Diretta/ Formula 1 prove libere FP1 e FP2: Williams e Force India faticano (oggi Gp Australia 2017 Melbourne)

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 prove libere FP1 e FP2 Gp Australia 2017 Melbourne: tempi e classifica delle due sessioni del primo Gran Premio stagionale ad Albert Park (oggi venerdì 24 marzo)

sebastian_vettel_1_ferrari_lapresse_2017
Classifica Formula 1 Formula 1 (Foto LaPresse)

Al termine delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Australia che apre il Mondiale di Formula 1, sono emerse note positive e stonate. Nel primo caso citiamo la Mercedes, di cui abbiamo parlato approfonditamente in basso, ma ora è arrivato il momento di analizzare anche chi ha deluso in questa prima giornata a Melbourne. Il passo indietro che preoccupa maggiormente è quello della Williams: solo quattordicesimo Felipe Massa, che però ha girato con le meno performanti supersoft. Il distacco è di 2.7 secondi, mentre Lance Stroll non è andato oltre il sedicesimo tempo, che fa registrare un gap di 2.9 rispetto al tempo del velocissimo Lewis Hamilton. In difficoltà anche la Force India: undicesima con Sergio Perez e tredicesima con Esteban Ocon, che hanno fatto registrare rispettivamente un distacco di 1.971 e due secondi e mezzo. Non è stata, dunque, trovata ancora la giusta velocità a Melbourne. (agg. di Silvana Palazzo)

La Mercedes si prepara al nuovo Mondiale nello stesso modo con cui ha concluso la stagione precedente di Formula 1, cioè dominando. Lewis Hamilton ha lanciato un messaggio chiaro agli avversari: vuole tornare a vincere. E Valtteri Bottas non sembra ancora pronto a lottare con il compagno. C’è spazio, dunque, d’inserimento per Ferrari e Red Bull. Problemi per Sebastian Vettel, però, in FP1: è stato a lungo ai box, ma poi ha fatto registrare passi avanti in FP2, posizionandosi alle spalle di Hamilton. Il gap potrebbe ridursi se la Rossa riuscirà a trovare il giusto bilanciamento. Molto più competitivi rispetto ai test di Barcellona sono i piloti della Red Bull: se non fosse uscito di pista durante la FP2, Max Verstappen si sarebbe avvicinato ulteriormente alle Ferrari. Segnali di crescita importanti, invece, li ha forniti la Toro Rosso, mentre è ancora da inquadrare la Renault. Pochi sorrisi per la Force India, mentre per la McLaren prosegue il calvario, anche se Fernando Alonso può consolarsi con il fatto che la vettura non abbia registrato problemi. (agg. di Silvana Palazzo)

La Mercedes e la Ferrari insieme alle altre scuderie hanno effettuato una simulazione gara con diverse coperture nel corso delle prove libere del Gran Premio d’Australia del Mondiale di Formula 1. La scuderia tedesca ha provato le ultrasoft, la stessa copertura scelta da Kimi Raikkonen. Sebastian Vettel, invece, ha utilizzato le supersoft. Al termine della simulazione è emersa la superiorità della Mercedes, che tra l’altro è importante, se consideriamo i tempi: mezzo secondo abbondante di vantaggio sul pilota tedesco della Ferrari, che però ha fatto registrare il suo miglior tempo pur avendo messo alle sue spalle diversi giri. Non ha convinto Kimi Raikkonen, il cui gap rispetto alle prestazioni dei due piloti della Mercedes è stato in media di 5-6 decimi. La Mercedes, dunque, continua a fare la voce grossa, ma la Ferrari non si sente lontana dalla scuderia campione del mondo in carica. I tifosi della Rossa sperano che sia effettivamente così per cominciare al meglio il nuovo Mondiale. (agg. di Silvana Palazzo)

È il leader delle prove libere FP1 e del Gran Premio di Australia, gara di apertura del Mondiale di Formula 1: con gomma ultrasoft ha fatto registrare un tempo di 1:23.620. Al secondo posto Sebastian Vettel, che dopo una prima sessione complicata si è ripreso: con le gomme ultrasoft, però, gira ad oltre 5 decimi dall’inglese (1:24.167). Seguono i loro compagni di squadra: al terzo e quarto posto i due finlandesi Valteri Bottas e Kimi Raikkonen, che hanno utilizzato le stesse gomme. Il pilota della Mercedes ha chiuso la seconda sessione con appena nove millesimi di ritardo da Vettel, più staccato l’altro pilota della Ferrari, che ha chiuso in 1:24.525. Qualche difficoltà per le due Red Bull, che appaiono al momento più sornione: Daniel Ricciardo ha chiuso al quinto posto con poco più di un secondo da Hamilton, mentre Max Verstappen si è sistemato al seno posto (1:25.013), pur avendo usato le gomme meno prestazioni, cioè le supersoft. Bene, invece, la Toro Rosso, che ha piazzato i suoi due piloti nella top ten. Da segnalare che la FP2 è stata sospesa per una decina di minuti a causa dell’incidente di Jolyon Palmer: nessuna conseguenza fisica per il pilota della Renault, ma è scattata subito la bandiera rossa. (agg. di Silvana Palazzo)

La Formula 1 torna in diretta con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Australia 2017 sul circuito di Melbourne, la gara inaugurale del Mondiale 2016. Si riaccendono i motori dopo l’inverno e per prima cosa ecco gli orari delle due sessioni in programma oggi, venerdì 24 marzo: come sempre, anche quest’anno naturalmente il venerdì sarà dedicato alle prove libere. Bisogna tenere presente che ci sono ben dieci ore di fuso orario tra l’Italia e Melbourne, dunque gli orari non saranno di certo agevoli per gli appassionati italiani: la avrà inizio alle ore 2.00 italiane, quando sul circuito saranno le 12.00; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 6.00 (le 16.00 locali) per la , la sessione più significativa perché si disputerà sostanzialmente alla stessa ora della gara di domenica.

L’attesa è grande perché dopo un lungo inverno, ravvivato da soli otto giorni di test, da oggi si fa sul serio, anche se pure i tempi delle prove libere vanno sempre presi con cautela. Comunque siamo finalmente arrivati al primo Gran Premio e di conseguenza tutti dovranno iniziare a fare sul serio, senza i classici dubbi che circondano le prestazioni nelle qualifiche. La corsa si terrà sul circuito Albert Park di Melbourne, che ospita il GP di Australia a partire dall’ormai lontano 1996. Si tratta di un tracciato lungo 5,3 chilometri ed è una pista che richiede un grosso lavoro dal punto di vista aerodinamico, con una serie di curve difficili e ben pochi rettilinei di una certa lunghezza. Tutto il circuito costituisce un’alternanza di punte oltre i 300 chilometri orari e sterzate improvvise. Le curve sono dedicate ad alcuni dei piloti che hanno fatto la storia dell’automobilismo australiano e mondiale: Jones, Brabham, Whiteford, Lauda, Clark, Waite, Ascari, Prost.

Chi saranno i grandi protagonisti sul tracciato australiano? Il grande favorito sembra Lewis Hamilton, senza dubbio pilota di punta della Mercedes, anche se il rendimento che saprà offrire il suo nuovo compagno di squadra Valtteri Bottas, che ha preso il posto del campione del Mondo Nico Rosberg (ritiratosi dopo avere conquistato l’iride), sarà uno dei temi di maggiore interesse. La maggiore insidia per la Mercedes dovrebbe arrivare dalla Ferrari, perché sia Sebastian Vettel sia Kimi Raikkonen hanno fatto benissimo nei test. Pur con tutte le cautele del caso, possiamo affermare che la Ferrari ha le carte in regola per essere più protagonista rispetto all’anno scorso (non ci vuole molto) e dunque l’auspicio è che queste sensazioni possano essere confermate anche adesso che si fa sul serio.

Appare un po’ più indietro la Red Bull, a causa soprattutto del motore Renault che per ora non sembra in grado di reggere il confronto con i propulsori di Ferrari e Mercedes, ma chi sta peggio è il binomio McLaren Honda. Il Mondiale non è ancora nemmeno cominciato, ma dalle premesse si annuncia un altro anno molto difficile per Fernando Alonso, che meriterebbe certamente di più. L’attesa per quanto succederà in questo weekend sta però per finire, per la gioia di tutti i tifosi e gli appassionati, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Australia 2017 di Formula 1 a Melbourne sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori