DIRETTA FORMULA 1/ F1, streaming video SKY prove libere: Vettel: “Nessun dramma” (Gp Singapore 2018)

Diretta Formula 1 prove libere FP1 e FP2 Gp Singapore 2018 live: tempi e classifica delle due sessioni che aprono il weekend a Marina Bay (oggi venerdì 14 settembre)

14.09.2018 - Mauro Mantegazza
Vettel_Singapore_Ferrari_pole_lapresse_2017
Sebastian Vettel, Ferrari (Foto: LaPresse)

In casa Ferrari c’è soddisfazione per il miglior tempo fatto registrare da Kimi Raikkonen nella prima giornata di prove a Marina Bay, ma al tempo stesso c’è preoccupazione per un Sebastian Vettel ancora in difficoltà, andato a sbattere contro un muro, senza conseguenze ma decidendo di interrompere i giri di pista, per precauzione e per controllare al meglio la macchina dopo l’impatto. Vettel professa fiducia ma è evidentemente al corrente di cosa non sta andando per il verso giusto: “Bacio al muro? E’ stato qualcosa di più – ha spiegato Vettel -. Per precauzione abbiamo deciso di non girare più: abbiamo perso del tempo ma ho avuto buone sensazioni in macchina. Conosco la pista, sabato la chiave sarà trovare il giusto bilanciamento e penso che i dati di Raikkonen saranno molto importanti. Siamo così avanti nella stagione che non è un dramma perdere tempo, perché sappiamo dove guardare. La macchina è molto buona, stamattina abbiamo avuto fasi positive, mentre la sera abbiamo provato delle cose che non hanno funzionato e forse torneremo indietro. I giri erano buoni, ma non ero del tutto contento e credo ci sia ancora del potenziale. (agg. di Fabio Belli)

RAIKKONEN MIGLIORE DELLA FP2

Si è appena chiusa anche la seconda sessione delle prove libere della pista di Marina Bay, dove come da previsione tutti i protagonisti del Mondiale della F1 hanno utilizzato nuovamente la parte finale della sessione per concentrarsi sulla simulazione di passo gara in vista della prova di domenica del Gp di Singapore 2018. Fino alla bandiera a scacchi quindi si è di nuovo rinvigorito il duello ravvicinato tra Ferrari e Mercedes sulla simulazione gara: Hamilton, Bottas e Raikkonen hanno continuato a girare con tempi molto vicini e il finlandese della rossa ha pure toccato senza grosso affanno il 1.44. basso. Chi in questa battaglia ha trovato i risultati più discontinui è stata la Red Bull che pure ha registrato parecchi problemi nella simulazione gara : sia Ricciardo che Verstappen a sprazzi hanno infatti ottenuto crono davvero interessanti per il passo gara, complici forse anche alcune situazioni di traffico impegnative. Chi invece proprio non è sceso più in pista è stato Vettel che ha di fatto chiuso ancor prima di iniziare la fp2. Intanto la bandiera a scacchi ha chiuso questa giornata di prove libere a Marina Bay e la classifica dei tempi finale della Fp2 non può che premiare uno stradivario Kimi Raikkonen, affidabile sul giro veloce come in gara. (agg michela Colombo)  CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA DEI TEMPI DELLA FP2

GP SINGAPORE 2018, DIRETTA LIVE

FORMULA 1, LE PROVE LIBERE STREAMING VIDEO E DIRETTA TV

Le prove libere FP1 e FP2 di Formula 1 del Gran Premio di Singapore 2018 saranno trasmesse su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky. Con Singapore si ritorna alla normalità dopo le trasmissioni in chiaro che erano state garantite per Monza: dunque le sessioni del venerdì saranno visibili solo su Sky, in chiaro ci saranno solamente le differite di qualifiche e gara nei prossimi giorni. Tra le novità della stagione, per la prima volta la Formula 1 è visibile in 4K HDR grazie al nuovo Sky Q, per vivere le gare con una definizione talmente simile a quella dell’occhio umano da dare la sensazione di essere in pista. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione SkyGo. Per quanto riguarda la tv in chiaro ci saranno dunque solamente le differite su Tv8, per giunta solamente per quanto riguarda le sessioni di sabato e domenica; oggi dunque le due sessioni di prove libere sul circuito cittadino di Marina Bay saranno visibili solamente agli abbonati Sky. Acquisiranno di conseguenza particolare importanza per tutti gli altri appassionati i riferimenti del Mondiale su Twitter, gli account ufficiali @Formula 1 e @F1, oltre alla pagina Facebook F1.

DUELLO KIMI-LEWIS SUL PASSO GARA

In questa ultima parte della Fp2 del Gp di Singapore 2018 la maggior parte delle scuderie come dei piloti si è concentrata sul lavoro di passo gara in vista della prova di domenica a Marina Bsy. Terminati i test per le qualifiche di sabato con un eccezionale Kimi Raikkonen subito volato in testa (ma con Hamilton ben vicino come abbiamo visto) ecco che ci si è concentrati maggiormente su quello che accadrà domenica e l’impressione è che sarà vera battaglia al Gran Premio di Singapore 2018. In casa Mercedes sia Hamilton che Bottas hanno registrato degli ottimi passaggi sul 1.45 basso, migliorandosi in maniera sostanziale rispetto ai tempi segnati nella prima sessione di prove libere di questa mattina; Raikkonen ci ha quindi messo un pochino per rispondere per le rime alle frecce d’argento ma per il momento quanto ottenuto dal Finlandese non si discosta di molto. Non abbiamo però risultati dalla rossa di Vettel: la sua Ferrari è ancora sui cavalletti dopo la strisciata fatta dal tedesco. (agg Michela Colombo)

SQUILLO DI RAIKKONEN

Prima delle metà della seconda sessione di prove libere del Gp di Singapore 2018 ecco che sono stati ben pochi i momenti in cui il circuito è apparso poco trafficato: con le temperature ora più basse, tutti stanno lavorando alacremente per ricavare il maggior numero di dati utili, specie sul consumo delle gomme. Ben presto poi la maggior parte dei piloti sono tornati pista per iniziare una simulazione qualifica davvero eccellente: a rompere gli indugi è stato subito Valtteri Bottas a cui è bastato davvero poco per infrangere il muro dell’1.49 fermando il cronometro sul 1.39.368. Dopo il finlandese della Mercedes però si è scatenata la bagarre e alla fine la classifica dei tempi ha visto il primo nome di Kimi Raikkonen che ha fermato il tempo sul 1.38.699: dietro di lui per appena 11 millesimi Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, con Vettel chiamato presto ai box dopo aver sfiorato il muro nel suo giro lanciato. (agg Michela Colombo)

VETTEL SUBITO VELOCE NELLA FP2

Si sono appena accesse le luci a Marina Bay e la seconda sessione di prove libere del Gp di Singapore 2018 ha preso il via immersa nel buio nelle luci artificiali della città. Viste le condizioni appena presentate nessuno ai semafori verdi ha atteso troppo per scendere in pista volendone approfittare il più possibile: non abbiamo dovuto attendere neppure troppo anche per i primi crono validi per la classifica. Ecco quindi che benchè i crono registrati siano ancora ben lontani da quelli registrati questa mattina giungono buone notizie per gli appassionati della Formula 1. Il primo tempo per ora è nelle mani di Sebastian Vettel che ha fermato il cronometro sul 1.40.922: dietro di lui ecco Lewis Hamilton, con Verstappen per ora fermo al terzo gradino del podio. I big si stanno quindi ora dando subito battaglia in questa Fp2. che succederà poi oggi alla bandiera a scacchi? (agg Michela Colombo)

PARTE LA FP2

Sta per avere inizio la tanto attesa Fp2 e in molti si chiedono se il futuro talento della Ferrari Charles Leclerc potrà davvero disputare la seconda sessione di prove libre per il Gp di Singapore 2018. Finito sulle prime pagine di cronaca dopo l’annuncio della sua promozione alla guida della Rossa di Maranello al posto di Kimi Raikkonen nella prossima stagione della Formula 1, il monegasco è tenuto ben d’occhio anche sulla pista di Marina Bay. Per lui però il mattino ha riservato una prima Fp1 buona, ma irrimediabilmente danneggiata però dall’errore abbastanza banale commesso a meno di due minuti della bandiera a scacchi: Leclerc è infatti andato a sbattere con la sua Sauber Alfa Romeo contro il muro distruggendo la sospensione anteriore destra della sua monoposto. Un errore banale il suo ma che ha portato ad enormi danni e in casa della Alfa Rome si stanno facendo gli straordinari perché Leclerc possa ora scendere in pista per disputare la Fp2. Diamo quindi la parola alla strada: che succederà nella seconda sessione di prove libere del Gp di Singapore 2018 ? (agg Michela Colombo)

RICCIARDO TORNA A SORRIDERE

Il grande protagonista nella Fp1 del Gp di Singapore 2018 è stato certamente Daniel Ricciardo: l’australiano della Red bull non solo ha registrato un ottimo passo gara sulle strade di Marina bay ma si è pure tolto lo sfizio di realizzare presto il primo tempo nella classifica dei tempi. Era di certo da tanto che in casa dell’australiano non si sorrideva così, benchè Ricciardo è sia un pilota notoriamente sorridente: ecco perché alla vigilia della rime sessioni di prove libere, pur consapevole di avere ottime chance per fare bene, non si era spinto troppo in là nel disegnare gli obbiettivi di questo fine settimana per il Mondiale della F1. Lo stesso Ricciardo aveva dichiarato: “Qui abbiamo buone possibilità di arrivare almeno al podio. Questo è il primo obiettivo. Non voglio dire che vinceremo perché dovremo vedere cosa succederà. Penso che la Ferrari sarà il nostro sfidante principale, ma anche la Mercedes non sarà lenta. Se penso a questo circuito cittadino analizzando solo la prestazione pura, credo che la Ferrari potrà avere un pacchetto migliore”, Vedremo però se l’australiano saprà confermarsi anche nella Fp2 di questo pomeriggio. (agg Michela Colombo)

RICCIARDO IL PIU’ VELOCE DELLA FP1

Si è appena chiusa la prima sessione di prove libere del Gp di Singapore 2018 ma in realtà nessuno dei piloti del Mondiale 2018 della Formula 1 ha approfittato di questi ultimi minuti per scalare la classifica dei tempi. Tutti di fatto, una volta terminato un ultimo time attack a circa mezz’oretta prima della bandiera a scacchi, hanno utilizzato quello che rimaneva della Fp1 per cominciare la simulazione del passo gara. Ecco quindi che in questo test si sono dimostrate ben superiori Ferrari e Red bull che hanno registrato dei tempi medi di 1.44 alto (con la Rossa appena più veloce), mentre la Mercedes ha finora girato sul 1.46. Non un grandissimo risultato quindi per Hamilton e Bottas rimasti poi indietro nella classifica dei tempi, ma di certo staranno preparando con gli uomini Mercedes qualche miglioria in vista della Fp2 di questo pomeriggio. La bandiera a scacchi appena sventolata quindi ha colto la classifica dei tempi immutata da tempo: il più veloce è stato quindi Ricciardo con il tempo di 1.39.711, seguito nella top five da Verstappen, Vettel Raikkonen e Hulkenberg, con le due frecce d’argento subito dietro. Ciliegina sulla torta della Fp1 di questa mattina a Singapore il piccolo incidente occorso a due minuti dalla conclusione a Charles Leclerc: il giovane monegasco ha distrutto l’anteriore desta della sua Sauber andando a sbattere contro un muro. (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER LA CLASSIIFCA DEI TEMPI DELLA FP1

SQUILLO DI RICCIARDO

Appena superata la metà della Fp1 del Gp di Singapore ecco che la classifica dei tempi vedeva come protagonisti Mercedes e Red bull: Bottas, Hamilton, Ricciardo e Vertstappen si sono dati battaglia sulla pista di Marina Bay, i primi con le Ultrasoft e i secondi con le soft gialle, cercando di capire quale compiute fosse il più performante. Poco dopo però che Bottas ha ripreso la vetta della classifica dei tempi ecco che le Ferrari sono di nuovo tornate in pista dopo il primo run con le Hypersoft svolto al via della Fp1. Le Rosse di Maranello ci mettono appena due minuti per mettere le cose in chiaro e riappropriarsi della vetta della classifica dei tempi con una prova e un tempone davvero eccezionale. Le Ferrari hanno quindi riaperto le ostilità dando vita a una nuova guerra di crono a meno di mezz’ora dalla bandiera a scacchi. Per la classifica quindi a Marina bay è Ricciardo il più veloce con il tempo di 1.39.711, ma dietro all’australiano rimane incollato Vettel con Raikkonen a circa mezzo secondo dal compagno di squadra in Ferrari. (agg Michela Colombo)

E’ BATTAGLIA RED BULL-MERCEDES

Terminata la prima mezz’ora della Fp 1 del Gp di Singapore 2018 ecco che la classifica dei tempi si fa ora molto più completa: a Marina Bay solo Ericsson appare ora senza crono e i grandi protagonisti del Mondiale della Formula 1 hanno già provato a spingere sull’acceleratore segnando diversi giri veloci molto interessanti. Certo la sessione di prove libere è solo al via e si tratta solo della prima della giornata, ma i dati che vengono ora recuperati saranno di fondamentale importanza per il proseguo del weekend qui a Marina Bay. In questa prima parte della sessione poi si sono messi in luce i due piloti Mercedes e Red bull: bene Hamilton e Bottas, che con le ultrasoft hanno dato vita a una piccola battaglia interna per il giro più veloce, mentre in casa Ferrari si è per ora giocato a carte coperte. la classifica dei tempi però al momento vede in testa un eccezionale Daniel Ricciardo che pur montando le gomme più dure a disposizione ha superato il muro dell’1.41, segnato il tempo di 1.41.814. (agg Michela Colombo)

BOTTAS SUBITO VELOCE

Ha appena preso il via la Fp1 del Gp di Singapore 2018 ma di certo la pista di Marina Bay ha visto ben poco movimento in questi primi minuti dal semaforo verde. Il sole alto e le alte temperature hanno infatti scoraggiato i più nella prima parte della prima sessione di prove libere e molti potrebbero attendere che il sole cali per girare in condizioni almeno più vicine a quelle che caratterizzeranno le giornate di sabato e domenica. Ecco infatti che passati i primi dieci minuti nessuno dei protagonisti della F1 scesi in pista a Marina Bay hanno segnato un crono: in tanti però hanno fatto alcuni installation lap e in casa Ferrari come in Alfa Romeo Sauber sono state opportunamente verniciate le vetture per studiare i flussi e l’aerodinamica. sono quindi stati solo negli ultimi minuti che si sono accese le prime luci della Fp1 del Gp di Singapore 2018: i big però non si sono affatto tirato indietro. Ecco quindi che la classifica provvisoria brilla il tempo di 1.43.428 segnato da Bottas cui seguono nella top five provvisoria Verstappen. Raikkonen, Hamilton e Vettel. (agg Michela Colombo)

COMINCIA LA FP1

Sta finalmente per avere inizio la tanto attesa prima sessione di prove libere per il Gp di Singapore 2018, la prova notturna del mondiali della Formula 1. I protagonisti di questo intenso campionato della F1 sono pronti per il primo assaggio alla pista di Marina Bay, che quest’anno presenta piccole novità tecniche. Con la modifiche approntate in curva 16 e 17 infatti, il circuito cittadino appare leggermente più corto e i piloti di certo approfitteranno di questa Fp1 per prendere di nuovo confidenza con la pista modificata. Nello specifico ricordiamo che la modifica è stata di ben lieve entità, visto che da 5065 metri si passa a 5063 metri, ovvero sono stati tolti appena due metri dal circuito originale. Da segnalare poi che sono stati riasfaltati alcuni tratti per cui il grip in curva 1, 5, 7, 23 e tra la curva 15 e 17 i protagonisti della f1 dovranno fare i conti con sensazioni e valori differenti nel consumo dei pneumatici. Andiamo quindi a vedere come Hamilton e compagni i si comporteranno in questa prima prova libera del Gp di Singapore 2018 visto pure queste leggere modifiche tecniche alla pista di Marina Bay: la Fp1 sta per avere inizio! (agg Michela Colombo)

LA CHANCE DI HAMILTON

Tra i protagonisti più attesi in questo primo assaggio della pista di Marina Bay, ovvero la prima sessione di prove libere del Gp di Singapore 2018 che avrà inizio tra pochissimo, non può che non esserci anche Lewis Hamilton vincitore in carica, oltre che leader della classifica mondiale della Formula 1. Il britannico, come il suo team Mercedes, sanno bene che anche a Singapore avranno vita ben difficile visto il grande potenziale mostrato dalla Ferrari in questa parte del campionato di F1, e alla vigilia ha dichiarato in conferenza stampa: “Non arrivo mai al week end di gara con aspettative particolari. Arrivo qua per fare bene come sempre: il team ha fatto un grande lavoro negli ultimi tempi”. Insomma Hamilton per ora non si sbilancia troppo, e attende forse almeno la Fp1 di questa mattina per raccogliere le prime impressioni su quello che sarà uno dei weekend decisivi per la lotta al titolo mondiale. Di certo il pilota inglese potrebbe approfittare della tensione che si respira in casa Ferrari con Vettel e Raikkonen ormai separati in casa: Hamilton saprà cogliere l’occasione per allungare nella classifica piloti? (agg Michela Colombo)

ORARI E INFO DELLA GIORNATA

La Formula 1 oggi, venerdì 14 settembre, torna protagonista con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Singapore 2018 in diretta dal circuito cittadino che sorge nella città Stato del Sud-Est asiatico, per la precisione nel quartiere portuale di Marina Bay, dove domenica si correrà il quindicesimo appuntamento del Mondiale 2018 di Formula 1. La prima annotazione è doverosamente riservata agli orari, che saranno molto simili a quelli classici dei Gran Premi che si svolgono in Europa. Questo perché, nonostante Singapore sia ben sei ore avanti rispetto all’Italia quanto a fuso orario, come da tradizione ormai decennale si correrà in notturna e di conseguenza tutti gli appuntamenti sono spostati verso la sera locale. Ecco dunque gli orari delle due sessioni in programma oggi: la FP1 avrà inizio alle ore 10.30 italiane del mattino, quando a Singapore saranno già le 16.30; si girerà come di consueto per 90 minuti, per poi tornare in pista alle ore 14.30 per la FP2 (le 20.30 locali), la sessione più significativa perché si disputerà all’incirca alla stessa ora delle qualifiche di sabato e della gara di domenica, un appuntamento molto delicato nella lunga lotta per il Mondiale fra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel e di conseguenza fra la Mercedes e la Ferrari, che deve inseguire e non può permettersi errori come quelli compiuti troppe volte nelle scorse gare, vanificando una superiorità spesso evidente ma altrettanto spesso inutile al momento di capitalizzare.

FOCUS MERCEDES

La Mercedes, sebbene sia in vantaggio in entrambe le classifiche e possa godere in particolare di un confortante + 30 nel duello individuale tra Hamilton e Vettel nella classifica Piloti, non può certamente essere del tutto soddisfatta di questo 2018. Infatti Stoccarda ha ormai perso l’evidente superiorità tecnica che aveva sempre avuto sugli avversari nell’epoca del turbo ibrido e si è ritrovata spesso a soffrire anche sui circuiti più veloci, da Silverstone a Spa fino a Monza, che negli anni scorsi erano diventati terreno esclusivo di caccia per la Mercedes. Tuttavia le Frecce d’Argento, sia a livello di pilota sia a livello di squadra, non hanno praticamente mai sbagliato e spesso hanno portato a casa più di quanto avrebbero meritato dal punto di vista strettamente tecnico: esemplare quanto ha fatto Lewis Hamilton a Monza, dove ha sfruttato nel migliore dei modi il nervosismo di Sebastian Vettel per essersi ritrovato alle spalle di Kimi Raikkonen, attaccandolo alla Variante della Roggia con gli esiti che tutti ricordiamo e che vanno ad aggiungersi ad un elenco che già in precedenza era piuttosto lungo – basti pensare a Hockenheim e Budapest. Adesso arriva un circuito lento e tortuoso, l’unica tipologia dove la Mercedes negli anni scorsi soffriva: stavolta cosa succederà?

FOCUS FERRARI 

A proposito di occasioni sprecate dalla Ferrari, Singapore 2017 è ovviamente il paradigma di tutti i pasticci, l’incidente in partenza che coinvolse sia Vettel sia Raikkonen fu in pratica la fine delle speranze iridate del Cavallino nella scorsa stagione. Quest’anno bisogna dare atto a Maranello di avere fatto un lavoro ancora migliore, che ha annullato la superiorità della monoposto di Stoccarda sulla Ferrari anche sui circuiti più veloci – ad esempio a Monza l’anno scorso il confronto era impietoso, quest’anno abbiamo avuto una prima fila tutta rossa. Eppure, proprio per questo motivo sono enormi i rimpianti per quello che avrebbe potuto (o dovuto) essere e invece troppe volte non è stato: forse la tensione per essere finalmente in grado di competere davvero ad armi pari, forse la pressione per un obiettivo che manca da tanto tempo, di certo i rimpianti cominciano già ad essere numerosi. Ad esempio, a Monza era davvero necessario che Vettel cercasse il sorpasso su Raikkonen a tutti i costi già al primo giro? Il passato però non si può più modificare: meglio pensare a Singapore, puntando ad imitare il 2017 fino al sabato, ma con una domenica che dovrà essere molto diversa. L’attesa per quanto succederà in questo stuzzicante weekend sta finalmente per finire, quindi adesso mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Singapore 2018 di Formula 1 a Marina Bay sta per cominciare

CLASSIFICA TEMPI

FP1

1  Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 1:39.711 

2  Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 1:39.912 +0.201s 

3  Sebastian Vettel FERRARI 1:39.997 +0.286s 

4  Kimi Räikkönen FERRARI 1:40.486 +0.775s 

5  Nico Hulkenberg RENAULT 1:41.105 +1.394s 

6  Lewis Hamilton MERCEDES 1:41.232 +1.521s 

7  Carlos Sainz RENAULT 1:41.329 +1.618s

8  Valtteri Bottas MERCEDES 1:41.429 +1.718s 

9  Charles Leclerc SAUBER FERRARI 1:42.035 +2.324s

10  Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:42.108 +2.397s 

11 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 1:42.408 +2.697s 

12  Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 1:42.412 +2.701s 

13  Kevin Magnussen HAAS FERRARI 1:42.452 +2.741s

14  Fernando Alonso MCLAREN RENAULT 1:42.630 +2.919s 

15 Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 1:43.177 +3.466s 

16  Pierre Gasly SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:43.240 +3.529s 

17 Brendon Hartley SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:43.485 +3.774s 

18 Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 1:43.849 +4.138s 

19  Sergey Sirotkin WILLIAMS MERCEDES 1:44.036 +4.325s

20  Stoffel Vandoorne MCLAREN RENAULT 1:45.160 +5.449s 

FP2

1  Kimi Räikkönen FERRARI 1:38.699 35

2  Lewis Hamilton MERCEDES 1:38.710 +0.011s 

3  Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 1:39.221 +0.522s 

4  Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 1:39.309 +0.610s 

5  Valtteri Bottas MERCEDES 1:39.368 +0.669s 

6  Carlos Sainz RENAULT 1:40.274 +1.575s 

7  Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:40.384 +1.685s 

8  Fernando Alonso MCLAREN RENAULT 1:40.459 +1.760s 

9  Sebastian Vettel FERRARI 1:40.633 +1.934s 

10  Nico Hulkenberg RENAULT 1:40.668 +1.969s 

11  Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 1:40.774 +2.075s 

12  Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 1:40.812 +2.113s 

13  Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 1:40.870 +2.171s 

14  Charles Leclerc SAUBER FERRARI 1:41.062 +2.363s 

15  Kevin Magnussen HAAS FERRARI 1:41.154 +2.455s 

16  Stoffel Vandoorne MCLAREN RENAULT 1:41.164 +2.465s 

17  Brendon Hartley SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:41.542 +2.843s 

18  Pierre Gasly SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:41.615 +2.916s 

19  Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 1:42.141 +3.442s

20 Sergey Sirotkin WILLIAMS MERCEDES 1:42.181 +3.482s

I commenti dei lettori