CLASSIFICA FORMULA 1/ Mondiale Costruttori e Piloti Gp Spagna 2018: Hamilton e Mercedes rimontano, calo Vettel

- Mauro Mantegazza

Classifica Formula 1, Mondiale Piloti e Costruttori dopo il Gp Spagna 2018 a Barcellona Montmelò: Lewis Hamilton vince la seconda gara consecutiva e allunga ancora su Sebastian Vettel

vettel_hamilton_baku_lapresse_2017
Diretta Formula 1: a Baku scontro Vettel-Hamilton nel 2017 - LaPresse

La Mercedes torna a far paura: Lewis Hamilton ha dominato nel GP di Spagna 2018, al secondo posto Valtteri Bottas. La Ferrari non ha potuto fare nulla contro lo strapotere delle Frecce d’Argento, mentre la Red Bull ha limitato i danni con il terzo posto di Max Verstappen. In una gara priva di grande emozioni, quella più grande riguarda l’incidente clamoroso provocato da Romain Grosjean al via (clicca qui per il nostro approfondimento), che ha portato alla sanzione con tre posizioni di penalità sulla griglia di partenza di Monte Carlo. La sfida a distanza tra Hamilton e Sebastian Vettel vede vincitore il pilota britannico, protagonista di una gara impeccabile. Ottima la partenza, impeccabile la ripartenza dopo la Safety Car, martellante con i suoi tempi. In difficoltà invece il pilota tedesco della Ferrari, consapevole che avrebbe dovuto stringere i denti mentre gli avversari volavano. La “frittata” però è stata fatta con il secondo pit stop che lo ha relegato alle spalle di Max Verstappen, togliendogli quello che sarebbe stato un buon terzo posto, soprattutto per la classifica che vede ora dominare Mercedes ed Hamilton, la cui rimonta deve invitare la Scuderia di Maranello alla riflessione. (agg. di Silvana Palazzo)

CLASSIFICA FORMULA 1 2018 (PILOTI E COSTRUTTORI)

LA MERCEDES VOLA, FERRARI IN CALO

Per la terza volta consecutiva, Lewis Hamilton guadagna punti su Sebastian Vettel nella classifica piloti di Formula 1: il britannico della Mercedes ha vinto il Gran Premio di Spagna 2018 sul circuito di Montmelò – vittoria numero 64 in carriera – e allunga a +17 su Sebastian Vettel, che aveva vinto le due gare della stagione ma poi non è più riuscito a salire sul podio. Che la Mercedes abbia già trovato il giusto assetto dominante per scavare il solco nei confronti della Ferrari? Difficile dirlo: la stagione è lunga, e la Rossa ha sicuramente dimostrato che quest’anno può essere competitiva sul lungo periodo. Tuttavia la scuderia di Toto Wolff è cresciuta: Hamilton aveva ottenuto 33 punti nelle due gare inaugurali contro i 50 di Vettel, ma nei tre Gran Premi seguenti (Cina, Azerbaijan e Spagna) ne ha centrati 62 laddove il tedesco della Ferrari ne ha presi soltanto 28, con due quarti e un ottavo posto. Di fatto in tre Gran Premi Vettel ha perso 34 punti nei confronti del grande rivale e campione del mondo in carica, passando da una situazione totalmente ribaltata (da +17 a -17). Come detto è lunga, ma questa Mercedes che ha portato anche Valtteri Bottas al secondo posto, riprendendosi la leadership nel Mondiale costruttori (153 punti contro i 126 della Ferrari) sta dando la sensazione di aver raggiunto il livello degli anni scorsi dopo un avvio stagionale complicato. (agg. di Claudio Franceschini)

HAMILTON VINCE E ALLUNGA

La vittoria di Lewis Hamilton nel Gp di Spagna 2018 ha portato proprio l’inglese, campione in carica della formula 1, ad aumentare notevolmente il suo vantaggio anche nella classifica dei mondiale piloti. Dopo la prova di Montmelò Hamilton infatti mantiene la leadership, vantando ora 95 punti e ben 17 di vantaggio su Sebastian Vettel, arrivato solo quarto alla bandiera a scacchi. Terzo gradino del podio per Bottas, arrivato secondo a Barcellona: 58 i punti del finlandese, 10 in più del connazionale Raikkonen, che per la Ferrari oggi ha registrato uno zero dopo essere stato costretto a portare la vettura ai box per un problema tecnico. Nella top five ecco Ricciardo con 47 punti e 14 lunghezze di vantaggio sul compagno di squadra Verstappen, fermo a quota 33 punti e uno in più rispetto a Alonso: nella top ten ecco Hulkenberg, Magnussen, Sainz e Perez. Anche nella classifica dei costruttori dopo il Gp di Spagna 2018 è dominio Mercedes: la cosa tedesca vola a 153 punti e vanta ora nella graduatoria 27 lunghezze di vantaggio sulla Ferrari. (agg Michela Colombo)

ESORDIO AMARO PER VERSTAPPEN

Non è certamente stato un inizio di stagione entusiasmante per Max Verstappen e non ci riferiamo solo alle prestazioni messe in pista e ai suoi erroracci e intemperanze viste, ma pure a quanto sta facendo l’olandese nella classifica del mondiale piloti. Alla vigilia del Gp di Spagna vediamo bene che il pilota della red bull al momento vanta appena l’ottava posizione in graduatoria, con solo 18 punti e ben 4 lunghezze da recuperare su Nico Hulkenberg, settimo. Insomma non è certo il bilancio adatto al talento dell’olandese che pure non ha affatto convinto fino a qui nella stagione della formula 1. Due piazzamenti fuori dalla top five e due ritiri in 4 Gp prima della prova di Barcellona: qui a Montmelò quindi ci spetta molto di più da Verstappen e anche lui probabilmente si aspetta di fare qualcosa di meglio, sempre che non si voglia perdere il treno con i big della classifica. (agg Michela Colombo)

OCCHIO AL PADRONE DI CASA

Considerando i gradini più alti della classifica riservata al mondiale piloti alla vigilia del Gp di Spagna 2018 è facile immaginarsi che proprio a Montemelò il pericolo numero 1 in graduatoria e in pista sia Fernando Alonso. In pista il motivo è presto spiegato, Alonsa è il padrone di casa qui sulla asfalto di Barcellona, e da parole di casa ha sempre realizzato grandi successi al Montemelò: proprio qui lo spagnolo della McLaren ha firmato la sua ultima vittoria (con la Ferrari nel 2013). Controllando la classifica piloti invece vediamo bene che Fernando Alonso occupa ora la sesta posizione iridata con ben 28 punti a bilancio. Davanti a lui sono big di questa prima parte della stagione della Formula 1 ovvero Hamilton, Vettel, Raikkonen, Bottas e Ricciardo: poi proprio la sua vettura arancione che tante pene gli ha dato nella precedente stagione. Ecco quindi che dopo un 5 posto e tre 7^ piazzamenti, ci attendiamo grandi cose oggi a Montemelò dallo spagnolo, che ovviamente non vorrà deludere il proprio pubblico. (agg Michela Colombo)

IL MONDIALE PILOTI

La classifica del Mondiale di Formula 1 che volto assumerà al termine del Gran Premio di Spagna? La gara di Barcellona, o per meglio dire Montmelò, sarà la quinta del Mondiale 2018 di Formula 1, ma la classifica del Mondiale Piloti così come pure la classifica del Mondiale Costruttori non ci hanno dato per ora indicazioni chiare, visto che ci sono stati numerosi imprevisti e colpi di scena nelle gare che abbiamo vissuto finora. Al comando fra i piloti ci sono comunque i due nomi più attesi: a Baku Lewis Hamilton ha superato Sebastian Vettel al termine di una gara decisamente fortunata per il pilota inglese, mentre la Ferrari ha restituito lo scherzetto firmando il sorpasso sulla Mercedes al comando della classifica Costruttori, approfittando del ritiro di Valtteri Bottas che è stata una fortuna per Hamilton ma non per la Mercedes nel suo complesso. Tornando alla classifica Piloti, al comando troviamo dunque Lewis Hamilton con 70 punti davanti a Vettel che ne ha 66. La differenza naturalmente non può essere indicativa, però resta qualche rimpianto per il tedesco che in Cina e Azerbaigian avrebbe potuto raccogliere di più, mentre Hamilton a Baku ha avuto (e con gli interessi) ciò che aveva dovuto lasciare a Melbourne. Dietro ai due big, per un motivo oppure per l’altro, nessuno ha ancora trovato continuità: terzo è Kimi Raikkonen con 48 punti dopo il secondo posto in terra azera, dove invece è stato beffato Valtteri Bottas, adesso quarto con 40 punti. Quinto con 37 punti è Daniel Ricciardo, soprattutto grazie alla vittoria cinese in una stagione per il resto complicata, mentre spicca il ritardo di Max Verstappen, che a causa di un inizio pessimo di stagione ha appena 18 punti.

LA CLASSIFICA COSTRUTTORI

Nel Mondiale Costruttori la Ferrari a Baku ha scavalcato la Mercedes, perché in termini di punti il secondo posto di Raikkonen e il quarto di Vettel sono bastati a ribaltare la vittoria di Hamilton a causa dello zero di Bottas, che avrebbe meritato più di tutti ma ha dovuto subire il beffardo ritiro per foratura. Primato comunque meritato per la Ferrari, che nelle prime quattro gare ha ottenuto due vittorie e tre pole position: il Cavallino Rampante ha 114 punti contro i 110 della Mercedes, la lotta si annuncia decisamente incerta, ma rischia di essere già un po’ troppo lontana il terzo incomodo Red Bull, adesso a quota 55 punti a causa di diverse disavventure nelle prime gare di questa nuova stagione, delle quali evidentemente l’incidente fratricida a Baku fra Ricciardo e Verstappen è il simbolo perfetto. Ancora più lontani tutti gli altri, d’altronde non può essere altrimenti: dignitoso fin qui il rendimento della McLaren che è quarta con 36 punti davanti alla Renault, quinta a quota 35. I loro migliori piloti sono Fernando Alonso e Nico Hulkenberg: davanti a Verstappen e per Alonso già più punti di quelli ottenuti nell’intera stagione scorsa, ma è chiaro che i tre top team siano superiori. Tutti gli altri dovranno lottare per le briciole e cercare di conquistare quante più soddisfazioni possibili. Crisi nera per la Williams, che occupa tristemente l’ultima posizione, anche dietro la Sauber griffata Alfa Romeo.

CLASSIFICA PILOTI FORMULA 1 2018

1  HAMILTON L. Mercedes 95

2  VETTEL S. Ferrari 78

3  BOTTAS V. Mercedes 58

4 RAIKKONEN K. Ferrari 48

5 RICCIARDO D. Red Bull 47

6 VERSTAPPEN M. Red Bull 33

7  ALONSO F. McLaren 32

8  HULKENBERG N. Renault 22

9 MAGNUSSEN K. Haas 19

9  SAINZ JR C. Renault 19

10  PEREZ S. Force India 17

11  GASLY P. Toro Rosso 12

12  LECLERC C. Alfa Romeo Sauber 9

13  VANDOORNE S. McLaren 8

14  STROLL L. Williams 4

15 ERICSSON M. Alfa Romeo Sauber 2

16  HARTLEY B. Toro Rosso 1

16 OCON E. Force India 1

CLASSIFICA COSTRUTTORI FORMULA 1 2018

1 MERCEDES 153

2 FERRARI 126

3 RED BULL 80

4 RENAULT 41

5 MCLAREN 40

6 HAAS 19

7 FORCE INDIA 18

8 TORO ROSSO 13

9 ALFA ROMEO SAUBER 11 

10 WILLIAMS 4

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori