Formula 1 2017/ News, i piloti protagonisti della prossima stagione di F1. Occhi puntati in casa della McLaren, e Giovinazzi… (Parte 2)

- La Redazione

Formula 1 2017 news: ecco i piloti attesi per la prossima stagione della F1. La coppia inedita in casa McLaren che risultati darà? Occhi puntati su Giovinazzi, Parte 2.

Fernando_alonso_mclaren
Fernando Alonso (Lapresse)

Dopo aver annunciato nella prima parte di questo articolo alcuni grandi protagonisti attesi per la prossima stagione 2017 della Formula 1 andiamo a vedere i nomi delle scuderie che rimangono tra quelle già iscritte al prossimo mondiale della Se le l’economia, i titoli e le statistiche vede le scuderie sotto elencate come “minori”, è proprio qui che si accende la più feroce competizione per uno spazio da debuttante nella prova di motori tra la più seguita al mondo. La partecipazione infatti di anche soli pochi Gp con un casco minore è al momento l’unico modo per gli esponenti del giovane mondo dei futuri piloti di mettersi in mostra e convincere qualche top team a prendersi con sé. Fino a che il sistema delle “scuole” e delle “Academy” non prederà veramente piede, il circus della F1 rimarrà ancora piuttosto chiuso alla novità, salvo qualche eccezione.

Il messicano l’anno scorso ha fatto vedere cose piuttosto apprezzabili nonostante la modestia della vettura in sè. Va però aggiunto che è interesse della scuderia tenersi stretto il più possibile lo stesso Perez, per motivi economici e di sponsor. I due podi ottenuti comunque non mettono in discussione il suo talento, specialmente la sua dote di farsi trovare pronto al momento giusto. Al posto di Hulkenberg nella F1 2017 troveremo Ocon, approdato in Formula 1 prima come terzo pilota della Renault, poi al posto di Werlhein in Manor. Il francese ha già dichiarato di “essere destinato alla Mercedes” (quando la casa tedesca era in cerca di un sostituto di Rosberg) e di poter “battere Verstappen”: l’ottimismo non gli manca, vedremo il talento.

Lo spagnolo soffre senza dubbio di nostalgia dei bei tempi andati: stanchezza comprensibile data anche i continui problemi che la vettura gli ha dato nella scorsa stagione. Il futuro di Alonso (che già in diverse occasioni ha pronunciato la parola “ritiro”) dipenderà sia dalla vettura che la scuderia gli fornirà sia dai possibili stimoli che la concorrenza in casa con il belga classe 1992 potrà offrire. Quanto visto in Gp 2 fa ben sperare per Vandoorne, che avrà il duplice compito di non sfigurare come debuttante e di trascinare verso qualche ambizione maggiore l’intera squadra.

Il passaggio di Bottas in Mercedes ha costretto gli uomini della scuderia inglese a pregare il brasiliano di tornare indietro. Massa non si è fatto troppo lusingare e la F1 2017 ci offre questo duo “vecchio-giovane” ovvero un pilota come Massa con 15 anni di carriera nella formula maggiore e un debuttante. Se del primo si sa molto, del secondo quasi niente: oltre le polemiche sul suo ingresso in scuderia (si dice che “papino” gli abbia comprato il volante a 80 milioni di dollari) i primi test privati hanno riportato pareri sospettosamente entusiastici. Finché non vediamo non crediamo.

Il terzo pilota della Ferrari sarà presto alla Sauber (motorizzata dalla scuderia di Maranello) per sostituire l’infortunato Wehrlein nella prima sessione di prove per la F1 a Barcellona, ma le ultime notizie riportano l’ipotesi che il giovane pilota possa presentarsi alla griglia di partenza nei primi Gp del Mondiale. Per Giovinazzi e i suoi estimatori (davvero tanti negli ultimi anni) si tratta di un’occasione più che unica, che anche la Ferrari vuole sfruttare il più possibile, mettendo in mostra senza troppo rischi un giovane della propria academy in vista di un futuro inserimento nel circus a titolo effettivo. 

(Michela Colombo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori