Diretta Formula 1/ F1 streaming video Sky e Rai prove libere: Hamilton e la Mercedes al vertice

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 prove libere FP1 e FP2 del Gp Abu Dhabi 2017 Yas Marina: tempi e classifica delle due sessioni che aprono il weekend (oggi venerdì 24 novembre)

Bottas_Mercedes_Bahrain_lapresse_2017
Diretta Formula 1 - LaPresse: Bottas in Bahrain

Si è appena conclusa sul circuito di Yas Marina la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi in programma domenica e che chiuderà la stagione 2017 di Formula 1. Lewis Hamilton (1:37.877) ha realizzato il miglior tempo della FP2 precedendo Sebastian Vettel (1:38.026) e Daniel Ricciardo (1:38.180), seguono Kimi Raikkonen (1:38.352), Valtteri Bottas (1:38.537) e Max Verstappen (1:38.894) che sono stati gli unici a girare sotto l’1:39. Sia nella simulazione della qualifica che sul passo gara la Mercedes ha dimostrato di avere qualcosina in più anche se le Frecce d’Argento non sembrano inattaccabili. Per quanto riguarda il campionato degli altri, ancora una volta primeggia la Force India con il settimo e ottavo tempo di Perez (1:39.323) e Ocon (1:39.333), in nona posizione troviamo Hulkenberg (1:39.529) con Alonso (1:39.559) che chiude la top 10 davanti a Massa (1:39.635). Ultima posizione per Grosjean (1:41.560) alle prese con una Haas inguidabile, tanto per cambiare. (agg. di Stefano Belli) Formula 1, le prove libere in diretta live

MERCEDES OK ANCHE SUL PASSO GARA

Quando mancano solamente quindici minuti alla fine della seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi i piloti di Formula 1 continuano a girare sul tracciato di Yas Marina per completare la simulazione del passo gara. Anche con tanta benzina a bordo la Mercedes dimostra di essere la macchina più veloce in pista con Hamilton che montando la supersoft fa gli stessi tempi di Bottas che invece usa l’ultrasoft, intorno all’1:42 medio. Vanno leggermente più piano Red Bull e Ferrari con i piloti rispettivi piloti che diversificano gli pneumatici e i carichi di carburante. Ovviamente c’è un ampio divario tra i big e il resto della griglia, basti pensare che Hartley in modalità gara non è mai sceso sotto l’1:45 mentre Massa con la Williams gira al ritmo di 1:44 basso. (agg. di Stefano Belli) 

HAMILTON PRECEDE VETTEL E RICCIARDO

Mancano 45 minuti al termine della FP2 in pieno svolgimento sul circuito di Yas Marina, sede del Gran Premio di Abu Dhabi, facciamo il punto della situazione. In questa fase della sessione Valtteri Bottas è il primo a montare le ultrasoft, con la mescola più morbida a disposizione il finlandese toglie tre decimi al miglior tempo di Hamilton (che aveva invece utilizzato le supersoft) che torna in pista per riprendersi immediatamente il primato in classifica con un 1:37.877 che gli vale il nuovo record della pista, a oltre un decimo di ritardo troviamo la Ferrari di Sebastian Vettel che a sua volta precede l’altra Rossa di Kimi Raikkonen. Ricciardo ha bisogno di due tentativi per migliorarsi visto che nel primo viene rallentato nelle ultime curve da Grosjean, l’australiano non ci pensa due volte e quando lo affianca lo manda platealmente a quel paese. Verstappen continua a fare fatica e non va oltre la sesta piazza a più di un secondo da Hamiloton. (agg. di Stefano Belli) 

HAMILTON IL PIU’ VELOCE CON LE SUPERSOFT

Da circa un quarto d’ora è in corso sul circuito di Yas Marina la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi, riepiloghiamo quanto accaduto finora. Il primo pilota a scendere in pista è Fernando Alonso che non completa però il giro a differenza delle Haas di Magnussen (1:43.511) e Grosjean (1:42.490), Sebastian Vettel al volante della Ferrari alza immediatamente l’asticella in 1:40.739 con le supersoft, Raikkonen con la stessa mescola fa molto meglio del suo compagno di squadra scende sotto l’1:40. Poi arriva Hamilton a mettere tutti d’accordo con un 1:39.720, Daniel Ricciardo si accoda al britannico per soli 60 millesimi, successivamente il quattro volte campione del mondo passa di nuovo sul traguardo in 1:38.912, mettendo in chiaro ai rivali che vuole chiudere in bellezza la stagione 2017 di Formula 1. (agg. di Stefano Belli) 

VIA ALLA FP2

Alle ore 14.00 italiane (le 17 locali) prenderà il via la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi sul circuito di Yas Marina che ospiterà l’ultima gara del mondiale 2017 di Formula 1. La FP2 potrà dare indicazioni più chiare in ottica gara, considerando che si svolge nello stesso orario della corsa di domenica, con i piloti che cominceranno a tramonto inoltrato per poi andare incontro alla notte e alle luci artificali, con temperature dell’aria e dell’asfalto decisamente più basse. Con meno caldo cambia anche il comportamento delle gomme supersoft e ultrasoft che avranno più grip e degraderanno leggermente meno in fretta, con un complessivo delle prestazioni: dovremmo attenderci quindi dei tempi più bassi rispetto alla mattinata dove i big non hanno di certo tenuto il piede a tavoletta, risparmiando le componenti della power-unit in vista delle giornate successive. Nella prima parte della sessione i piloti effettueranno una simulazione del giro secco da qualifica, nei secondi 45 minuti assisteremo invece a un test del passo gara. (agg. di Stefano Belli) 

GRANDE ATTESA PER IL TEST DI KUBICA

Come abbiamo già anticipato, questo fine settimana ad Abu Dhabi, oltre a mettere la parola fine al campionato 2017 di Formula 1 che ha visto ancora una volta prevalere la Mercedes e Lewis Hamiton, sarà anche un banco di prova importante per il 2018. Inoltre, dopo la gara di domenica, le squadre rimarranno negli Emirati Arabi per effettuare i test con le nuove gomme progettate dalla Pirelli per il prossimo anno, con l’introduzione delle nuove mescole superhard e hypersoft (anche se forse sarebbe stato ribattezzarle Megasoft, soprattutto per evitare l’assonanza con le supersoft, ma così hanno deciso gli internauti che hanno votato nel sondaggio e bisogna rispettare la scelta effettuata da tifosi e appassionati) e pneumatici in generale più morbidi e che dureranno meno, dando modo ai team di diversificare le strategie, cosa che non è stata possibile quest’anno grazie alla resistenza dei compound. Inoltre vedremo alla prova Robert Kubica che al volante della Williams dovrà dimostrare una volta per tutte di poter tornare in Formula 1 a tempo pieno, glielo auguriamo di cuore al pilota polacco che prima del drammatico incidente in rally era sicuramente tra i driver più forti e interessanti, capace di primeggiare anche con macchine non velocissime. (agg. di Stefano Belli) 

MIGLIOR TEMPO PER VETTEL NELLA FP1

Sul tracciato di Yas Marina si è appena conclusa la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi, ultima gara del mondiale 2017 di Formula 1. Sebastian Vettel ha ottenuto il miglior tempo in 1:39.006 mettendosi dietro di sé Lewis Hamilton (1:39.126) e Max Verstappen (1:39.154), da sottolineare come Ferrari, Mercedes e Red Bull siano racchiuse tra loro in meno di due decimi, preludio a un weekend che si annuncia davvero molto tirato ed equilibrato. Quarto tempo per Kimi Raikkonen (1:39.518) davanti all’altro finlandese in griglia, Valtteri Bottas (1:39.741), completano la top 10 Perez (1:40.293), Alonso (1:40.522), Vandoorne (1:40.569), Massa (1:40.723) e Ricciardo (1:40.773), l’australiano è apparso sottotono a differenza del suo compagno di box. Molto bene il giovane George Russell (1:41.131) che ha chiuso in undicesima posizione a nove decimi da Perez, più indietro Antonio Giovinazzi (1:42.065) che ha terminato la sua ultima FP1 in diciottesima posizione dopo aver commesso un errore che gli ha impedito di migliorarsi ulteriormente. (agg. di Stefano Belli) 

VETTEL RISPONDE A HAMILTON

Quando mancano solamente quindici minuti al termine della prima sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi sul circuito di Yas Marina (ventesima e ultima tappa del mondiale 2017 di Formula 1) Sebastian Vettel si è portato davanti a tutti nella classifica dei tempi con 1:39.006. Nel frattempo Max Verstappen si è portato a soli 28 millesimi da Lewis Hamilton grazie alle ultrasoft. Si migliora anche l’altro pilota della Ferrari, Kimi Raikkonen che rimane comunque dietro in quinta posizione, nella top 10 troviamo anche le due McLaren-Honda di Alonso e Vandoorne. Da segnalare il 17^ tempo di Antonio Giovinazzi che nel suo giro migliore è andato in testacoda finendo nella via di fuga in asfalto che gli ha consentito di ripartire subito e riprendere la via della pista. (agg. di Stefano Belli) 

LE MERCEDES DAVANTI ALLE FERRARI

Quando mancano 45 minuti al termine della prima sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi comincia a delinearsi più chiaramente la classifica. Dopo essersi fatti desiderare anche gli altri big scendono in pista, Ricciardo e Raikkonen utilizzano la mescola ultrasoft grazie alla quale si mettono alle spalle Hamilton. Il pilota finlandese della Ferrari è il primo a scendere sotto l’1:40 precedendo di oltre tre decimi il compagno di squadra Sebastian Vettel, dietro alle due Rosse troviamo la Red Bull di Max Verstappen, anche se il pilota olandese si è lamentato di non avere un feeling soddisfacente con la vettura e il tracciato. La reazione della Mercedes non tarda ad arrivare, Bottas con le ultrasoft stampa un 1:39.741 mentre Hamilton abbassa la sua prestazione di oltre sei decimi, le Frecce d’Argento ristabiliscono così le gerarchie. (agg. di Stefano Belli) 

SUBITO IN PISTA LE MERCEDES

Sul circuito di Yas Marina è cominciata da circa un quarto d’ora la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. Il primo a far registrare un giro lanciato è Valtteri Bottas che con le supersoft ferma il cronometro sull’1:43.060, Lewis Hamilton con una mescola più dura (la soft) abbassa il tempo del compagno di box di quasi un paio di secondi, l’impressione comunque è che nel corso del fine settimana si potrà arrivare tranquillamente sull’1:36, soprattutto nelle fasi decisive delle qualifiche. Per adesso solamente i due piloti Mercedes hanno compiuto un po’ di giri, tutti gli altri si sono limitati a effettuare qualche installation lap per verificare che le macchine fossero a tutto e collaudare le soluzioni che saranno adottate nel 2018. (agg. di Stefano Belli) 

VIA ALLA FP1

Alle ore 10.00 italiane (le 13 locali) comincerà la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi, ultima tappa del mondiale 2017 di Formula 1. L’ultima FP1 della stagione in cui le squadre proveranno alcune soluzioni in ottica 2018, tra cui la sperimentazione del dispositivo Halo che entrerà ufficialmente in vigore dall’anno prossimo e che dovrebbe garantire una maggiore sicurezza per la testa dei piloti all’interno dell’abitacolo, anche se alcuni di loro hanno espresso forti perplessità a riguardo, come Daniel Ricciardo. Il portacolori australiano della Red Bull ha infatti sostenuto che con l’Halo sarà molto più difficile riconoscere il casco dei vari piloti, un’obiezione di natura estetica che francamente lascia il tempo che trova. All’epoca dell’introduzione del collare HANS ci furono parecchie polemiche a riguardo che poi si è scoperto non avevano alcun motivo di esistere, vorrà dire che faremo l’abitudine anche all’Halo. (agg. di Stefano Belli) 

LA PIRELLI PRESENTA LE GOMME PER IL 2018

Sul circuito di Yas Marina, dove questo fine settimana è in programma l’ultimo gran premio della stagione 2017 di Formula 1, si respira la classica atmosfera da ultimo giorno di scuola anche se si pensa già al 2018. La Pirelli, ad esempio, ha già presentato le mescole di gomme che verranno utilizzate il prossimo anno: spicca l’introduzione dell’hypersoft (il nome è stato deciso dagli utenti in un sondaggio su internet) e della superhard, con i team che avranno quindi una scelta più ampia rispetto al passato. Cambia anche il colore della hard che passa dall’arancione al blu, inoltre come specificato da Mario Isola le mescole saranno complessivamente più morbide visto che nel 2017 la filosofia decente ha indotto a strategie per una sola sosta in gara, come accaduto nella maggior parte dei weekend del 2017. L’obiettivo della Pirelli è quello di stuzzicare le fantasie dei piloti e dei tecnici al muretto dei box, d’altro canto aumenta anche il rischio di creare ancora più confusione con ben sette mescole d’asciutto diverse e le soluzioni più estreme che potrebbero essere utilizzate solamente in un paio di occasioni. (agg. di Stefano Belli) 

IL PROGRAMMA E GLI ORARI DEL VENERDI’

La Formula 1 oggi, venerdì 24 novembre, torna protagonista con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Abu Dhabi 2017 in diretta dal circuito di Yas Marina, dove domenica si correrà il ventesimo e ultimo appuntamento del Mondiale 2017 di Formula 1. La prima annotazione è doverosamente riservata agli orari, che saranno quelli classici delle gare che si disputano in Europa nonostante le tre ore di fuso orario che separano l’Italia dagli Emirati Arabi Uniti, perché la gara di Abu Dhabi si disputa al tramonto. Ecco dunque quando si svolgeranno le due sessioni in programma oggi: la FP1 avrà inizio alle ore 13.00 del pomeriggio locale, quando in Italia saranno invece solamente le ore 10.00; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 14.00 italiane per la FP2 (le 17.00 locali), la sessione più significativa perché si disputerà alla stessa ora delle qualifiche di domani e della gara di domenica sul tracciato che fa parte del calendario del Mondiale di Formula 1 dal 2009. Circuito di certo non esaltante quello di Yas Marina, di solito poteva regalare emozioni giusto perché c’erano dei titoli iridati ancora da assegnare: stavolta invece tutto è già deciso, dunque l’atmosfera è quella dell’ultimo giorno di scuola – sperando che sia tale anche il divertimento.

FORMULA 1, STREAMING VIDEO E DIRETTA TV

Le prove libere FP1 e FP2 saranno trasmesse su Sky Sport F1 HD, canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky, che detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della Formula 1. Anche in questa occasione la telecronaca Sky di tutti gli eventi è affidata a Carlo Vanzini, affiancato da vari commentatori fra i quali Marc Gené, la voce dall’interno dei box Ferrari. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio, mentre la rubrica Paddock Live che farà da filo conduttore alla giornata sarà come sempre condotta da Federica Masolin. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione Sky Go.

FORMULA 1, DOVE VEDERLA IN CHIARO IN TV

Per quanto riguarda la tv in chiaro sulla Rai in questo weekend potremo seguire tutto in tempo reale. Per quanto riguarda le due odierne sessioni di prove libere, appuntamento per la FP1 e per la FP2 su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) per seguire il racconto di tutto quello che succederà oggi sul circuito con la telecronaca di Gianfranco Mazzoni e il commento tecnico di Ivan Capelli, naturalmente con gli stessi orari già in precedenza ricordati. Lo streaming della Rai sarà come sempre garantito dal sito Internet ufficiale www.raiplay.it. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, gli account @Formula 1 e @F1.

FOCUS MERCEDES

Lewis Hamilton infatti ha ormai matematicamente vinto il Mondiale: un’ottima stagione per il pilota britannico e per il team di Stoccarda, che ha aggiunto un altro Mondiale Costruttori alla sua collezione recente. Non tutto però luccica per la Mercedes: il vantaggio sulla Ferrari è drasticamente calato rispetto alla scorsa stagione e se la Rossa non avesse visto un trittico disgraziato in Asia (Singapore, Sepang, Suzuka) l’esito avrebbe potuto essere molto diverse. La Mercedes ha insomma sfruttato nel migliore dei modi le disgrazie altrui, e anche questo è certamente un merito (soprattutto per quanto riguarda l’affidabilità), tuttavia Toto Wolff e soci sanno che il vantaggio sul resto del mondo non è più così netto. Hamilton comunque ha fatto egregiamente la propria parte, rivelandosi estremamente solido avendo commesso di fatto un solo grosso errore in tutta la stagione, due settimane fa ad Interlagos, peraltro a Mondiale già vinto: sicuramente quest’anno abbiamo visto un Lewis Hamilton molto migliore di quello dell’anno scorso, quando con una Mercedes dominante perse il titolo a vantaggio del compagno di squadra Nico Rosberg.

FOCUS FERRARI

La Ferrari è l’altra faccia della medaglia: sia a Singapore sia a Sepang è apparsa più veloce della Mercedes, ma non ha raccolto praticamente nulla così come poi a Suzuka a causa del ritiro di Sebastian Vettel dopo pochi giri, salutando ogni speranza di vincere qualcosa in questo 2017 che pure resta largamente positivo per la Rossa. I rimpianti sono molto forti, perché la Ferrari ha dimostrato di essere praticamente sempre competitiva con le Frecce d’Argento, su alcuni circuiti anche superiore, vantaggio però non sfruttato in Asia e se vogliamo pure in Messico, dove l’incidente al primo giro ha vanificato la pole position di Sebastian Vettel, anche se in quel caso pure Hamilton dovette accontentarsi di una gara anonima proprio a causa di quel contatto e il tedesco dunque recuperò 10 punti, comunque insufficienti a tenere aperta la lotta fino ad Interlagos, dove la vittoria della Ferrari ha generato un inevitabile mix di soddisfazione e rimpianti. Ora l’ultimo obiettivo è quello di chiudere al meglio la stagione, magari sfatando il tabù Abu Dhabi, dove la Ferrari non ha mai vinto – ma Vettel si è imposto per ben tre volte, sempre ai tempi della Red Bull. L’attesa per quanto succederà in questo ultimo weekend della stagione sta finalmente per finire, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Abu Dhabi 2017 di Formula 1 a Yas Marina sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori