Pronostico Formula 1/ Gp di Spagna 2018, il punto di Vitantonio Liuzzi: Mercedes un passo avanti (esclusiva)

- int. Vitantonio Liuzzi

Pronostico Formula 1, Gp di Spagna 2018: intervista esclusiva a Vitantonio Liuzzi sulla prova della F1 sulla pista di Barcellona. Sempre vivo il duello Ferrari-Mercedes.

vettel_hamilton_baku_lapresse_2017
Diretta Formula 1: a Baku scontro Vettel-Hamilton nel 2017 - LaPresse

Si avvicina il Gran Premio di Spagna 2018: la Formula 1 quindi torna in Europa e lo farà sulla pista di Barcellona, dove quest’inverno i vari team hanno effettuato lunghe sessioni di test. La prova si annuncia decisiva, specie per delineare il duello tra Ferrari e Mercedes: dopo la fortunosa vittoria di Hamilton al Gp di Baku, l’inglese ha scavalcato Vettel nella classifica del mondiale piloti, ma il tedesco ha fatto davvero meraviglie con la Rossa finora. Oltre a frecce d’argento e cavallini rampanti poi gli occhi sono puntati tutti sulla Red bull: dopo il pasticcio Verstappen-Ricciardo  ci si aspetta una vera reazione da parte della squadra austriaca, in ombra in questo inizio di stagione della F1. Per presentare il Gran Premio di Spagna abbiamo sentito l’ex pilota di Formula 1 Vitantonio Liuzzi: eccolo in questa intervista esclusiva a ilsussidiario.net.

Come vede questo Gran Premio di Spagna? Sarà un Gran Premio molto interessante con una Ferrari competitiva. Alla fine però la Mercedes dovrebbe essere favorita per il tipo di circuito di Barcellona dove conta molto l’aerodinamica.

Ferrari superiore in qualifica finora: a cosa si deve questo miglioramento? Diciamo che anche per merito del lavoro fatto, di tutti i test effettuati la Ferrari nella velocità di punta con la gomma nuova è superiore. Dall’altra parte però la Mercedes resta superiore per l’aerodinamica e la parte meccanica.

Hamilton più fortunato che bravo a Baku: come giudica il suo inizio? E’ vero che Hamilton a Baku è stato superiore ma la fortuna finora si è bilanciata e in certe occasioni ha aiutato Vettel. Mi sembra poi un Hamilton più convinto, molto determinato di quando Rosberg vinse il Mondiale.

Cosa si aspetta da Vettel? Sta facendo bene, è molto motivato, molto carico. E’ stato spesso molto veloce con prestazioni molto positive. Certe volte però la troppa voglia di far bene, quella di vincere il titolo l’ha portato a commettere qualche errore che poteva essere evitato.

Luci e ombre da Raikkonen, ma anche molti punti ottenuti finora: finlandese promosso? E’ così in effetti Raikkonen si sta difendendo molto bene e si sta comportando nel migliore dei modi.

Bottas spesso più veloce di Hamilton: potrà essere una minaccia? No, lo escludo, resta una seconda guida, non ha il carisma per poter prendere il posto di Hamilton.

Red Bull ancora misteriosa: cosa potrà fare in Spagna e nel Mondiale? Credo che poi alla fine siano proprio Hamilton e Vettel a giocarsi il Mondiale, saranno loro a lottare fino alla fine per la conquista del titolo.

Come si dovrà gestire in casa Red Bull la rivalità Ricciardo- Verstappen? E’ normale che tra due compagni di squadra esista una certa rivalità. Rispetto a Verstappen però penso che stia facendo molti errori, che non sia ancora maturato, debba crescere ancora in futuro.

Quali sono le caratteristiche tecniche del circuito di Barcellona? E’ un circuito noioso dove conta molto l’aerodinamica. Il circuito dove vengono fatti i test dei vari team di Formula 1. Non si assiste sicuramente a gare spettacolari.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori