Classifica Formula 1 / Mondiale Piloti e Costruttori: Raikkonen trova il sorpasso! Gp Abu Dhabi 2017

- Mauro Mantegazza

Classifica Formula 1, Mondiale Piloti e Costruttori verso il Gp Abu Dhabi 2017 a Las Marina: Vettel per il secondo posto, titolo iridato già assegnato a Hamilton

vettel_hamilton_baku_lapresse_2017
Diretta Formula 1: a Baku scontro Vettel-Hamilton nel 2017 - LaPresse

E’ un impeccabile Valtteri Bottas a vincere il Gp di Abu Dhabi, ultimo banco di porta della stagione 2017 della Formula 1: ecco quindi gli ultimi verdetti per la classifica del mondiale piloti come di quella costruttori. Ovviamente non accade nessun ribaltone al vertice: Lewis Hamilton festeggia ora in maniera ufficiale il quarto titolo mondiale  e la Mercedes vince quello costruttori: ma come l’esito della pista di Yas Marina ha modificato le classifiche? Il britannico delle frecce d’argento chiue la stagione a 363 punti con Vettel secondo a 317 punti messi a bilancio: terzo gradino del podio per Valtteri Bottas che sale quindi a quota 305 punto con Raikkonen quarto a 205. Il finlandese della Ferrari ha approfittato dell’out di Ricciardo (quindi a 200 punti) per recuperare il quarto posto nella classifica piloti: sesto Verstappen a 168 punti. La top ten si chiude con il settimo posto di Perez  e l’ottavo di Ocon, rispettivamente a a 100 e 87 punti: infine ecco Sainz fermo a quota 54 punti, con il decimo gradino occupato sia da Hulkeberg  che da Massa, fermi a 43 punti. Nessuna sopresa nella classifica costruttori della Fomrula 1 dopo il Gp di Abu Dhabi: Mercdes in testa ma con 668 punti, Ferrari seconda a 522 e Red Bull terza ferma a 368. (agg Michela Colombo)

LO SCONTRO FINALE

Se  è ben noto il titolo del Mondiale piloti della Formula 1 è già da tempo al sicuro nella bacheca di Lewis Hamilton, molti altri verdetti per la classifica si attendono tra poco dalla pista di Yas Marina, dove prenderà il via il Gp di Abu Dhabi. Detto della situazione incerta ai gradini alti non dobbiamo poi sottovalutare il duello tutto in casa Williams per l’ultimo gradino della top ten. Ora infatti tale posizione è occupata da Felipe Massa che ha già annunciano il suo ritiro definitivo dalla Formula 1 dopo questa prova del mondiale: il brasiliano vanta ora 42 punti. Sono però appena due le lunghezze che Massa registra  a vantaggio sul compagno di squadra Lance Stroll, fermo quindi a 40 punti (ma che patirà solo dall’ottava fila). Con gli ultimi punti in palio  lo scontro interno in casa Williams si annuncia rovente: Massa chiuderà alla grande nella top ten della classifica dei piloti della Formula 1 oppure le nuove leve lo supereranno? (agg Michela Colombo)

VETTEL TEME IL RIBALTONE

Si avvicina l’ultimo banco di prova per la stagione 2017 della Formula 1 ovvero il Gp di Abu Dhabi e benchè per la classifica piloti come per il mondiale costruttori i calcoli siano già stata fatti questo non vuol dire che mancheranno le sporprese in pista , anche per quanto riguarda i gradini più alti della lista. Dato a Lewis Hamilton il quarto titolo mondiale della F1 chiaramemte il britannico non dovrà più preoccuparsi di nulla, ma alle sue spalle Sebastian Vettel non può ancora dormire sonni tranquillissimi. Oltre alla perdita dell’ambito riconoscimento dopo una stagione da protagonista con la sua Ferrari, in pista come nella classifica piloti, il tedesco a Yas Marina dovrà guardarsi le spalle da Valtteri Bottas, poleman questa domenica. Vettel infatti registra il secondo posto in graduatoria a quota 302 punti mentre in finlandese della Mercedes insegue a 280: 22 punti quindi tra di loro quando manca da disputare ancora una gara che ne mette in palio ben 25. Certo facendo qualche calcolo il ribaltone rimane improbabile: servirebbe una vittoria di Bottas con Vettel che dovrebbe prendere la bandiera a scacchi  oltre il nono posto. Va però detto che se il primo ha realizzato qui la pole position il tedesco non ha fatto altrettanto bene in questo weekend: staremmo a vedere. (agg Michela Colombo)

RAIKKONEN  A CACCIA DEL 4^ POSTO

Con il titolo Mondiale di Formula 1 2017 già assegnato (sia piloti che costruttori), la classifica ad una gara dal termine, vale a dire il Gran Premio di Abu Dhabi, offre ormai pochi spunti di riflessione a livello di graduatorie. Sono ormai poche le posizioni che possano modificarsi: solo una nella parte alta della lista. Vale a dire, Kimi Raikkonen può soffiare il quarto posto a Daniel Ricciardo. L’australiano della Red Bull aveva costruito un vantaggio enorme e andava anche a caccia della terza piazza, ma in Malesia e in Messico si è ritirato mentre in Brasile ha chiuso soltanto sesto. Nelle stesse gare Raikkonen è sempre stato terzo, guadagnando così 37 punti su Ricciardo; adesso il finlandese della Ferrari ha solo 7 lunghezze da recuperare al pilota Red Bull. Questo significa che dovrà comunque chiudere davanti a lui; in caso di parità di punti il quarto posto sarebbe di Raikkonen in virtù del maggior numero di secondi posti centrati (le vittorie sarebbero pari, una a testa), con Raikkonen secondo Ricciardo non dovrebbe andare oltre il quinto posto mentre se il finlandese dovesse terminare in terza posizione, per la quarta volta consecutiva, l’australiano dovrebbe scendere almeno all’ottava piazza. Difficile ma non impossibile, soprattutto considerando come sono andati gli ultimi Gran Premi. (agg. di Claudio Franceschini)

LA CLASSIFICA A UNA GARA DAL TERMINE

La classifica del Mondiale di Formula 1 che volto assumerà al termine del Gran Premio di Abu Dhabi? La gara di Yas Marina fisserà definitivamente le gerarchie ma non potrà più mutare la situazione per i due titoli, dal momento che il Mondiale Piloti è già stato assegnato a Lewis Hamilton a Città del Messico, mentre il Mondiale Costruttori è già matematicamente in tasca alla Mercedes fin da Austin. Facciamo comunque il punto sulla situazione attuale, cioè quella maturata nei diciannove Gran Premi fin qui disputati, sotto molto aspetti già definitiva. Il grande duello fra la Ferrari e la Mercedes, come è noto, ha preso la via di Stoccarda: nella classifica Piloti Lewis Hamilton è ormai irraggiungibile essendo 43 punti davanti a Sebastian Vettel quando ne restano solamente 25 da assegnare, mentre per quanto riguarda la classifica Costruttori le Frecce d’Argento hanno dominato, anche se certamente la Rossa ha retto molto meglio il confronto rispetto alle stagioni precedenti. Dunque nel Mondiale Piloti troviamo al comando Hamilton con 345 punti davanti a Vettel, secondo con 302 punti. A livello teorico, Vettel potrebbe essere insidiato per il secondo posto da Valtteri Bottas, che infatti è terzo con 280 punti, a 22 lunghezze dal tedesco della Ferrari, ma servirebbe un ribaltone clamoroso (vittoria del finlandese con Seb al massimo nono).

LA CLASSIFICA COSTRUTTORI

Nel Mondiale Costruttori invece la Mercedes ha già in cassaforte un enorme vantaggio sulla Ferrari (6255 punti contro 490): l’incidente di Singapore e poi i problemi di affidabilità di cui la Ferrari ha sofferto sia a Sepang sia a Suzuka hanno permesso a Stoccarda di mettere definitivamente la parola fine a questa contesa negli Stati Uniti. Per il Cavallino Rampante comunque i miglioramenti rispetto alle stagioni più recenti sono evidenti e questo è un dato che non andrà dimenticato: anzi, le distanze che tra Messico e Brasile sono tornate a calare aumentano i rimpianti per il “buco nero” asiatico. Se 43 punti vi sembrano tanti, pensate che solo a Singapore fra i punti persi da Vettel e quelli guadagnati da Hamilton ne saranno ballati almeno 40: insomma, si sarebbe potuti arrivare ad Abu Dhabi praticamente a pari punti pur con i successivi guasti in Malesia e Giappone. Il ritardo nel Costruttori chiama in causa Kimi Raikkonen, perché è il gap che il finlandese accusa dal connazionale Valtteri Bottas – 193 punti per Raikkonen contro i 280 di Bottas – ad avere creato questo solco fra le due scuderie. Kimi però potrebbe ora sperare di superare almeno Daniel Ricciardo al quarto posto, che l’australiano detiene con 200 punti tondi tondi. Fra i costruttori naturalmente la Red Bull è la terza forza, che con 358 punti completa il podio fra i team; curiosa però l’alternanza fra i due piloti, con Daniel Ricciardo che ha fatto molto bene per quasi tutta la stagione ma è stato bersagliato dalla sfortuna negli ultimi Gran Premi, proprio mentre quando la difficile stagione di Max Verstappen ha cambiato aspetto: adesso l’olandese ha 158 punti, impreziositi però da ben due vittorie.

Classifica piloti

1 Lewis Hamilton (Mercedes)* 363

2 Sebastian Vettel (Ferrari) 317

3 Valtteri Bottas (Mercedes) 305

4 Kimi Raikkonen (Ferrari) 205

5 Daniel Ricciardo (Red Bull) 200

6 Max Verstappen (Red Bull) 168

7 Sergio Perez (Force India) 100

8 Esteban Ocon (Force India) 87

9 Carlos Sainz (Toro Rosso/Renault) 54

10 Felipe Massa (Williams) 43

10 Nico Hulkenberg (Renault) 43

11 Lance Stroll (Williams) 40

12 Romain Grosjean (Haas) 28

13 Kevin Magnussen (Haas) 19

14 Fernando Alonso (McLaren) 17

15 Stoeffel Vandoorne (McLaren) 13

16 Joyon Palmer (Renault)  8

17 Daniil Kviat (Toro Rosso) 5

17 Pascal Wehrlein (Sauber) 5

Classifica costruttori

1 Mercedes* 668

2 Ferrari 522

3 Red Bull 368

4 Force India 187

5 Williams 83

6 Renault 57

7 Toro Rosso 53

8 Haas 47

9 McLaren 30

10 Sauber 5

* campione del mondo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori