Diretta Formula 1 GP Spagna/ Prove libere, Verstappen: “Posso ripetermi a questi livelli”

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 prove libere FP1 e FP2 Gp Spagna 2018 Barcellona Montmelò: tempi e classifica, orari e come seguire le due sessioni (oggi venerdì 11 maggio)

vettel_raikkonen_ferrari_sochi_lapresse_2017
Griglia di partenza Formula 1: i piloti Ferrari (LaPresse)

E’ da sempre la mina vagante del circuito, ma Max Verstappen non ha avuto momenti facili con diversi incidenti e molte polemiche nell’ultimo periodo. Nelle prove libere del Gran Premio di Spagna, il pilota della Red Bull ha fatto registrare un’ottima prova su pista. E la sua soddisfazione in fase di commento è stata evidente: “«Ripetere queste belle prestazioni? Sì domenica è possibile, ma qui non è semplice superare quindi è importante anche mettersi in buona posizione domani in qualifica». Le Red Bull si sono piazzate subito alle spalle del dominatore delle libere, Hamilton sulla Mercedes, e Verstappen, se riuscirà a mantenere una disciplina che spesso gli è mancata, può puntare ad una posizione molto interessante in griglia di partenza. (agg. di Fabio Belli)

HAMILTON IL PIU’ VELOCE

Lewis Hamilton è stato il più veloce della seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna di Formula 1. Non c’è stata una simulazione di qualifica vera e propria, anche perché poco grip dell’asfalto e il vento sono stati una costante della giornata. Questi sono i fattori che hanno messo in difficoltà i piloti quando hanno montato la Supersoft, la gomma più morbida della Pirelli. Proprio la scelta degli pneumatici rappresenta un’incognita in vista della qualifica di domani e della gara. La simulazione ha confermato la forza delle Mercedes con le mescole più dure: il passo è stato impressionante. Al netto dei carichi di benzina e della configurazione del motore, Sebastian Vettel ha fatto registrare il miglior giro con la gomma gialla. Quella più morbida ha premiato la Red Bull. Insomma, un vero e proprio rebus, che verrà risolto in parte domani in qualifica. (agg. di Silvana Palazzo) 

GP SPAGNA F1, RIVIVI LA DIRETTA LIVE

MERCEDES DAVANTI A TUTTI, LE FERRARI…

Ancora una volta una Mercedes davanti a tutti: questo l’esito della FP2 del Gran Premio di Spagna 2018 di Formula 1. Lewis Hamilton fa segnare il miglior tempo girando in 1:18.259 e conferma che il circuito di Montmelò in quel di Barcellona è terreno di casa per le Frecce d’Argento. Alle spalle di Hamilton, sempre parlando dei test sul giro da qualifica, Ricciardo e Verstappen confermano l’ottimo stato di salute delle Red Bull. In quarta posizione Sebastian Vettel, certamente meglio del compagno di squadra Kimi Raikkonen ma distante comunque 3 decimi dal miglior tempo del padrone del Mondiale. Quinta e sesta posizione per i finlandesi Bottas e per il ferrarista Kimi. Chiudono la top ten le Haas di Grosjean e Magnussen (settimo e ottavo), seguite da Vandoorne e Perez. Sul giro secco, dunque, la Mercedes di Hamilton sembra avere qualcosa in più delle Rosse. E se pensiamo che negli ultimi 27 Gp di Spagna ha sempre vinto chi è partito dalla prima fila, le Frecce d’Argento ad oggi possono sognare…(agg. di Dario D’Angelo)

FP2, RAIKKONEN COSTRETTO A FERMARSI

Una FP2 del Gran premio di Spagna 2018 che non smette di fornire spunti interessanti quella attualmente in corso sul circuito di Montmelò, a Barcellona. Peccato che stentino ad arrivare buone notizie per le Ferrari. Dalla macchina di Kimi Raikkonen su un rettilineo si è infatti innalzata una fumata bianca che ha procurato non poca preoccupazione all’interno del box del Cavallino. I tecnici della Rossa, analizzando la telemetria – secondo quanto riportato da Sky Sport – avrebbero notato un’anomalia sulla power unit. Da qui la decisione di far spegnere la macchina al finlandese, costretto così ad abbandonare anzitempo la seconda sessione di libere e a rinunciare in particolare alla parte conclusiva riguardante soprattutto il passo gara. La speranza è che i problemi riscontrati oggi siano risolvibili in vista delle qualifiche di domani. (agg. di Dario D’Angelo)

FP2, HAMILTON PRIMO

Nella prima metà della FP2 del Gran Premio di Spagna 2018 di Formula 1 è ancora una volta una Mercedes a fare la voce del leone nella sessione di libere. La FP2 inizia come si era conclusa la FP1, con una Freccia d’Argento ad affermare la propria supremazia sulle altre monoposto. Questa volta non è Bottas però, almeno per il momento, a far segnare il miglior tempo: in vetta, dopo alcuni minuti di leadership di Max Verstappen, si piazza Lewis Hamilton con il tempo di 1:18.259. Staccati rispettivamente di uno e quattro decimi le Red Bull di Ricciardo (2°) e Verstappen (4°). Bottas per il momento deve accontentarsi della terza piazza a 3 decimi prima delle Ferrari è quella guidata da Kimi Raikkonen, che ottiene la quinta posizione provvisoria proprio davanti a Vettel. Da segnalare le difficoltà nella guida delle Mercedes con gomma rossa: le monoposto di Bottas e Hamilton slittano vistosamente con le morbide. (agg. di Dario D’Angelo)

FP2, ANCORA PROBLEMI NELLA GUIDA

La FP2 del Gran premio di Spagna 2018 di Formula 1 ha preso il via da pochi minuti ma gran parte delle vetture è già scesa in pista per verificare il tracciato di Montmelò dopo le difficoltà incontrate nella prima sessione di prove libere che hanno portato diversi piloti- tra cui Vettel e Bottas – a commettere dei testacoda. Dopo circa 15 minuti dal via tra le novità più importanti sembra di poter dire che la situazione non è cambiata se è vero che dopo pochi giri la monoposto di Romain Grosjean si è già prodotta in un testacoda nella ghiaia che fortunatamente per lui non ha prodotto conseguenze. In attesa di capire se anche gli altri big – una volta in pista – continueranno ad accusare problemi, resta il fatto che il nuovo asfalto del Montmelò sia un’incognita con cui bisognerà fare i conti anche in gara. (agg. di Dario D’Angelo)

FP2, SI PARTE!

Il ritorno alla guida di una monoposto di Formula 1 di Robert Kubica, il gran tempo di Bottas, la prima fila virtuale tutta Mercedes, le Ferrari di Vettel e Raikkonen in leggera difficoltà rispetto alle dirette concorrenti per la conquista del Mondiale di Formula 1: questi alcuni dei temi principali della FP1 del Gran Premio di Spagna 2018. Nella seconda sessione di libere che sta per iniziare potremo verificare se i rapporti di forza emersi nella FP1 si riconfermeranno tali, ma in questo caso il test sarà probabilmente ancora più importante poiché si girerà sostanzialmente nelle stesse condizioni meteo e orarie che caratterizzeranno le qualifiche di domani e la gara di domenica. Se la Ferrari sarà in grado di insidiare le Mercedes in ottica pole position lo scopriremo con ogni probabilità nei prossimi 90 minuti…(agg. di Dario D’Angelo)

FP2, INCOGNITA VENTO

Che le Mercedes fossero le favorite per questo weekend di Formula 1 che avrà il suo momento più atteso nella gara del Gran Premio di Spagna 2018 era risaputo. Bastava vedere l’andamento dei test invernali a Montmelò per capire che Botta ed Hamilton avrebbero potuto gestire un buon vantaggio rispetto ai rivali. Certo è che per il momento il gap delle due Ferrari di Vettel e Raikkonen non è quello che ci si sarebbe potuto augurare al termine della FP1. Finora a complicare il lavoro dei piloti sono state anche le particolari condizioni che hanno caratterizzato la prima sessione di libere: raffiche di vento sempre di diversa intensità che hanno compromesso la velocità d’adattamento ad una pista poco gommata (è stata riasfaltata di recente) che per questo motivo ha portato i drivers a commettere diversi errori. Da capire se nella seconda sessione di libere assisteremo ad un cambio di rotta. (agg. di Dario D’Angelo)

FP1, VOLA BOTTAS

La FP1 del Gran Premio di Spagna 2018 di Formula 1 a Barcellona si è appena conclusa. Ottime notizie per la Mercedes, che piazza Bottas e Hamilton rispettivamente in prima e in seconda posizione con un margine più che rassicurante sulle Ferrari di Vettel e Raikkonen. Il migliore nella prima sessione di libere è il finlandese delle Frecce d’Argento, che attribuisce ad Hamilton un distacco importante di 849 millesimi. Il gap su cui Vettel deve lavorare in ottica qualifiche e FP2 è di 950 millesimi mentre Kimi Raikkonen è quinto con un ritardo di un secondo e 3 decimi dal connazionale. Nella battaglia tutta personale tra le Red Bull di Verstappen e Ricciardo ad avere la meglio per ora è il più giovane e spregiudicato, quinto a fronte della settima piazza dell’australiano. Sesta piazza per Fernando Alonso. Chiudono la top ten Grosjean, Vandoorne e Gasly. (agg. di Dario D’Angelo)

FP1, MERCEDES DAVANTI

Il dato che emerge quando mancano quindici minuti alla fine della FP1 del Gran Premio di Spagna 2018 di Formula 1 è il seguente: le Mercedes sono molto in palla, fin dalla prima sessione di prove libere. Il miglior tempo registrato finora appartiene a Valtteri Bottas: un 1:18.441 che soltanto Lewis Hamilton è riuscito lontanamente ad avvicinare con un ritardo di 556 millesimi. In terza posizione, nonostante un incidente che lo ha portato a toccare le barriere, Daniel Ricciardo: la sua Rd Bull paga comunque un ritardo di poco sotto al secondo e mezzo. Capitolo Ferrari: Vettel per ora è in quarta posizione mentre Kimi Raikkonen è nono. In questo momento a complicare il lavoro dei piloti oltre che una pista scarsamente gommata, anche le violente raffiche di vento che stanno sferzando Barcellona. Il risultato? Tanti testacoda…(agg. di Dario D’Angelo)

FP1, INCIDENTE RICCIARDO

Quando siamo a metà della FP1 del Gran Premio di Spagna 2018 sono le Mercedes ad impressionare per rendimento. Il primo a volare è stato Lewis Hamilton che ha fatto segnare il miglior tempo provvisorio scalzando dalla leadership il ferrarista Kimi Raikkonen con un tempo più basso di oltre un secondo. Per comprendere la portata del giro fatto registrare dal britannico basta dire che il suo tempo è stato migliore anche di quello che lo scorso anno gli valse la pole position. Meglio di lui è riuscito a fare solo Bottas, che ha fermato il crono a 1:18.695. Per il resto l’asfalto nuovo del circuito di Montmelò nei primi minuti delle prove libere ha fatto parecchie vittime: a fare testacoda, anche per colpa delle gomme non ancora in temperatura sono stati Bottas, Vettel, Ericsson e Hartley, a conferma delle insidie del tracciato. Per loro e per le macchine nessuna conseguenza. Peggio è andata a Daniel Ricciardo, finito contro le barriere e probabilmente costretto a fare i conti con alcuni danni per la sua Red Bull. (agg. di Dario D’Angelo)

FP1, IL RITORNO DI KUBICA

Ha preso ufficialmente il via d pochi minuti la FP1 del Gran Premio di Spagna 2018 di Formula 1. Sul circuito di Montmelò tra le prime vetture a scendere in pista ci sono anche le due Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Grande curiosità per il ritorno in pista di Robert Kubica, il pilota polacco che oggi guiderà la Williams per tentare di dare una mano nello sviluppo di una vettura che fin qui ha dato non pochi problemi rispetto a quelli che erano i piani. Un ritorno ampiamente programmato ma che fa comunque piacere visti i passati incidenti del 33enne di Cracovia. Certo uno dei temi del giorno sarà la sfida interna alle Red Bull dopo il tamponamento tra Daniel Ricciardo e Max Verstappen: i due piloti cercheranno fin da subito di imporre il proprio ritmo in vista delle qualifiche di domani. (agg. di Dario D’Angelo)

FP1, SI PARTE!

Ormai ci siamo, pochissimi minuti al via della FP1, la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna 2018 che si corre sul circuito del Montmelò. Grande attesa, già a partire dai test di oggi, venerdì 11 maggio 2018, per cercare di capire quali saranno i rapporti di forza tra Ferrari e Mercedes, le due scuderie che anche quest’anno con ogni probabilità si giocheranno il primato nel Mondiale di Formula 1. L’anno scorso finì con un dominio delle Frecce d’Argento, con il solito Lewis Hamilton ad imporsi davanti al ferrarista Vettel. Nel 2017 fin dalla FP1 si vide lo strapotere Mercedes, con Hamilton e Bottas a comandare la classifica con un ampio margine sugli avversari. Sarà così anche oggi? Lo scopriremo tra poco, si comincia! (agg. di Dario D’Angelo)

FORMULA 1, GP DI SPAGNA 2018: L’ALBO D’ORO

Sta per prendere ufficialmente il via il weekend che culminerà nel Gran Premio di spagna 2018 valido per il Mondiale di Formula 1. Tutti gli occhi sono ovviamente concentrati sulla Ferrari per capire se il passo falso andato in scena in Azerbaigian si rivelerà episodio isolato o se dobbiamo nuovamente abituarci ad un Lewis Hamilton primo della classe. I tifosi della Rossa sperano ovviamente che Vettel e Raikkonen facciano la voce grossa così come avvenuto nei primi due appuntamenti stagionali, eppure c’è l’albo d’oro del Gran Premio di Spagna a ricordarci che soprattutto negli ultimi anni il circuito di Montmelò non ha sorriso al Cavallino rampante. L’ultima vittoria di una Ferrari risale infatti al lontano 2013, con Fernando Alonso alla guida della Rossa. A seguire vittorie di Hamilton (2014 e 2017) intervallate da successi di Rosberg e Verstappen. (agg. di Dario D’Angelo)

FORMULA 1, GP DI SPAGNA 2018: FP1 E FP2

La Formula 1 torna in diretta con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Spagna 2018 sul circuito di Montmelò, la pista a breve distanza da Barcellona che ospita il quinto appuntamento del Mondiale di Formula 1. Per prima cosa ecco gli orari delle due sessioni in programma oggi, venerdì 11 maggio, sul Circuit de Catalunya, ormai uno degli appuntamenti più classici della stagione di Formula 1. Per la prima volta in stagione non ci sarà alcun problema di fuso orario per gli appassionati italiani, però attenzione perché rispetto all’anno scorso le due sessioni di prove libere sono state spostate di un’ora: la FP1 avrà dunque inizio alle ore 11.00 della mattina; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 15.00 per la FP2, la sessione più significativa perché si disputerà sostanzialmente allo stesso orario di qualifiche e gara, anch’esse posticipate rispetto a quanto accadeva sino all’anno scorso.

FORMULA 1 IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV

Le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Spagna 2018 di Formula 1 dal circuito di Barcellona Montmelò saranno trasmesse oggi su Sky Sport F1 HD, canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky. Anche quest’anno la telecronaca di tutti gli eventi è affidata a Carlo Vanzini, affiancato da una schiera di commentatori tecnici d’eccezione tra cui Marc Gené. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio, mentre la rubrica Paddock Live che farà da filo conduttore alla giornata sarà affidata come di consueto a Federica Masolin. Tra le novità della stagione, per la prima volta la Formula 1 è visibile in 4K HDR grazie al nuovo Sky Q, per vivere le gare con una definizione talmente simile a quella dell’occhio umano da dare la sensazione di essere in pista. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione Sky Go. Importante ricordare anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, gli account @Formula 1 e @F1, oltre alla pagina Facebook ufficiale F1.

GP SPAGNA 2018: I PROTAGONISTI

Il Gran Premio di Spagna è sempre uno snodo importante nella stagione della Formula 1: dopo le prime quattro gare più o meno esotiche, il Circus sbarca in Europa, per di più sulla pista dove maggiormente si gira per i test invernali – quest’anno entrambe le sessioni sono state disputate proprio al Montmelò tra febbraio e marzo. Di conseguenza di solito proprio a Barcellona tutte le scuderie gettano nella mischia significative novità tecniche e le gerarchie dei valori iniziano a consolidarsi. Quest’anno sembra esserci ancora più incertezza del solito: la Ferrari ha addirittura superato la Mercedes sul giro secco – tradizionale punto di forza di Stoccarda – grazie alle ultime tre pole position consecutive di Sebastian Vettel, la domenica però sta succedendo di tutto ed è ancora molto difficile chi sia il più forte. Anche le gerarchie interne ai team non sono ancora chiare: ad esempio, Valtteri Bottas sta mettendo in difficoltà più del previsto Lewis Hamilton, anche se il beffardo esito del GP di Baku ha privato il finlandese di una vittoria che avrebbe meritato, consegnandola proprio all’inglese.

La Ferrari senz’altro è molto competitiva, ma ha capitalizzato poco la sua nuova superiorità del sabato: fra Shanghai e Baku Vettel ha lasciato per strada troppi punti, anche se non tutti per colpa sua (vedi il tamponamento subito da Max Verstappen in Cina), mentre Kimi Raikkonen a sprazzi sta facendo anche molto bene, ma difetta in continuità. Questo poi è l’enorme punto debole della Red Bull, per la quale ovviamente il primo problema è il rapporto interno fra i due piloti, già molto delicato prima del pasticcio in Azerbaigian, che certamente non può avere migliorato la situazione. Insomma, tutti hanno motivi validi per cercare di dare il massimo in questo quinto appuntamento che potrebbe dare la svolta alla stagione del Mondiale: mettiamoci comodi, la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Spagna 2018 di Formula 1 a Barcellona Montmelò sta per cominciare



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori