FORMULA 1, TRIONFO FERRARI GP AUSTRALIA 2018/ Diretta gara: ha vinto Vettel. Hamilton: “Complimenti a loro”

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 F1 gara Gp Australia 2018 Melbourne live: vincitore e podio, cronaca e ordine d’arrivo del primo Gran Premio. La Ferrari batte le Mercedes, vince Vettel! (oggi 25 marzo)

Vettel Formula 1
Diretta Formula 1: Sebastian Vettel (LaPresse)

Resta l’amaro in bocca a Lewis Hamilton dopo la vittoria di Sebastian Vettel nel GP di Australia 2018 di Formula 1. La strategia della Ferrari ha scombinato i piani del pilota della Mercedes, autore peraltro di una partenza perfetta. Il britannico ha provato a stemperare la delusione spiegando che la Scuderia di Maranello ha realizzato una monoposto allo stesso livello delle Mercedes. «Devo fare i complimenti a Seb e alla Ferrari, hanno fatto un lavoro migliore. Non vincere fa sempre male, ma cerco di concentrarmi sugli aspetti positivi e in questo weekend ne ho visti molti. Si è parlato molto del “party mode” o del distacco delle Ferrari da noi dopo le qualifiche, ma oggi hanno confermato di essere veloci», ha dichiarato Hamilton dopo la gara. Intanto la Haas è stata punita con una multa di 10mila dollari per il doppio unsafe release che ha bloccato Kevin Magnussen e Romain Grosjean. Le riprese televisive dei pit stop hanno mostrato che i meccanici della Haas si disperavano perché la macchina era stata fatta ripartire anche se la procedura del cambio gomme non era stata completata ottimamente forse a causa di un errore umano. (agg. di Silvana Palazzo)

GP AUSTRALIA, DIRETTA LIVE

VETTEL HA VINTO SU HAMILTON, CAPOLAVORO MECCANICI

Capolavoro Ferrari in Australia per il primo Gran Premio del Mondiale 2018 di Formula 1. Quando si è presentata l’occasione vincente, la Scuderia di Maranello non se l’è fatta scappare. L’obiettivo minimo, come vi abbiamo raccontato in questo weekend, era portare entrambe le monoposto sul podio. Quello massimo era invece portare una delle due alla vittoria. E così è andata. Il pilota tedesco con un pit stop tempestivo ha sfruttato la fortuna della virtual safety car per portare la sua “Loria” ad un meraviglioso successo. Gli equilibri potrebbero essere davvero cambiati: Hamilton sembrava imprendibile, ma quando si è trovato dietro Vettel ha davvero faticato, nonostante potesse sfruttare il DRS. «Ma è stato un mio errore o è andato storto qualcosa?», ha chiesto ai meccanici. Non ha trovato occasioni di attacco, del resto la Ferrari ha una marcia migliore in gara rispetto a quanto mostrato in prova. E resta il giallo del problema finale di Hamilton: gomme posteriori consumate? In realtà potrebbe aver avuto a che fare con problemi di gestione del motore… Il successo di Vettel e il terzo posto di Raikkonen comunque sono oro colato per la Ferrari. La SF71H resta dietro nella prestazione, ma il percorso di crescita può essere affrontato con meno ansia. La superiorità Mercedes può essere intaccata. (agg. di Silvana Palazzo)

CAPOLAVORO VETTEL!

Il Mondiale 2018 di Formula 1 sotto il segno del tricolore: la Ferrari porta in alto Sebastian Vettel, davanti a Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen. «Grande! Grazie ragazzi, grande strategia!», la reazione del pilota tedesco al termine della gara. Cocente la delusione per quello della Mercedes, che ha ritardato di diversi minuti l’uscita dalla sua monoposto. Raikkonen invece con la solita “freddezza” è salito sul podio. Il Mondiale riparte dunque dalla sfida tra Vettel e Hamilton, anche a livello verbale. «Dobbiamo studiare meglio le strategie», commenta il britannico dal podio. Dopo le parole di Hamilton nel post qualifiche («Aspettavo il giro buono per toglierti il sorriso dalla faccia»), arriva la replica di Arrivabene: «C’è chi parla, c’è chi fa i fatti. I punti si fanno la domenica e noi li abbiamo fatti». Vettel dal canto suo ha preferito rispondere in pista con una gara straordinaria. (agg. di Silvana Palazzo)

VETTEL VINCE! HAMILTON FATICA, RAIKKONEN SUL PODIO

Sebastian Vettel vince il GP di Australia 2018! La prima tappa del Mondiale di Formula 1 si tinge di rosso Ferrari grazie ad una gara straordinaria del pilota tedesco, che ha resistito al pressing di Lewis Hamilton. La Mercedes però non è apparsa in grado di poter davvero impensierire Vettel, visto che neppure con il DRS è riuscito a tentare il sorpasso. Peraltro gli ultimi giri sono stati al cardiopalma per Hamilton, che ha avuto problemi alle gomme posteriori. Persa la chance di attaccare il primo posto, ha dovuto difendere il secondo, ma ce l’ha fatta. Deluso a fine gara, ha aspettato a lungo prima di uscire dalla monoposto. Festante invece la Ferrari, anche perché sul gradino più basso del podio sale Kimi Raikkonen, che ha saputo tenere a bada Daniel Ricciardo. Buon quinto posto per Fernando Alonso, che ha ringraziato la McLaren a fine gara. Avevamo previsto una gara combattuta, ma questo GP di Australia 2018 sta andando ben oltre le aspettative. I tifosi di Ferrari e Mercedes in ansia per il duello tra Vettel e Hamilton. (agg. di Silvana Palazzo)

“MAGIA” FERRARI, VETTEL PRIMO DAVANTI A HAMILTON!

Sebastian Vettel tira fuori il coniglio dal cilindro per restare primo davanti a Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen nel GP di Australia 2018 di Formula 1. Quando sembrava che non potesse recuperare margine sul pilota della Mercedes decide di andare ai box, nel frattempo scatta la virtual safety car per lo stop di Romain Grosjean e allora il pilota tedesco si gioca da fenomeno una bella carta: cambia traiettorie per accorciare, sfrutta tutta la pit lane per andare al limite e al resto ci pensano i meccanici ai box, mentre Hamilton deve rallentare per la virtual safety car: così Vettel riesce a restare primo davanti a tutti. «Cosa è successo?», chiede il britannico ai meccanici della Mercedes incredulo per la presenza del tedesco davanti a lui. La “magia” di Vettel gli viene spiegata e non può che prenderne atto. Incredibile quanto accaduto invece alla Haas, che stava disputando una bellissima gara: Magnussen va ai box, ma qualcosa va storto nel fissaggio della gomma posteriore sinistra e deve fermarsi. Qualcosa di simile accade subito dopo a Grosjean. Disperazione dei meccanici Haas, ora si profila una penalità, quindi una multa pesante. (agg. di Silvana Palazzo) 

LE FERRARI NON MOLLANO HAMILTON

Lewis Hamilton va forte, ma le Ferrari non lo mollano: è questo il tema dei primi giri del GP di Australia 2018. Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel riescono a non far andare via il pilota della Mercedes. Dai box arriva il messaggio della Scuderia di Maranello: bisogna avvicinarsi di più a Hamilton, anche in chiave strategia. In caso di mancato sorpasso, i due ferraristi potrebbero infatti provare l’undercut. Una strategia non facile, ma che viene adottata da chi insegue e vuole guadagnare una posizione anticipando o posticipando il pit stop per sfruttare il treno di gomme nuove. E così fa la Ferrari. «Critical moment», dicono a Kimi Raikkonen per spingerlo ad avvicinarsi ad Hamilton. È lui al 19° giro ad entrare ai box: rientra al terzo posto. La Mercedes risponde subito: più lento Hamilton ai box, ma riesce a ritornare davanti a Raikkonen. Ora tocca a Vettel spingere per provare a sfruttare la strada libera e conquistare un margine. Da evidenziare la buona gara finora delle Haas, subito dietro la Mercedes di Hamilton e le due Ferrari. Magnussen in particolare si è fatto notare nel sorpasso su Max Verstappen. (agg. di Silvana Palazzo)

RAIKKONEN ATTACCA, MA HAMILTON È PRIMO! VETTEL TERZO

I primi giri del GP di Australia 2018 di Formula 1 ci hanno regalato già le prime emozioni. Lewis Hamilton è apparso più lento di Kimi Raikkonen alla partenza, ma è riuscito a tenere la posizione. Il pilota della Ferrari si è mostrato subito “cattivissimo”, andando ad attaccare il pilota della Mercedes, ora è di poco fuori la finestra per attivare il DRS. Al terzo posto resta Sebastian Vettel, che aveva provato a sopravanzare il compagno di squadra e al tempo stesso a difendersi da Max Verstappen, il quale è stato superato da Kevin Magnussen, autore di una bella partenza. Il suo quarto posto ora è davvero notevole. Dietro il pilota della Red Bull c’è l’altro pilota della Haas, partite davvero bene oggi. A chiudere la top ten Ricciardo, autore di un bel sorpasso su Hulkenberg, Sainz e Alonso. Il primo a “mollare” è Sirotkin, debutto da dimenticare per lui. E poi tocca a Ericsson della Sauber. Piccola nota a margine: vento e nuvole a Melbourne, ma non dovrebbe esserci il rischio pioggia. (agg. di Silvana Palazzo)

VIA ALLA SFIDA TRA HAMILTON E VETTEL!

Piloti in pista per dare il via al Gran Premio di Australia 2018 di Formula 1. Tutte le monoposto si sono sistemate sulla griglia di partenza. L’uomo da battere è ancora Lewis Hamilton, che ha dominato le qualifiche dando sette decimi al primo degli inseguitori, Kimi Raikkonen. La Ferrari dunque apre la stagione dando l’assalto al pilota iridato. Del resto ha le armi per poterlo fare. Sarà fondamentale, se non decisiva, la partenza. In prima fila il pilota finlandese con il britannico: dovrà cercare lo spunto per sorpassare Hamilton. Terzo Sebastian Vettel, che dovrà trovare il guizzo giusto per portare con il compagno di scuderia le due Ferrari davanti a tutti. C’è però una mina vagante: Max Verstappen. Le Red Bull, in grado di gestire bene il degrado delle gomme, potrebbero rovinare i piani della Ferrari. Da dietro invece proveranno la rimonta a Daniel Ricciardo e Valtteri Bottas. La Formula 1 si apre con una gara al cardiopalma? (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA FORMULA 1 GP AUSTRALIA 2018

Domenica nel segno della Formula 1: in diretta da Melbourne si corre il Gran Premio d’Australia 2018 sul circuito di Albert Park, che come da tradizione ormai consolidata ospita il primo appuntamento del Mondiale 2018 (clicca qui per il dettaglio della griglia di partenza del Gran Premio di Formula 1 di Melbourne). Diciamo subito che la partenza della gara avrà luogo alle ore 7.10 italiane, le 16.10 locali, dal momento che fra l’Italia e la città australiana ci sono ben nove ore di fuso orario (occhio pure al cambio dell’ora nella notte italiana): sarà la prima volta della partenza non all’ora esatta ma con uno scivolamento di 10 minuti, fatto al quale ci dovremo abituare quest’anno. Diamo subito anche alcune importanti informazioni tecniche per conoscere meglio questa pista che dal 1996 fa parte del Circus e dunque a dire il vero è ormai perfettamente nota agli addetti ai lavori e anche agli appassionati: la gara si svolgerà sulla distanza di 58 giri, ognuno dei quali misura 5.303 metri, per un totale di 307,574 km e 16 curve che caratterizzano questo circuito. Fra le novità del 2018, diventeranno tre le zone in cui sarà possibile utilizzare il Drs: il rettilineo del traguardo, il tratto compreso fra le curve 2 e 3 e quello fra le curve 12 e 13.

LA GARA DI FORMULA 1 IN STREAMING VIDEO E IN TV IN CHIARO

La gara del Gran Premio d’Australia 2018 sarà trasmessa in tempo reale esclusivamente su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky, che per il sesto anno consecutivo detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della Formula 1. Anche quest’anno la telecronaca di tutti gli eventi sarà affidata a Carlo Vanzini, affiancato da una schiera di commentatori tecnici d’eccezione tra cui Marc Gené. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio, mentre la rubrica Paddock Live che farà da filo conduttore alla giornata sarà affidata come di consueto a Federica Masolin. Tra le novità della stagione, per la prima volta la Formula 1 sarà visibile in 4K HDR grazie al nuovo Sky Q, per vivere le gare con una definizione talmente simile a quella dell’occhio umano da dare la sensazione di essere in pista. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire la gara come già tutte le prove in streaming video tramite l’applicazione SkyGo. Per oggi, l’appuntamento con la differita del Gran Premio d’Australia su Tv8, canale numero 8 del telecomando, sarà alle ore 21.00. Maggiore importanza potranno dunque acquisire i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, gli account @Formula 1 e @F1, oltre alla pagina Facebook ufficiale F1.

GP AUSTRALIA 2018: IL PUNTO DOPO LE QUALIFICHE

Il Gran Premio d’Australia avrà un favorito d’obbligo in Lewis Hamilton: non potrebbe essere altrimenti, dal momento che il campione del Mondo in carica della Formula 1 ha letteralmente dominato le qualifiche disputate ieri a Melbourne. I distacchi parlano chiaro: Hamilton ha rifilato quasi sette decimi agli inseguitori più vicini, o sarebbe meglio dire meno lontani, approfittando anche dell’incidente di cui è rimasto vittima il compagno di squadra Valtteri Bottas, che sfruttando il fatto di avere fra le mani l’altra Mercedes avrebbe potuto provare almeno ad avvicinare Hamilton, invece non ha ottenuto tempi nel Q3. Decima posizione dunque per lui, poi diventata addirittura quindicesima a causa della sostituzione del cambio resasi necessaria a causa dell’incidente: destino più diverso per le due Mercedes non poteva esserci. La Ferrari è lontana, ma tira almeno un sospiro di sollievo: Maranello infatti ha preceduto le Red Bull, confermandosi prima alternativa alle Mercedes. Bene in particolare Kimi Raikkonen, che si è preso la soddisfazione di precedere Sebastian Vettel, sia pure per pochi millesimi, conquistando la seconda posizione davanti al compagno di squadra. Quarto Max Verstappen (in vista nuove scintille alla partenza?), penalizzato di tre posizioni Daniel Ricciardo (che sarà dunque ottavo), va segnalata la terza fila tutta Haas-Ferrari: complimenti alla scuderia americana e ai suoi piloti Kevin Magnussen e Romain Grosjean, che si candidano a una gara da protagonisti.

LE NOVITA’ DELLA NUOVA STAGIONE DELLA FORMULA 1

All’inizio di un nuovo Mondiale, è giusto anche ricordare cosa cambia nella Formula 1 di quest’anno. Abbiamo già accennato ad alcuni cambiamenti come quelli relativi all’orario di partenza e al numero di zone in cui poter utilizzare il Drs (almeno in Australia), si è parlato molto anche della sparizione delle cosiddette ‘ombrelline’, ma è chiaro che sono altre le novità sostanziali. La prima è l’introduzione dell’Halo, sistema di sicurezza che a dire il vero fa molto discutere: fra i possibili effetti collaterali c’è il rischio che possa limitare la visibilità dei piloti, tanto che sulla griglia di partenza è stata collocata una seconda fila di semafori per evitare problemi al momento del via del Gran Premio da parte di piloti che avessero difficoltà a vedere i semafori ‘classici’. Per quanto riguarda i motori, la grande novità è che ce ne saranno appena tre a disposizione per l’intera stagione e dunque le penalizzazioni scatteranno già dall’utilizzo del quarto esemplare delle varie componenti della power unit: le conseguenze naturalmente le vedremo più avanti nel corso della stagione, di certo l’affidabilità diventerà una variabile sempre più decisiva. Importanti fin da Melbourne saranno invece le gomme: come è noto, le mescole da asciutto sono diventate ben sette (superhard, hard, medium, soft, supersoft, ultrasoft ed hypersoft), con l’introduzione ai due estremi opposti delle superhard e delle hypersoft. Tutte le mescole tra l’altro sono più morbide rispetto a quelle del 2017: la medium di oggi ad esempio è pari alla soft dell’anno scorso, ciò significa che la hypersoft è addirittura due gradi più morbida rispetto a quella che l’anno scorso era la mescola più tenera a disposizione. Fin qui la panoramica su ciò che potrebbe cambiare, adesso però mettiamoci comodi, perché è arrivato il momento tanto atteso in cui sarà la pista ad emettere il suo verdetto inappellabile: la diretta della gara del Gran Premio d’Australia 2018 di Formula 1 sul circuito di Melbourne sta per cominciare… 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori