Diretta/ Test Formula 1 2018 Barcellona: streaming video e tv: Vettel più veloce tra gelo e gomme fredde

- Mauro Mantegazza

Diretta test Formula 1 Barcellona info streaming video e tv, classifica e tempi della seconda giornata di prove sul circuito del Montmelò per la stagione 2018.

Ricciardo_RedBull_Baku_Lapresse_2017
Diretta Formula 1: Gp Azerbaigian 2019 Baku - LaPresse

Dunque, freddo e pioggia l’hanno fatta da padroni nella giornata di prove al Montmelò, la seconda che ha visto scendere finalmente in pista Sebastian Vettel alle prese con la nuova SF71-H. Il pilota tedesco però è stato il primo a gettare acqua sul fuoco, sottolineando come le prestazioni siano state influenzate dalle condizioni atmosferiche particolari. Con circa 3 gradi di temperatura e meno di dieci sull’asfalto, per Vettel la performance potrebbe essere stata troppo condizionata. Gomme fredde e difficoltà nel riuscire a capire come la monoposto possa comportarsi in quelle che saranno piste molto più “calde” rispetto al Montmelò, nel vero senso della parola. Nel frattempo però aver chiuso con il miglior tempo di giornata è sicuramente incoraggiante, alle primissime luci dell’alba di una nuova lunghissima stagione per la Ferrari. (agg. di Fabio Belli)

VETTEL: “LA FERRARI FUNZIONA”

Test Formula 1 2018 a Barcellona, buone notizie per la Ferrari. Il secondo giorno di prove ha visto vincitore indiscusso Sebastian Vettel, che ha fatto segnare un buon 1’11”673. Come riportato da Tutto Motori Web, il pilota tedesco ha analizzato così la performance in pista: “Per il momento è proprio la solidità della macchina ci interessa, la performance verrà successivamente. Dal punto di vista delle operazioni, è filato tutto liscio e posso affermare che la SF71-H funziona bene. Il fatto è che il clima incontrato è molto lontano da quello tipico della F1 visto che ci sono stati al massimo 3 o 4 °C nell’aria e 8 o 9 °C sull’asfalto. Per tutti è stato complicato far riscaldare le gomme. A mio avviso è stato un elemento limitante. Se poi si considera che oltre a fare più freddo, il fondo è stato rimesso a nuovo, è impossibile fare comparazioni con il 2017. Per ora ci stiamo focalizzando soltanto su noi stessi e non guardiamo alle performance altrui”. (agg. Massimo Balsamo)

VOLA LA FERRARI DI VETTEL

Al termine del secondo giorno di test sul circuito di Montmelò (Barcellona), la Ferrari ha buoni motivi per sorridere. Infatti, dopo che in mattinata si era messo in luce il finlandese Bottas su Mercedes (favorito anche forse dall’uso delle gomme morbie), ecco che nel pomeriggio a far segnare la migliore prestazione cronometrica è stato il vice-campione del mondo Sebastian Vettel che, così, di fatto ha dato una bella prova di forza con la sua nuova Ferrari SF71H. Il pilota tedesco della scuderia italiana ha fatto segnare un buon 1’11”673 con la sua monoposto, rimediando anche a un precedente testacoda: tuttavia, Vettel ha ammesso candidamente al termine dei testi che ciò che contava oggi non erano certo i tempi, ma “il fatto che in queste condizioni meteorologiche sfavorevoli siamo riusciti a percorrere quasi cento giri senza nessun problema di affidabilità”. Inoltre, il pilota numero uno della Ferrari ha aggiunto che tutto è andato secondo i piani anche dal punto di vista della “operatività complessiva” anche se le condizioni sperimentate quest’oggi sul circuito catalano non sono ovviamente le stesse che il pilota ritroverà in gara. (agg. di R. G. Flore)

ARRIVA LA BANDIERA A SCACCHI!

Bandiera a scacchi al circuito di Barcellona: termina qui la seconda giornata di test per la formula 1 sulla pista di Montmelò. Sono davvero poche le emozioni vissute in questa ultima ora di prove in spagna, visto anche le proibitive condizioni meteo. I vari team hanno infatti approfittato di questo momento per fare le prove dei pit stop: elemento comunque indispensabile anche se di certo le varie scuderie avrebbero preferito oggi concentrarsi su passo gara e velocità. Diamo allora un ultimo sguardo alla classifica dei tempi prima di salutarci a domani: il re della velocità oggi è Sebastian Vettel, in testa con il crono di 1.19.673. secondo gradino del podio per Bottas e la sua Mercedes, mentre rimane terzo Vandoorne. Nella top five della classifica dei tempi anche Verstappen, con Carlo Sainz, (agg Michela Colombo)

CLASSIFICA E TEMPI

FIOCCHI DI NEVE

Sono davvero ben poche le novità che arrivano dalla pista di Barcellona quando manca poco meno di un’ora alla chiusura della seconda giornata di test per la formula 1: a Montmelò infatti è cominciato a cadere qualche fiocco di neve. Una condizione davvero surreale quella sul circuito spagnolo: praticamente tutte le vetture sono ferme ai box. In casa Force India si cerca di vedere il lato comincio del momento e scherzosamente i meccanici hanno montato delle catene da neve sulla monoposto di Esteban Ocon. Scherzi a parte la neve di certo non facilita il lavoro delle varie scuderie, già indietrissimo con il proprio programma di lavoro per via delle basse temperature registrate in giornata. Ancora sul tavolo di discussione la possibilità di aggiungere un giorno extra di test a Barcellona: il circuito però risulta prenotato per dei filming day venerdi e la situazione pare non essere destinata a sbloccarsi a breve.

IL DUELLO FERRARI MERCEDES

Ed è già duello Ferrari-Mercedes sulla pista di Barcellona nella seconda giornata di test per la F1 2018. A Montmelò mentre le temperature si stanno assetando su temperature più gradevoli, Vettel e Bottas si stanno lottando a sportellate (ovviamente solo metaforiche) il primo posto nella classifica dei tempi. Il ferraritsa è stato il primo a scendere sotto al muro del 1.20 in questi test di Barcellona: 1.19673 il crono del tedesco 4 volte campione del mondo della formula 1. La riposta del pilota Mercedes però non si è fatta attendere a lungo: poco dopo i tempi record di Vettel Bottas ha reagito firmando il crono di 1.19.976. Nella graduatoria rimane poi terzo un buon Stoeffel Vandoorne su McLaren anche se il suo tempo è di appena 1.29.325: nella top five troviamo poi Verstappen e Sainz. (agg Michela Colombo)

IN PISTA C’E’ KUBICA!

Piccolo momento di sosta alla pista di Barcellona, dopo una grande sessione di prove dove la classifica dei tempi ha subito non poche novità. La temperatura dell’asfalto è migliorata e il cielo si è aperto sopra al circuito di Montmelò: condizioni ideali quindi per un hammer time, dove il re è stato ancora una vola Sebastian Vettel. Il ferrarista è tornato presto in pista oggi per migliorare il suo crono, già il più basso della classifica: 1.20.115 per il tedesco della rossa, che da buone impressioni in vista della prossima stagione della F1 2018. De segnalare poi in questo momento l’ingresso a Barcellona della Williams di Robert Kubica: il polacco sarà terzo pilota e test driver della monoposto Martini, ma i suoi fan non vedo l’ora di vederlo alla prima guida. (agg Michela colombo)

VETTEL SUBITO VELOCE

Si è finalmente accesa la seconda giornata di test per la Formula 1 a Barcellona: ecco infatti che la classifica dei tempi comincia a vedere i primi crono davvero interessanti. A dominare la scena a Montmelò, dove però le temperature continuano ad essere rigide, è la Ferrari Sf 71 H di Sebastian Vettel. Il 4 volte campione del mondo della F1 ha infatti strappato pochi istanti fa il miglior tempo della giornata, bloccando il cronometro sul 1.20.168. In appena tre giri di pista a Barcellona la rossa è tornata a ruggire e a rispondere per le rime alle frecce d’argento, che vedono ancora protagonista Valtteri Bottas. Un ottimo squilli quindi per la Ferrari, avvenuta poco prima della seconda sessione di bandiere rosse: pochi minuti fa è andato fuori pista Leclerc con la sua Sauber Alfa Romeo, mentre pochi istanti fa è andata in testa con la Red bull di Verstappen.

BOTTAS IL PIU’ VELOCE

Valzer di gomme in pista a Barcellona: approfittando delle temperature appena più calde quei tutti i piloti si stanno facendo vedere in pista a Montmelò nella speranza di poter mettere in classifica un crono interessante. Ecco quindi che il lavoro ai box ferve nel tentativo di trovare la mescola giusta in queste condizioni così critiche: la temperatura dell’asfalto spagnolo è di appena 10 grandi. Nonostante ciò la classifica dei tempi ha cominciato a vedere i primi crono interessanti e pure i primi miglioramenti. In cima alla lista troviamo quindi Valtteri Bottas su mercedes con il crono di 1.20.270: segue Vandoorne sulla Mclaren color papaya con il tempo di 1.20.325. terzo gradino del podio per Sebastian Vettel su Ferrari con il tempo di 1.21. 843. Nella top five anche Sirotkin e Ocon , ma ci attendiamo poi grandi cose anche da Caros Sainz tra gli stakanovisti in pista a Barcellona oggi. (agg Michela Colombo)

TORNA IN PISTA VETTEL

Come da previsioni, la pista si sta gradualmente scaldando e sempre più piloti si stanno facendo vedere sul circuito a Montmelò nella seconda giornata di test della Formula 1. I crono rimangono ancora molto alti, e sulla classifica dei tempi rimangono come noi solo quelli di Bottas e Sainz, impegnati però ad abbassare il primo crono. Ci attendiamo però grandi cose nelle prossime ore. Come abbiamo visto le temperature si stanno alzano e benché Carlos Sainz abbia affermato che ci vogliono almeno 5 giri per riuscire a scaldare le gomme, presto potrebbero esserci nuovo crono importanti. Ecco infatti che in questi istanti sta scendendo in pista a Barcellona il 4 volte campione del mondo della Formula 1 Sebastian Vettel: primi giri importanti per il ferrarista dopo l’installazione lap di questa mattina. Da segnalare poi che varie scuderie hanno presentata richiesta alla Fia di cancellare la terza giornata di test, per recuperarla venerdi, in attesa di miglior condizioni meteo. (agg Michela Colombo)

ECCO I PRIMI GIRI CRONOMETRATI

Ecco finalmente le prime emozioni sulla pista di Barcellona, mentre ormai è passato parecchio tempo al via ufficiale di questa seconda giornata di test. A Montmelò al momento sono appena due i giri cronometrati registrati e ovviamente i tempi sono davvero alti: le basse temperature raggiunte non permettono ancora ia vari piloti presenti di realizzare crono davvero interessanti. I “coraggiosi” della classifica dei tempi nella 2^ giornata di test son Carlos Sainz, che con la sua Renault ha rimediato il tempo di 1.50.760 e Valtteri Bottas che con la Mercedes ha invece collezionato il 1.50.700. Tempi quindi molto lenti ma per il momento son anche gli unici che abbiamo. Per tentare di risolvere parzialmente i disagi registrati nei box la federazione ha deciso di annullare la pausa pranzo, di solito collocata tra le 13 e le 14. Proprio in quel lasso di tempo, la pista di Montmelò potrebbe registrare temperature più alte e consone per permettere ai vari team di svolgere il proprio programma di lavoro. (agg Michela Colombo)

NESSUN GIRO CRONOMETRATO

E’ passata un’ora abbondante dalla prima bandiera a scacchi sulla pista di Barcellona, eppure la classifica dei tempi continua a rimanere vuota, come pure il circuito spagnolo. Non poteva che esserci un inizio peggiore per la seconda giornata di test per la Formula 1: le temperature proibitive stanno infatti redendo impossibile per le vetture girare. Dopo qualche installation lap condotta da tutti i piloti presenti a Montmelò, montando le griglie per l’aerodinamica, tutti hanno poi fatto presto ritorno ai box. Le ultime notizie che ci arrivano da Barcellona ci segnalano che la pista ha raggiunto appena la temperatura di 8°, comunque troppo bassa per poter girare senza pericolo. Un timido sole sta però spuntando sopra alla pista di Montmelò: che possa essere un segnale positivo?. (agg Michela Colombo)

SI PARTE

Sta per accendersi la seconda giornata di test per la Formula 1 2018 a Barcellona: le condizioni però non sono certo l’ideali per mettere in pista le monisti che entusiasmeranno nella prossima stagione. Al momento a montmelò le temperature di aria e asfalto sono di poco superiori allo 0° e nei dintorni di Barcellona nella notte è pure nevicato. Sarà quindi davvero difficile per le varie scuderie attuare il programma di lavoro concordato, già di suo superiore visto che ieri le basse temperature non hanno concesso alcuna tregua. Un vero peccato quindi visto che in questa seconda giornata di test a Barcellona vedremo in pista alcuni protagonisti davvero attesi: tar questi ecco Sebastian Vettel al suo esordio sull’asfalto con la nuova Ferrari. Troverà più spazio oggi Hamilton, che ieri ha potuto girare davvero poco per via delle basse temperature: con lui ecco poi che i riflettori saranno puntati di Max Verstappen su Red Bull e il rookie Charles Leclerc alla guida della nuova Sauber Alfa Romeo. (agg Michela colombo)

INFO E ORARIO DELLA 2^ SECONDA SESSIONE

La Formula 1 torna in pista anche oggi martedì 27 febbraio con la seconda giornata dei test a Barcellona. Ieri di fatto è cominciato il Mondiale 2018 di Formula 1 sul circuito di Montmelò, che ospiterà entrambe le sessioni di test invernali in vista della stagione che poi prenderà ufficialmente il via domenica 25 marzo con il Gran Premio d’Australia a Melbourne. I primi quattro giorni di test sono cominciati lunedì e proseguiranno fino a giovedì, poi ci sarà un secondo appuntamento settimana prossima, dal 6 al 9 marzo. Sono giorni di lavoro molto intenso e fondamentale visto che questa è l’unica possibilità di girare in pista prima di andare in Australia: peccato che il meteo e le temperature basse rischiano di rallentare parecchio il programma di lavoro di tutte le scuderie. Ricordiamo che sulla pista di Montmelò il via a questa seconda giornata sarà dato alle ore 9.00: si lavorerà come di consueto fino alle ore 13.00, poi ecco la canonica pausa pranzo e i test ricominceranno alle ore 14.00. Bandiera a scacchi prevista per le ore 18.00, dopo altre quattro ore di lavoro pomeridiano.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE L’EVENTO

Sfortunatamente per tutti gli appassionati, non è possibile seguire i test di Barcellona che aprono il 2018 della Formula 1 in diretta tv e nemmeno in diretta streaming video. Segnaliamo però gli aggiornamenti in tempo reale che saranno forniti dai siti e dagli account ufficiali dei vari social network della Federazione e delle scuderie, che ieri ci hanno regalato anche simpatici scambi di battute, segno di un clima più rilassato di quello che sarà poi durante la stagione. Ricordiamo poi per tutti gli abbonati Sky, l’appuntamento con il programma Race Anatomy F1 speciale test, previsto alle ore 20.00 sul canale Sky Sport F1 HD, numero 207 della piattaforma satellitare. Fabio Tavelli e i suoi ospiti analizzeranno nel dettaglio le prestazioni delle varie monoposto in pista, con tempi, classifiche e interventi dal circuito spagnolo.

LA PRIMA GIORNATA COSA HA DETTO?

Ieri la prima giornata dei test della Formula 1 a Barcellona è stata caratterizzata soprattutto dalle temperature molto basse, dal cielo molto nuvoloso e nel finale anche dalla pioggia. Insomma, non il massimo quando si hanno a disposizione appena otto giorni di prove in pista in tutto l’inverno. A questo proposito, si dovrebbe probabilmente riflettere su questo aspetto: siamo sicuri che girare meno serva a diminuire i costi? Basta pensare quale sviluppo hanno avuto i simulatori negli ultimi anni per capire che non è così. Di certo, la diminuzione dei test ha invece contribuito ad allontanare ancora di più gli appassionati, che ai tempi si radunavano ad esempio a Fiorano – se parliamo di Ferrari – per seguire i test invernali della Rossa, poterla vedere in azione almeno da lontano anche in inverno, ammirarla e sentirne il rumore. Oggi invece ci sono otto giorni in tutto, su una sola pista e con l’obbligo di schierare una sola vettura per scuderia, fatichiamo a definire tutto questo un’innovazione positiva. Comunque, tornando a quanto è emerso ieri, possiamo evidenziare un inizio certamente molto più positivo rispetto allo scorso anno per Daniel Ricciardo e la Red Bull, in tripla cifra per giri percorsi e al comando della classifica dei tempi. Per la Ferrari 80 giri ma terzo tempo per Kimi Raikkonen, rimasto alle spalle anche di Valtteri Bottas e quindi della Mercedes, che ha alternato i suoi piloti fra mattina e pomeriggio, quando però Lewis Hamilton non è riuscito ad ottenere tempi altrettanto significativi. Fernando Alonso invece è stato protagonista di un’uscita di pista causata dalla rottura di una dado della ruota posteriore destra che ha fatto saltar via il pneumatico: lo spagnolo si è arenato senza conseguenze nella sabbia all’ultima curva. Volendo però vedere il bicchiere mezzo pieno, la McLaren-Renault non ha avuto problemi al motore, che nei test erano l’immancabile supplizio del binomio con la Honda.

CLASSIFICA E TEMPI

 

1 Vettel   Ferrari   1.19.673
2 Bottas   Mercedes   1.19.976
3 Vandoorne   McLaren   1.20.325
4 Verstappen   Red Bull   1.21.014
5 Sainz   Renault   1.21.212
6 Gasly   Toro Rosso   1.21.318
7 Kubica   Williams   1.21.495
8 Sirotkin   Williams   1.21.822
9 Ocon   Force India   1.21.841
10 Leclerc   Sauber   1.22.721
11 Magnussen   Haas   1.22.727


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori