DIRETTA/ Formula 1 streaming video e tv, qualifiche live: furia Grosjean contro Hamilton!

Diretta Formula 1 F1 qualifiche e FP3 live e griglia di partenza Gp Gran Bretagna 2017 Silverstone: la cronaca e i tempi delle sessioni per la pole position (oggi sabato 15 luglio)

15.07.2017 - Mauro Mantegazza
lewis_hamilton_festa_podio_lapresse_2017
Lewis Hamilton (LaPresse)

La nuova stagione di Formula 1 ci sta regalando tanti colpi di scena, ma anche molte polemiche. Questa volta Lewis Hamilton non deve fare i conti con le rimostranze di Sebastian Vettel, ma con quelle di Romain Grosjean. Finito sotto inchiesta per aver ostacolato il pilota della Haas, il britannico non è stato sanzionato, anzi si è difeso spiegando di aver schiacciato sull’acceleratore per distaccarsi, quindi di non aver avuto alcuna intenzione di intralciarlo. «Non c’era alcuna cattiva intenzione da parte mia», ha assicurato Hamilton. Grosjean invece non ha nascosto la rabbia per il rallentamento subito: «Sono furioso perché ho perso tre o quattro decimi». Il pilota della Haas è convinto che sarebbe finito in nona posizione senza quel problema e ha criticato Hamilton, reo di non aver avuto il giusto comportamento in qualifica. Si è detto comunque soddisfatto del decimo tempo, pur essendo consapevole di aver avuto la possibilità di fare meglio. (agg. di Silvana Palazzo) 

Nessuna penalità per Lewis Hamilton: la pole position del Gran Premio di Gran Bretagna resta nelle mani del pilota della Mercedes. Il britannico era finito sotto inchiesta per un’azione su Romain Grosjean durante le qualifiche: sembrava che lo avesse ostacolato. I commissari di gara però non hanno modificato l’ordine sulla griglia di partenza con il loro verdetto. Per Hamilton dunque è la quinta pole a Silverstone: così ha eguagliato Clark. Con il tempo di 1:26.600 ha preceduto Kimi Raikkonen. Partirà dalla seconda fila Sebastian Vettel, che ha chiuso la sessione con il terzo crono. Il pilota della Ferrari dovrà fare attenzione alle sue spalle, perché partirà quarto Max Verstappen, visto che Valtteri Bottas è stato indietreggiato di cinque posizioni. A sorpresa in terza fila Nico Hulkenberg con la sua Renault e Sergio Perez su Force India. Bene Stoffel Vandoorne, finito alle spalle di Esteban Ocon ma davanti a Vallteri Bottas e Romain Grosjean. (agg. di Silvana Palazzo) 

Pole position per Lewis Hamilton che partirà davanti a tutti domani nel Gran Premio di Gran Bretagna in programma sul circuito di Silverstone: il tre volte campione del mondo di Formula 1 con un giro da urlo (1:26.600) si è lasciato alle spalle Kimi Raikkonen (1:21.147) che partirà accanto a lui in prima fila domani alle ore 14.00 italiane (scopri la griglia di partenza e tempi delle qualifiche). Solamente terzo tempo per Sebastian Vettel (1:27.356) che se non altro ha preceduto Valtteri Bottas (1:27.376) che con le cinque posizioni di penalità per la sostituzione del cambio scivola in nona posizione. Guadagnano dunque una posizione Verstappen (1:28.130), Hulkenberg (1:28.856), Perez (1:28.902), Ocon (1:29.074) e Vandoorne (1:29.418). Chiude la top 10 Romain Grosjean (1:29.549) che si è lamentato parecchio del traffico, in particolare di Lewis Hamilton che lo avrebbe ostacolato nel giro buono, ora i commissari stanno indagando sulla condotta del britannico e non è detto che non prendano provvedimenti nei suoi confronti. (agg. di Stefano Belli) 

È stata una seconda sessione di qualifica senza un attimo di respiro per la pista che si asciuga sempre più in fretta: alla fine è stato Lewis Hamilton a far segnare il miglior tempo in 1:27.893 rifilando quasi un secondo di margine a Valtteri Bottas che però ha utilizzato la gomma gialla (soft) anziché rossa (super-soft) e sarà con questa mescola che il finlandese partirà domani in gara. Nessun problema a qualificarsi per la Q3 anche per le Ferrari di Vettel (1:28.978) e Raikkonen (1:28.992), completano la decina Hulkenberg (1:29.340), Verstappen (1:29.431), Ocon (1:29.701), Perez (1:29.824), Grosjean (1:29.966) e Vandoorne (1:30.105); niente da fare per Palmer, Kvyat, Alonso, Sainz e Massa. Un attimo di pausa e poi si torna in pista per gli ultimi 12 minuti di queste appassionanti qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna sul circuito di Silverstone, decimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. (agg. di Stefano Belli) 

Si è appena conclusa la prima sessione di qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna sul circuito di Silverstone, decimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1: a sorpresa il più veloce è stato Fernando Alonso che per millesimi non ha preso la bandiera a scacchi e approfittando della pista che si sta asciugando molto rapidamente ha fermato il cronometro sull’1:37.598 (con la gomma slick super-soft) mandando letteralmente in visibilio il pubblico sugli spalti. Nella Q2 rivedremo in azione anche Verstappen, Hamilton, Hulkenberg, Bottas, Ocon, Vettel, Vandoorne, Raikkonen, Sainz, Palmer, Kvyat, Massa, Perez e Grosjean; escono di scena, invece, Stroll, Magnussen, Wehrlein, Ericsson e Ricciardo (quest’ultimo fermato da un problema tecnico della sua Red Bull). (agg. di Stefano Belli) 

Sul circuito di Silverstone (sede del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1) sono cominciate le qualifiche, sotto la pioggia: con la pista bagnata è impossibile girare con la gomma slick, se ne rendono conto Hamilton e Bottas che dopo un primo giro con le super-soft devono tornare immediatamente ai box per passare alle intermedie. Si guida letteralmente sulle uova, tanti errori di guida anche da parte degli esperti Raikkonen e Hamilton, il miglior tempo lo realizza Daniel Ricciardo che viene però appiedato dalla sua Red Bull per colpa di un problema tecnico, qualifica finita per l’australiano che rischia di partire addirittura dall’ultima fila per le cinque posizioni di penalità dovute alla sostituzione del cambio. Viene esposta la bandiera rossa per consentire ai commissari di rimuovere in sicurezza la macchina dell’australiano, sessione momentaneamente interrotta ma si dovrebbe riprendere a breve. (agg. di Stefano Belli) 

Alle ore 14.00 italiane (le 13 locali) cominceranno sul circuito di Silverstone le qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna, decima prova del mondiale 2017 di Formula 1. Nella prima manche – che durerà 18 minuti – scenderanno in pista tutti i venti piloti, verranno eliminati gli ultimi cinque che saranno dunque esclusi dalla Q2 che partirà subito dopo una breve pausa, al termine dei 15 minuti della seconda fase conosceremo i nomi dei dieci che si contenderanno la pole position nella Q3. Il meteo potrebbe avere un ruolo determinante nel definire la griglia di partenza per la gara di domani, la pioggia ha caduto a cominciare nei minuti conclusivi della FP3 bagnando la pista, e bisognerà tenere conto dell’incognita della pista bagnata e umida, sarà fondamentale trovare la finestra temporale perfetta per fare il tempo buono. (agg. di Stefano Belli) 

Il mondo della Formula 1 continua a discutere sulla necessità o meno di rinforzare le protezioni per la testa dei piloti all’interno dell’abitacolo. Nella giornata di ieri, per la precisione all’inizio della FP1, Sebastian Vettel è sceso in pista montando lo Shield, una delle soluzioni studiate assieme ad Halo, ma al termine del primo giro di lancio il tedesco della Ferrari è rientrato immediatamente ai box, a quanto pare a causa di un problema di stabilità e dunque il quattro volte campione del mondo ha ritenuto pericoloso per se stesso e per gli altri continuare a girare. Anche il cupolino quindi non sembra riscuotere grosso successo, e non solo per l’aspetto estetico, in questa maniera infatti si fa parecchia fatica a distinguere il casco del pilota, un’eventualità decisamente non gradita nemmeno dai tifosi. (agg. di Stefano Belli) 

Sul circuito di Silverstone si è appena conclusa la terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna, decimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1, con Lewis Hamilton e Sebastian Vettel molto vicini tra loro nella simulazione del giro da qualifica. Il britannico della Mercedes ha realizzato il miglior tempo in 1:28.063, a parità di mescola (super-soft) il tedesco della Ferrari ha accusato un ritardo di appena 32 millesimi con i parziali record nei primi due settori con la W08 che invece si è rivelata un fulmine di guerra nell’ultimo tratto, quello più veloce con la sequenza di curve da fare in pieno. Terzo tempo per Valtteri Bottas (1:28.137) davanti al connazionale Raikkonen (1:28.732) che non ha saputo essere veloce come il compagno di squadra. A distanza siderale, in quinta posizione, troviamo la Renault di Nico Hulkenberg (1:29.480) davanti alla Red Bull di Ricciardo (1:29.612), la Haas di Grosjean (1:29.819), l’altra Red Bull di Verstappen (1:29.904), la Williams di Massa (1:29.959) e la McLaren-Honda di Vandoorne (1:30.088). Nell’ultimo quarto d’ora della FP3 la pioggia si è intensificata e i piloti ne hanno approfittato per fare qualche giro con la gomma intermedia, nell’eventualità dovessero persistere queste condizioni meteo anche in qualifica. (agg. di Stefano Belli) 

Quando manca solamente un quarto d’ora al termine della terza sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna sul circuito di Silverstone (decimo appuntamento del mondiale 2017) i piloti approfittano della pista ancora asciutta nonostante le previsioni di pioggia imminente per proseguire la simulazione della qualifica. Dopo un primo tentativo con la gomma gialla i due piloti Mercedes passano alla super-soft e Hamilton spaventa gli avversari tirando fuori dal cilindro un 1:28.063. Vettel non ci sta ad abbozzare e decide quindi di spremere per la prima volta dall’inizio del weekend la sua Gina portandosi ad appena 32 millesimi dall’acerrimo rivale per la lotta al titolo, leggermente più indietro Bottas con circa un decimo di ritardo, a quasi un secondo di distanza troviamo l’altra Ferrari di Raikkonen, da segnalare l’exploit di Nico Hulkenberg che con la Renault si trova in quinta posizione davanti alle Red Bull di Ricciardo e Verstappen. (agg. di Stefano Belli) 

Sono trascorsi 15 minuti dall’inizio della terza sessione di prove libere sul circuito di Silverstone che per la 51^ volta ospita il Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1, Lewis Hamilton – temendo l’arrivo della pioggia – si porta avanti con il lavoro e con gomma gialla ferma il cronometro sull’1:29.544, tempo che viene migliorato dal suo compagno di squadra Valtteri Bottas. Nonostante l’uso di una mescola più performante le Ferrari di Raikkonen e Vettel accusano oltre mezzo secondo di ritardo dalle Frecce d’Argento che su questa pista si dimostrano davvero in grandissima forma. Molto distanti le Red Bull di Verstappen e Ricciardo, con l’australiano che sulla griglia di partenza dovrà anche scontare cinque posizion di penalità per la sostituzione del cambio, esattamente come Bottas. (agg. di Stefano Belli) 

Alle ore 11.00 italiane (le 11 locali) prenderà il via la terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna sul circuito di Silverstone, decimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. La FP3 – che a differenza delle sessioni di ieri durerà solamente 90 minuti anziché 60 – precede di poche ore le qualifiche e dunque sarà un banco di prova molto importante per i team e i piloti che avranno modo di perfezionare la messa a punto delle macchine e trovare il giusto feeling con la mescola di gomme più performante: nella terra di Albione la Pirelli ha portato i compound medium, soft e super-soft, e sarà con quest’ultima che i big andranno a caccia della pole position. La Ferrari già da questa mattina potrebbe cominciare a svelare le proprie parte dopo essersi nascosta nelle prime libere, girando più piano della Mercedes nonostante una nuova power-unit evoluta che dovrebbe garantire qualche cavallo in più. C’è attesa anche di scoprire il potenziale di Hamilton con la super-soft, considerando che ieri il britannico ha realizzato la sua migliore prestazione con la gomma gialla. (agg. di Stefano Belli) 

Per il secondo weekend consecutivo la Mercedes è stata costretta a sostituire il cambio su una delle vetture: se una settimana fa in Austria era toccato a Hamilton, qui a Silverstone sarà Bottas a dover scontare cinque posizioni di penalità sulla griglia di partenza, dunque nella migliore delle ipotesi (pole position) il finlandese partirà solamente dalla terza fila nel decimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. Quindi oggi la Ferrari ha un’altra grande possibilità di acciuffare almeno la prima fila con uno dei suoi piloti, e molto probabilmente Hamilton e Vettel saranno appaiati domani al via in un ruota contro ruota sin dalla prima curva. A questo punto si complica e non di poco il fine settimana per il finlandese portacolori della Freccia d’Argento chiamato a una gara di rimonta, considerando che quasi sicuramente si ritroverà dietro anche alle Red Bull di Ricciardo e Verstappen, clienti molto scomodi e che non cedono strada tanto facilmente (chiedere lumi a Hamilton che a Zeltweg ha chiuso la gara dietro all’australiano, rimanendo giù dal podio). (agg. di Stefano Belli) 

La Formula 1 sarà oggi, sabato 15 luglio, di nuovo in diretta con le qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna 2017 sul circuito di Silverstone, che determineranno la griglia di partenza e la pole position della gara di domani, decimo appuntamento con il Mondiale 2017 che arriverà dunque esattamente a metà del suo cammino. Certamente questo è uno degli appuntamenti più classici della stagione, in una delle patrie dell’automobilismo, forse la casa in assoluto della Formula 1, sia perché molte scuderie hanno base in Inghilterra sia perché proprio qui si corse la prima gara iridata della storia – ma ci torneremo… Diamo per prima cosa tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi le sessioni odierne. Un’ora di fuso orario ma annullata dal fatto che si scenderà in pista appunto un’ora prima del solito, si comincerà dunque alle ore 11.00 italiane (le 10.00 locali) del mattino con la terza e ultima sessione di prove libere FP3, che saranno gli ultimi 60 minuti a disposizione prima della sessione di prove ufficiali che determinerà la composizione della griglia di partenza e chi sarà a scattare dalla pole position domani. Per questa decisiva sessione delle qualifiche l’appuntamento sarà alle classiche ore 14.00, le 13.00 di Silverstone.

Il gap rispetto a Sebastian Vettel è aumentato, Valtteri Bottas gli ruba la scena, eppure Lewis Hamilton continua ad essere il favorito. E questo deve far riflettere: se il pilota britannico è considerato ai nastri di partenza sempre un passo avanti e i risultati non gli sorridono, evidentemente poi qualcosa non va. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che la Mercedes è superiore nel giro secco, mentre la Ferrari riesce a gestire meglio la gara. E in effetti Hamilton è andato fortissimo anche nelle prove libere, finendo di poco alle spalle di Valtteri Bottas. L’assalto alla pole position sembra un duello tra i due compagni di squadra. D’altro canto il finlandese, penalizzato con l’arretramento di cinque posizioni sulla griglia di partenza per la sostituzione del cambio, è ancor più motivato a conquistare il primo posto in qualifica. E la Ferrari? È apparsa in crescita, per cui sarà decisivo il lavoro delle ultime ore sulle monoposto di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. (agg. di Silvana Palazzo)

Mercedes in gran spolvero sin dalla prima sessione di prove libere: sul circuito di Silverstone che per la 51^ volta nella storia ospiterà un Gran Premio di Formula 1, Hamilton e Bottas hanno iniziato a fare sul serio sin dal venerdì mattina ingaggiando un duello a suon di giri veloci, i due portacolori delle Frecce d’Argento non hanno avuto problemi a scendere sotto l’1:30 pur utilizzando la mescola di gomme soft, mentre le Red Bull di Verstappen e Ricciardo hanno dovuto montare le super-soft per girare sull’1:29. L’impressione, quindi, è che nella qualifica di domani non sarà difficile vedere un 1:28 o anche un 1:27 in caso di giro perfetto. La Ferrari ha fatto debuttare in questo weekend una versione evoluta della sua power-unit e il team di Maranello ha deciso saggiamente di non spremerlo già nella FP1, motivo per cui nonostante un compound di pneumatici più performanti Vettel e Raikkonen hanno girato decisamente più piano rispetto agli altri big, focalizzando il loro lavoro in maniera diversa rispetto a Mercedes e Red Bull. Dopo le esperienze in Australia e Cina al volante della Sauber abbiamo rivisto in pista con vero piacere il nostro Antonio Giovinazzi come terzo pilota Haas: il pilota di Martina Franca ha potuto compiere 23 tornate prendendo così confidenza con la nuova monoposto che, se tutto va bene, potrebbe diventare sua nel 2018 nel caso uno tra Grosjean (in orbita Ferrari nel caso Raikkonen dovesse ritirarsi alla fine di quest’anno) e Magnussen (se da qui al termine del campionato non dovesse convincere appieno i dirigenti della scuderia a stelle e strisce).

Mercedes che si conferma al top anche nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna: sulla pista di Silverstone le Frecce d’Argento si trovano particolarmente a loro agio, i rettilinei e le sequenze di curve veloci esaltano le qualità della W08 che sin dal venerdì ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per consentire a Hamilton e Bottas di primeggiare. Il finlandese è stato il più veloce di tutti sia nella FP1 che nella FP2 ma va detto che il britannico non è riuscito a fare il tempo con la gomma super-soft (rossa) e dunque ha margini di miglioramento decisamente più ampi rispetto al compagno di box. Subito dietro il duo della Mercedes troviamo quello della Ferrari con Raikkonen che precede Vettel: sulla SF70-H i meccanici della Scuderia di Maranello hanno montato una versione evoluta della power-unit che sulla carta dovrebbe garantire più prestazioni ma nelle prove libere del venerdì non si sono intraviste grosse migliorie, non è da escludere che gli uomini del Cavallino Rampante abbiano deciso di nascondersi e di svelare le proprie carte solamente dalla giornata di sabato, o almeno è quello che sperano i tifosi ferraristi per non assistere a un monologo della Mercedes nella terra di Albione. La Red Bull potrebbe confermarsi nel ruolo di guastafeste anche se il passo gara di Verstappen e Ricciardo non è stato proprio entusiasmante anche se poi in gara hanno dimostrato di averne come successo domenica scorsa quando l’australiano ha agguantato un insperato podio.

Tutto quanto accadrà sullo storico circuito britannico, una delle località più ricche di fascino e tradizione nel calendario della Formula 1, sarà visibile in tempo reale su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky che trasmette tutti gli appuntamenti della stagione. Questa è invece una delle gare che sulla Rai sono visibili solamente tramite le differite: presentiamo dunque tutte le modalità per seguire le prove odierne dell’appuntamento sul circuito che sorge nel Northamptonshire e con il quale il Mondiale 2017 arriverà a metà del suo cammino.

La telecronaca di tutti gli eventi sarà affidata alla voce della F1 su Sky, Carlo Vanzini, affiancato da commentatori tecnici quali ad esempio Marc Gené, dall’interno del team Ferrari. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio mentre Federica Masolin condurrà la rubrica Paddock Live, che farà da filo conduttore alla giornata. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione Sky Go. Per quanto riguarda la tv in chiaro, come detto sulla Rai in questo weekend potremo vedere tutto solamente in differita: la FP3 sarà trasmessa alle ore 15.15 su Rai Sport + HD (canale numero 57), poi le qualifiche come di consueto su Rai Due, con la telecronaca di Gianfranco Mazzoni e il commento tecnico di Ivan Capelli che avrà inizio alle ore 17.50. Lo streaming della Rai sarà come sempre garantito dal sito Internet ufficiale www.raiplay.it e naturalmente sarà gratuito e accessibile a tutti, anche se logicamente negli orari delle differite. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, gli account @Formula 1 e @F1.

In attesa di buttarci sull’attualità, andiamo però a ripercorrere in breve l’affascinante e lunghissima storia della Formula 1 in Gran Bretagna. Una storia gloriosa, come è normale che sia visto che stiamo parlando del Paese che ha pure dato i natali a tanti piloti che hanno scritto la storia di questo sport, da Stirling Moss a Lewis Hamilton, passando per Mike Hawthorn e Graham Hill, Jim Clark e John Surtees, Jackie Stewart e James Hunt, Nigel Mansell, Damon Hill e Jenson Button – giusto per fare i nomi più celebri. Quanto al Gran Premio, bisogna ricordare innanzitutto il 13 maggio 1950, quando la prima edizione del Mondiale di Formula 1 cominciò proprio con il Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone, che in quella edizione fu vinto da Nino Farina su Alfa Romeo. L’anno successivo vinse Froilan Gonzalez e fu il primo successo iridato della Ferrari, con cui nei due anni successivi vinse il nostro Alberto Ascari (purtroppo ancora oggi gli ultimi successi di un pilota italiano). Insieme al Gran Premio d’Italia è l’unico presente in tutte le edizioni del Mondiale, però la sede è spesso cambiata, almeno nei primi decenni: cinque edizioni dal 1955 al 1962 furono ospitate dal circuito di Aintree, che si alternava con Silverstone come poi in seguito fece a lungo Brands Hatch, dove si corse per l’ultima volta nel 1986.

A partire dall’anno successivo Silverstone è invece la sede fissa della corsa, il cui fascino è ben esemplificato dal trofeo che viene consegnato al vincitore, il Royal Automobile Club Trophy, che risale addirittura al 1871. In anni recenti si era ipotizzato un trasferimento a Donington, ipotesi che però adesso è tramontata. Nell’albo d’oro spiccano i cinque successi di Jim Clark ed Alain Prost, seguiti da Nigel Mansell e Lewis Hamilton a quota quattro, mentre Jack Brabham, Niki Lauda e Michael Schumacher si sono imposti tre volte a testa. Hamilton, il grande padrone di casa di questo weekend, è dunque il più vittorioso a Silverstone fra i piloti di Formula 1 ancora in attività: oltre a lui, solo Fernando Alonso (2006 e 2011) ha vinto la gara più di una volta in carriera, mentre vantano un successo Kimi Raikkonen (2007) e Sebastian Vettel (2009) oltre all’ormai ritirato Nico Rosberg (2013). Tuttavia adesso non è più il tempo delle parole e dei numeri storici, perché la battaglia per la griglia di partenza sta finalmente per cominciare. Allora mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e della del Gran Premio di Gran Bretagna 2017 di Formula 1 a Silverstone sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori