DIRETTA TEST FORMULA 1 MONTMELÒ/ Classifica tempi, Vettel 3°: “Vado forte…”

Diretta test Formula 1 Barcellona 2019: info streaming video e tv, orario della sesta giornata di prove al Montmelò, oggi mercoledì 27 febbraio 2019

27.02.2019, agg. alle 19:42 - Mauro Mantegazza
ferrari sf90 leclerc facebook
Diretta Formula 1 Gp Australia 2019 (Foto Facebook, Scuderia Ferrari)

È apparso abbastanza soddisfatto Sebastian Vettel al termine della sessione odierna di test sul circuito di Barcellona quando oramai manca poco alla bandiera a scacchi per la nuova stagione di Formula 1. Il pilota tedesco della Ferrari che oggi ha fatto segnare il terzo miglior tempo, con Sainz che ha dominato le sessioni odierne, si è detto abbastanza soddisfatto dal rendimento in pista della nuova SF90: “La macchina va molto forte e resto positivo” ha detto alla stampa il vice-campione del mondo che poi ha sottolineato anche come, nonostante gli imprevisti degli ultimi giorni, siano buone le sensazioni in vista dell’esordio iridato a Melbourne, in Australia. Infine, piccola coda polemica quando il tedesco ha mostrato di non aver gradito alcune parole pronunciate nella giornata di ieri dal collega Kevin Magnussen che si era espresso in modo tranchant sui nuovi regolamenti. (agg. di R. G. Flore)

SAINZ 1°, VETTEL 3°

Cala il sipario sulla giornata dei test Formula 1 di Barcellona, un mercoledì decisamente complicato per la Ferrari a causa dell’incidente di Sebastian Vettel, che poco dopo le 11.00 è uscito di pista alla curva 3 del circuito del Montmelò a causa di un problema meccanico sulla nuova Ferrari SF90. Vettel illeso, ma danni ingenti sulla monoposto, tanto che nel pomeriggio Charles Leclerc (ricordiamo che questa settimana i due piloti Ferrari si alternano fra mattina e pomeriggio ogni giorno) è riuscito a scendere in pista solamente a pochi minuti dalla bandiera a scacchi, di fatto per un installation lap servito giusto a verificare che tutto funzionasse. Ferrari a parte, ecco che nella classifica dei tempi spicca la McLaren di Carlos Sainz, che ha fatto fermare i cronometri in 1’17”144. Scderia inglese molto veloce, anche se naturalmente in queste giornate è difficile valutare pienamente il lavoro dei vari team: ad esempio, dietro la McLaren ci sarebbe la Racing Point, con Sergio Perez secondo in 1’17”842. Terzo posto per la Ferrari, nonostante tutto, perché il tempo di 1’18”195 ottenuto stamattina da Vettel è stato comunque eccellente, poi al quarto posto l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen in 1’18”209. Red Bull e Mercedes non hanno cercato il tempo: Max Verstappen è sesto in 1’18”395, ottavo Valtteri Bottas con 1’18”941, nono Lewis Hamilton con il tempo di 1’18”943. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE I TEST FORMULA 1

Al contrario di quanto accaduto solo pochi giorni fa, la seconda sessione di test Formula 1 a Barcellona non sarà visibile in diretta tv sulla piattaforma di Sky, neppure per quanto riguarda le sessioni pomeridiane. Di conseguenza non sarà possibile seguire gli eventi in pista al Montmelò neppure in diretta streaming video. Consigliamo pertanto a tutti gli appassionati di seguire con attenzione gli aggiornamenti che arrivano via social da tutte le scuderie, sempre molto vivaci in questa fase della stagione.

LAVORO SUL LONG RUN

Al semaforo verde non si è dovuto attendere molto perchè la sessione pomeridiana di test per la Formula 1 a Barcellona prendesse davvero il via. Di fatto solo Raikkonen su Alfa Romeo e Ferrari sono mancati all’appello, ma se il finlandese è atteso a minuti in pista, non è dato da sapere quando rivedremo sull’asfalto del Momtmelò la Sf90 dopo il botto di Vettel. Intanto la maggior parte dei piloti presenti si sta concernano su long run: ecco quindi Verstappen su Red bull che ha già superato quota 100 giri e al momento viaggia con un passo gara sul 1,22,5. Simile discorso per Hmailton, che pure sta portando la sua W10 con mescole appena più morbide,  di quelle montate dall’olandese. Considerando ora la classifica dei tempi, vediamo che poco è cambiato in vetta. Sainz rimane il più veloce con il crono di 1,17,144, seguito da Vettel e Verstappen, mentre chiudono la top five Grosjean e Bottas. (agg Michela Colombo)

SI TORNA IN PISTA

Sta per accendersi la sessione pomeridiana dei test della Formula 1 a Barcellona e in casa della Ferrari sta avvenendo una vera e propria corsa contro il tempo. Dall’incidente di Vettel la Sf90 ne è uscita davvero malconcia e ora i meccanici stanno facendo di tutto per poter rimettere in pista Leclerc, a cui andrà il volante oggi pomeriggio. Nessun problema invece per la W10 di Bottas: ieri la Mercedes ha presentato parecchi problemi ma ora tutto procede secondo il piano per la casa delle frecce d’argento che quindi continuano a macinare km importanti. Lo stesso poi sta facendo la Redbull di Verstappen: con il nuovo motore Honda la scuderia delle lattine non ha registrato ancora alcun intoppo. Vedremo però che accadrà ora sulla pista del Montmelò dopo la consueta sosta per il pranzo: si ritorna in pista! (agg Michela Colombo)

INCIDENTE PER VETTEL

Le ultime notizie dai test Formula 1 di Barcellona non sono buone per la Ferrari. Infatti Sebastian Vettel ha avuto un incidente alla curva 3 del circuito del Montmelò, causato da un problema meccanico sulla nuova Ferrari SF90. Il pilota è uscito illeso, ma i danni riportati dalla monoposto sono consistenti e dunque i meccanici saranno costretti ad un grande lavoro di riparazione, oltre che naturalmente a tutte le indagini necessarie circa la causa del problema. Fino a quel momento Vettel aveva girato tanto e bene con la sua Ferrari, vettura comunque nata bene e molto competitiva: oggi però sarà una giornata tutta in salita per la Rossa. A proposito della classifica dei tempi, Vettel era al secondo posto in 1’18”195, alle spalle solamente della McLaren di Carlos Sainz, che ha fatto fermare i cronometri addirittura in 1’17”144, con configurazione evidentemente più aggressiva. Terzo posto per la Red Bull di Max Verstappen in 1’18”395, quarto Valtteri Bottas che ha ottenuto il tempo di 1’18”941 con la Mercedes. Gli altri piloti sono tornati in pista da pochi minuti, al termine della bandiera rossa dovuta proprio all’incidente di Vettel. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SAINZ SUBITO VELOCE

Come annunciato stamattina, nessuno si è fatto trovare impreparato, e appena sventolata la bandiera verde quasi tutti i piloti sono scesi in pista al Montmelò per eseguire i primi installation lap. Smesse le griglie aerodinamiche, però si è cominciato a fare sul serio e nono abbiamo dovuto attendere molto per ricevere una classifica dei tempi. Qui si è subito messo in mostra Carlos Sainz su Renault: lo spagnolo ha subito messo in graduatoria un paio di tempi davvero eccezionali fino all’explot e al giro record dei test che vale 1,17,144 al cronometro. Purtroppo la buona stella di Sainz è terminata presto: con la sua renault il pilota spagnolo è finito fuori pista causando la bandiera rossa. Dietro alo spagnolo comunque si è fatto vedere questa mattina anche Vettel che con le gomme C3 montate sulla Ferrari ha firmato il secondo tempo alle spalle di Verstapen, dato sul 1,18,311. (agg Michela Colombo)

SEMAFORO VERDE

Ecco il semaforo verde sulla pista del Montmelò: comincia ora una nuova giornata di test per la Formula 1 sul circuito di Barcellona e già i big sono pronti ad assaggiare l’asfalto: non manca pure Sebastian Vettel che guiderà la Ferrari Sf90 questa mattina prima di lasciarla al compagno di squadra Leclerc. Ieri la rossa, ma come pure la Mercedes, hanno subito una piccola battuta di arresto: entrambe le monoposto che fino ad ora avevano brillato per affidabilità hanno registrato qualche criticità, che però è stata risolta in poche ore. Nello specifico ricordiamo che la Ferrari aveva registrato un guasto al sistema di raffreddamento mentre la W10 di Bottas aveva lanciato fiamme della power unit che è stata prontamente sostituita. Va detto che sia i primi che i secondi stanno sicuramente forzando molto la monoposto per portala la limite, in vista della stagione oramai fin troppo vicina. Ma diamo la parola alla pista: si parte! (agg Michela Colombo)

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Siamo giunti oggi, mercoledì 27 febbraio 2019, alla seconda giornata della seconda sessione di test Formula 1 a Barcellona, dunque la sesta giornata di prove complessivamente al Montmelò, unica sede dei test previsti dalla Formula 1 prima dell’inizio del nuovo Mondiale, fissato a Melbourne domenica 17 marzo con il Gran Premio d’Australia. Anche oggi si seguirà il programma di lavoro che ormai è consueto, con le prime quattro ore di prove al mattino dalle ore 9.00 alle ore 13.00, poi la pausa pranzo e la ripresa fissata alle ore 14.00 per la sessione pomeridiana, la cui bandiera a scacchi è attesa per le ore 18.00. Siamo dunque ormai alla terzultima giornata di lavoro per tutte le scuderie di Formula 1: l’inizio del Mondiale è sempre più vicino e di conseguenza anche le indicazioni che arrivano dalla pista sono sempre più attendibili. Il bilancio della prima settimana era sicuramente stato positivo per la Ferrari, ma questa seconda settimana sarà ancora più importante per tutti i protagonisti, compresi dunque Sebastian Vettel e Charles Leclerc al volante della loro nuova Ferrari SF90.

DIRETTA TEST FORMULA 1 BARCELLONA: VERSO LA NUOVA STAGIONE

Questa seconda sessione di test Formula 1 a Barcellona è l’ultima prima dell’inizio della nuova stagione, dunque cogliamo l’occasione dei test al Montmelò per illustrare alcuni dati salienti del Mondiale ormai davvero imminente. Le gare saranno in totale 21, esattamente le stesse dell’anno scorso e dunque senza cambiamenti di rilevo nel calendario. Qualche piccola novità a dire il vero ci sarà: ad esempio si comincerà una settimana prima, con il Gran Premio d’Australia a Melbourne già il 17 marzo, ma si finirà anche una settimana dopo, con il Gran Premio di Abu Dhabi che finirà a domenica 1° dicembre – e sarà la prima volta dal lontanissimo 1963 che ci sarà un Gp di Formula 1 nel mese di dicembre. Sarà evitata la tripletta di gare consecutive ad inizio estate in Francia, Austria e Gran Bretagna, perché tra Zeltweg e Silverstone sarà inserita una domenica di pausa. Il Gran Premio d’Italia a Monza sarà invece in calendario domenica 8 settembre. Quanto ai piloti, sappiamo che ci saranno molte novità: la Ferrari ha promosso Charles Leclerc al fianco di Sebastian Vettel mentre in Red Bull ci sarà Pierre Gasly al fianco di Max Verstappen, con Daniel Ricciardo che è passato alla Renault. Non ci sarà più Fernando Alonso, in compenso la Sauber è diventata Alfa Romeo e presenterà una coppia di piloti molto amati dagli appassionati italiani, cioè Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi, il primo titolare in Formula 1 del nostro paese dall’ormai lontano 2011, quando avevamo Jarno Trulli e Vitantonio Liuzzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA