Diretta Formula 1/ F1 streaming video Sky e Rai prove libere: Ricciardo davanti a Verstappen, male le Ferrari

Diretta Formula 1 prove libere FP1 e FP2 del Gp Singapore 2017: tempi e classifica delle due sessioni che aprono il weekend a Marina Bay (oggi venerdì 15 settembre)

15.09.2017 - Mauro Mantegazza
Ricciardo_RedBull_Baku_Lapresse_2017
Pronostico Formula 1 - LaPresse

PROVE LIBERE FP3 E QUALIFICHE GP SINGAPORE F1, DIRETTA LIVE

Anche nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore, Daniel Ricciardo ha ottenuto il miglior tempo: sul circuito di Marina Bay l’australiano è stato il più rapido di tutti in 1:40.852, unico pilota in grado di girar sotto l’1:41. A oltre mezzo secondo di ritardo troviamo il suo compagno di squadra Max Verstappen (1:41.408) che completa l’uno-due Red Bull nella simulazione della qualifica, la Mercedes si deve accodare con Hamilton (1:41.555) e Bottas (1:42.104), dietro alle Frecce d’Argento stavolta troviamo degli outsider come la Renault di Hulkenberg (1:42.448) e le McLaren-Honda di Vandoorne (1:42.501) e Alonso (1:42.788). In difficoltà invece la Ferrari con Raikkonen (1:42.835) nono dietro anche alla Force India di Perez (1:42.826), addirittura fuori dalla top-10 Sebastian Vettel (1:43.104) che non è riuscito a completare la simulazione della qualifica pur facendo segnare il record nel primo settore, ma per due volte ha dovuto abortire il giro a causa del traffico. Per quanto riguarda la simulazione del passo gara, Red Bull davanti a Ferrari e Mercedes anche se il divario in questo caso è stato molto più contenuto. (agg. di Stefano Belli) PROVE LIBERE GP SINGAPORE F1, DIRETTA LIVE

RED BULL OK ANCHE SUL PASSO GARA

A un quarto d’ora dalla fine della seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore (quattordicesima tappa del mondiale 2017 di Formula 1) i piloti sono alle preese con la simulazione del passo gara, anche in questo caso la Red Bull sembra avere una marcia in più rispetto alla concorrenza, probabilmente Verstappen e Ricciardo stanno girando con meno benzina a bordo rispetto ai rivali, fatto sta che entrambi hanno fatto segnare una serie di 1:45 alto, non sono riusciti a scendere sotto l’1:46 Vettel e Hamilton, intorno all’1:47 Bottas, tutti e cinque con le ultra-soft. Non pervenuto Kimi Raikkonen che è il grande deluso di questo venerdì, il finlandese della Ferrari non ha ancora trovato il feeling con la pista. (agg. di Stefano Belli) 

RICCIARDO VELOCISSIMO CON LE ULTRA-SOFT

Quando mancano 45 minuti al termine della seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore (quattordicesimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1), sul circuito di Marina Bay i piloti hanno completato la simulazione della qualifica con le gomme ultra-soft. La Red Bull si conferma al top con Ricciardo che abbatte addirittura il muro dell’1:41, unico pilota a riuscirci finora. L’australiano ha distanziato di oltre mezzo secondo il compagno di squadra Max Verstappen che a sua volta precede le Mercedes di Lewis Hamilton e Valterri Bottas. Bene la Renault con il quinto tempo di Hulkenberg, in palla anche la McLaren-Honda con Vandoorne e Alonso che occupano rispettivamente la sesta e settima posizione, nella media la Force India con entrambi i piloti, Perez e Ocon, nella top 10, a sandwich tra i due l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen che non ha ancora trovato la quadra del cerchio. (agg. di Stefano Belli) 

RED BULL SUBITO IN VETTA CON LE SUPER-SOFT

Da circa quindici minuti è in corso sul circuito di Marina Bay la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore, quattordicesimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. La Red Bull suona subito la carica con Daniel Ricciardo che montando un treno di super-soft replica i tempi realizzati nella FP1 con le ultra-soft, a quasi sette decimi di ritardo il suo compagno di squadra Max Verstappen. Lewis Hamilton ha preferito girare con le soft, la mescola più dura a disposizione per questo weekend, chiaramente con una gomma meno performante il britannico prende oltre un secondo di ritardo dall’australiano. Continua a nascondersi la Ferrari con Vettel che usa la gomma gialla mentre Raikkonen con la rossa è fuori anche dalla top-10. (agg. di Stefano Belli) 

VIA ALLA FP2!

La Formula 1 torna in azione per la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore sul circuito di Marina Bay: alle ore 14.30 italiane (le 20.30 locali) il via alla FP2 che si disputerà nello stesso orario della gara di domenica, quindi in notturna e con l’ausilio delle luci artificiali. Da questa sessione team e piloti potranno trarre indicazioni decisamente più utili rispetto alla FP1 che invece si è svolta nel pomeriggio con una temperatura dell’asfalto molto più alta rispetto a quella che ci sarà nella prossima ora e mezza. Come al solito la prima parte della FP2 sarà riservata alle simulazioni da qualifica con mescole super-soft e ultra-soft, mentre nei secondi 45 minuti i piloti si concentreranno sul passo gara con diversi quantitativi di carburante a bordo. Vedremo soprattutto se la Red Bull fa così paura come è sembrato nella mattinata di Singapore, oppure se Mercedes e Ferrari hanno margini di miglioramento più ampi. (agg. di Stefano Belli) 

McLAREN-RENAULT E TORO-ROSSO HONDA DAL 2018!

Giornata di annunci a Singapore: dopo tre anni da incubo per usare un eufemismo, le strade di McLaren e Honda si separano. È andato a vuoto il tentativo di rinverdire i fasti del binomio che tra il 1988 e il 1991 ha dominato in Formula 1 con i tre titoli di Ayrton Senna e il terzo alloor iridato di Alain Prost, per non parlare dei quattro mondiali costruttori messi in bacheca. La casa giapponese ha interpretato nel peggiore dei modi l’era del turbo V6 ibrido rimediando solamente figuracce in serie, con Fernando Alonso – tornato in McLaren per vincere il terzo titolo che non ha mai ottenuto in Ferrari – che solamente in qualche caso isolato è riuscito a racimolare qualche piazzamento. Dal 2018 il team di Woking monterà i propulsori Renault che lascia così la Toro Rosso: per la scuderia di Toro Rosso si tratterà di un vero salto nel buio visto che saranno proprio loro ad avere i motori Honda bistrattati dalla McLaren. Novità anche per quanto riguarda il mercato piloti, con l’ufficialità dell’ingaggio di Carlos Sainz da parte della Renault, sempre a partire dal 2018: quindi Jolyon Palmer è riuscito a mantenere il posto almeno fino al termine della stagione, contrariamente alle indiscrezioni che lo volevano appiedato già dalla Malesia. (agg. di Stefano Belli) 

MIGLIOR TEMPO PER RICCIARDO DAVANTI A VETTEL

Daniel Ricciardo è stato il più veloce di tutti nella prima sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore che si è da poco conclusa sul circuito di Marina Bay che domenica ospiterà la quattordicesima gara del mondiale 2017 di Formula 1. Il pilota australiano, al volante della Red Bull, ha realizzato il miglior tempo in 1:42.489, a un decimo di ritardo troviamo la Ferrari di Sebastian Vettel (1:42.598) che è apparso performante anche sul passo gara. Tuttavia la RB13 fa paura, come conferma il terzo tempo di Max Verstappen (1:42.610) davanti a Hamilton (1:42.904), Perez (1:43.423), Bottas (1:43.434) e Raikkonen (1:43.734), con i due finlandesi rimasti in penombra. Su una pista dove la power-unit non è così determinante come altrove prova a risalire la china la McLaren con l’ottavo tempo di Alonso (1:43.759), Hulkenberg (1:44.101) e Kvyat (1:44.220) completano la top-10. Antonio Giovinazzi (1:46.782) non ha sfigurato nel confronto diretto con Romain Grosjean (1:46.456) ma entrambe le Haas accusano un gap di oltre quattro secondi nei confronti dei big. Programma di lavoro completo per Sean Gelael (1:47.570), l’indonesiano al volante della Toro Rosso ha evitato incidenti e si è tenuto lontano dai guai, mettendosi dietro anche le Sauber di Ericsson (1:47.669) e Wehrlein (1:47.886). (agg. di Stefano Belli) 

LA FERRARI REAGISCE CON VETTEL

Quando manca solamente un quarto d’ora al termine della prima sessione di prove libere sul circuito di Marina Bay (sede del Gran Premio di Singapore) si conferma molto competitiva la Red Bull con Daniel Ricciardo che fa segnare il miglior tempo in 1:42.489, rifilando oltre un decimo al compagno di box Max Verstappen, i due piloti della scuderia anglo-austriaca precedono anche le Mercedes di Hamilton e Bottas, più in affanno la Ferrari con Vettel e Raikkonen che a parità di mescola (ultra-soft) accusano oltre un secondo di ritardo, un gap preoccupante in vista delle qualifiche. Anche se la Scuderia di Maranello ci ha abituato a tenersi ben nascosta il venerdì per non scoprire subito tutte le carte, e infatti Vettel risponde ai più pessimisti scendendo abbondantemente sotto l’1:43. Da sottolineare che lo stint di Bottas con gli pneumatici viola è durato appena 7 giri, chiaramente durante qualifiche e gara in notturna con temperature più basse il degrado sarà minore e più diluito nel tempo. (agg. di Stefano Belli) 

RED BULL IN GRAN FORMA CON LE ULTRA-SOFT

Prosegue sul circuito di Marina Bay la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore, quattordicesima tappa del mondiale 2017 di Formula 1. Con la gomma super-soft la Mercedes comincia subito a spingere, Hamilton e Bottas si sfilano a vicenda il miglior tempo, dopodiché gli altri big scendono in pista con le ultra-soft, i due piloti Red Bull si portano in vetta alla classifica con Ricciardo che è il primo a scendere sotto l’1:44, Verstappen risponde subito all’australiano in 1:43.278, a parità di mescola la Ferrari di Sebastian Vettel accusa quasi un secondo di ritardo. Successivamente anche le Frecce d’Argento tornano in pista con l’ultra-soft, al primo giro lanciato Bottas si porta a soli 156 millesimi da Verstappen palesando ampi margini di miglioramento. Da registrare i testacoda di Ericsson e Grosjean che non danneggiano le rispettive vetture, problema tecnico per Stroll che è costretto a tornare ai box ad andatura ridotta. (agg. di Stefano Belli) 

MERCEDES SUBITO IN PISTA CON LE SUPER-SOFT

Da circa un quarto d’ora è cominciata sul circuito di Marina Bay (sede del Gran Premio di Singapore) la prima sessione di prove libere. Tra i primi a scendere in pista Sebastian Vettel che effettua qualche giro con l’Halo, il dispositivo di protezione che entrerà in vigore dall’anno prossimo, da segnalare che Carlos Sainz ha ceduto il volante della Toro Rosso all’indonesiano Sean Gelael. Valtteri Bottas con gomma super-soft è il primo dei big a lanciarsi, il finlandese della Mercedes chiude il giro in 1:48.770, un tempo piuttosto alto se considerando che lo scorso anno in gara Ricciardo fermò il cronometro in 1:47.187. Lewis Hamilton non va oltre un 1:49.428 a oltre sette decimi dal compagno di box. (agg. di Stefano Belli) 

VIA ALLA FP1

Alle ore 10.30 italiane (le 16:30 locali) prenderà il via la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Singapore, quattordicesimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. La FP1 comincerà con la sole del luce per poi chiudersi a tramonto inoltrato, quando entrerà in funzione l’illuminazione artificiale: ricordiamo che a causa del clima estremamente caldo e umido è praticamente impossibile per i piloti girare nel primo pomeriggio con un elevatissimo indice di calore, motivo per cui qualifiche e gara si disputano in notturna. Per questo weekend la Pirelli ha portato sul circuito di Marina Bay le mescole soft, super-soft e ultra-soft, trattandosi di un asfalto poco abrasivo che non stressa particolarmente gli pneumatici. Ci sarà anche un pilota italiano tra i protagonisti della FP1: Antonio Giovinazzi sostituirà infatti Kevin Magnussen al volante della Haas, il danese tornerà in pista nelle seconde libere. (agg. di Stefano Belli) 

LA FERRARI CERCA IL RISCATTO

Dopo il monologo Mercedes a Monza la Ferrari spera di rifarsi sul circuito di Marina Bay che per il decimo anno consecutivo ospita il Gran Premio di Singapore. Lungo 5065 metri, è uno dei più lenti e tortuosi del calendario 2017 di Formula 1, e grazie al passo corto della SF70-H la Scuderia di Maranello spera di poter recitare in questo fine settimana un ruolo da protagonista e non da comprimario. Comunque non bisogna dare per scontato che Vettel e Raikkonen dominino in questo fine settimana, dall’Ungheria (ultimo successo della Rossa) a oggi la Mercedes ha compiuto notevoli passi avanti, stesso discorso per la Red Bull che in Italia dove in teoria avrebbe dovuto soffrire e correre sulla difensiva, invece Ricciardo e Verstappen si sono rivelati molto competitivi e senza le penalità per aver sostituito le componenti della power-unit TAG Heuer, probabilmente avrebbero puntato al podio. Quindi da tenere assolutamente d’occhio la RB13 che qui a Singapore potrebbe essere la vera rivale della Rossa, senza dimenticare ovviamente le Frecce d’Argento. (agg. di Stefano Belli)

DOVE VEDERE LA FORMULA 1 IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV

Le prove libere FP1 e FP2 di Formula 1 del Gran Premio di Singapore 2017 saranno trasmesse su Sky Sport F1 HD, canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky, che detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della Formula 1. Inoltre va detto che per questo Gran Premio di fine estate, anche la Rai potrà trasmettere in tempo reale tutte le varie sessioni che caratterizzeranno questo evento, una bella doppietta dunque dopo avere già seguito Monza due settimane fa. Qui di seguito vi presentiamo tutte le modalità per seguire le prove odierne, che apriranno il weekend sull’affascinante ma tortuoso tracciato di Singapore.

Anche quest’anno la telecronaca Sky di tutti gli eventi è affidata a Carlo Vanzini, affiancato da vari commentatori fra i quali Marc Gené, la voce dall’interno dei box Ferrari. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio, mentre la rubrica Paddock Live che farà da filo conduttore alla giornata sarà come sempre condotta da Federica Masolin. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione Sky Go.

GLI ORARI DEL VENERDI’

La Formula 1 oggi, venerdì 15 settembre, torna protagonista con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Singapore 2017 in diretta dal circuito cittadino che sorge nella città Stato del Sud-Est asiatico, per la precisione nel quartiere di Marina Bay, dove domenica si correrà il quattordicesimo appuntamento del Mondiale 2017 di Formula 1. La prima annotazione è doverosamente riservata agli orari, che saranno molto simili a quelli classici dei Gran Premi che si svolgono in Europa. Questo perché, nonostante Singapore sia ben sei ore avanti rispetto all’Italia, si correrà in notturna e di conseguenza tutti gli appuntamenti sono spostati verso la sera locale. Ecco dunque gli orari delle due sessioni in programma oggi: la FP1 avrà inizio alle ore 10.30 italiane del mattino, quando a Singapore saranno già le 16.30; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 14.30 per la FP2 (le 20.30 locali), la sessione più significativa perché si disputerà all’incirca alla stessa ora delle qualifiche di sabato e della gara di domenica, un appuntamento molto delicato nella lunga lotta per il Mondiale fra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel e di conseguenza fra la Mercedes e la Ferrari, che questa volta potrebbe avere un vantaggio sui rivali dal punto di vista tecnico.

GLI APPUNTAMENTI IN CHIARO

Per quanto riguarda la tv in chiaro, come detto sulla Rai in questo weekend potremo seguire tutto in tempo reale proprio come sul satellite, di conseguenza con gli stessi orari. Per quanto riguarda le due odierne sessioni di prove libere, appuntamento per la FP1 e per la FP2 in entrambi i casi su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) per seguire il racconto di tutto quello che succederà oggi sul circuito con la telecronaca di Gianfranco Mazzoni e il commento tecnico di Ivan Capelli. Lo streaming della Rai sarà come sempre garantito dal sito Internet ufficiale www.raiplay.it. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, gli account @Formula 1 e @F1.

FOCUS MERCEDES

Il weekend è particolarmente atteso da Hamilton e dalla Mercedes proprio perché finora quest’anno le Frecce d’Argento hanno sempre sofferto nel confronto con la Ferrari su circuiti simili a quello di Singapore. In questi giorni le parti si invertiranno rispetto a Spa e Monza, quando la Mercedes partiva favorita ed era la Ferrari a dover mostrare miglioramenti e limitare i danni – ci è riuscita molto bene in Belgio, più sofferta invece la gara in Italia. Stavolta è la Ferrari teoricamente al servizio (per usare una metafora tennistica) e toccherà a Hamilton magari difendersi, oppure contrattaccare a sorpresa sapendo che una eventuale vittoria a Singapore costituirebbe un brutto colpo per Vettel e per la Ferrari, che si attendono moltissimo da questo Gran Premio, al termine del quale puntano a tornare in vetta alla classifica Piloti, che il tedesco ha dovuto mollare per la prima volta in tutta la stagione proprio al termine della gara di Monza.

FOCUS FERRARI

A Montecarlo e Budapest sono arrivate due vittorie per la Ferrari, che arriva a Singapore consapevole che questa potrebbe essere di nuovo una gara favorevole, ma anche con la pressione di chi non può sbagliare per tornare davanti a Hamilton dopo l’esito certamente non esaltante della gara di Monza. Un banco di prova dunque importante per Vettel ma pure per Kimi Raikkonen, chiamato a ripetere quanto gli era riuscito benissimo nel Principato (a dire il vero con rimpianti personali) e in Ungheria, cioè proteggere le spalle al capitano e possibilmente tenere dietro le Mercedes. Tutto questo tenendo conto anche della Red Bull, che storicamente a Marina Bay ha sempre fatto molto bene, anche perché rispetto ad altre piste naturalmente patisce meno il gap di velocità e potenza pure e può sfruttare altre qualità. Le ‘lattine’ diventeranno così inevitabilmente alleata dell’una oppure dell’altra: il sogno della Ferrari naturalmente sarebbe vincere con le Red Bull davanti alle Mercedes, ma Daniel Ricciardo e Max Verstappen potrebbero togliere punti anche alle Rosse. L’attesa per quanto succederà in questo stuzzicante weekend sta finalmente per finire, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Singapore 2017 di Formula 1 a Marina Bay sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori