GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1 / Zeltweg: la seconda chance di Valtteri Bottas. GP Austria 2017

Griglia di partenza Formula 1, Gran Premio d’Austria 2017 Zeltweg: come andrà la battaglia per le migliori posizioni? Ferrari e Mercedes in primo piano.

08.07.2017 - Mauro Mantegazza
zeltweg_formula_1_lapresse_2014
Corruzione in Formula 1? (Foto: LaPresse)

La griglia di partenza del Gp d’Austria 2017 vedrà per la seconda volta in questa stagione della Formula 1 Valtteri Bottas in pole position: per il finlandese delle frecce d’argento arrivato solo pochi mesi fa per prendere posto del campione del mondo della F1 Nico Rosberg si è fatto subito sentire sia nei tempi come nei risultati. La sua pole, fissata a cronometro sul 1.04.251, è stata senza dubbio aiutata anche dalla fortuna, visto che Bottas è stato uno dei pochi piloti che sono stati in grado di segnare un buon giro prima del regime di bandiera gialle provocato da Romain Grosjean: talento e caso hanno fatto si che sia lui il numero 1in questa griglia di partenza a Zeltweg. Per Bottas comunque questa è la seconda pole position ottenuta in questa stagione: il primo successo del finlandese della Mercedes risale infatti al Gp del Bahrain dove aveva strappato il primo posto in griglia di partenza, ma dove ha poi ottenuto solo il terzo posto al podio finale a favore di Vettel e Hamilton. (agg Michela Colombo)

Il Gp d’Austria 2017 vedrà al suo via nella griglia di partenza il vincitore in carica della prova di Zeltweg per il mondiale della Formula 1 partire dalla 8^ posizione: Lewis Hamilton infatti, salito sul gradino più alto del podio della pista austriaca solo l’anno scorso (ma avendo realizzato spesso il miglior tempo nelle qualifiche proprio in questa tappa del calendario della F1), ma oggi per bissare il successo dovrà faticare parecchio. Il pilota britannico delle frecce d’argento pur raggiungendo il bellissimo crono nelle qualifiche del sabato di 1.04.424 che gli avrebbe valso la seconda fila e la terza piazza dietro al compagno di squadra Bottas e al rivale Vettel ha poi subito la penalità di ben 5 posizione nella griglia di partenza per la sostituzione del cambio in regime di parco chiuso. Una vera sfortuna per Lewis Hamilton certo ma che comunque non regala ai suoi diretti avversari particolare sollievo. In molti ricordano infatti l’impresa del britannico nel 2015: partito nono nella griglia di partenza del Gp d’Austria Hamilton divenne protagonista di una splendida rimonta che lo portò al secondo gradino del podio di Zeltweg.(gg Michela Colombo) 

La griglia di partenza del Gran Premio d’Austria 2017 di Formula 1 ci offre diverse sorprese e soprattutto è fortemente condizionata dalla penalizzazione di Lewis Hamilton. Questo regala un vantaggio non da poco alla Ferrari che partirà con i suoi due piloti subito dietro a Valtteri Bottas. In seconda posizione c’è Sebastian Vettel mentre nella terza Kimi Raikkonen con rispettivamente questa distanza dal pilota della Mercedes +0.042 e +0.528. Per loro è un’occasione importante per centrare il podio cosa che non era riuscita a nessuno dei due nell’ultimo Gran Premio in Azerbaigian. Sebastian Vettel era arrivato quarto mentre Kimi Raikkonen quattordicesimo, mentre il podio era composto così: Daniel Ricciardo, Valtteri Bottas e Lance Stroll. Ovviamente la Ferrari spera di ottenere un risultato migliore stasera, cercando di portare a casa magari anche la vittoria superando la pole di Bottas. (agg. di Matteo Fantozzi) 

Sulla griglia di partenza di domani a Zeltweg per il Gran Premio d’Austria 2017 di Formula 1 si merita una citazione di merito il francese Romain Grosjean, settimo con la sua Haas-Ferrari nelle qualifiche, piazzamento che diventerà il sesto sulla griglia di partenza a causa della penalizzazione di Lewis Hamilton, che dovrà dunque partire anche alle spalle del transalpino. Un acuto importante, perché Grosjean si è piazzato al primo posto fra chi non ha a disposizione una Mercedes, una Ferrari oppure una Red Bull ed è anche riuscito a precedere entrambe le Force India, che in questa stagione della Formula 1 sono stabilmente la quarta forza del campionato. Per la Haas forse c’è addirittura qualche rimpianto, perché il suo compagno di squadra Kevin Magnussen non è potuto scendere in pista nel corso del Q2 e di conseguenza dovrà scattare dalla quindicesima posizione sulla griglia di partenza: senza questo intoppo, la scuderia motorizzata Ferrari avrebbe forse potuto fare ancora meglio… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) 

Primo sulla griglia di partenza del Gran Premio d’Austria 2017 di Formula 1 domani a Zeltweg sarà il finlandese Valtteri Bottas, che si sta ritagliando uno spazio sempre più importante all’interno della Mercedes. Arrivato a Stoccarda con il durissimo compito di sostituire il campione del Mondo Nico Rosberg, non sta sfigurando nel confronto con un fenomeno quale Lewis Hamilton, dal quale accusa solamente 28 punti di ritardo dopo i primi otto Gran Premi stagionali. Le soddisfazioni non sono mancate: in Bahrain la prima pole position della carriera, in Russia la grande gioia della prima vittoria, adesso di nuovo un primo posto sulla griglia di partenza, in una occasione doppiamente importante perché il peso della Mercedes ricadeva soprattutto sulle sue spalle, in considerazione della penalizzazione a Hamilton. La risposta non poteva essere migliore: pole position per Bottas, domani sarà lui il principale rivale di Sebastian Vettel per la vittoria. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Nella griglia di partenza del Gran Premio d’Austria 2017 di Formula 1 colpisce il sabato nero della Williams a Zeltweg. Stamattina avevamo rievocato la fantastica prima fila monopolizzata proprio dalle monoposto inglesi nel 2014, con Felipe Massa in pole position davanti all’allora compagno di squadra Valtteri Bottas, stavolta per trovare le due Williams sulla griglia di partenza bisogna scendere fino alla nona fila, con Felipe Massa diciassettesimo davanti al nuovo compagno Lance Stroll. Un crollo verticale e che desta grande impressione, perché significa che entrambe le Williams sono state eliminate già nel corso del Q1, una batosta pesante anche nel confronto con l’altra scuderia motorizzata Mercedes, cioè la Force India, che ha portato entrambe le proprie vetture fino al Q3. Oggi della Williams di allora sorride solamente Valtteri Bottas, nel 2014 secondo al fianco di Massa e adesso in pole position, battendo due campioni del calibro di Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

La griglia di partenza del Gran Premio d’Austria 2017 di Formula 1 a Zeltweg vedrà in prima fila Valtteri Bottas e Sebastian Vettel. Prosegue dunque il solito duello fra la Mercedes e la Ferrari, con il finlandese che ha fatto un grosso favore al compagno di squadra Lewis Hamilton, terzo, che sarà di conseguenza costretto a partire addirittura dall’ottava posizione sulla griglia di partenza a causa della penalizzazione per la sostituzione del cambio. Vettel deve approfittare di questo ampio vantaggio sul grande rivale in classifica generale, ma per la vittoria dovrà fare seriamente i conti con un velocissimo Bottas, che sarebbe partito comunque davanti a tutti anche senza la penalizzazione per il compagno di squadra. Il terza posizione ci sarà dunque Kimi Raikkonen, che è finito alle spalle di Hamilton nelle qualifiche, mentre la seconda fila sarà completata da Daniel Ricciardo nella gara di casa per la Red Bull. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

POS NO DRIVER CAR Q1 Q2 Q3 LAPS
1 77 Valtteri Bottas MERCEDES 1:05.760 1:04.316 1:04.251 18
2 5 Sebastian Vettel FERRARI 1:05.585 1:04.772 1:04.293 17
3 44 Lewis Hamilton MERCEDES 1:05.064 1:04.800 1:04.424 17
4 7 Kimi Räikkönen FERRARI 1:05.148 1:05.004 1:04.779 17
5 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 1:05.854 1:05.161 1:04.896 22
6 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 1:05.779 1:04.948 1:04.983 16
7 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:05.902 1:05.319 1:05.480 30
8 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 1:05.975 1:05.435 1:05.605 21
9 31 Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 1:06.033 1:05.550 1:05.674 22
10 55 Carlos Sainz TORO ROSSO 1:05.675 1:05.544 1:05.726 23
11 27 Nico Hulkenberg RENAULT 1:06.174 1:05.597   16
12 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 1:06.158 1:05.602   14
13 2 Stoffel Vandoorne MCLAREN HONDA 1:06.316 1:05.741   14
14 26 Daniil Kvyat TORO ROSSO 1:05.990 1:05.884   16
15 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 1:06.143     6
16 30 Jolyon Palmer RENAULT 1:06.345     10
17 19 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 1:06.534     8
18 18 Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 1:06.608     11
19 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 1:06.857     12
20 94 Pascal Wehrlein SAUBER FERRARI 1:07.011     11

Stanno per cominciare le qualifiche a Zeltweg, dunque fra circa un’ora sapremo come sarà la griglia di partenza del Gran Premio d’Austria 2017 di Formula 1. Stamattina nella FP3 sono arrivate ottime notizie per la Ferrari e per Sebastian Vettel, che ha ottenuto il miglior tempo davanti a Lewis Hamilton, che però non sarà una minaccia dal momento che il pilota inglese dovrà scontare la penalizzazione di cinque posizioni sulla griglia di partenza a causa della sostituzione del cambio sulla propria Mercedes. Nelle tre precedenti edizioni del Gp Austria da quando il Red Bull Ring è tornato nel calendario iridato, la Ferrari non è mai riuscita nemmeno una volta a partire dalla prima fila della griglia di partenza. Adesso l’obiettivo sembra molto più a portata di mano, magari anche dalla prima posizione: scopriremo però prestissimo la verità, la parola deve passare immediatamente alla pista e al cronometro! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Parlando della griglia di partenza del Gran Premio d’Austria 2017 di Formula 1 a Zeltweg, spendiamo adesso qualche parola per un dettaglio che rende bene a quale livello sia giunta la rivalità fra la Ferrari e la Mercedes. Nel team di Stoccarda sapevano già ad inizio weekend che sarebbe stato necessario sostituire il cambio sulla vettura di Lewis Hamilton, ma la notizia è stata tenuta segreta fino a quando è stato possibile, cioè fino a ieri sera, per non dare vantaggi strategici alla Ferrari, che magari avrebbe potuto impostare in modo diverso il lavoro della giornata di venerdì se avesse saputo che il più pericoloso rivale di Sebastian Vettel per le primissime posizioni della griglia di partenza – e anche per il titolo mondiale – non sarebbe stato una minaccia nel corso delle qualifiche sul Red Bull Ring. Magari sono solo schermaglie tattiche, ma in Formula 1 anche piccoli dettagli possono fare la differenza: fra poco più di un’ora scopriremo la verità scendendo in pista… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

In attesa di scoprire come sarà la griglia di partenza del Gran Premio d’Austria 2017 di Formula 1 in vista della gara di domani a Zeltweg, o sul Red Bull Ring se preferite, bisogna ricordare che un grande protagonista del sabato è sempre Lewis Hamilton – i suoi numeri meritano di essere celebrati, anche se a causa della penalizzazione di certo il pilota inglese della Mercedes di certo non partirà nelle primissime posizioni sulla griglia di partenza. Hamilton finora in stagione ha già conquistato cinque pole position, con le quali è arrivato a quota 66 in carriera. Per Lewis Hamilton un mese fa a Montreal è arrivato l’aggancio al proprio idolo d’infanzia Ayrton Senna, dal momento che il pilota brasiliano è partito per 65 volte dalla pole position, poi a Baku è arrivato il sorpasso. Una volta superato il maestro, Hamilton ora può andare all’attacco pure di Michael Schumacher, che detiene il primato delle partenze al palo nella storia della Formula 1 a quota 68. Zeltweg sarà una pausa forzata, ma fra Silverstone e Budapest l’aggancio potrebbe arrivare già a fine mese. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Per capire come potrebbe prendere forma la griglia di partenza della Formula 1 a Zeltweg, è interessante andare a considerare cosa era successo al sabato nelle tre edizioni del Gran Premio d’Austria disputate a partire dal 2014, cioè quando il Red Bull Ring è tornato nel calendario iridato. Nel 2014 Felipe Massa e Valtteri Bottas a sorpresa conquistarono una prima fila tutta per la Williams motorizzata Mercedes, relegando in terza posizione la Freccia d’Argento di Nico Rosberg, mentre un errore relegò in nona posizione Lewis Hamilton. La superiorità dei propulsori Mercedes era comunque indiscutibile, come confermò nel 2015 la prima fila della griglia di partenza stavolta tutta Mercedes, con Hamilton in pole davanti a Rosberg. Stesso identico esito l’anno scorso, dunque mai nessuna monoposto senza power unit Mercedes è riuscita a partire in prima fila a Zeltweg: la Ferrari sfaterà il tabù oggi, magari sfruttando la penalizzazione inflitta a Hamilton? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) 

Oggi conosceremo la griglia di partenza del Gran Premio d’Austria 2017 di Formula 1 a Zeltweg, che sarà decisa dalle qualifiche che si disputeranno sul circuito ora noto come Red Bull Ring. Sarà una sfida molto stimolante quella che andrà in scena su questo tracciato decisamente veloce, nel quale dunque i sorpassi in gara dovrebbero essere possibili. La battaglia per le migliori posizioni sulla griglia di partenza sarà comunque molto importante, anche se condizionata dalla penalizzazioni di 5 posizioni che sarà inflitta a Lewis Hamilton, ieri costretto a sostituire il cambio sulla propria Mercedes. Un interessante dato statistico ci dice che in tutti i Gran Premi finora disputati nel 2017 chi ha vinto era primo oppure al massimo secondo alla prima curva, con l’eccezione naturalmente di due settimane fa a Baku, quando però abbiamo vissuto una gara troppo ricca di imprevisti e colpi di scena per essere attendibile da questo punto di vista. In questa stagione la crescita della Ferrari è stata molto buona anche sul giro secco, che nelle scorse stagioni era probabilmente in assoluto il punto più forte delle Frecce d’Argento. A Sochi e poi a Montecarlo la Ferrari ha addirittura monopolizzato la prima fila, in Russia con Sebastian Vettel in pole position davanti a Kimi Raikkonen e nel Principato con il finlandese davanti al tedesco. La Mercedes ha comunque fatto meglio, conquistando sei pole position su otto (cinque con Lewis Hamilton e una con Valtteri Bottas), ma il dominio di Stoccarda sulle prime posizioni della griglia di partenza non è più così scontato.

Va però detto che nelle ultime gare la Mercedes – al netto della penalità che farà scivolare indietro Hamilton – sta tornando ad avere una superiorità in qualifica piuttosto evidente e questo potrebbe essere un segnale molto importante per il prosieguo della stagione, nel quale la Ferrari dovrà riuscire a reggere il passo di Stoccarda per poter contendere davvero fino in fondo i due titoli mondiali a chi ha dominato negli ultimi anni. A proposito dei dati statistici relativi alla griglia di partenza in questa stagione della Formula 1, va sottolineato il fatto che monopolizzare la prima fila non sembra portare molto bene a chi riesce a dominare al sabato: a Sakhir dopo un grande sabato Mercedes vinse Seb Vettel, a Sochi la gioia della Ferrari fu spenta dalla partenza da manuale di Valtteri Bottas che fu decisiva per la vittoria del finlandese, a Montecarlo finalmente la scuderia che ha dominato il sabato è riuscita poi a vincere la domenica, ma ricorderete tutti molto bene la delusione di Kimi Raikkonen per il sorpasso subito da Vettel nel gioco dei pit-stop. Infine a Baku la prima fila tutta Mercedes non è servita a molto in una gara con colpi di scena a ripetizione ed infine vinta da Daniel Ricciardo. Aggiungete che a Melbourne la pole position fu di Lewis Hamilton ma la vittoria andò a Sebastian Vettel, che era scattato al suo fianco: dunque solo tre volte fino a questo momento nel 2017 chi è partito davanti a tutti sulla griglia di partenza ha poi vinto la gara. Protagonista in tutte le occasioni è stato Hamilton, in pole al sabato e poi vittorioso alla domenica sia a Shanghai, sia al Montmelò e pure nell’amata Montreal. Il pilota inglese è dunque quasi sempre micidiale quando riesce a partire davanti a tutti, mentre Vettel potrebbe essere definito l’uomo della domenica, perché in occasione delle sue tre vittorie non era mai partito dalla prima posizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori