Incidente Verstappen Hamilton/ Video, Formula 1: Max attacca Lewis e buca, Ricciardo si ritira

- Silvana Palazzo

Incidente Verstappen Hamilton nel GP del Bahrain 2018 di Formula 1: video. Max attacca Lewis e buca, Ricciardo si ritira. Incubo Red Bull: i due piloti out in una manciata di secondi

verstappen_hamilton_bahrain2018_twitter
Incidente Verstappen Hamilton

Incubo Red Bull in Bahrain: il weekend nel deserto si chiude malissimo per Max Verstappen e Daniel Ricciardo. Quest’ultimo è stato costretto a parcheggiare la sua monoposto dopo soli due giri a causa di un problema tecnico, mentre il pilota olandese è stato coinvolto in un contatto con Lewis Hamilton dopo la partenza. Verstappen ha attaccato il pilota britannico ma ha “baciato” la Mercedes in curva 1, forando la gomma posteriore sinistra. L’olandese è stato costretto a precedere lentamente verso i box perché la sua gomma posteriore sinistra è andata completamente distrutta, ma dopo aver montato un nuovo treno di gomme supersoft ha dovuto alzare bandiera bianca e ritirarsi. Non sono chiare le ragioni del ritiro, visto che aveva effettuato il cambio pneumatici. Dal replay dell’incidente con Hamilton si evince un normale contatto di gara: Verstappen ha preso l’interno in curva 1 e Lewis non poteva scomparire all’esterno…

INCIDENTE VERSTAPPEN HAMILTON: WEEKEND DA INCUBO

Un weekend da dimenticare per Max Verstappen, che ieri è stato protagonista di un incidente in Q1. La spiegazione che però ha fornito ha suscitato perplessità e sarcasmo nel paddock: «Quello che mi è successo oggi è qualcosa che non mi è mai accaduto in carriera, quando sono andato sull’acceleratore ho sentito una spinta improvvisa e ho perso il controllo della monoposto. Ho avuto una spinta di 150 cavalli inattesa, senza preavviso». Non sono mancati i sorrisi dopo questa analisi. Verstappen ha rilanciato parlando di una sorta di “bottone magico” per il motore Renault. «Si vede bene in telemetria che la traccia della velocità era esattamente quella del giro precedente, e all’improvviso si può vedere la potenza salire di 150 cavalli», ha insistito ieri il pilota della Red Bull. Bottone magico a parte, restano i problemi di affidabilità in casa Red Bull. Il problema elettrico di Ricciardo, oltre a quello riportato oggi da Verstapen su cui serve più chiarezza, fa suonare un campanello d’allarme.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori