DIRETTA/ Formula 1 F1 info streaming e tv, gara live: vince Bottas, sul podio con Vettel e Raikkonen

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 F1 gara live Gp Russia 2017 Sochi: griglia di partenza, tempi, ordine d’arrivo e vincitore del quarto Gran Premio della stagione (oggi domenica 30 aprile 2017)

vettel_raikkonen_ferrari_sochi_lapresse_2017
Griglia di partenza Formula 1: i piloti Ferrari (LaPresse)

Valtteri Bottas vince il Gran Premio di Russia 2017: prima vittoria in carriera per il pilota Mercedes, che grazie al sorpasso al via e ad una prestazione perfetta riesce a salire sul gradino più alto del podio. Capolavoro del finlandese, ma il finale di gara è stato incandescente, perché Sebastian Vettel ha provato fino alla fine a spaventare l’avversario. Lo testimonia un team radio di Bottas, che dopo una sbavatura in curva ha chiesto di ridurre i contatti per potersi concentrare nel finale. Una gara di rincorsa, dunque, quella di Vettel, che proprio all’ultimo giro voleva tentare l’attacco a Bottas: complice anche il doppiaggio complicato di Massa, il pilota tedesco non è riuscito ad avvicinarsi al punto tale da tentare il sorpasso. Sull’ultimo gradino del podio sale, invece, Kimi Raikkonen, che ha macinato giri su giri veloci. La Ferrari, dunque, può essere delusa per la mancata vittoria, ma consolarsi guardando il bicchiere mezzo pieno, cioè la situazione positiva in classifica. Non può farlo invece Lewis Hamilton, che ha concluso la gara al quarto posto con un gap impressionante dal compagno di scuderia. (agg. di Silvana Palazzo)

Il Gran Premio di Russia 2017 è entrato in una fase particolarmente delicata. Dopo la danza dei pit stop la situazione non è cambiata particolarmente, ma la Ferrari ha gettato le basi per un gran finale. Sebastian Vettel ha ritardato il rientro ai box: si è fermato, infatti, sette giri dopo la sosta di Valtteri Bottas per provare a rientrare al primo posto, ma è riuscito invece ad uscire in pista con un gap di soli quattro secondi. La scelta di posticipare il pit stop potrebbe però favorire il pilota tedesco nel finale di gara, perché si ritroverà con una gomma più “fresca” di quella del pilota della Mercedes. Ci sono, dunque, tutti gli ingredienti per un grande spettacolo prima che venga mostrata la bandiera a scacchi: ora, infatti, il gap è sceso a un secondo e mezzo e quindi Vettel può preparare l’attacco. Sta andando forte anche Kimi Raikkonen, che ha raccolto un margine importante ai danni di Lewis Hamilton, il quale non ha potuto spingere come avrebbe voluto. I problemi di temperatura hanno condizionato il pilota britannico, che non riesce tra l’altro ad avere una guida pulita sul tracciato di Sochi. Dietro, invece, cambia poco: dietro a Verstappen ci sono Hulkenberg, Massa, Perez, Ocon e Sainz per la top ten. (agg. di Silvana Palazzo)

Il circuito di Sochi si conferma avaro di sorpassi: pochi guizzi, tutti al via del Gran Premio di Russia 2017. Quindi, Valtteri Bottas continua a condurre al primo posto, dimostrando grandi doti alla guida della Mercedes. Dietro restano Sebastian Vettel, che potrebbe anticipare la sosta a causa di un problema ad una gomma anteriore che si sta deteriorando velocemente, e Kimi Raikkonen, che sta tenendo a distanza Lewis Hamilton. Quest’ultimo si sta rendendo protagonista di un botta e risposta a distanza con i meccanici della Mercedes: il pilota britannico non riesce ad avere una prestazione costante, per di più deve gestire la monoposto, che ha un problema di temperature e per questo tende a surriscaldarsi. «Perché accade solo a me?», chiede Hamilton nel team radio. In gestione in questa fase, invece, Max Verstappen, protagonista di una buona partenza: si è portato, infatti, al quinto posto. Per il momento, però, non sembra poter fare meglio. Tutto potrebbe cambiare quando arriverà il momento delle soste: le strategie, dunque, potrebbero avere un ruolo chiave in questa fase. (agg. di Silvana Palazzo)

Guizzo di Valtteri Bottas al via del Gran Premio di Russia 2017: il pilota della Mercedes ha sorpassato prima Kimi Raikkonen e poi Sebastian Vettel subito dopo la partenza, prendendosi così il primo posto. Le Ferrari non sono state particolarmente scattanti sulla griglia di partenza, ma hanno tenuto dietro Lewis Hamilton, che tra l’altro deve guardare nello specchietto, perché c’è Max Verstappen pronto ad attaccarlo. Dopo la partenza, però, la gara è stata “congelata” dalla Safety Car, entrata sul circuito di Sochi per l’incidente tra Grosjean e Palmer. Senza conseguenze, invece, il testacoda di Stroll, che è riuscito a proseguire la gara. Non è proprio cominciata, invece, per Fernando Alonso, che si è ritirato durante il giro di formazione. Ancora problemi per la McLaren, che il pilota spagnolo ha lasciato in pista, costringendo la direzione gara ad introdurre un nuovo giro di formazione. (agg. di Silvana Palazzo)

Le monoposto si sistemano sulla griglia di partenza: è ormai tutto pronto per il Gran Premio di Russia 2017. Il circuito di Sochi ospita il nuovo appuntamento del Mondiale di Formula 1, che potrebbe vedere trionfare la Ferrari: le carte in tavola sono cambiate, ora è la Scuderia di Maranello a partire favorita, legittimata del resto dalla grande prestazione nelle qualifiche. Le Mercedes, dunque, si ritrovano ad inseguire Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, oltre a dover fare i conti con i problemi di Lewis Hamilton, che ha dimostrato in questo weekend scarso feeling con la sua monoposto. E, infatti, il compagno di scuderia Valtteri Bottas lo ha sopravanzato, quindi partirà dal terzo posto sulla griglia di partenza. Ci sarà un ordine di scuderia per favorire il pilota britannico? È ancora presto per queste considerazioni, molto tra l’altro dipende da come partiranno le due Mercedes. Molto si giocherà al via, per cui la Ferrari è chiamata ad una grande partenza. L’attesa sta crescendo, tra poco il semaforo si spegnerà.  (agg. di Silvana Palazzo)

Le qualifiche di Formula 1 sorridono a Sebastian Vettel. Il pilota della Ferrari scatterà in prima fila in griglia di partenza, grazie ad una performance straordinaria: “Credo sia fantastico. Eravamo andati forte anche nelle prove, la macchina è stata fenomenale. Non c’è un vero e proprio segreto per il risultato di queste qualifiche. E’ solo un dato di fatto che, se ti trovi bene con la monoposto, allora riesci a trovare il tuo ritmo e sai cosa aspettarti”. Intenso e combattuto il duello contro la Mercedes: “Sapevamo che sarebbe stata dura combattere contro la Mercedes e poteva anche finire in un altro modo, ma sono felice per la squadra per aver occupato la prima fila”. Le qualifiche sono cominciate bene, poi il pilota ha perso un po’ di ritmo in Q2 come lui stesso ha ammesso ai microfoni dei giornalisti che lo hanno intervistato: “Non sono stato perfetto, per cui ho dato tutto alla fine”. L’entusiasmo di Vettel è comprensibilmente alle stelle, il pilota ha voluto sottolineare gli sforzi compiuti per ottenere questi risultati: “Per noi è molto importante, perché negli ultimi anni avevamo visto un dominio Mercedes in qualifica ed è fantastico, per il team e per me, averlo interrotto. Ma ora vediamo cosa accadrà in gara”. E a proposito della gara:  “E’ lunga e noi cercheremo di confermare questo risultato”. (agg. di Jacopo D’Antuono)

Secondo tempo e prima fila in griglia di partenza per Kimi Raikkonen, che nelle qualifiche di Formula 1 ha brillato assieme al suo compagno di team Vettel. Il pilota, nelle dichiarazioni ai media, ha espresso tutta la sua soddisfazione per questa prima parte di week end:  “In generale finora è stato un weekend senza sorprese. Come assetto, siamo stati più contenti della macchina sin dal primo giorno: e quando inizi bene, è più facile lavorare e migliorare in diversi punti”. Kimi è contento della prima fila, ma non fa mistero del fatto che avrebbe preferito essere davanti:  “Abbiamo raggiunto un gran risultato per il team: ovviamente avrei preferito essere davanti, ma su questa pista non è facile fare un buon giro. Così sono contento del secondo posto, è molto meglio di quanto fatto finora quest’anno”. Guai a sedersi però, il test che conta di più è la gara: “Siamo solo in qualifica, i punti si prendono in gara, e dobbiamo fare un buon lavoro. Secondo me andremo bene, di certo sarà una battaglia serrata. Speriamo di partire bene e poi vedremo che succede.” (agg. di Jacopo D’Antuono)

Spazio alle parole di Felipe Massa, intervistato al termine delle qualifiche di Formula 1. Il pilota partirà dalla terza fila in griglia di partenza e non ha nascosto la sua soddisfazione per quanto ottenuto: “E ‘stata una grande qualifica per noi. E ‘così bello vedere che siamo nel mezzo delle due Red Bull”. Massa ricorda che Red Bull era meglio posizionata all’inizio: “Sono partiti certamente meglio di noi, su qualifiche e ritmo di gara, ma questa è una buona pista per noi e noi stanno combattendo assieme a loro”. Grinta, determinazione e voglia di fare. Il pilota Williams non vede l’ora di tornare in pista per la gara: “Sono felice del piazzamento odierno, ma sono anche contento del fatto che in gara ce la giocheremo”. Quindi una promessa: “Daremo tutto, sono molto carico e spero di ripetermi anche in gara”. (agg. di Jacopo D’Antuono)

La griglia di partenza di Formula 1 non sorride a Lance Stroll, che non è stato proprio fortunatissimo in fase di qualifica. Il pilota Williams ha così commentato la sua giornata: “Le cose non sono andate come speravo. Abbiamo avuto alcuni problemi, probabilmente le gomme non mi hanno aiutato. Ho fatto una buona partenza, ma alla fine qualcosa non ha funzionato”. Lance Stroll recita il mea culpa, senza buttarsi giù: “Ho commesso qualche errore, si prospetta un fine settimana molto difficile per noi ma proveremo a lavorare al meglio”. La gara può riservare delle sorprese? “E’ molto lunga, vedremo cosa accadrà in pista. Ciò che spero è che la fortuna sia un pochino più dalla nostra parte”. (agg. di Jacopo D’Antuono)

Cresce l’attesa per il Gran Premio di Russia, quarta tappa del Mondiale 2017 di Formula 1: il circuito di Sochi è pronto a regalare diverse sorprese, a cominciare dalla composizione della griglia di partenza, con una pole position tutta Ferrari grazie alla prima posizione conquistata da Vettel e la seconda da Raikkonen. Fernando Alonso ha invece deluso le aspettative. Lo spagnolo si è dovuto accontentare della quindicesima piazza, in ottava fila davanti alla Renault di Jolyon Palmer. D’altronde la stagione di Alonso è iniziata malissimo e rischia di proseguire ancor peggio. Al doppio ritiro avvenuto sia in Australia che in Cina, è arrivato un quattordicesimo posto in Qatar e adesso una qualifica non proprio entusiasmante. Alonso ha fatto registrare in FP3 un crono di 1’36”.869, meglio di quanto raccolto in Q1 e Q2, dove erano stati registraTi rispettivamente i tempi di 1’36”353 e 1’36”660. Il pilota McClaren si è detto soddisfatto in termini di prestazioni del telaio, pneumatici e aerodinamica della vettura. “Il nostro obiettivo? Fare punti. Dobbiamo avere un buon inizio – ha spiegato Alonso – che dovrà combaciare con una buona strategia. Soltanto così riusciremo a fare una gara apprezzabile”. (agg. Giuliani Federico)

Stoffel Vandoorne partirà dalla ventesima posizione sulla griglia di partenza del Gran Premio di Russia, quarto appuntamento del Mondiale 2017 di Formula 1. Il pilota belga non è riuscito ad andare oltre l’1’37”070 raccolto in Q1 e l’1’37”182 della FP3. Questi tempi sarebbero valsi la diciassettesima piazza, ma Vandoorne è stato penalizzato di ben 15 posizioni. Il motivo? La sostituzione del motore prima di affrontare la FP2, scelta necessaria a causa di un problema tecnico ma che, essendo il quinto cambio in nemmeno quattro gare, comporta una ingente penalità. Il classe ’92, è ancora giovane e avrà modo di formarsi. In casa Mclaren, semmai, la delusione arriva da Fernando Alonso, piazzatosi quindicesimo. Il ragazzino di Courtrai proverà in ogni caso a portare a casa qualche punto, dopo il tredicesimo posto conquistato in Australia, il ritiro in Qatar e la non partenza in Bahrein. “Il nostro obiettivo principale – ha spiegato Vandoorne – sarà quello di cercare di ottenere il massimo dalla gara di domani. Sappiamo che sarà difficilissimo ma possono succedere tante cose in pista. Alcuni scenari potrebbero darci una mano. Ci aspettavamo un weekend difficile”. (agg. Giuliani Federico)

Daniel Ricciardo si è assicurato il quinto posto in griglia di partenza nelle qualifiche di Formula 1. L’australiano è finito alle spalle di Ferrari e Mercedes e questo è il suo commento rilasciato alla stampa al termine della giornata: “Guardo di più al piazzamento che al tempo impiegato. Eravamo consapevoli del fatto che il quinto posto era il massimo obiettivo alla portata. Siamo venuti qui per lottare e ci siamo riusciti”.  Sul duello con la Williams: “Forse noi abbiamo più carico al posteriore e probabilmente in gara potremmo partire meglio con le gomme, anche se loro sono molto veloci nei rettilinei”. Apparentemente, secondo Ricciardo, c’è poco da fare contro lo strapotere di Ferrari e Mercedes: “Sono superiori in ogni settore, quindi sono soddisfatto del risultato raggiunto. Siamo riusciti a centrare ciò che volevamo e siamo contenti”. (agg. di Jacopo D’Antuono)

Le qualifiche di Formula 1 portano soltanto un settimo posto in griglia di partenza per Max Verstappen. Il pilota della Red Bul è molto deluso per quanto ottenuto in pista e non riesce a farsene proprio una ragione: “Il nulla completo, non sono riuscito a fare niente – ha dichiarato sconfortato – In Q1 in realtà ero partito bene, poi ho cominciato ad avere problemi perdendo il posteriore. Se scivoli alla curva numero 13 ottieni soltanto il peggio”. Tutti i tentativi di rimediare si sono rivelati inefficaci, Max ha fatto il possibile ma alla fine si è dovuto arrendere ai limiti della vettura: “Abbiamo veramente provato di tutto. Abbiamo lavorato sul bilanciamento freni, sul differenziale e sul freno motore ma nulla ci ha aiutato”. Pochissimi spunti positivi in questa giornata in pista, Max Verstappen l’ha definita straziante: “Siamo stati in difficoltà per tutto il tempo, è stato un vero strazio. Speriamo solo che le cose vadano meglio in gara”. (agg. di Jacopo D’Antuono)

Lewis Hamilton partirà dalla seconda fila sulla griglia di partenza del Gran Premio di Russia, quarta tappa del Mondiale 2017 di Formula 1. L’inglese si è dovuto accontentare della quarta posizione, alle spalle del compagno di squadra Valtteri Bottas e del duo Ferrari composto da Vettel e Raikkonen, rispettivamente primo e secondo. Nelle qualifiche Hamilton ha commesso qualche errore di troppo, fra cui uno nel settore finale che ha di fatto regalato mezzo secondo a Bottas. “È stato difficile utilizzare i pneumatici e trovare il giusto assetto -ha spiegato con un pizzico di amarezza il campione del mondo Mercedes – La Ferrari? Ha fatto un ottimo lavoro. Sarà difficile in gara ma daremo tutto ciò che abbiamo”. La pista di Sochi potrebbe aiutare Hamilton nella sua risalita, grazie ai lunghi rettilinei in cui l’inglese dovrà essere pronto a tallonare i rivali. Fare punti a sufficienza per tornare in testa alla classifica piloti non sarà facile: Vettel non ha nessuna intenzione di lasciarsi sfuggire questa ghiotta opportunità. (agg. Giuliani Federico)

Si avvicina la quarta tappa del Mondiale di Formula 1. Nel Gran Premio di Russia tutti i riflettori saranno puntati sulla sfida a distanza tra Mercedes e Ferrari, con la Rossa in netto vantaggio grazie alla doppietta conquistata nelle qualifiche da Vettel e Raikkonen. I due piloti partiranno infatti rispettivamente dalla prima e seconda posizione. Se la prima fila sulla griglia di partenza è tutta Ferrari, la seconda è interamente colonizzata da Mercedes. Bottas scatterà dalla terza piazza, Hamilton dalla quarta. Il finlandese ha buone chance di migliorare i suoi 38 punti stagionali dopo due terzi posti (Australia e Bahrein) e un sesto (Cina). Bottas ha ammesso che era impossibile fare meglio delle Ferrari, apparse nelle prove decisamente più veloci delle avversarie. “La Ferrari è stata più veloce di noi – ha spiegato il pilota Mercedes – Noi eravamo vicini a loro ma non abbastanza da poterli scavalcare. Hanno lavorato meglio sui pneumatici e hanno già un ottimo passo di gara”. La partenza dalla seconda fila potrebbe comunque rivelarsi un’arma interessante e da sfruttare al meglio. Riuscirà Bottas a difendersi dagli assalti di Hamilton e infilarsi tra le due Ferrari? (agg. Giuliani Federico)  

Domenica nel segno della Formula 1: in diretta da Sochi si corre il Gran Premio di Russia 2017 sul circuito che ospita il quarto appuntamento del Mondiale 2017 (clicca qui per il dettaglio della griglia di partenza del Gran Premio di Formula 1 di Sochi). Diciamo subito che la partenza della gara avrà luogo alle ore 14.00 italiane, le 15.00 locali, dal momento che fra l’Italia e la città russa sulle rive del Mar Nero nota soprattutto per avere ospitato le Olimpiadi invernali del 2014 (il circuito sorge proprio all’interno del Villaggio Olimpico) c’è una sola ora di fuso orario: tra l’altro si gareggia alle 15.00 locali proprio per conservare ai telespettatori europei il classico orario delle 14.00.

Prima fila tutta Ferrari nelle qualifiche del Gran Premio di Sochi di Formula 1. La pole va a Sebastian Vettel, che con il tempo di 1.33.194 regala la prima posizione alla scuderia italiana. La festa è completa con il secondo tempo di Raikkonen, che a sorpresa si piazza davanti a Bottas, staccato di 60 millesimi da Vettel. Seconda fila Mercedes, con Bottas terzo a poco meno di un decimo da Vettel, e quarto Hamilton, il vero sconfitto di oggi, che paga oltre mezzo secondo da Sebastian. Un risultato straordinario per la Ferrari, che non conquistava l’intera fila addirittura dal 2008 (quasi 10 anni fa): allora si correva a Magny Cours, in Francia. Se confrontati i tempi delle libere, ci si poteva anche aspettare un risultato del genere, ma nessuno qui in Russia credeva che il gap accusato dalle Mercedes fino al sabato mattina potesse essere reale. Ed invece è tutto vero. La Ferrari, che anche sul passo gara ha dimostrato di essere superiore rispetto alla Mercedes, ha la chance di allungare nel Mondiale, se Vettel farà tutto quello che è necessario per condurre in porto la gara. In terza fila partiranno Ricciardo e Massa. L’australiano è a quasi 2 secondi dalla pole position, così come il brasiliano della Williams. La monoposto guidata dall’ex ferrarista dimostra di essere competitiva quanto quasi la Red Bull, che soffre particolarmente per via del tracciato russo che richiede un gran motore (Renault è ancora un gradino sotto rispetto a Mercedes e Ferrari). Solo settimo. Verstappen, beffato per 50 millesimi da Massa. Chiudono la top ten Hulkenberg, Perez e Ocon. Ancora un Gran Premio in salita intanto per Fernando Alonso. Lo spagnolo della Mclaren è stato eliminato in Q2 e partirà dalla quindicesima posizione. Ultimo Grosjean con la monoposto Haas, motorizzata Ferrari.

Rossa davanti a tutti nelle terze prove libere del Gran Premio di Sochi di Formula 1 a conferma del feeling inaspettato che la Rossa di Maranello ha su questa pista dalla stagione 2017, visto che nelle passate stagioni la Mercedes si era dimostrata sempre una spanna sopra tutti gli altri. In attesa delle qualifiche del pomeriggio, Vettel è primo in 1.34.001, con tre decimi di vantaggio sul compagno di squadra Kimi Raikkonen. Staccate le Mercedes, con Bottas terzo davanti a Lewis Hamilton. Il campione del mondo in carica è in difficoltà, visto che è soltanto quarto a 5 decimi da Sebastian. Nessuno avrebbe mai immaginato, alla vigilia del Gran Premio, che i valori fossero questi a poche ore dalle prove ufficiali. Staccati tutti gli altri. Verstappen, quinto, si trova ad oltre un secondo e cinque decimi rispetto al miglior tempo della mattina di Vettel. L’olandese della Red Bull è incalzato dalla Williams guidata dal brasiliano Massa, che si trova sesto a meno di 2 centesimi di secondo dall’enfant terrible, tra virgolette, della Formula 1. Completano le prime dieci posizioni Hulkenberg (Renault), Ricciardo, Sainz (Toro Rosso) e Magnussen (Haas).

La corsa sul tracciato che sorge all’interno del Villaggio Olimpico dei Giochi invernali 2014 sarà trasmessa come di consueto su Sky Sport F1 HD, il canale tematico numero 207 della piattaforma satellitare Sky che per il quinto anno consecutivo detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della Formula 1, mentre per chi segue la F1 sulla Rai bisognerà accontentarsi della differita perché questa gara è una di quelle che si possono seguire in tempo reale solo sul satellite. Ecco dunque quali saranno gli appuntamenti che ci attendono in questa giornata: alle ore 14.00 italiane – le 15.00 locali a causa di un’ora di fuso orario che ci separa da Sochi – sarà il momento della partenza della gara che si svilupperà sulla distanza di 53 giri ed emetterà verdetti assai attesi in quello che è già un duello Ferrari-Mercedes e Vettel-Hamilton.

Anche quest’anno la telecronaca di tutti gli eventi sarà affidata a Carlo Vanzini, affiancato da una schiera di commentatori tecnici d’eccezione tra cui Marc Gené. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio mentre la rubrica Paddock Live, che farà da filo conduttore alla giornata, sarà affidata come di consueto a Federica Masolin. Confermate anche le grafiche tridimensionali di Fabiano Vandone. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire il Gran Premio anche in streaming video tramite l’applicazione Sky Go. Per quanto riguarda la tv in chiaro, l’appuntamento sarà alle ore 21.00 su Rai Due, orario classico dei Gp europei, con la telecronaca di Gianfranco Mazzoni e il commento tecnico di Ivan Capelli. Lo streaming di questa differita pomeridiana sarà naturalmente garantito dal sito Internet ufficiale della tv di Stato www.raiplay.it. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, gli account @Formula 1 e @F1.

Diamo pure alcune informazioni tecniche per conoscere meglio questa pista che fa parte del Circus solamente a partire dal 2014: la gara si svolgerà sulla distanza di 53 giri, ognuno dei quali misura 5.848 metri, per un totale di 309,745 km. Sono ben 18 le curve che caratterizzano questo circuito, che dunque possiamo definire piuttosto tortuoso. Il rettilineo d’arrivo è piuttosto breve, tanto che non sarà compreso fra i due tratti nei quali si potrà attivare il Drs: lo si potrà fare invece sul rettilineo immediatamente successivo, cioè quello compreso fra le curve 1 e 2, poi ancora nel veloce tratto centrale della pista, quello compreso fra le curve 10 e 13.

Dal punto di vista tecnico, alcune interessanti informazioni sul circuito del cosiddetto Sochi Autodrom ci vengono offerte dalla Brembo, che ci fornisce dati che ci premettono di comprendere come questa sia una gare mediamente impegnativa per quanto riguarda i freni: il 19% del tempo di percorrenza di un giro viene percorso in frenata, in particolare la frenata più impegnativa è quella della curva 2, dove si raggiunge una decelerazione massima pari a 5,5 g, mentre il dato medio relativo a tutte le curve del circuito di Sochi è pari a 3,7 g. Parlando invece degli pneumatici, ecco alcuni dati diffusi dalla Pirelli circa il circuito di Sochi: i livelli di degrado sono tra i più bassi di tutta la stagione e lo stress dei pneumatici è limitato, inoltre le temperature non troppo alte portano a un degrado termico contenuto delle gomme. Le curve 2 e 13 richiedono frenate violente, con il rischio di bloccaggio, mentre l’ultimo settore è di tipo stop&go, come Abu Dhabi: premia massime doti di trazione e frenata. La curva più impegnativa è però la 3: un curvone a sinistra con diversi punti di corda, simile alla Curva 8 di Istanbul. La gomma anteriore destra è complessivamente la più affaticata.

Per il resto, non ci resta altro da fare che scoprire come andrà questa nuova puntata del duello fra Ferrari e Mercedes che ha caratterizzato la prima parte della stagione di Formula 1, rilanciando l’interesse di tanti appassionati che non vedevano l’ora di ammirare la Rossa in grande di lottare con le Frecce d’Argento che hanno monopolizzato il Circus nelle tre precedenti stagioni. A volere essere pignoli manca ancora un vero duello ruota a ruota in pista tra Sebastian Vettel e Lewis Hamilton, i due grandi rivali per il titolo: arriverà già oggi? La parola alla pista! Adesso dunque mettiamoci comodi, perché è arrivato il momento di scoprire che cosa succederà in questa domenica di fine aprile all’insegna del grande automobilismo: la diretta della gara del Gran Premio di Russia 2017 di Formula 1 sul circuito di Sochi sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori