Diretta/ Formula 1 Gp Austria 2018, F1 streaming video SKY prove libere FP2 live: Hamilton sempre primo

- La Redazione

Diretta Formula 1, prove libere FP1 e FP2 del Gp Austria 2018 a Zeltweg: tempi e classifica delle due sessioni che aprono il weekend a Spielberg (oggi venerdì 29 giugno)

redbull_formula_1_2017_lapresse
Red Bull - LaPresse

La seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria è ufficialmente in archivio con la classifica dei tempi che ci restituisce un Lewis Hamilton davanti a tutti in 1’04″579 (realizzato con la gomma gialla), la Mercedes guarda tutti dall’alto in basso con Bottas (1’04″755) che occupa la seconda posizione. Vettel (1’04″815) all’inseguimento delle Frecce d’Argento con il tedesco che è apparso piuttosto brillante sul passo gara, girando sui tempi del campione del mondo in carica. Ricciardo (1’05″031) e Verstappen (1’05″125) non hanno dimostrato di avere lo stesso ritmo delle altre big almeno per quanto riguarda il long run, ancora più defilato Kimi Raikkonen (1’05″265). Haas sugli scudi con Grosjean (1’05″429) e Magnussen (1’05″559) ma sarebbe ora che il team italo-americano batta un colpo anche in gara, positive le performance di Gasly (1’05″758) e Vandoorne (1’05″930) che completano la top ten. Solamente penultimo un depresso Fernando Alonso (1’06″429) alle prese con una McLaren allo sbando, mai quanto la Williams con Stroll (1’06″626) a chiudere la graduatoria.  [agg. di Stefano Belli] GP AUSTRIA 2018, DIRETTA LIVE

COMINCIA LA SIMULAZIONE DEL PASSO GARA

A un quarto d’ora dalla fine della seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria valevole per il campionato del mondo 2018 di Formula 1, abbiamo un po’ più chiaro il quadro della situazione per quanto riguarda i valori di forza sul giro secco. Dopo che i commissari hanno rimosso dalla via di fuga la vettura incidentata di Gasly (che ha rotto la sospensione anteriore sinistra della sua Toro Rosso passando con troppa irruenza sul cordolo), la FP2 è ricominciata con i big che si sono lanciati con le gomme ultra-soft che hanno bisogno di più giri per raggiungere la massima efficienza, anche per colpa della bassa temperatura dell’asfalto (inferiore ai 30 gradi). Motivo per cui nessuno si migliora sensibilmente nel passaggio dalla super all’ultra, e quindi le squadre anticipano la simulazione del passo gara. Vettel attacca con un 1’08” medio, un tempo da non buttare via considerando il notevole quantitativo di benzina a bordo, a parità di mescola Ricciardo e Verstappen girano più piano, mentre Bottas gira più o meno sugli stessi tempi del tedesco della Ferrari. [agg. di Stefano Belli] 

TEMPI DA URLO PER HAMILTON

La Mercedes torna a fare la voce grossa nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria, nono appuntamento del mondiale 2018 di Formula 1. Calzando le gomme gialle (soft) Hamilton fa un tempo strepitoso girando in 1’04″579, Bottas si è dovuto accontentare di limitare il ritardo a 188 millesimi, il finlandese è riuscito comunque a stare davanti a Vettel, un po’ più indietro la coppia Red Bull formata da Ricciardo e Verstappen e la seconda Ferrari di Raikkonen. Haas in ripresa con Magnussen e Grosjean in top ten, bene anche Gasly che anche nella FP1 di stamattina si è comportato molto bene al volante della Toro Rosso motorizzata Honda, sebbene il pilota francese sia protagonista di un incidente che gli provoca la rottura della sospensione anteriore sinistra passando sul cordolo: sollecitazione fatale per la macchina della Scuderia di Faenza, bandiera rossa e sessione interrotta. [agg. di Stefano Belli] 

FERRARI IN PISTA, VETTEL PIU’ VELOCE DI RAIKKONEN

È iniziata da circa 15 minuti la seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria che si correrà domenica sul circuito di Spielberg. All’accensione del semaforo verde i piloti di Formula 1 sono usciti dai box e hanno cominciato a girare nel tentativo di fare subito il tempo, il cielo coperto da nuvoloni scuri minaccia pioggia da un momento all’altro e la Ferrari si affretta a fare la simulazione del giro secco da qualifica con Vettel (gomma gialla) e Raikkonen (gomma rossa). Il tedesco fa segnare tempi molto interessanti girando sotto l’1’05” e rifilando oltre mezzo secondo al compagno di box che adopera una mescola più performante. Non sono ancora entrate in azione Red Bull e Mercedes anche se Ricciardo e Verstappen sono appena usciti dai box e si stanno lanciando per rispondere alle prestazioni della Rossa. A breve vedremo in pista anche le Frecce d’Argento di Hamilton e Bottas che restano comunque le macchine da battere.  [agg. di Stefano Belli] 

VIA ALLA FP2

Alle ore 15.00 comincerà sul circuito di Spielberg la seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria, nono appuntamento del mondiale 2018 di Formula 1. I piloti avranno quindi a disposizione altri 90 minuti di tempo per ottimizzare la messa a punto delle macchine e simulare il giro secco in vista delle qualifiche di domani. Verrà data molta enfasi anche al passo gara, nella seconda parte della FP2 le squadre si concentreranno sui long run, sequenze di giri con gli stessi pneumatici per capire il comportamento delle varie mescole (soft, super-soft e ultra-soft) in base alle condizioni climatiche e dell’asfalto. Non mancherà l’incognita meteo, le previsioni non escludono l’arrivo di rovesci di pioggia che andrebbero a bagnare la pista e a cambiare i piani dei team, impossibilitati a quel punto a raccogliere tutti i dati che servono e a farne le dovute valutazioni. [agg. di Stefano Belli] 

RAIKKONEN TORNA IN McLAREN?

Il mercato piloti in vista della stagione 2019 di Formula 1 entra sempre più nel vivo: al centro delle voci non c’è solamente Daniel Ricciardo, per il quale si prospetta comunque una riconferma in Red Bull. Restano ancora tanti interrogativi sul futuro di Kimi Raikkonen, il finlandese ha davanti a sé tre opzioni: ulteriore rinnovo annuale con la Ferrari, ritiro dalle corse al termine di quest’anno e approdo a un’altra scuderia. A quanto pare la McLaren, che con ogni probabilità perderà Fernando Alonso (destinazione IndyCar), vuole puntare su un pilota esperto, possibilmente campione del mondo, per affiancare il giovane Lando Norris che si prepara a debuttare e a fare le scarpe a Vandoorne. Raikkonen soddisferebbe tutti i criteri che il team di Woking richiede per l’ingaggio: 280 Gran Premi, 17 pole position e 20 vittorie in carriera, se alla soglia dei 40 anni ci fossero ancora gli stimoli allora sarebbe il profilo ideale. Aumentano le possibilità di riavere un pilota italiano a tempo pieno: Antonio Giovinazzi potrebbe prendere il posto di Charles Leclerc in caso di promozione anticipata in Ferrari, in alternativa ci sarebbero Haas e Toro Rosso pronte a offrirgli volentieri un sedile se Grosjean e Hartley da qui a fine anno non si daranno una bella svegliata. [agg. di Stefano Belli] 

HAMILTON DAVANTI A TUTTI ALLA FINE DELLA FP1

Lewis Hamilton (1’04″839) ha fatto segnare il miglior tempo nella prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria che si è da poco conclusa sul circuito di proprietà della Red Bull nei pressi di Spielberg. Il britannico della Mercedes, assieme al compagno di box Valtteri Bottas (1’04″966), è stato l’unico a scendere sotto l’1’05”: le Frecce d’Argento mostrano subito i muscoli su una pista adatta alle caratteristiche della W09, anche se la Ferrari e la Red Bull non sono lontane: Verstappen (1’05″072) ha realizzato il terzo miglior tempo davanti a Vettel (1’05″180), Ricciardo (1’05″483) e Raikkonen (1’05″776). Romain Grosjean (1’06″028) il primo degli “altri” al volante della Haas, nella top ten sono presenti anche Ocon (1’06″055), Leclerc (1’06″215) e Gasly (1’06″394). Pollice in su per la Sauber-Alfa Romeo che sembra trovarsi molto a suo agio da queste parti, come conferma l’undicesimo tempo di Ericsson (1’06″400), in difficoltà la McLaren con Alonso (1’06″612) diciassettesimo e Vandoorne (1’06″698), in fondo al gruppo troviamo la Williams di Robert Kubica (1’07″424).  [agg. di Stefano Belli] 

HAMILTON VELOCISSIMO CON LE ULTRA-SOFT

A un quarto d’ora dalla fine della prima sessione di prove libere la Mercedes continua a dettare il passo sul Red Bull Ring che domenica ospiterà la nona gara della stagione 2018 di Formula 1. Lewis Hamilton torna in pista con la gomma ultra-soft e alza l’asticella in 1’04″839, la Ferrari si inserisce momentaneamente tra le due Frecce d’Argento con Sebastian Vettel che scavalca Bottas (che poi si riprende la seconda posizione) e le due Red Bull di Ricciardo e Verstappen, resta un po’ defilato Kimi Raikkonen che scivola in sesta posizione. Si avvicina alla top ten anche Charles Leclerc che porta la Sauber-Alfa Romeo in ottava posizione, nelle retrovie Williams e McLaren con Robert Kubica in ultima posizione, dietro anche ad Alonso che sta girando pochissimo per colpa dei capricci della sua macchina, una triste costante per lo spagnolo dal 2015 a oggi. [agg. di Stefano Belli] 

HAMILTON DETTA IL PASSO

Quando mancano circa tre quarti d’ora al termine della prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria, i piloti di Formula 1 cominciano a cercare il limite e di conseguenza i tempi si abbassano notevolmente rispetto all’inizio della FP1. I due piloti Mercedes, Hamilton e Bottas, sono i primi a scendere sotto l’1’06” utilizzando le super-soft, i due alfieri della Casa di Stoccarda si scambiano più volte la leadership. La Ferrari prova a riportarsi a ridosso delle Frecce d’Argento con Vettel e Raikkonen che contengono il gap a due e tre decimi, rispettivamente. Successivamente si aggrega anche la Red Bull con Ricciardo che fa segnare un 1’05” alto con la gomma gialla (soft) mentre Verstappen usa una mescola più performante, la super-soft. Molto bene la Toro Rosso con Gasly che non ha problemi a mantenersi saldamente nella top 10 a differenza del suo compagno di box Hartley sempre più a rischio siluramento. Per adesso il tempo tiene, cielo nuvoloso ma non sta piovendo. [agg. di Stefano Belli]

VERSTAPPEN IL PRIMO BIG IN PISTA

Sul circuito di proprietà della Red Bull è in corso la prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria, nona tappa del campionato 2018 di Formula 1. In pista – tra gli altri – anche Robert Kubica al volante della Williams che nel pomeriggio dovrà poi restituire al titolare Sergey Sirotkin. Nei primi minuti della FP1 i piloti si limitano a effettuare qualche giro di out-in, Max Verstappen rompe il ghiaccio in 1’08″474 con le super-soft, un tempo ovviamente molto alto considerando che la pista ovviamente non è ancora gommata e che l’olandese non ha spinto al massimo, del resto è ancora troppo presto per spremere le macchine e un incidente in queste fasi rischia di compromettere il prosieguo del fine settimana. Al passaggio successivo Verstappen transita in 1’06″470, anche questo tempo sarà facilmente abbassabile dai suoi colleghi che per il momento restano ancora fermi e belli calmi dentro i box, solamente Perez si avvicina in 1’07″851. [agg. di Stefano Belli] 

VIA ALLA FP1

Alle ore 11.00 prenderà il via sul Red Bull Ring la prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria, nono appuntamento del mondiale 2018 di Formula 1. Con la FP1 cominicia ufficialmente il weekend anche se nella giornata di ieri si è tenuta la conferenza stampa dei piloti che stamattina avranno a disposizione i 90 minuti per prendere le misure alla pista e saggiare il comportamento degli pneumatici. La Pirelli farà utilizzare ai team tre mescole: soft (gomma gialla), super-soft (gomma rossa) e ultra-soft (gomma viola), quest’ultimo compound sarà presente in grandi quantità. I piloti Williams e Renault, ad esempio, ne hanno dieci treni ciascuno, la squadra più “conservativa” è la Haas che avrà “solamente” 7 set di ultra-soft con Magnussen e Grosjean che sembrano puntare molto alla super-soft come gomma da gara. A differenza di Vettel che in Austria potrà contare su due set di soft, due treni di super-soft e ben nove di ultra-soft. Per la giornata di oggi sono previsti diversi scrosci di pioggia che andrebbero a condizionare – e non poco – i piani di lavoro delle scuderia, soprattutto per quanto riguarda la simulazione del passo gara. [agg. di Stefano Belli] 

RICCIARDO RINNOVA CON RED BULL?

Per il quinto anno consecutivo la Formula 1 sbarca al Red Bull Ring per il Gran Premio d’Austria che dal 2014 è tornato a far parte del calendario. Nel paddock si rincorrono le voci di mercato, a cominciare da quello che potrebbe essere il futuro di Daniel Ricciardo: dopo l’annuncio dell’accordo tra Red Bull e Honda per la fornitura della power-unit a partire dal 2019, sembrava che l’australiano fosse destinato ad altri lidi, invece il pilota più simpatico ed estroverso del circus ha deciso di prolungare il matrimonio con la scuderia anglo-austriaca, a patto ovviamente di avere le stesse condizioni contrattuali di Max Verstappen. La convivenza tra i due non è stata delle più semplici, visti i contatti ravvicinati in Ungheria lo scorso anno e a Baku qualche mese fa: il team manager Christian Horner dovrà essere bravissimo a gestirli e ad evitare che si danneggino nuovamente a vicenda in futuro, cosa che potrebbe arrecare un grave danno d’immagine alla Red Bull (oltre che un’ingente perdita di denaro per i risultati non conseguiti, ma questo ovviamente è superfluo specificarlo). [agg. di Stefano Belli]

PROGRAMMA E ORARI DEL VENERDI’

La Formula 1 oggi, venerdì 29 giugno, torna protagonista con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Austria 2018 in diretta dal circuito di Zeltweg, ora ribattezzato Red Bull Ring per evidenti esigenze di sponsorizzazione, che ospita nei dintorni della località di Spielberg il nono appuntamento del Mondiale 2018 di Formula 1. La prima annotazione è doverosamente riservata agli orari, che saranno quelli classici di tutti i Gran Premi che durante la stagione si svolgono nel cuore dell’Europa – a differenza però di quanto era stato settimana scorsa in Francia, dove tutto era slittato di un’ora. Dunque è doveroso un pro-memoria sugli orari delle due sessioni in programma oggi: la FP1 avrà inizio alle ore 11.00 del mattino; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 15.00 per la FP2, la sessione più significativa perché si disputerà alla stessa ora delle qualifiche di sabato e della gara di domenica su questa pista che, pur con numerose interruzioni come presenza in calendario, è senza dubbio una delle più ricche di fascino e tradizione dell’intera stagione iridata.

 

FORMULA 1, STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: DOVE VEDERLA

Le prove libere FP1 e FP2 di Formula 1 del Gran Premio d’Austria 2018 saranno trasmesse come ormai è tradizione da qualche anno su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky. Tra le novità della stagione, per la prima volta la Formula 1 è visibile in 4K HDR grazie al nuovo Sky Q, per vivere le gare con una definizione talmente simile a quella dell’occhio umano da dare la sensazione di essere in pista. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione SkyGo. Per quanto riguarda la tv in chiaro, la principale notizia dell’anno è che sarà Tv8 il canale di riferimento al numero 8 del telecomando, ma per trovare Gran Premi in tempo reale dovremo aspettare Monza. In questo e nei prossimi weekend dunque potremo seguire solo le differite, tra l’altro limitate alle giornate di sabato e domenica: di conseguenza, chi non è abbonato Sky oggi non potrà seguire nemmeno in replica in chiaro le prime due sessioni di prove libere del Gp Austria 2018 da Zeltweg Spielberg. Maggiore importanza potranno dunque acquisire i riferimenti del Mondiale su Twitter, gli account ufficiali @Formula 1 e @F1, oltre alla pagina Facebook F1.

GP AUSTRIA 2018: IL CIRCUITO

Dopo avere gareggiato già domenica scorsa, la Formula 1 continua ad essere protagonista in questo inizio d’estate ed eccoci allora a Zeltweg o Spielberg che dir si voglia: Zeltweg è la località diventata universalmente nota, in realtà il Red Bull Ring sorge in gran parte nel territorio del comune di Spielberg. L’autodromo sorge nello splendido scenario delle colline austriache, fra l’altro a breve distanza dal confine italiano – dunque una meta ideale per gli appassionati, in particolare del Nord-Est. Dal punto di vista tecnico, si tratta di un circuito molto breve, quello che richiede il tempo più breve di percorrenza sul giro, ma anche veloce e in genere spettacolare, con diverse possibilità di effettuare sorpassi. Di certo finora si è trattato di una pista favorevole alla Mercedes, che ha vinto tutte le quattro edizioni disputate da quando l’Austria è tornata nel calendario iridato della Formula 1. Riusciranno la Ferrari oppure la Red Bull padrona di casa a mettere il bastone tra le ruote a Stoccarda?

I PROTAGONISTI

Se la Mercedes ha dominato, altrettanto non si può dire di Lewis Hamilton a livello individuale, perché “solo” uno dei quattro successi tedeschi è stato firmato dall’inglese – due per Nico Rosberg e l’anno scorso Valtteri Bottas. Resta il fatto che in base allo storico dovrebbe essere proprio il campione del Mondo il principale favorito, ma è difficile sbilanciarsi in una stagione che già diverse volte ha rovesciato le gerarchie. La Ferrari di Sebastian Vettel dopo Le Castellet è tornata dietro al grande rivale anche a causa dell’errore commesso da Seb alla partenza della corsa francese, per cui di certo la Rossa sarà adesso animata da un grande desiderio di tornare finalmente alla vittoria in Austria, come mai è successo dal rientro di questo Gran Premio. Le motivazioni sono però naturalmente altissime anche per la Red Bull che gioca in casa in tutti i sensi, su un circuito che è addirittura intitolata alla nota bevanda energetica: questo però non serve ad andare più forte in pista, Daniel Ricciardo e Max Verstappen dovranno riuscire a metterci del loro. L’attesa per quanto succederà in questo stuzzicante weekend sta però finalmente per finire, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Austria 2018 di Formula 1 a Zeltweg (Red Bull Ring) sta per cominciare



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori