DIRETTA/ Formula 1 streaming video, prove libere live: Hamilton penalizzato in griglia (Gp Austria 2017)

Diretta Formula 1, prove libere FP1 e FP2 del Gp Austria 2017 a Zeltweg: tempi e classifica delle due sessioni che aprono il weekend austriaco (oggi venerdì 7 luglio)

07.07.2017 - Mauro Mantegazza
Hamilton_Mercedes_cofano_F1_lapresse_2017
Pronostico Formula 1, Gp Australia 2019 - LaPresse

Colpo di scena a Zeltweg: Lewis Hamilton sarà penalizzato di 5 posizioni in griglia di partenza. La clamorosa notizia è stata riportata da Sky Sport Formula 1, secondo cui il pilota della Mercedes è stato sanzionato per la sostituzione del cambio. Problemi dunque per il britannico, che domani dovrà dare il tutto per tutto in qualifica, visto che poi subirà l’arretramento sulla griglia di partenza. D’altro canto questa è una buona notizia per Sebastian Vettel, che è chiamato a cogliere l’occasione per incrementare il vantaggio nella Classifica Piloti sul rivale. Insomma, il duello tra i due per il titolo si infiamma ulteriormente. Se da una parte questo problema al cambio può rappresentare una sorta di “assist” per il pilota della Ferrari, d’altra parte non si può dare già per spacciato Hamilton, che ha le qualità e una monoposto in grado di preparare la rimonta in gara. (agg. di Silvana Palazzo) 

Sul circuito di Zeltweg (Red Bull Ring) si è da poco conclusa la seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria, nona tappa del mondiale 2017 di Formula 1. Non è arrivata la tanto temuta pioggia anche se nel frattempo il cielo si è riempito di nubi minacciose provenienti dai monti, nell’ultima mezz’ora della FP2 le squadre si sono concentrate – come al solito – sulla simulazione del passo gara con Hamilton che ha dimostrato di avere qualcosa in più rispetto al compagno di squadra Bottas e alle due Ferrari di Vettel e Raikkonen che comunque non hanno accusato improvvisi decadimenti delle prestazioni, più in difficoltà sul long run la Red Bull mentre la McLaren-Honda potrebbe rappresentare la sorpresa del weekend. I primi dieci della classifica dei tempi: Hamilton (1:05.483), Vettel (1:05.630), Bottas (1:05.699), Verstappen (1:05.832), Ricciardo (1:05.873), Raikkonen (1:06.144), Magnussen (1:06.591), Alonso (1:06.732), Hulkenberg (1:06.735), Grosjean (1:06.763). (agg. di Stefano Belli) 

Quando mancano solamente 15 minuti al termine della seconda sessione di prove libere sul circuito di Zeltweg (sede del Gran Premio d’Austria di Formula 1) i piloti sono alle prese con la simulazione del passo gara, con Ferrari e Mercedes che pur utilizzando mescole diverse girano su tempi simili, leggermente più rapide le Frecce d’Argento con Hamilton che è stato l’unico capace di girare sull’1:08 basso. Vettel e Raikkonen non stanno andando male e non accusano improvvisi degradi o rallentamenti ma da qui a dire che possono lottare per la vittoria ci sembra ancora troppo presto, più indietro la Red Bull con Ricciardo e Verstappen che sul long run non riescono a replicare le prestazioni sul giro secco. Intanto i meccanici della McLaren sono riusciti a mandare nuovamente Alonso che in questa maniera è rientrato nella top 10. (agg. di Stefano Belli) 

Quando siamo giunti a metà sessione il miglior tempo è appannaggio di Lewis Hamilton che con l’ultra-soft ha fermato il cronometro sull’1:05.483, a 147 millesimi di ritardo troviamo la Ferrari di Sebastian Vettel che a parità di mescola comunque non è molto distante dalla Mercedes. In terza posizione Valtteri Bottas che con l’altra Freccia d’Argento accusa due decimi di gap dal compagno di box, la Red Bull nel ruolo di disturbatrice si è messa davanti a Raikkonen con i suoi due piloti, Ricciardo e Verstappen. Kevin Magnussen è il più veloce dei non big con il settimo tempo, problemi per Alonso che non ha potuto effettuare la simulazione del giro da qualifica per un problema tecnico, sempre in fondo alla classifica le due Sauber che girano con tempi altissimi. (agg. di Stefano Belli) 

Attività frenetica in pista a Zeltweg per la seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria, nono appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1: tutti i piloti si stanno portando avanti con il lavoro e stanno effettuando la simulazione del giro di qualifica poiché le previsioni meteo danno ora una probabilità dell’80% che venga a piovere già nei minuti successivi e dunque nessuno può permettersi di temporeggiare all’interno dei box, cosa che invece succede al povero Max Verstappen nuovamente alle prese con i problemi tecnici che non danno tregua alla sua Red Bull. Intanto la Mercedes ha già piazzato i suoi alfieri nelle prime due posizioni con Bottas che precede Hamilton di appena 31 millesimi, a mezzo secondo di ritardo – a parità di mescola – la Ferrari con Sebastian Vettel, Ricciardo a sandwich tra le due Rosse. (agg. di Stefano Belli) 

Alle ore 14.00 si torna in pista per la seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria sul circuito di proprietà della Red Bull che ospita la nona tappa del mondiale 2017 di Formula 1. La FP2 si disputa nello stesso orario della gara per cui riveste un’importanza maggiore rispetto alle altre libere con i piloti che troveranno una pista molto simile a quella che ci si aspetta di trovare domenica. Non manca l’incognita meteo, in mattinata la FP1 si è svolta interamente all’asciutto sotto il sole ma il forte caldo favorirà la formazione di nuvole che potrebbero anche portare un po’ di pioggia nella zona del tracciato, e le previsioni parlano di circa 50% di probabilità che arrivi un temporale. I team fanno dunque gli scongiuri perché un eventuale acquazzone rovinerebbe i loro piani soprattutto per quanto riguarda la simulazione del passo gara fondamentale per capire chi può avere il potenziale per lottare per la vittoria e le posizioni del podio. (agg. di Stefano Belli) 

A breve Robert Kubica sosterrà un secondo test al volante della Renault sul circuito Paul Ricard, che dal 2018 tornerà a ospitare un Gran Premio di Formula 1. Con il passare dei giorni il clamoroso ritorno nel circus del pilota polacco, ormai assente da sette anni a causa del terribile nel rally di Andona che gli ha causato una grave menomazione al braccio destro, sta diventando un’ipotesi sempre più concreta che potrebbe addirittura diventare realtà già nel corso di questa stagione. Il sedile di Jolyon Palmer, infatti, è sempre più traballante e il figlio d’arte non è mai riuscito a convincere pienamente i dirigenti della scuderia francese che hanno deciso di valutare più nel dettaglio la resistenza fisica e le prestazioni di Kubica che per sua stessa ammissione è rimasto sorpreso di come non abbia accusato più di tanto il lungo periodo di stop e con un programma di allenamento mirato si è presentato al test in forma perfetta. Tra pochi giorni sapremo di più sulla fattibilità di uno dei comeback più clamorosi nella storia recente (e non solo) della Formula 1. (agg. di Stefano Belli) 

Si è appena conclusa sul Red Bull Ring la prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria (nono appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1), Lewis Hamilton ha firmato il miglior tempo in 1:05.975, una prestazione impressionante se consideriamo che il britannico della Mercedes ha usato la gomma soft, cioè la mescola meno prestazionale. Dietro di lui troviamo la Red Bull di Max Verstappen (1:06.165) che con la gomma super-soft (rossa) ha girato nel finale quando la pista era più gommata, cosa che ha consentito all’olandese di scavalcare l’altra Freccia d’Argento di Bottas (1:06.345). Solamente quarta la Ferrari di Vettel (1:06.424), a seguire Ricciardo (1:06.620), Raikkonen (1:06.848), Vandoorne (1:07.283), Kvyat (1:07.437), Alonso (1:07.510) e Ocon (1:07.511) con Massa appena fuori dalla top 10 per questione di centesimi. In fondo al gruppo troviamo le Sauber di Wehrlein ed Ericsson, con il debutto al muretto del team elvetico di Luca Furbatto (ex-Manor), nuovo chief designer. (agg. di Stefano Belli) 

Ci stiamo avviando verso la conclusione della FP1 sul circuito di proprietà della Red Bull, sede del Gran Premio d’Austria che per il quarto anno di fila fa parte del calendario mondiale di Formula 1, Mercedes sugli scudi con entrambe le Frecce d’Argento che occupano le primissime posizioni. Pur tornando in pista con una mescola di gomme meno performante Bottas realizza la migliore prestazione in 1:06.345 a conferma che il grip della pista è sensibilmente migliorato rispetto a inizio sessione, impressione che diventa ancora più forte quando Hamilton con la gomma gialla si mette davanti a tutti in 1:05.975, un tempo già più basso rispetto a quello che il britannico aveva realizzato lo scorso anno in qualifica. La Ferrari continua a girare con la super-soft sia con Vettel che con Raikkonen, entrambi non si migliorano finendo anche alle spalle della Red Bull di Ricciardo mentre Grosjean accusa una foratura allo pneumatico anteriore sinistro. Grazie all’ultra-soft troviamo nella top 10 anche la McLaren con Alonso e Vandoorne. (agg. di Stefano Belli) 

Mancano 45 minuti al termine della prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria sul Red Bull Ring, che in questo fine settimana ospita la nona tappa del mondiale 2017 di Formula 1. Si intensifica l’attività in pista dopo un inizio fin troppo tranquillo, riepiloghiamo quanto successo nell’ultima mezz’ora: Raikkonen va in testacoda all’ingresso di curva 1 rovinando così un set di pneumatici mentre il suo connazionale Bottas con l’ultra-soft realizza immediatamente il miglior tempo in 1:07.591, immediata la risposta di Hamilton che toglie un decimo al compagno di squadra, il finlandese non ci sta e torna davanti in 1:06.845. Ancora problemi in casa Ferrari con Vettel che si gira nello stesso punto di Raikkonen aspettando che passino tutti gli altri per poi riprendere la direzione di marcia e fare un 1:06.826 con la mescola super-soft meno performante rispetto a quella utilizzata dai due piloti Mercedes. In questa fase della FP1 la pista è ancora sporca e non abbastanza gommata, motivo per cui in parecchi divagano nella via di fuga con Verstappen che assaggia anche il muretto senza comunque danneggiare seriamente la sua Red Bull. (agg. di Stefano Belli) 

Da circa 15 minuti è in corso sul circuito di proprietà della Red Bull la prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria, nono appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. All’accensione del semaforo verde tutti i piloti sono usciti dai box per effettuare il giro d’installazione e verificare che le macchine fossero a posto, dopodiché hanno ripreso la via della pit lane. Il primo a far segnare un tempo significativo è Max Verstappen che al volante della Red Bull, calzando la gomma soft (gialla) ha fermato il cronometro sull’1:09.481 togliendo poi oltre un secondo alla sua prestazione nei passaggi successivi sul traguardo. Ricordiamo che per questo fine settimana la Pirelli ha autorizzato l’uso delle seguenti mescole: soft (gialla), super-soft (rossa) e ultra-soft (viola). (agg. di Stefano Belli) 

Alle ore 10.00 comincerà la prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria sul Red Bull Ring, nono appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. Come al solito la FP1 durerà 90 minuti e servirà per dar modo ai piloti di prendere confidenza con i 4318 metri della pista e le sue 10 curve. Il circuito è caratterizzato da una velocità di percorrenza piuttosto elevata e grazie ai nuovi regolamenti che hanno reso le macchine di quest’anno ancora più performante è facile immaginare che i record attuali saranno destinati a cadere sia per quanto riguarda il giro più veloce in qualifica e il record in gara. Almeno per la giornata di oggi il meteo è variabile e non si escludono scrosci di pioggia che verrebbero a guastare i piani dei vari team, dunque occhi puntati verso il cielo sperando che Giove Pluvio sia clemente. (agg. di Stefano Belli) 

Dopo la parentesi esotica in Azerbaigian la Formula 1 torna nel cuore dell’Europa per il Gran Premio d’Austria sul circuito di proprietà della Red Bull: siamo giunti al nono capitolo del mondiale 2017 che si nutre sempre più del dualismo Vettel-Hamilton, che proprio ieri in conferenza stampa (e in privato al telefono nei giorni scorsi) sembrano essersi chiariti una volta per tutte. Il tedesco della Ferrari ha riconosciuto di essersi sbagliato sulle intenzioni del rivale e ha dichiarato di non andare fiero della sportellata rifilata al collega che di fatto gli è costata la vittoria con lo stop & go di 10 secondi; dal canto suo il britannico lo ha perdonato poiché, a suo dire, chiunque sotto pressione può commettere delle sciocchezze e inoltre non ha alcuna intenzione di portargli rancore. Tuttavia il duello è destinato a rinnovarsi in pista già a partire dalle prossime ore e qui in Austria potremmo assistere a un altro faccia-a-faccia tra i due contendenti, magari nel segno della correttezza e a uso dello spettacolo: si accettano scommesse su quanto durerà questa volta la pace (vera o finta che sia) tra Vettel e Hamilton. (agg. di Stefano Belli) 

La Formula 1 oggi, venerdì 7 luglio, torna protagonista con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Austria 2017 in diretta dal circuito di Zeltweg, ora ribattezzato Red Bull Ring per evidenti esigenze di sponsorizzazione, che ospita nei dintorni della località di Spielberg il nono appuntamento del Mondiale 2017 di Formula 1. La prima annotazione è doverosamente riservata agli orari, che saranno naturalmente quelli classici di tutti i Gran Premi che durante la stagione si svolgono nel cuore dell’Europa. Si riaccendono i motori, ecco dunque gli orari delle due sessioni in programma oggi: la avrà inizio alle ore 10.00 del mattino; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 14.00 per la , la sessione più significativa perché si disputerà alla stessa ora delle qualifiche di sabato e della gara di domenica su questa pista che, pur con numerose interruzioni, è senza dubbio una delle più ricche di fascino e tradizione dell’intero calendario iridato.

Le prove libere del Gran Premio d’Austria 2017 saranno trasmesse su Sky Sport F1 HD, canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky, che detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della Formula 1. Questa è inoltre una delle gare che pure sulla Rai sono visibili anche in tempo reale, dunque ci sono ottime notizie per tutti gli appassionati di Formula 1, anche quelli non abbonati a Sky. Qui di seguito vi presentiamo tutte le modalità per seguire le prove dell’appuntamento sul circuito che sorge fra le verdi colline della Stiria, appuntamento classico nel calendario iridato anche se tornato in pianta stabile solamente a partire dalla stagione 2014.

Anche quest’anno la telecronaca di tutti gli eventi per quanto riguarda Sky è affidata a Carlo Vanzini, affiancato da vari commentatori fra i quali Marc Gené, che sarà la voce dall’interno dei box Ferrari. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio, mentre la rubrica Paddock Live che farà da filo conduttore alla giornata sarà affidata a Federica Masolin. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione Sky Go. Per quanto riguarda la tv in chiaro, come detto sulla Rai in questo weekend potremo seguire tutto in tempo reale, a seguire già dalle due odierne sessioni di prove libere: appuntamento sia per la FP1 sia per la FP2 su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) per seguire il racconto di tutto quello che succederà oggi sul circuito con la telecronaca di Gianfranco Mazzoni e il commento tecnico di Ivan Capelli. Lo streaming della Rai sarà come sempre garantito dal sito Internet ufficiale www.raiplay.it. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, gli account @Formula 1 e @F1.

Dopo tre circuiti cittadini consecutivi, sia pure molto diversi fra loro, si tornerà in questi giorni in un vero autodromo, nello splendido scenario delle colline austriache, fra l’altro a breve distanza dal confine italiano – dunque una meta ideale per gli appassionati, in particolare del Nord-Est. Il tema che tiene banco è naturalmente quello della rivalità fra Sebastian Vettel e Lewis Hamilton, in particolare dopo il discusso episodio che li ha visti protagonisti a Baku due domeniche fa: la tregua all’insegna di frasi improntate al massimo rispetto è finita, ora saranno scintille, pur se si spera sempre all’interno della correttezza, perché il duello che vogliamo vedere è quello per la vittoria, non una sfida fra tamponamenti dietro la Safety Car e ruotate alle fiancate della monoposto altrui per reazione. In ogni caso, è manna per i nuovi padroni della Formula 1: non si poteva chiedere di meglio che la sfida Ferrari-Mercedes e Vettel-Hamilton per accendere l’interesse del grande pubblico attorno al Circus, come accadeva nelle migliori epoche della F1.

Dal punto di vista strettamente tecnico, questa dovrebbe essere una pista favorevole alla Mercedes, che ha vinto tutte le tre edizioni disputate da quando il Gran Premio d’Austria è tornato in calendario. Bilancio pessimo invece per Sebastian Vettel, che non è ancora riuscito nemmeno a salire sul podio del rinnovato Red Bull Ring. La Ferrari però deve dare un segnale forte, perché nelle ultime gare la Mercedes ha dato importanti segnali di crescita e Maranello è chiamata a replicare, con la consapevolezza che riuscire a rimanere davanti alle Frecce d’Argento su una pista dove negli ultimi anni la Mercedes è stata sempre praticamente perfetta mentre la Ferrari ha spesso sofferto avrebbe grandissimo valore. L’attesa per quanto succederà in questo stuzzicante weekend sta finalmente per finire, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Austria 2017 di Formula 1 a Zeltweg (Red Bull Ring) sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori