire dalla prossima stagione), può ritenersi soddisfatto del piazzamento ottenuto. Undicesimo Stroll su Williams. Dodicesimo tempo invece per Russell (Force India). Il pilota britannico è al suo primo Gran Premio della carriera con una monoposto di Formula 1, dopo la vittoria esaltante in Gp3. Ad oggi, paga sei decimi di distacco dal suo compagno di squadra, Ocon, come lui vincitore del mondiale Gp3 ma due anni fa (stagione 2015 ndr). In grande difficoltà le due Haas e le due Renault. In tredicesima e quattordicesima posizione troviamo Grosjean e Magnussen, mentre in quindicesima e sedicesima posizione le due Renault di Sainz e Hulkenberg, staccate di oltre due secondi da Lewis Hamilton.

PROVE LIBERE 2, DOMINANO ANCHE LA SECONDA SESSIONE…

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas si confermano i piloti più veloci sulla pista di Interlagos, dove domenica si correrà il penultimo appuntamento del Mondiale 2017, il Gran Premio del Brasile. Dopo un avvio sprint al mattino, la Mercedes rimane la monoposto di riferimento. Hamilton chiude in prima posizione con il tempo di 1.09.515. Secondo Bottas, a meno di 50 millesimi di secondo dal compagno di squadra. In terza posizione Daniel Ricciardo, con l’australiano della Red Bull che riduce il gap dai due piloti di testa e si porta a meno di due decimi di distacco da Lewis. Quarto Vettel. Il ferrarista migliora le prestazioni del mattino e chiude la sessione delle seconde libere a tre decimi di distacco da Hamilton. Quinto Verstappen, a 11 millesimi dal tempo del tedesco, mentre scivola in sesta posizione Raikkonen. Chiudono la top ten Ocon, Massa, Hulkenberg e Alonso.

GP BRASILE: GLI INIZI E PILOTI LEGGENDARI

In attesa di scendere in pista, ripercorriamo però in breve la storia della Formula 1 in Brasile. Una storia lunga e gloriosa anche grazie ad alcuni piloti che hanno scritto la storia di questo sport, da Emerson Fittipaldi a Nelson Piquet fino ad Ayrton Senna per citare solo quelli che hanno conquistato il titolo iridato, ma anche altri di grande valore come Rubens Barrichello e Felipe Massa, che domani correrà per l’ultima volta davanti ai propri tifosi visto che si ritirerà a fine stagione. La prima edizione del Gran Premio del Brasile inserita nel calendario del Mondiale fu quella del 1973, vinta proprio da Fittipaldi che concesse il bis l’anno successivo. Nel 1975 vinse Carlos Pace, alla cui memoria fu intitolato il circuito dopo l’incidente mortale in aereo che gli tolse la vita nel 1977. La prima vittoria della Ferrari fu nel 1976 grazie a Niki Lauda – fu anche il primo successo di un pilota non brasiliano -, ma poi bisogna osservare che per dieci edizioni (nel 1978 e poi consecutivamente dal 1981 al 1989) la corsa si disputò non ad Interlagos bensì sul circuito di Jacarepagua, nei pressi di Rio de Janeiro. Nell’albo d’oro spiccano le sei vittorie di Alain Prost, di cui però solo l’ultima (nel 1990) ottenuta a Interlagos, dove il pilota più vittorioso è Michael Schumacher grazie ai quattro successi ottenuti nel 1994, 1995, 2000 e 2002. Per Piquet e Senna due vittorie a testa: nel 1983 e 1986 a Jacarepagua per Nelson, nel 1991 e 1993 a Interlagos per Ayrton.

2007 E 2008, EPILOGHI MEMORABILI

Ricordiamo anche l’incredibile vittoria di Giancarlo Fisichella nel 2003, in un Gp flagellato dal maltempo, interrotto in anticipo a causa di troppi incidenti e la cui vittoria fu assegnata al pilota romano solo a distanza di qualche giorno, e poi in modo speciale le gare del 2007 e del 2008, che furono teatro di due dei più clamorosi epiloghi nella storia del Mondiale di Formula 1. Nel 2007 Kimi Raikkonen vinse e riuscì a ribaltare la situazione nella classifica iridata, che alla partenza lo vedeva alle spalle sia di Lewis Hamilton sia di Fernando Alonso. Un’impresa fra le più memorabili nella storia della Ferrari, che invece l’anno successivo visse una amara beffa per Felipe Massa, anch’egli vittorioso e ad un passo da una nuova, incredibile rimonta ai danni di Hamilton, che però riuscì a salvarsi solo all’ultimo giro grazie al discusso sorpasso ai danni di Timo Glock che gli permise di piazzarsi al quinto posto, l’ultimo utile per conquistare il Mondiale. Di certo però Interlagos non è un circuito molto favorevole all’inglese, che qui ha vinto solamente l’anno scorso, mentre sia nel 2014 sia nel 2015 in Brasile ha vinto Nico Rosberg. Tra i piloti in attività i più vincenti sono dunque Massa e Sebastian Vettel con due vittorie a testa; un successo invece per Raikkonen e appunto Hamilton. Tornando dunque a dedicarci all’attualità, per scoprire come si posizioneranno i protagonisti più attesi sulla griglia di partenza di questa gara, non c’è niente di meglio che cedere la parola alla pista e al cronometro per un sabato molto interessante e per ammirare chi saprà fare meglio sulle curve del circuito di San Paolo. Allora mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e della FP3 del Gran Premio del Brasile 2017 di Formula 1 a Interlagos sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori