Formula 1 2017/ News, ecco i piloti protagonisti della prossima stagione della F1. La mina vagante Palmer in Renault (Parte 3)

- La Redazione

Formula 1 2017: ecco i piloti protagonisti nella prossiam stagione della F1. La coppia Palmer-Hulkenberg in Renault sarà prossima mina vagante del mondiale? Parte 3.

Joylon_palmer_reanult
Joylon Palmer,pilota della Renault (LaPresse)

Proprio domani sul circuito di Barcellona scenderanno in pista i protagonisti attesi per la prossima stagione 2017 della Formula 1. Dopo ave visto i profili dei piloti che correranno per le scuderie iscritte alla prossima stagione della formula 1, divisi tra top team e le coppie-sorpresa della vogliamo chiudere il cerchio delle presentazioni delineando chi saranno le punte di diamante delle scuderie considerate “piccole”, ma che spesso nella loro storia hanno rappresentato una vera mina vagante per i top team soprattutto nelle situazioni più disparate che anche nella stagione passata hanno movimentato non poco il mondiale. Le scuderie prese in considerazione non nutrono ambizioni di mondiale e i piloti protagonisti difficilmente potranno mettere a bilancio più di qualche buon piazzamento:  ristrettezza di mezzi e poco sviluppo tecnologico della vettura rendono questi team di solito confinati nella parte più lontana della griglia di partenza, fattore che però non ne mette in discussine il potenziale spettacolo che sono in gradi di offrire.

Il russo ha scontato la retrocessione della scuderia austriaca in maniera davvero pesante e la prospettiva per la nuova stagione è proprio quella di far mangiare le mani alla direzione della Redbull quanto più possibile. A fianco a lui ancora Carlos Sainz, il cui approdo alla prossima stagione della Formula 1 stata messa in dubbio da uno spettacolare incidente occorso solo poco fa alla Dakar 2017, da cui miracolosamente è uscito illeso.

–Che la scuderia svizzera si iscrivesse a questo campionato di Formula 1 appariva affatto scontata e i problemi economici certamente saranno il primo problema anche per questo mondiale 2017. Lo svedese con la Sauber non è mai andato oltre il 12 posto e difficilmente vedrà traguardi più elevati anche in questa stagione: di contro Ericsson festeggia un nuovo compagno di squadra, che ha il merito di essere stato vagliato dalla Mercedes in sostituzione di Nico Rosberg e questo interessamento può comunque dire molto. La macchina rimane quello che è, e finché ci sarà, ma Wehrlein se non altro ha l’entusiasmo della giovinezza e potrebbe dare un po’ una scossa anche alla statica Formula 1 vista negli ultimi anni.

Qualche anno fa erano stati presentati nel circus della F1 come le nuove promesse della professione: il talento certo è indiscutibile e anche la capacità, benchè il tempo abbia dato già giustizia di questa sopravvalutazione iniziale. La stagione 2016 ha offerto a Grosjean qualche piazzamento e prestazioni apprezzabili. Il danese non ha particolarmente brillato e la sua graduale discesa in grado nelle scuderie nelle ultime stagioni ne è esempio illuminante. Difficile dire a cosa potranno puntare, ma di certo le aspettative al momento rasentano il suolo.

Figlio d’arte, Palmer ha raccolto quanto possibile con la vettura francese nella scorsa stagione purtroppo le prospettive per il 2017 non appaiono più rosee: la vettura non è tra le più competitive, ma delle capacità dell’inglese che potrebbero regalare qualche soddisfazione in più, si spera bene. Come compagno di squadra avrà quest’anno Nico Hulkenberg. Il tedesco, nel circus della F1 ormai dal 2010 sa di certo come guidare una vettura anche modesta come mostrano i piazzamenti ottenuti nella scorsa stagione con al Force India, ma forse è la stessa monoposto il grande punti di domanda nella casa francese.

 (Michela Colombo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori