Diretta Formula 1 / F1 streaming video Sky, prove libere live: le novità tecniche della Ferrari

Diretta Formula 1 prove libere FP1 e FP2 del Gp Malesia 2017 Sepang: tempi e classifica delle due sessioni che aprono il weekend (oggi venerdì 29 settembre)

29.09.2017 - Mauro Mantegazza
max_verstappen_redbull_lapresse_2017
Pronostico Formula 1: Max Verstappen (LaPresse)

La Ferrari ha decisamente convinto nel venerdì del Gran Premio della Malesia: da Sepang deve ripartire la volata per il Mondiale di Formula 1 e Sebastian Vettel ha cominciato il weekend con il piede giusto, ottenendo il miglior tempo del venerdì davanti a Kimi Raikkonen, chiara dimostrazione di una Ferrari in grande spolvero. Merito anche delle innovazioni tecniche portate da Maranello proprio in occasione della gara di Sepang, a cominciare da una nuova presa d’aria di forma oblunga, simile a quella già in uso dalla Mercedes, che ha un compito molto importante per il raffreddamento della power unit in condizioni climatiche tropicali come quelle che si trovano in Malesia. Modifica che però potrebbe essere utile anche altrove e che dunque potrebbe essere permanente sulla Ferrari SF70H in questo finale di stagione nel quale la Rossa deve ancora gettare nella mischia il quarto motore, che sarà introdotto il più avanti possibile per portare al massimo lo sviluppo per annullare il gap dovuto alle restrizioni regolamentari introdotte a partire da Monza sulla quantità d’olio che si può immettere nel carburante. Il lavoro dunque per ora si concentra sull’aerodinamica, come dimostrano anche le migliorie apportate ai deflettori davanti alle fiancate. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) FORMULA 1, LA DIRETTA LIVE IN TEMPOREALE

IL DEBUTTO DI GASLY

Uno dei nomi più attesi nel Gran Premio della Malesia è certamente quello del francese Pierre Gasly, che proprio a Sepang fa il debutto al volante di una Toro Rosso al posto del russo Daniil Kvyat, che è stato appiedato in vantaggio di Gasly, attualmente secondo nel campionato di Super Formula. Il francese ha parlato di una “sensazione stupenda” e naturalmente per lui sarà un’occasione per dare la svolta alla carriera, perché sappiamo che la Red Bull (di cui la Toro Rosso è lo junior team) non ha paura di lanciare i giovani, ma chiede risultati all’altezza delle aspettative. Per ora, possiamo dire che cosa ha fatto Pierre Gasly nelle due sessioni di prove libere nel venerdì malese: 14 giri nella FP1 mattutina e miglior tempo in 1:52.380, che gli è valso il nono posto nella classifica dei tempi. Sessione però bagnata, i tempi sono naturalmente migliorati moltissimo al pomeriggio, quando Gasly ha fatto fermare i cronometri in 1:34.043, ottenendo il quindicesimo posto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL VENERDI’ DI ALONSO

Se non ci sorprende più di tanto vedere  in cima alla lista dei miglior tempi registrati in queste prime due sessioni di prove libere  anche al Gp della Malesia nomi come quelli di Vettel, Raikkonen, Verstappen e Ricciardo, di certo ci sorprende (positivamente) notare il quinto miglior tempo segnato da Fernando Alonso nella Fp2. Delle doti dello spagnolo e delle sue disavventure sulla McLaren in questa stagione della Formula 1 si è già disquisito a lungo, ma di certo  è sempre molto bello per tutti gli appassionati vedere l’ex ferrarista in grado di competere con i migliori nonostante le tante difficoltà. Nella seconda sessione di libere del venerdì a Sepang Alonso è riuscito infatti a mettere a bilancio il crono di 1.32.564  a +1.303 da Vettel davvero insuperabile su pista asciutta: un ottimo risultato facilitato ovviamente dalle pessime prestazioni in pista da parte delle Mercedes, che non hanno trovato in entrambe le sessioni l’asset giusto da dare alla Fw 80. Chiaramente ora di domenica, al vero Gp della Malesia, questo ben risultato di Alonso verrà dimenticato, ma di certo è sempre molto bello veder correre lo spagnolo. (agg Michela Colombo)

RED BULL AGO DELLA BILANCIA?

Anche nel Gp della Malesia 2017, 15^ prova del mondiale della Formula 1 l’ago della bilancia per la lotta al titolo mondiale, in pista come nelle classifiche, sarà la Red Bull. La casa austriaca in questa stagione ha avuto molte occasioni di coprirsi di gloria ma in questi ultimi appuntamenti si è rivelata capace di mettere la giusta dose di “zizzania“ tra Ferrari e Mercedes: questo insomma l’esito delle due sessioni di prove libere di Sepang. Dati alla mano vediamo che sotto la pioggia nel corso della Fp1 Verstappen e  Ricciardo si sono dimostrati i più veloci, mentre nella Fp2 (eppur molto breve visto l’incidente di Grosjean) le due vetture della casa delle lattine hanno trovato  rispettivamente la terza e la quarta piazza dietro alle Ferrari, imbattibili sull’asfalto asciutto di Sepang. Se le prestazioni delle due Red Bull dovessero confermarsi anche nelle prove libere di domani oltre che negli altri appuntamenti di questo weekend del Gp della Malesia, le due monoposto austriache potrebbero davvero fare la differenza anche nell’assegnazione del titolo. (agg Michela Colombo) 

STRATEGIA AGGRESSIVA PER LE ROSSE

La pioggia ha “annacquato” la prima sessione di prove libere, non la seconda, nella quale la Ferrari si è mostrata in grande forma. Ciò che ha colpito non è tanto il secondo e mezzo di vantaggio sulle due Mercedes, ma la facilità con cui ingegneri e meccanici hanno trovato il set up migliore per le monoposto di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Molto dipenderà dalle condizioni meteorologiche: la Formula 1 è diventata ipertecnologica, ma proprio per questo ogni piccolo dettaglio può fare la differenza. A Maranello hanno messo in pratica una strategia molto aggressiva: sono tanti gli aggiornamenti pensati appositamente per la pista di Sepang, del resto la Rossa non può sbagliare un colpo in questo weekend. Si può parlare invece di crisi tecnica per ora per la Mercedes, visto che Lewis Hamilton e Valtteri Bottas non hanno trovato il passo giusto; le W08 sono sembrate lente e impacciate. (agg. di Silvana Palazzo) 

INCOGNITA METEO, PROBLEMI PER LA MERCEDES

Su una pista favorevole alla Mercedes si è visto il riscatto della Ferrari: un venerdì atipico quello del GP di Malesia 2017. Lewis Hamilton ha registrato problemi di assetto, mentre Sebastian Vettel è andato forte sull’asciutto dopo le grandi prestazioni delle due Red Bull sul bagnato. Proprio il meteo potrebbe avere molto peso sulle qualifiche, visto che le monoposto mostrano passi diversi a seconda delle condizioni. A sperare che non piova è la Ferrari, che è andata ben oltre le aspettative sull’asciutto. Può lottare per vincere, invece, la Red Bull, ma sul bagnato. Il punto interrogativo riguarda la Mercedes, che ha cominciato come a Singapore. Le due W08 hanno mostrato un problema di trazione e un retro treno in crisi, ma in serata la squadra potrebbe rimettere a posto la situazione in vista delle qualifiche. Molto indicativa sarà l’ultima sessione di prove libere per capire a cosa possono puntare Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. (agg. di Silvana Palazzo) 

MIGLIOR TEMPO PER VETTEL, INCIDENTE PER GROSJEAN

Sul circuito di Sepang si sono concluse con dieci minuti di anticipo le seconde prove libere del Gran Premio della Malesia (quindicesima tappa del mondiale 2017 di Formula 1), Sebastian Vettel ha fatto segnare il miglior tempo in 1:31.261 precedendo di oltre sei decimi il compagno di squadra Kimi Raikkonen (1:31.865), i due ferraristi sono stati gli unici a girare sotto l’1:32. In terza posizione troviamo la Red Bull di Daniel Ricciardo (1:32.099) davanti a Max Verstappen (1:32.109), ottimo quinto tempo per la McLaren-Honda di Fernando Alonso (1:32.564) che si toglie la soddisfazione di chiudere la FP2 davanti alle Mercedes di Hamilton (1:32.677) e Bottas (1:32.720), le Frecce d’Argento sono apparse molto nervose soprattutto nei cambi di direzione. Completano la top 10 le Force India di Perez (1:32.862) e Ocon (1:33.096) con la Renault di Hulkenberg (1:33.060) che è riuscito a inserirsi a sandwich tra le due macchine rosa. La sessione si è chiusa con il brutto incidente di Romain Grosjean che passando sopra a un tombino scoperchiato ha rovinato la sua Haas finendo anche contro le barriere, episodio che ha allarmato la direzione gara con Charlie Whiting che ha effettuato un sopralluogo per capire esattamente cosa sia successo e fare in modo che non accada più nei prossimi giorni. (agg. di Stefano Belli) 

FERRARI OK ANCHE NEL PASSO GARA

Quando mancano quindici minuti al termine della seconda sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia sul circuito di Sepang (quindicesima tappa del mondiale 2017 di Formula 1) le attività in pista sono state interrotte a causa dell’incidente di Romain Grosjean che passando sul cordolo ha preso in pieno un tombino messo male il quale ha provocato la rottura istantanea della gomma posteriore destra, il francese ha perso quindi il controllo della vettura e si è schiantato, per fortuna lateralmente, sulle barriere di protezione. Il pilota è comunque uscito da solo dall’abitacolo ma rimane comunque un episodio preoccupante nell’ottica del weekend di gara. Al di là di questo la Ferrari ha dimostrato di avere un ottimo passo gara sia con Vettel che con Raikkone che girano costantemente sull’1:36 basso, un po’ più alti i tempi dei due piloti Red Bull mentre Hamilton nella simulazione della qualifica ha girato a +1.4 da Vettel, rimanendo dietro anche alla McLaren-Honda di Fernando Alonso. (agg. di Stefano Belli) 

VETTEL E RAIKKONEN VELOCISSIMI CON LE SUPER-SOFT

Mancano 45 minuti al termine della seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Malesia (quindicesimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1), in questo momento i piloti stanno effettuando la simulazione del giro da qualifica usando la gomma super-soft (rossa) che è la mescola più prestazionale messa a disposizione dalla Pirelli per questo weekend. La Ferrari inziai a fare sul serio, Vettel e Raikkonen sono i primi a scendere sotto l’1:32 con il tedesco che rifila oltre sei decimi al finlandese compagno di squadra e otto decimi a Daniel Ricciardo che con la Red Bull non è riuscito a replicare i tempi delle due Rosse, stesso discorso per Max Verstappen. Solamente quinto Valtteri Bottas con la super-soft mentre continua a nascondersi Lewis Hamilton, il dato di fatto più importante è che in condizioni di pista asciutta la SF70-H sembra avere qualcosa in più rispetto alle dirette rivali per il titolo. (agg. di Stefano Belli)

TUTTI IN PISTA A GIRARE IN ATTESA DELLA PIOGGIA

Sul circuito di Sepang è cominciata da circa un quarto d’ora la seconda sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia. Rispetto alla FP1 la pista si è asciugata ed è anche spuntato fuori un pallido sole, i piloti ne approfittano per girare con la gomma slick (cosa che non hanno potuto fare nella mattinata malese), e siccome le previsioni meteo danno un 60% di probabilità di pioggia nel corso della FP2 la classifica dei tempi si riempie in fretta. Con la mescola soft (gomma gialla) Max Verstappen conferma i progressi della Red Bull RB13 facendo segnare la miglior prestazione in 1:32.739, precedendo di 87 millesimi Kimi Raikkonen che a sua volta si trova davanti al compagno di box Sebastian Vettel. Solamente quarto Ricciardo davanti a Bottas, Massa (il primo a usare la super-soft) e Hamilton, Mercedes che continua a nascondersi ma che già nei prossimi minuti dovrebbe scoprire le proprie carte con la simulazione del giro da qualifica. (agg. di Stefano Belli) 

VIA ALLA FP2!

Alle ore 9.00 italiane (le 15.00 locali) comincerà sul circuito di Sepang la seconda sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia, quindicesimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. Occhi puntati sulla Red Bull che con la pista bagnata può fare veramente la differenza con Max Verstappen, il nuovo Rain Man del circus che già lo scorso anno in Brasile fece il fenomeno sotto la pioggia e anche nella FP1 di stamani ha dimostrato di avere una sensibilità fuori dal comune, supportato da una RB13 che sembra fatta apposta per queste condizioni climatiche così difficili da interpretare. In questo momento comunque non sta piovendo e probabilmente la FP2 si disputerà con pista asciutta, quindi potremo vedere i valori di forza delle varie scuderie con le gomme slick; in questo caso Ferrari e soprattutto Mercedes dovrebbero tornare competitive e tenere testa alla scuderia anglo-austriaca.  (agg. di Stefano Belli) 

MIGLIOR TEMPO PER VERSTAPPEN NELLA FP1

Max Verstappen è stato il pilota più veloce nella prima sessione di prove libere del Gran Premio di Malesia sul circuito di Sepang: l’olandese, al volante della Red Bull, ha fermato il cronometro sull’1:48.962 rifilando 757 millesimi di distacco al compagno di squadra Daniel Ricciardo. La RB13 si è trovata molto a suo agio sulla pista bagnata e con le gomme intermedie ha inflitto gap pesanti alla concorrenza. Da rimarcare il terzo posto di Fernando Alonso (1:50.597) che ha preceduto anche le due Ferrari di Raikkonen (1:50.734) e Vettel (1:51.009) con la Mercedes che invece si è nascosta: Hamilton (1:51.518) e Bottas (1:52.008) hanno chiuso rispettivamente in sesta e settima posizione. Tre giovani completano la top 10: Lance Strol (1:52.295), il debuttante Pierre Gasly (1:52.380) e il tester Sergey Sirotkin (1:53.521). Gasly, che da questo weekend prende il posto di Daniil Kvyat al volante della Toro Rosso, ha saputo trovare immediatamente un buon ritmo. Non male anche Sean Gelael (1:54.610) che ha ottenuto il quattordicesimo tempo infilandosi tra le due Force India di Esteban Ocon (1:53.896) e Sergio Perez (1:54.669), mentre Charles Leclerc (1:55.280) con la Sauber non è andato oltre il sedicesimo tempo; Antonio Giovinazzi (1:56.339) si è dovuto accontentare del diciannovesimo tempo, appena un decimo più lento rispetto a Romain Grosjean (1:56.221), senza tempo Felipe Massa che con la Williams ha percorso solamentre tre giri. (agg. di Stefano Belli) 

GLI ORARI DEL VENERDI’

La Formula 1 oggi, venerdì 29 settembre, torna protagonista con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Malesia 2017 in diretta dal circuito di Sepang, dove domenica si correrà il quindicesimo appuntamento del Mondiale 2017 di Formula 1. La prima annotazione è doverosamente riservata agli orari, che saranno fortemente condizionati dalle sei ore di fuso orario che separano l’Italia dalla Malesia. Ecco dunque quando si svolgeranno le due sessioni in programma oggi: la FP1 avrà inizio alle ore 5.00 italiane del mattino, quando a Sepang saranno già le 11.00; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 9.00 per la FP2 (le 15.00 locali), la sessione più significativa perché si disputerà alla stessa ora della gara di domenica sul circuito che sorge a breve distanza dalla capitale malese Kuala Lumpur e che è alla sua ultima apparizione in Formula 1, dal momento che è già stato annunciato che dal 2018 la Malesia uscirà dal calendario del Mondiale per motivi economici. Sepang si congederà dicendoci se Sebastian Vettel e la Ferrari potranno rilanciare l’inseguimento al titolo iridato o se la botta subita due domeniche fa a Singapore diventerà determinante.

LE PROVE DI FORMULA 1 IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV

Le prove libere FP1 e FP2 di Formula 1 del Gran Premio di Malesia 2017 sul circuito di Sepang saranno trasmesse su Sky Sport F1 HD, canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky, che detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della Formula 1. Inoltre va detto che per questo Gran Premio la Rai non potrà trasmettere in tempo reale tutte le varie sessioni che caratterizzeranno questo evento, perché il Gp Malesia è di quelli che potremo vedere in chiaro solamente in differita. Anche quest’anno la telecronaca Sky di tutti gli eventi è affidata a Carlo Vanzini, affiancato da vari commentatori fra i quali Marc Gené, la voce dall’interno dei box Ferrari. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio, mentre la rubrica Paddock Live che farà da filo conduttore alla giornata sarà come sempre condotta da Federica Masolin. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione SkyGo.

GLI APPUNTAMENTI IN CHIARO

Per quanto riguarda la tv in chiaro, come detto sulla Rai in questo weekend non potremo seguire tutto in tempo reale, ma solamente in differita. Per quanto riguarda le due odierne sessioni di prove libere, appuntamento per la FP1 alle re 10.45 e per la FP2 alle ore 13.45, in entrambi i casi su Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) per seguire il racconto di tutto quello che succederà oggi sul circuito con la telecronaca di Gianfranco Mazzoni e il commento tecnico di Ivan Capelli. Lo streaming della Rai sarà come sempre garantito dal sito Internet ufficiale www.raiplay.it. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, gli account @Formula 1 e @F1. 

FOCUS MERCEDES

Lewis Hamilton è stato oggettivamente molto fortunato a Singapore: le qualifiche erano andate male per la Mercedes, il rischio di perdere molti punti da Sebastian Vettel era forte ed invece alla prima curva entrambe le Ferrari erano già fuori e l’inglese, partito piuttosto cauto, si è ritrovato al comando della corsa e con la vittoria praticamente servita su un piatto d’argento. Ciò che però fa sorridere ancora di più la Mercedes è il fatto che le gare peggiori per le Frecce d’Argento dal punto di vista delle caratteristiche del circuito sono ormai tutte alle spalle: ci potrebbe forse essere ancora Abu Dhabi, ma sicuramente la temuta Singapore ha dato una svolta che forse Hamilton e il suo team non osavano nemmeno sperare alla vigilia. Questo naturalmente nulla toglie ai meriti della Mercedes e del pilota inglese, che guidano le classifiche stagionali per numero di pole position e vittorie: adesso per loro il compito sarà quello di gestire nel migliore dei modi questo regalo della sorte.

FOCUS FERRARI

In casa Ferrari logicamente l’obiettivo è esattamente l’opposto. Si contava molto su Singapore e le qualifiche autorizzavano a sognare, con Sebastian Vettel in pole position e Hamilton relegato in terza fila. Poi è successo quello che è successo, un incidente di gara ma nel quale onestamente il tedesco ha delle responsabilità, vista la traiettoria seguita subito dopo la partenza – in modo legittimo perché chi è davanti può seguire la traiettoria che vuole, ma forse incauto considerando che a fianco c’era un certo Max Verstappen, senza considerare che pure la sfortuna ci ha messo lo zampino sotto forma di un Kimi Raikkonen autore di una partenza strepitosa nel giorno sbagliato, perché si è trovato di fianco a Verstappen quando l’olandese ha sbandato a causa appunto dello spostamento di Vettel. Adesso l’unica cosa da fare è voltare pagina e provare a rilanciare un inseguimento che si fa molto difficile, ma non impossibile. L’attesa per quanto succederà in questo stuzzicante weekend sta finalmente per finire, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Malesia 2017 di Formula 1 a Sepang sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori