Test Formula 1 Barcellona 2017/ Tempi e classifica, Raikkonen il più veloce di tutti (Montmelò, 2^ giornata)

- La Redazione

Test Formula 1 Barcellona F1 2017: diretta tv e streaming video della seconda giornata di prove sul circuito di Montmelò, con tutti i tempi e classifica, oggi martedì 28 febbraio.

gomme_formula_1
Foto La Presse

Si è chiusa solo pochi attimi fa con la bandiera rossa la seconda giornata di test per la formula 1 2017 in corso a Barcellona: negli ultimi minuti concessi sulla pista di Montemlò diversi piloti hanno voluto provare a registrare qualche giro più veloce per chiudere la sessione pomeridiana in bellezza, mentre altre scuderie dopo il lungo lavoro fatto in giornata hanno preferito ritirarsi ai box con qualche minuto di anticipo. In effetti il lavoro fatto oggi è stato molto più intenso rispetto a quanto fatto nella prima giornata di test della Formula 1 diversi piloti nel complesso o anche solo nella sessione pomeridiana hanno infatti superato quota 100 giri, circa due Gp di Barcellona  in poche ore. Magnussen con la sua Haas ha messo a bilancio circa 114 giri, mentre Raikkonen e la sua Ferrari  è arrivato a quota +100 come anche Bottas e la sua Mercedes anche se va detto che quest’ultimo li ha messi a tabella solo nel pomeriggio odierno. La classifica dei giri più veloci consegna la palma di migliore per la 2^ giornata di test della F1 2017 a Barcellona al ferrarista Kimi Raikkonen, seguito della graduatoria da Hamilton, che ha corso bella mattinata e da Verstappen, che ha però messo a tabella 89 giri. Chiudono la top anche Magnussen, Ocon, Kvyat, Boottas, Palmer, Giovinazzi, Vandoorne e Stroll, ma si ricorda che il pilota della Williams ha corso solo questa mattina prima di impattare e rompere la monoposto. 

Manca poco più di un’ora alla conclusione della seconda giornata di test per la Formula 1 2017 e in diverse scuderie si comincia già a fare un bilancio della giornata: lo sta facendo di certo già la Mercedes che ha praticamente ritirato dalla pista di Montmelò la vettura di Bottas, dopo gli ottanta giri messi a segno solo in questo pomeriggio, perlopiù con le gomme della mescola morbida. Dopo diversi giri prestazionali validi per il crono anche in casa Ferrari con Raikkonen si è proposto un long run che al momento è ancora in corso come simulazione di gara: un impegno davvero gravoso per il pilota finlandese che già nella mattinata aveva messo a tabella numerosissimi giri.  Questo ha dato invece la possibilità alla Toro Rosso e Kvyat di scendere nuovamente in pista per questo pomeriggio per mettere a punto un nuovo giro veloce, sulle tracce di Giovinazzi, che ha senza dubbio convinto tutti del suo grande talento, sebbene sia la prima volta che salga sopra alla Sauber. Manca ancora all’appello la McLaren di Vandoorne, che ha finora macinato davvero pochi giri in questa seconda giornata di test per la Formula 1 2017

Siamo ormai entrati nel vivo del pomeriggio di test della seconda giornata di test sulla pista di Barcellona in vista della prossima stagione di Formula 1. Mentre la Mercedes e Bottas sono impegnati i lungi long run, in cui evidentemente si testa il set up da gara, la Ferrari con Raikkonen ha deciso di montare per alcuni giri le gomme soft e strappare qualche tempone capace di spiccare nella classifica dei tempi registrati in questa seconda giornata a Montmelò. L’obbiettivo per la rossa di Maranello riesce e Raikkonen supera nella graduatoria il miglior giro di Hamilton bloccando l’orologio sul 1.20:960. Sta facendo molto bene anche Giovinazzi sulla sua Sauber con la quale sta prendendo via via sempre più confidenza abbassando il suo crono fino al 1.25.983. Risultano ancor latitanti i piloti di Redbull, Toro Rosso e McLaren: per la scuderia austriaca Verstappen ha  in questo pomeriggio messo a segno ben pochi giri, mentre dalla casa di Woking alcune indiscrezioni ci comunicano che presto Vandoorne dovrebbe ritornare in posta a Montmelò.  Ricordiamo infine che per questa seconda giornata i test della William per la stagione 2017 della formula 1 sono praticamente finiti visto che la scuderia non ha i pezzi di ricambio per toppare la vettura dopo l’incidente di Stroll.   

Sono passati circa 50 minuti dall’apertura della sessione pomeridiana della seconda giornata di test per la Formula 1 in corso a Barcellona. Al momento dopo qualche giro veloce sono solo i due protagonisti mancati della mattina a macinare chilometri sulla pista di Montmelò. Il primo protagonista citato e il nostro Antonio Giovinazzi, che ha già messo a bilancio circa una ventina di giri, migliorando costantemente il suo tempo, fino ad raggiungere il giro crono di 1.26.976. Giovinazzi, in prova alla Sauber per sostituire l’infortunato Wehrlein, è infatti riuscito a fare appena 5 giri questa mattina ai tesi di Barcellona per la F1 e un solo crono, subendo il cambio motore. Per questo motivo l’ex ferrarista sta ora macinando chilometri con continuità nonostante le difficoltà al fine di recuperare almeno parte del tempo perso questa mattina. Stesso obbiettivo per Joylon Palmer sulla Renault, che ha già messo a tabella una quindicina di giri. Come previsto per la sessione pomeridiana in casa Mercedes è sceso in pista Bottas al posto di Lewis Hamilton, mentre si segnala la notizia per cui almeno per la seconda giornata, i test della William sono terminati. Sembra infatti che nell’incidente di Stroll al termini della sessione mattutina la sua Williams abbia riportato ingenti danni e la scuderia non è in possesso dei giusti ricambi. 

Sta per avere inizio la sessione pomeridiana della seconda giornata di test sulla pista di Barcellona, dove le 10 scuderie iscritte alla prossima stagione 2017 della F1 stanno mettendo alla prova le soluzioni studiate nel corso degli ultimi mesi. Come già visto nella prima giornata di prove a Montmelò l’unico cambio atteso è quello in casa Mercedes con la staffetta tra Hamilton e Bottas:  scelta saggia senza dubbio quella della scuderia tedesca che ha già messo a bilancio 66 giri (la durata del Gp di Spagna a Barcellona è di solito di 60 giri). Provando diverse mescole e soluzioni Hamilton si è comunque confermato come il più veloce della mattinata seguito dalla ferrar di Raikkonen che fino ad ora ha percorso 47 giri. A completare il podio virtuale c’è la William di Ocon, seguito in classifica dei miglio tempi da Magnussen, Verstappen, Kvyat, Stroll e Vandoorne. Negli ultimi minuti della sessione anche l’italiano Antonio Giovinazzi, al cui Sauber oggi ha riscontarto grossi problemi è riuscito a mettere a punto il primo giro cronometrato fissato sul 1.33:741. 

Cala la bandiera rossa sulla sessione mattutina della seconda giornata di test per la Formula 1 2017 a Barcellona: al momento la pista di Montmelò appare infatti deserta per via della classica ora di pausa che viene concessa  a circa metà della sessione per il pranzo. Facendo un breve bilancio di questa prima mattinata va notato che rispetto a quanto visto ieri quasi tutte le scuderie hanno portato, quando la vettura lo permetteva per di long run concepiti per essere fatti sulla pista spagnola con mescole diverse. In questo senso la classifica di tempi, che vede sempre in testa la Mercedes di Lewis Hamilton potrebbe essere facilmente fraintendibile. Quello che però emerge sono gli ottimi risultati conseguiti sia dalla Casa tedesca, seguita a breve distanza dalla Ferrari di Raikkonen, tra le due team presenti sulla pista di Montmelò che hanno registrato meno problemi. Si sono registrate invece diverse difficoltà in casa Sauber, dove Giovinazzi dopo due installation lap è stato costretto a rimanere ai box per cambiare il motore, che in McLaren dove la pompa dell’olio dà ancora grandi problemi che sulla Haas di Magnussen (a lungo ai box) e alla Force India di Ocon, che partito in ritardo ha concluso la sessione mattutina di test per la Formula 1 a Barcellona fermandosi alla curva 10. 

Continua a ritmo frenetico i lavori nei box delle scuderie impegnate questa mattina  Montmelò, nella seconda giornata dei test per la Formula 1 del 2017 a Barcellona: tra i protagonisti più attesi di questo turno va dato senza dubbio spazio al giovane esordiente italiano Antnio Giovinazzi, che da terzo pilota della Ferrari è stato promosso in pista a Montmelò alla Sauber per sostituire l’infortunato Wehrlein. Per lui al momento la seconda giornata di test per la Formula 1ha portato ben pochi giri e al momento la sua Sauber è ferma da tempo ai box per la sostruzione del motore. Le fonti ufficiali della casa svizzera però ci dicono che Giovinazzi darà prova di sé nel primo pomeriggio a Montmelò. Proprio in questo momento la pista di Barcellona sta vivendo un momento di intenso traffico: è infatti finalmente uscito il sole sull’asfalto di Montmelò e l’incremento delle temperature sta permettendo ai diversi piloti in pista di mettere a tabella giri più performanti e statisticamente più rilevanti. Non a caso al momento si vede in pista finalmente la Haas di Magnussen, che finora non aveva praticamente messo a bilancio nessun giro crono, assieme a Vandoorne, Verstappen, Hamilton impegnato in un altro long run e anche Raikkonen. 

Siamo finalmente entrati ormai nel vivo della sessione mattutine della seconda giornata di test per la Formula 1 a Barcellona: quadi tutti i piloti hanno cominciato a macinare i primi giri cronometrati anche se al momento la classifica dei tempi migliori appare leggermente spoglia. Non sono però ancor giunte notizie di Ocon e Palmer: i piloti di Force India e Renault non sono ancora scesi in pista, ma entrambi i team hanno rassicurato che presto scenderanno in pista a Montmelò. Al momento solo Hamilton ha cominciato a mettere un bel numero di giri a tabella per questa 2^ giornata di test a Barcellona con Raikkonen che comincia a girare in maniera più costante sulla sua Ferrari, dopo che sono stati sistemati i sensori sui rastrelli: al momento pare difficile e fuorviante ancora fare un confronto diretto tra le prestazioni delle due prossime protagoniste della stagione 2017 F1 visto che stanno montando gomme diverse ed effettuano test differenti (il britannico effettua long run con le soft, mentre il finlandese monta gomme medie e frequenta maggiormente i box). Pare invece che non sia affatto finita la situazione di emergenza in casa della McLaren: già nella giornata di ieri Alonso aveva messo a tabella ben pochi giri cronometrati, registrando un problema alla pompa dell’olio, che pare ancora non completamente risolto. 

E’ passata appena un’ora dalla bandiera verde che ha dato il via alla prima sessione della seconda giornata di test per la Formula 1 che stanno avendo luogo sulla pista di Montmelò a Barcellona. Come al solito goni scuderia potrà far correre solo una monoposto alla volta quindi andiamo a vedere quali sono i protagonisti attesi oggi: per la Mercedes questa mattina è sceso in pista a Montmelò Lewis Hamilton, (ma nel pomeriggio è atteso il cambio con Bottas), per la Ferrari c’è Raikkonen, Verstappen per la Redbull, Ocon per la Force India, Stroll al suo esordio con Williams, Vandoorne per la McLaren, Kvyat per la Toro Rosso con Palmer e Magnussen ancora in posta oltre all’esordiente Giovinazzi in pista con la Sauber al posto dell’infornato Pascal Werhlein. In questa prima parte della mattina Hamilton è stato finora l’unico pilota  a mettere già a bilancio diversi giri con la sua Mercedes sulla quale è stata montata una T Wings più piccola rispetto a quanto visto in pista a Barcellona nella prima giornata di test. Si segnata anche un piccolo testa coda per Stroll e la sua Williams, che ha provocato una piccola interruzione della seconda giornata di testa  Barcellona per la F1. 

Sta per avere inizio la seconda giornata die test per la Formula 1 a Barcellona: il circuito di Montmelò è stato scelto da scuderia e fia per via delle sue peculiari caratteristiche, che riuniscono in un mix unico diverse particolari di altri tracciati del calendario della F1. Anche in questa seconda giornata di test ci aspetta cielo sereno e condizioni di pista ottimali per i piloti di F1 impegnati in questa intensa sessione di test: come ieri le monoposto avranno a disposizione la pista di Montmelò dalle ore 9 alle 18 con un’ora di pausa tra le 13 e 14. Come ieri ogni scuderia potrà far scendere in pista una sola monoposto alla volta. Nella giornata di ieri è emerso subito la grande potenza di Ferrari e Mercedes, che però montando diversi set di gomme rimane difficile fare un confronto diretto. Bene anche la Williams di Massa e la Force India di Sergio Perez che hanno mostrato ottimi tempi, mentre c’è molta attesa per quanto metteranno in pista McLaren e Redbull che ieri nella prima giornata di testa della Formula 1 hanno registrato diversi problemi nel settaggio della monoposto.

La Formula 1 torna protagonista: la stagione 2017 comincia di fatto questa settimana con la prima sessione di test ufficiali a Barcellona sullo storico circuito di Montmelò: le date sono state ufficializzate da tempo e oggi martedì 28 febbraio è dunque la seconda giornata di questi test Formula 1 che sono cominciati ieri e proseguiranno fino a giovedì 2 marzo. Tutte le scuderie iscritte alla prossima stagione della Formula 1 scenderanno dunque in pista per quattro sessioni di nove ore ciascuna di prove in vista del prossimo Mondiale che avrà inizio a Melbourne domenica 26 marzo con il Gran Premio d’Australia, che ormai non è più così lontano. L’attesa è tantissima e tutti gli appassionati non vedono l’ora di veder messe alla prova le nuove monoposto che si daranno battaglia nella stagione ormai imminente: ieri abbiamo avuto le prime indicazioni, si attendono però conferme perché naturalmente per ora tempi e classifica vanno presi con la massima cautela.

Le nuove regole imposte dalla Fia hanno costretto infatti tutti i team a rivedere pesantemente la linea delle proprio monoposto, specialmente dal punto di vista aerodinamico, dal momento che le nuove gomme decisamente più larghe hanno imposto cambiamenti molto significativi. Ieri comunque abbiamo avuto una conferma delle gerarchie del recente passato, con Lewis Hamilton e la Mercedes davanti a tutti: le Frecce d’Argento saranno di nuovo le logiche favorite e Hamilton lo sarà in modo particolare, visto che Valtteri Bottas dovrà come minimo fare il callo alla nuova monoposto sulla quale è “capitato” quasi a sorpresa dopo il clamoroso ritiro dalla scena di Nico Rosberg, il campione in carica.

Secondo posto per la Ferrari e per Sebastian Vettel: niente sorpasso sui grandi rivali, ma comunque conforta il fatto che il livello di competitività sia buono – sempre tenendo conto del fatto che ci basiamo su una singola giornata di test. Maranello può comunque consolarsi pensando ai problemi che sono capitati sia alla Red Bull sia alla McLaren: anche in questo caso non si deve drammatizzare perché problemi di gioventù sono perfettamente normali e anzi è prezioso che eventuali problemi emergano immediatamente, però è chiaro che soprattutto in casa McLaren (che arriva da anni disastrosi) l’allarme è scattato subito, perché il glorioso team britannico non potrebbe permettersi di buttare via un’altra stagione.

Ricordiamo infine che le tutte le giornate di test Formula 1 2017 a Barcellona non saranno visibili in diretta tv nella loro interezza: la piattaforma satellitare di Sky ha però promesso ampia copertura sul proprio canale Sky sport 24 (numero 200) che su Sky Sport F1 (numero 207) con numerosi collegamenti dalla pista di Barcellona e momenti di approfondimento previsti durante tutto l’arco della giornata. In questo senso ricordiamo l’appuntamento con Speciale Race Anatomy Test su Sky sport F1 in programma alle ore 20.30. Sarà confermata anche la diretta streaming video degli appuntamenti sopra citati tramite l’applicazione SkyGo. Consigliamo pertanto di rimanere collegati sul sito ufficiale della Formula 1 all’indirizzo www.formula1.com, per avere molte importanti informazioni ufficiali circa le prove in corso di svolgimento nei dintorni di Barcellona.

1 Raikkonen Ferrari 1.20:960

2 Hamilton Mercedes 1.20.983

3 Verstappen Redbull 1.22:200

4 Magnussen Haas 1.22:204

5 Ocon Force india 1.22:509

6 Kvyat Toro Rosso 1.22.956

7 Bottas Mercedes 1.22:986

8 Palmer Renault 1.24:139

9 Giovinazzi Sauber 1.24:671

10 Vandoorne McLaren 1.25:600

11 Stroll Williams 1.26:040

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori