Test Abu Dhabi 2017/ Formula 1, diretta, classifica dei tempi. Bandiera a scacchi! (2^ giornata Yas Marina)

- Michela Colombo

Test Abu Dhabi Formula 1: classifica dei tempi e diretta della seconda giornata di prove sulla pista di Yas Marina. Occhi puntati su nuove gomme Pirelli e Halo.

sebastian_vettel_1_ferrari_lapresse_2017
Classifica Formula 1 Formula 1 (Foto LaPresse)

E’ scesa anche l’ultima bandiera s scacchi della stagione 2017 della formula 1: si chiudono quindi i test per la f1 ad Abu Dhabi e nei box i vari team sono impegnati a imballare tutto per rimandarlo nelle fabbriche. Prima però di salutare tutti i protagonisti di questa brillante stagione, andiamo a dare un ultimo controllo in pista a Yas Marina, considerando che la classifica dei tempi dato che tanti piloti hanno approfittato degli ultimi minuti per un ultimi giro veloce. la graduatoria vede ancora il primo tempo di Sebastian Vettel di 1.37.551 (118 giri per il ferrarista): secondo Bottas a 1.38.490 141 giri di pista, con Verstappen terzo a 132 giri effettuati a Yas Marina  e il crono di 1.38.736. Nella top five definitiva ecco poi Perez e Ocon, con Sainz e Kubica rispettivamente senso e settimo: la top ten si chiude con Vandoorne, Magnussen e Sirotkin. In fondo alla classifica ecco poi Leclerc, Norris, Hartley e Gasly.CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA DEI TEMPI

MIGLIORA BOTTAS

Comincia a calare il sole sulla pista di gas Marina: mando infatti poco meno di un’oretta e mezzo alla bandiera a sacchi su questa seconda e ultima giornata di testa ad Abu Dal i e sono già parecchi i container visti in prossimità dei box per rimandare tutto a casa. Intanto molti piloti sono ancora presenti in pista: Sainz sta infatti studiando le nuove mescole super soft, mentre Bottas e Norris hanno da poco superato quota 200 giri. L’ultima ora di prove è stata poi particolarmente proficua perfino per la classifica dei tempi registrati, che ora andremo a vedere. Il primo crono di vette rimane ancora irrangiunbile ma alle spalle del ferrarista ecco che sale Bottas al secondo posto con il tempo di 1.38.490: migliora pure  Perez ora quarto a 1.39.08 

VETTEL SEMPRE IN TESTA

Non ci sono grandi novità dalla pista di Abu Dhabi: sembra quasi che gran parte dei team stiano già impacchettando per portare tutto a casa e chiudere finalmente questa stagione 2018 della Formula 1. Va però etto che per molti piloti il lavoro di test è ora bloccato da un’improvvida bandiera rossa: a giustificarla pare che ci sia stato un problema alla Ferrari Sf 70 H di Vettel che si è dovuto fermare in pista a Yas Marina. Poco male visto che ora possiamo dare uno sguardo più da vicino alla classifica dei tempi, di cui ricordiamo che i molti crono sono stati fissati dai rispettivi piloti utilizzando le nuove gomme della Pirelli Hyper Soft a banda rosa. In vetta alla graduatoria ecco ancora il ferrarista che vanta il crono di 1.37.551, con secondo Max Versappen a 1.38.736 e Esteban Ocon su Force india a 1.39.148 (ma ora  la vettura è in mano a Sergio Perez). La top five vede poi Bottas e per Carlos Sainz su Renault, mentre oltre ecco poi Magnussen e Sirotkin (questo su Williams): più avanti Leclerc su Sauber e Vandoorne mentre Perez chiude la top ten.   

TORNA KUBICA

Momento di calma piatta sulla pista di Yas Marina: la seconda giornata di test ad Abu Dhabi vede al momento tutti i piloti ritiratisi ai box per una piccola pausa pranzo e un ultimo meeting con i propri meccanici e ingegneri. Non ci sino quindi particolari novità dalla pista che però ora si prepara a trovare nuovi protagonisti: nella sessione pomeridiana infatti vedremo alcuni avvicendamenti. Confermati Bottas e Vettel rispettivamente su Mercedes e Ferrari, mentre in Force India tra poco uscirà Sergio Perez mentre in Toro rosso vedremo Brendon Hartley. Il nome più atteso è ovviamente quello di Robert Kubica, che prenderò il posto di Sirotkin sulla Williams. Già ieri il pilota polacco, pur non brillantissimo in termini di velocità ha comunque messo a bilancio più du 100 giri sulla monoposto versione 2917. 

SI TESTA HALO

Poca attività al momento in pista a Yas Marina per la seconda giornata di Test della Formula 1: solo Norris e Leclerc, rispettivamente su McLaren e Sauber stanno al momento assaggiando l’asfalto. Proprio il pilota per la casa di Woking ha già messo a bilancio ben 50 giri e al momento sta provando l nuovo sistema Halo, che non presenta ora nessun appendice aerodinamica. Come lui ha però messo già a bilancio più di una cinquantina di giri pure Sebastian Vettel su Ferrari, ora ferma ai box: il meno stakanovista di questa prima parte della seconda giornata di test per la Formula  1 è stato Pierre Gasly su Toro Rosso ferma ad appena 23 giri: proprio poco per lui anche perchè nelle prossime ore verrà sostituito da Hartley. 

VETTEL SUBITO IL PIU’ VELOCE

Siamo ormai entrati nel vivo della seconda e ultima giornata di test per la Formula 1 a Abu Dhabi: in pista a Yas Marina ormai tutti i piloti hanno fatto almeno qualche giro di pista ma i tempi ovviamente sono molto alti. La curiosità della line up di questo giorni è la presenza di due McLaren: la Pirelli infatti è stata costretta a cancellare i test riservato alla scuderia di Woking in Brasile, concedendo nel contempo la possibilità di girare con due macchine qui a Yas marina. Il lavoro comunque continua solerte e molte vetture stanno ora scendendo in pista con i classici rastrelli aerodinamici: da notare però sulla Ferrari la presenza di un nuovo sistema halo, molto simile a quello visto sulla vettura di Alonso proprio ieri. Dando infine un occhio alla classifica dei tempi vediamo che in testa anche in questa seconda giornata di test c’è la Rossa: Vettel ha firmato il tempo di 1.37.551, seguito per il momento da con su Force India e Bottas su Mercedes.  

SECONDO GIORNO DI TEST

Seconda e ultima giornata di test per la Formula 1 ad Abu Dhabi: si chiuderà infatti oggi sulla pista di Yas Marina la due giorni di prove che la Pirelli ha chiesto a tutte le scuderia per mettere alla prova i nuovi pneumatici studiati dalla casa italiana per la prossima stagione. Quelle di oggi mercoledì 29 novembre 2017 saranno anche le ultime ore a disposizione per tutti gli appassionati della F1 con i protagonisti: il prossimo appuntamento saranno infatti solo i test ufficiali attesi il prossimo febbraio 2018. Occhio quindi alla classifica dei tempi per conoscere le risposte che daranno sulla pista di Yas Marina le nuove mescole della Pirelli. 

INFO TV E STREAMING VIDEO, ORARI

Confermati anche per questa seconda giornata di test per la formula 1  di Abu Dhabi gli stessi orari osservati nella ieri, considerando un ogni caso il fuso orario con l’Italia. Utilizzando gli orari italiani ricordiamo che quindi i semafori si spegneranno per dare il via alle ore 6.00: bandiera a scacchi attesa invece per le ore 15.00 con nel mezzo una piccola pausa riservata al pranzo. Da segnalare che anche per questo 2^ giorno non è stata prevista una diretta tv della sessione di test a Abu Dhabi e di conseguenza non sono state fornite indicazioni riguardanti una diretta streaming video dell’evento. La piattaforma satellitare di Sky, che detiene i diritti in esclusiva della F1, dovrebbe però assicurare una buona copertura dell’evento sul proprio canale Sky sport 24 (numero 200) con collegamenti in diretta con Abu Dhabi previsti durante tutto l’arco della giornata. Consigliamo inoltre di rimanere collegati sul sito ufficiale della Formula 1 all’indirizzo www.formula1.com, oltre che sui profilo social collegati per rimanere informati su quanto sta succedendo in pista a Yas Marina. 

LA GIORNATA DI IERI

Brillanti i risultati raccolti ieri in pista ad Abu Dhabi nella prima giornata di test, con molti giri veloci e tanti i piloti che hanno pure registrato long run segnando a bilancio più di 100 giri. Dando un occhio veloce alla classifica dei tempi segnati ieri a Yas Marina va dato merito al pilota della Ferrari Raikkonen (che oggi verrà sostituito da Vettel) che ha firmato in fretta il giro più veloce con il 1’37″768. Dietro al finlandese ecco poi Ricciardo e Lewis Hamilton, distanti però almeno mezzo secondo, con Grosjean e Stroll che hanno chiuso la top five. Oltre ai tempi realizzati, è da valutare positivamente la prestazione di tutti i piloti in pista a Yas Marina: notevole il lavoro fatto da Robert Kubica, per la prima volta in pista con la versione 2017 della Williams: per lui oltre 100 giri effettuati e il nono crono con 1.41”269 in classifica.

LE GOMME E IL SISTEMA HALO

Oltre i grandi protagonisti della prossima stagione della Formula 1 , la pista di Yas Marina ha visto il test di due elementi che caratterizzano il prossimo campionato ovvero le nuove gomme della Pirelli e il sistema di Protezione Halo. Se del secondo ancor’oggi molti piloti non si sono espressi (pur raccogliendo moltissimi dati per poi effettuare prove comparative in galleria del vento) invece, è stato generalmente positivo il giudizio dato ai nuovi pneumatici Pirelli. Tra le novità introdotte ecco anche la gomma Hyper soft a banda rosa, la gomma più morbida che la casa italiana ha mai realizzato per la Formula 1. Proprio Raikkonen, il più veloce ad Abu Dhabi ieri ha dichiarato a proposito della nuova mescola (con la quale ha realizzato il giro record): “Sì ho provato le hyper soft, hanno ovviamente tanta aderenza e rendono le macchine più veloci”. Il giudizio però sarà da rivedere con le nuove monoposto, come il finlandese ha poi aggiunto. Staremo a vedere che cosa ci dirà la pista oggi. 

CLASSIFICA DEI TEMPI

 

1

05

Sebastian Vettel

Ferrari

1’37″551

 

2

77

Valtteri Bottas

Mercedes

1’38″490

 

3

33

Max Verstappen

Red Bull

1’38″736

 

4

11

Sergio Perez

Force India

1’38″818

 

5

31

Esteban Ocon

Force India

1’39″148

 

6

55

Carlos Sainz

Renault

1’39″444

 

7

46

Robert Kubica

Williams

1’39″485

 

8

2

Stoffel Vandoorne

McLaren

1’39″782

 

9

20

Kevin Magnussen

Haas

1’39″810

 

10

46

Sergey Sirotkin

Williams

1’39″947

 

11

37

Charles Leclerc

Sauber

1’40″666

 

12

47

Lando Norris

McLaren

1’41″714

 

13

28

Brendon Hartley

Toro Rosso

1’43″345

 

14

10

Pierre Gasly

Toro Rosso

1’44″827

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori