FORMULA 1, RICCIARDO HA VINTO GP CINA 2018/ Diretta gara: un nuovo Raikkonen tutto da preservare

- Silvana Palazzo

Diretta Formula 1 F1 gara Gp Cina 2018 Shanghai live: Ricciardo vincitore, Bottas e Raikkonen sul podio. Cronaca e ordine d’arrivo del Gran Premio (oggi 15 aprile)

Ricciardo_RedBull_Baku_Lapresse_2017
Diretta Formula 1: Gp Azerbaigian 2019 Baku - LaPresse

Il Gran Premio di Cina 2018 ci ha restituito un Kimi Raikkonen molto carico e in grado di conquistare il terzo posto del podio di questa gara di Formula 1. Il colpo di scena lo porta davanti al compagno di squadra Sebastian vettel, al cospetto del quale al momento è stato messo un po’ in secondo piano. E’ un nuovo Kimi Raikkonen che però va salvaguardato perchè può regalare grandissime soddisfazioni alla Ferrari. Finalmente abbiamo ritrovato il Kimi Raikkonen che con la McLaren aveva dimostrato di essere tra i migliori del mondo. Il ragazzo però ha dovuto lasciare spazio alla rapidità del suo compagno Sebastian Vettel, cedendogli spazio subito al via e lavorando per far rallentare Vlatteri Bottas. Non possiamo sapere se questa sia la strategia giusta perché la Ferrari ha due piloti davvero straordinari e non sarebbe giusto penalizzarne uno che potrebbe regalare altrettante soddisfazioni. (agg. di Matteo Fantozzi)

FORMULA 1, RIVIVI LA GARA IN DIRETTA LIVE

OCCASIONE SPRECATA PER VETTEL

Con due vetture in prima fila, la Ferrari ha perso undici punti dalla Mercedes, Sebastian Vettel otto su Lewis Hamilton. Questo il bilancio al termine del Gran Premio di Cina 2018. Questo è il momento dell’analisi dunque all’interno della Scuderia di Maranello per capire cosa non è andato. Partiamo dal sorpasso di Valtteri Bottas dopo la sosta ai box del tedesco. Giro veloce prima e dopo il cambio gomme, sosta più veloce della Rossa: così la Mercedes ha studiato l’exploit. Questa svolta ha cambiato la gara di Vettel, che doveva sorpassare in pista Bottas. Non ha però avuto il tempo di provarci visto che Verstappen lo ha tamponato. Nessuna polemica a tal proposito. La Ferrari ha puntato sul basso profilo: «È stato un Gran Premio in cui le molte variabili hanno fatto la differenza. Kimi ha conquistato il podio e Sebastian ha contenuto i danni con una vettura che, dopo la collisione, non era nelle condizioni ideali per poter lottare. Ora è importante mantenere concentrazione e determinazione, pensando già alla prossima gara a Baku», ha dichiarato Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari. (agg. di Silvana Palazzo)

FERRARI E MERCEDES: LA RED BULL C’È, MA VERSTAPPEN…

In una gara ricca di colpi di scena trionfa Daniel Ricciardo che ottiene la sesta vittoria in carriera senza mai partire dalla pole. Bella la rimonta del pilota australiano, che ha dimostrato al compagno di squadra Max Verstappen che si può vincere disputando una gara divertente e intelligente. Questa vittoria nel Gran Premio di Cina dovrebbe spingere la Red Bull ad una profonda riflessione: finora ha puntato di più sull’olandese, ma Ricciardo ha dimostrato di saper combinare bene il talento con l’intelligenza. Sono comunque arrivati segnali importanti in chiave Mondiale: c’è anche la Red Bull in corsa. Dopo un sabato da leoni la Ferrari chiude invece con l’amaro in bocca. Il terzo posto di Kimi Raikkonen non cancella la delusione per una gara che poteva terminare diversamente se Sebastian Vettel non fosse stato tamponato da Verstappen. Più ombre che luci per il Cavallino a Shanghai: dalle difficoltà di Kimi Raikkonen per tutta la gara alla strategia dei pit stop che ha visto il pilota tedesco rientrare in pista alle spalle di Valtteri Bottas. Altrettanto nera è la domenica per la Mercedes, crollata nel finale. La strategia di anticipare i pit stop rispetto alla Ferrari stava pagando, visto che Bottas era finito in testa e Hamilton aveva sopravanzato Raikkonen, ma quando la Red Bull è riemersa nella seconda parte è cambiato tutto. Peggio è andata a Hamilton che ha chiuso al quarto posto una gara sofferta. Il campione del mondo in carica chiude un weekend complicato: in nessun frangente della gara è sembrato competitivo al punto tale da poter ambire ad un posto sul podio. Tutto questo vuol dire una cosa sola: il Mondiale di Formula 1 è apertissimo. (agg. di Silvana Palazzo)

HA VINTO RICCIARDO! HAMILTON QUARTO, VETTEL OTTAVO

Daniel Ricciardo ha vinto il Gran Premio di Cina 2018! Un successo meritato quello del pilota australiano perché premia lo spettacolo che ha offerto in pista a colpi di sorpassi e la grande strategia Red Bull, che ha sorpreso Ferrari e Mercedes nella scelta dei momenti in cui fare i due pit stop. Si fa fatica invece a commentare la gara di Max Verstappen, il cui talento resterà incompiuto fino a quando non capirà che si può sorpassare anche senza fare fuori gli avversari. Ha incomprensibilmente rovinato la gara di Sebastian Vettel, che si trovava al secondo posto all’inseguimento di Valtteri Bottas. Una manovra folle quella di Verstappen che ha attaccato in curva il tedesco franandogli però addosso. Ne ha approfittato Daniel Ricciardo per portare avanti la sua gara, mentre il pilota della Ferrari ha faticato a restare in pista, infatti ha chiuso al nono posto, dietro Fernando Alonso. La gara cambia è cambiata completamente dopo la Safety Car per l’incidente tra Gasly e Hartley, perché è in questo momento che la Red Bull richiama ai box i suoi piloti che quindi hanno avuto la forza, cioè le gomme fresche, per attaccare gli avversari. L’ha spuntata dunque Ricciardo davanti a Bottas e Raikkonen. Fuori dal podio Hamilton, che ha chiuso al quarto posto visto che Verstappen con la penalità di 10 secondi è stato retrocesso al quinto posto. Dietro Hulkenberg e Alonso, poi Vettel e Sainz a chiudere la top ten. (agg. di Silvana Palazzo)

RICCIARDO SHOW! VERSTAPPEN FA FUORI VETTEL

Nel finale di gara è Daniel Ricciardo show a Shanghai. Dopo il secondo pit stop, eseguito con l’ingresso della Safety Car, il pilota australiano ha attaccato tutti coloro che gli capitavano a tiro. Prima Kimi Raikkonen, poi ha sfruttato il breve fuori pista di Max Verstappen per superare anche Lewis Hamilton. Quando ha visto che non ne aveva, Sebastian Vettel lo ha lasciato passare, nella speranza forse che potesse andare ad attaccare Valtteri Bottas. E infatti Ricciardo ha rotto le uova nel paniere del pilota finlandese della Mercedes con un super sorpasso, il più bello di oggi. Ha trovato uno spazio che sembrava non esserci e si è preso un bel riscatto giro dopo giro. La strategia della Red Bull ha pagato: Mercedes e Ferrari infatti sono apparse in difficoltà per le gomme nel confronto con i rivali. Lo spettacolo offerto da Ricciardo non spegne però i riflettori sui folli sorpassi di Max Verstappen, intervenuto su Sebastian Vettel come Marc Marquez su Valentino Rossi. Finito lungo in un primo tentativo di sorpasso su Lewis Hamilton, l’olandese non ha imparato la lezione e con la sua proverbiale spregiudicatezza ha attaccato successivamente Sebastian Vettel. Anziché alzare il piede quando ha visto il tedesco spuntarla, ha proseguito nel suo tentativo finendo per tamponarlo. A riportare danni è proprio la Ferrari con Vettel a fatica in pista e al settimo posto, mentre per Verstappen solo 10 secondi di penalità. (agg. di Silvana Palazzo)

VETTEL INSEGUE BOTTAS, RAIKKONEN IN DIFFICOLTÀ

Non è avara di sorprese la gara del Gran Premio di Cina 2018. Chi pensava che la vittoria della Ferrari fosse scontata si è sbagliato di grosso, perché la Mercedes, in difficoltà nelle qualifiche, ha giocato di strategia in gara per sorprendere gli avversari. Il rientro ai box di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton è stato anticipato, quindi il pilota finlandese mentre Sebastian Vettel si fermava ha azzerato il distacco riuscendo a sopravanzarlo. Un altro momento decisivo è stato il clamoroso contatto tra Gasly e Hartley, perché con i pezzi delle monoposto in pista è stato necessario l’intervento della Safety Car. La Red Bull ha deciso con prontezza di richiamare i suoi piloti per un doppio pit stop: prima Max Verstappen, subito dopo Daniel Ricciardo per la seconda e ultima sosta. Quando la gara riparte il pilota australiano sfrutta le difficoltà di Raikkonen, autore di una brutta gara finora, per prendersi il quinto posto. Primo dunque Bottas, poi Vettel, Hamilton e le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo, quindi Raikkonen che ora deve fare attenzione a Hulkenberg. (agg. di Silvana Palazzo)

SUPER BOTTAS, È PRIMO! VETTEL SORPRESO

Momenti concitati nella gara del Gran Premio di Cina 2018. La Mercedes ha anticipato i pit stop dei suoi piloti ed è riuscita così a beffare le Ferrari. Il primo a rientrare è stato Lewis Hamilton, poi è toccato a Valtteri Bottas. Quest’ultimo ha fatto un grande lavoro perché è riuscito ad azzerare il gap da Sebastian Vettel, il cui pit stop è stato più lento. E quindi quando il pilota tedesco è rientrato in pista ha visto sfilare il pilota finlandese. Ora dunque è Bottas davanti a tutti e Vettel si ritrova a inseguire, mentre Verstappen resta davanti a Hamilton e Ricciardo. E Raikkonen? Resta in pista, ma ora il rischio è di finire in piena lotta con Lewis Hamilton, che ha provato l’undercut come il suo compagno di squadra. Per ora dunque la strategia Mercedes si è rivelata più efficace di quella della Ferrari, costretta a sorpresa a inseguire con Vettel. (agg. di Silvana Palazzo)

MOMENTI CONCITATI…

La chiusura aggressiva di Sebastian Vettel non è piaciuta a Kimi Raikkonen, che poi ha dovuto desistere dall’attacco e veder sfilare davanti Valtteri Bottas. Poi però Max Verstappen lo ha sopravanzato, relegandolo al quarto posto. E questa è una fase delicata per il pilota finlandese, perché in questi minuti fatica ad avvicinarsi all’olandese e deve tenere a distanza Lewis Hamilton. Buono lo spunto in partenza, peccato per gli sviluppi. Non è partito bene invece il campione del mondo in carica, che sta faticando dietro Raikkonen. Sembrava potesse avvicinarlo, invece il distacco resta su un secondo e mezzo, quindi non sufficiente per sfruttare il DRS. Anzi deve fare attenzione a Daniel Ricciardo, che deve spingere forte visto che la strategia Red Bull è su due soste. Tornando a Vettel, la strategia Ferrari preveda che si tenga almeno a 2,5 secondi di distanza da Bottas per scongiurare l’undercut. Segnaliamo le proteste di Grosjean, che ha dovuto cedere il posto al compagno di squadra Magnussen e si è ritrovato a contenere l’assalto di Fernando Alonso. (agg. di Silvana Palazzo)

VETTEL PRIMO, BOTTAS BEFFA RAIKKONEN

Primi intensi minuti di gara del GP di Cina 2018. Sul circuito di Shanghai è cominciata da poco la battaglia, ma le sorprese sono già tante. Kimi Raikkonen è andato subito all’attacco del primo posto di Sebastian Vettel, che è riuscito a difendere la posizione con aggressività. Ne ha approfittato Valtteri Bottas, che è balzato al secondo posto. Ma buona è stata anche la partenza di Max Verstappen, che ha sopravanzato prima Lewis Hamilton e poi Raikkonen. Daniel Ricciardo invece ha conservato la sesta posizione, dietro Nico Hulkenberg e Carlos Sainz. La top ten è chiusa da Romain Grosjean e Kevin Magnussen. Partenza agrodolce per la Ferrari: c’è la soddisfazione per aver conservato il primato con Vettel, ma il rammarico per quanto accaduto a Kimi Raikkonen, che ora rischia di essere attacco da Lewis Hamilton, intenzionato a rimontare per tornare avanti. Nel frattempo il pilota tedesco deve incrementare il suo vantaggio e scavare una grande differenza su Bottas… (agg. di Silvana Palazzo)

VIA ALLA GARA!

Semaforo verde a Shanghai per il Gran Premio di Cina 2018. Comincia la gara e quindi la battaglia tra la Ferrari e la Mercedes. La Scuderia di Maranello vuole centrare il grande obiettivo: concludere la gara con i suoi due piloti davanti a tutti, del resto con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen in prima fila è lecito sognare. Il pilota tedesco in particolare è a caccia della terza vittoria consecutiva, che potrebbe minare le certezze di Lewis Hamilton. Attenzione però al finlandese, perché ha dimostrato di essere in forma in questa stagione, forse come non lo era da anni. Persa la pole per pochi millesimi, Raikkonen vuole riuscire a sopravanzare il compagno di squadra. Un duello tutto Ferrari? Non è da escludere, ma senza correre rischi. Non dimentichiamoci però della Mercedes, che possono sorprendere sul passo gara e tentare di beffare i rivali con la strategia. Hamilton, che ha il “dente avvelenato”, è a caccia di riscatto. Chi potrebbe complicare i suoi piani è la Red Bull, che deve puntare su una gara all’attacco. Essendo su due soste, Max Verstappen e Daniel Ricciardo dovranno andare subito all’assalto delle prime posizioni. (agg. di Silvana Palazzo)

FORMULA 1, OGGI LA GARA DEL GP CINA 2018

I motori si riaccendono anche questa domenica: la Formula 1 torna con il Gran Premio di Cina 2018 sul circuito di Shanghai. Oggi l’attesissima diretta della gara, terzo atto del Mondiale. I tifosi della Ferrari, e più in generale tutti gli appassionati di Formula 1 che si trovano in Italia, avranno puntato la sveglia, perché il semaforo diventerà verde alle 8.10, a causa del fuso orario. L’ultimo a trionfare in Cina è stato Lewis Hamilton, che era arrivato qui questa settimana con l’intenzione di togliere il sorriso a Sebastian Vettel. E invece è rimasto stampato sulle labbra del pilota tedesco, soprattutto dopo la straordinaria pole position di ieri con cui ha fatto registrare il nuovo record della pista. Gli equilibri sembrano cambiati in questa stagione: la Ferrari è apparsa in forma, quindi la Mercedes dovrà faticare per confermare i risultati della scorsa stagione. D’altra parte la Scuderia di Maranello non vince dal 2013, anno in cui sul gradino più alto del podio salì Fernando Alonso. Finirà il dominio Mercedes in Cina?

DIRETTA TV E STREAMING VIDEO, DIFFERITA IN CHIARO

Dove vedere la gara del Gran Premio di Cina 2018? Sarà trasmessa in diretta tv esclusivamente su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky. Per il sesto anno di fila detiene i diritti per trasmettere in esclusiva tutti gli appuntamenti della Formula 1. La telecronaca è stata affidata a Carlo Vanzini, affiancato da un gruppo di commentatori tecnici tra i quali spicca Marc Gené. Ai box Mara Sangiorgio, mentre Federica Masolin si occuperà del Paddock Live. Anche questo appuntamento del Mondiale di Formula 1 è visibile in 4K HDR per chi è abbonato a Sky Q. Quindi potrà vivere anche la gara di Shanghai con una definizione talmente simile a quella dell’occhio umano da dare la sensazione di essere in pista. A disposizione anche il servizio di diretta streaming video per chi non può seguire la gara in tv: c’è l’applicazione Sky Go per pc, smartphone e tablet. Il Gran Premio di Cina 2018 sarà trasmesso in differita tv, gratis e in chiaro, su TV8 – canale numero 8 del telecomando – a partire dalle ore 21.00. Per i telespettatori “social” ci sono riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, gli account @Formula 1 e @F1, oltre alla pagina Facebook ufficiale F1.

IL PUNTO DOPO LE QUALIFICHE

Prima fila tutta Ferrari al Gran Premio di Shanghai, con Vettel che firma la pole position in 1.31.095, abbattendo così il miglior crono di sempre qui in Cina. Il tedesco è riuscito a conquistare la pole all’ultimo tentativo, beffando il compagno di squadra Kimi Raikkonen per soli 85 millesimi. Mai in lotta per la prima fila la Mercedes, che si deve accontentare della terza e quarta posizione di Bottas e Hamilton, lontani più di mezzo secondo dai due piloti Ferrari. Entrambe le scuderie hanno deciso di qualificarsi per la Q3 utilizzando le gomme soft, fattore che consente sia alla Ferrari che alla Mercedes di provare la strategia ad una sola sosta durante la gara di domani. Quinto e sesto tempo per le due Red Bull, con Verstappen che precede il compagno di squadra Ricciardo e avvicina i tempi delle due Mercedes. Entrambi i piloti della Red Bull partiranno con le gomme ultrasoft, utilizzando dunque una strategia all’inizio più aggressiva rispetto alle monoposto che le precedono in griglia, con Ricciardo che ha rischiato di non qualificarsi per la Q2 e ha dovuto utilizzare le ultrasoft. Settimo e nono tempo per le due Renault ufficiali di Niko Hulkenberg e Carlos Sainz. Bravo Perez ad infilarsi tra le due monoposto della scuderia francese, grazie all’ottavo miglior tempo. Decima, invece, la Haas di Grosjean. Passo indietro, dunque, per la Haas, motorizzata Ferrari, rispetto ai primi due Gran Premi, mentre crisi per la Mclaren, che non riesce a fare meglio della tredicesima e quattordicesima posizione, rispettivamente con Alonso e Vandoorne.

SCENARI E PROSPETTIVE

Pronostici ribaltati dopo le qualifiche: ora è la Ferrari favorita per la vittoria nel Gran Premio di Cina 2018. La gara di Shanghai è un banco di prova importante per la Scuderia di Maranello, che potrebbe interrompere un digiuno che va avanti da diversi anni e confermare le buone sensazioni in chiave Mondiale offerte finora. Ma è un esame anche per Sebastian Vettel, che ha l’occasione per aumentare il margine che lo separa dal rivale Lewis Hamilton. Anche dal pilota britannico ci si aspetta delle risposte, visto un inizio di stagione al di sotto delle aspettative. Il risultato da prima fila ha fatto gongolare i tifosi della Ferrari, ma ritenere le Mercedes estromesse dalla gara sarebbe un peccato di superbia troppo grave, visto quanto accaduto in Bahrain con il “gioco” di strategie. L’ottimismo invece è giustificato, perché la Ferrari si sta dimostrando efficace anche in situazioni differenti, mostrandosi camaleontica. Veloce e flessibile, il Cavallno Rampante si adatta facilmente alle varie condizioni, anche ambientali, e risponde bene alle modifiche di set-up. La Ferrari è riuscita anche ad eliminare una variabile che poteva aiutare la Mercedes: la gomma di partenza. Tutti e quattro i piloti nelle prime due file partiranno con le soft, quelle usate in Q2. Le Red Bull dovranno invece ragionare diversamente visto che partiranno con le ultrasoft. Vedremo se ciò sarà un vantaggio per Max Verstappen e Daniel Ricciardo. Si può parlare di mezzo miracolo quando si fa riferimento al lavoro dei meccanici Red Bull, che hanno sistemato la macchina dell’australiano dopo il cedimento del turno nelle ultime prove libere. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori