DIRETTA FORMULA 1/ Streaming video TV8 replica, Ferrari? “La SF90 ha del potenziale”

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1, vittoria di Bottas davanti a Hamilton e Verstappen: male le due Ferrari

austin_hamilton_vettel_2017_lapresse
Diretta Formula 1: Hamilton e Vettel (LaPresse)

Ferrari già in crisi dopo il primo gran premio del mondiale 2019 di Formula 1? Forse è un po’ prematuro affermarlo fatto sta che l’esordio stagionale delle due Rosse non è stato proprio idilliaco: fuori dal podio, con Vettel tallontato da Leclerc, e dopo una qualifica in cui la monoposto di Maranello ha preso almeno 7 decimi di distacco. Insomma, in casa Ferrari c’è da lavorare ma il team principal Mattia Binotto, si dice tranquillo, convinto che la SF90 che abbiamo visto stamane all’opera a Melbourne, possa dire la sua: «Quello di cui siamo certi – le sue parole ai microfoni di Sky Sport – è che questo non è il potenziale reale della nostra macchina. La Ferrari ha un potenziale superiore, che per qualche motivo quì in Australia non siamo riusciti a sfruttare». La Rossa è stata in evidente difficoltà in Australia per tutto il weekend, complice un problema di bilanciamento e di gomme: «Su questo circuito non ci siamo trovati a nostro agio per tutto il weekend – ha aggiunto Binotto – è mancato il bilanciamento giusto, abbiamo cercato di rivedere l’assetto ma se non c’è equilibrio il pilota non riesce a guidare al limite». Obiettivo, tornare competitivi nel giro di un paio di settimane, quando scatterà il secondo appuntamento stagionale: «Ora torniamo a casa con la giusta umiltà – chiosa Binotto – e analizzeremo tutti i dati. Di certo non c’è un singolo problema, ci sono tanti aspetti da valutare e sistemare. Il nostro dovere è tornare competitivi per il Bahrain». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

DIRETTA FORMULA 1: BOTTAS HA VINTO

Non è stato di certo un esordio positivo quello della Ferrari nel mondiale di Formula 1 2019. A Melbourne, per il Gp d’Australia, primo appuntamento della stagione, le Rosse hanno terminato la loro corsa al quarto (Vettel) e quinto posto (Leclerc), chiudendo dietro al duo Mercedes, Bottas-Hamilton, e a Verstappen su Red Bull. Al termine della gara ha parlato il 21enne del Principato di Monaco, che si è in parte lamentato per la strategia del team: «Potevo andare a prendere Seb alla fine – dice ai microfoni di Sky Sport – ma il team ha deciso di tenere le posizioni, come ho chiesto per radio. Lo capisco, era meglio evitare i rischi e non avremmo guadagnato nulla». Vettel ha vissuto una seconda parte di gara decisamente al di sotto delle attese, complice le gomme medie che non hanno reso come ci si aspettava. «Io avevo fatto una bella partenza – ha aggiunto Leclerc – ma poi mi sono trovato chiuso alla prima curva e per evitare problemi sono rimasto al quinto posto. La macchina era abbastanza difficile da guidare all’inizio, è stato molto meglio il secondo stint. Ora dobbiamo analizzare i dati per capire meglio questa gara». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

DIRETTA FORMULA 1: VINCE BOTTAS, MALE LE FERRARI

Un dominio senza se e senza ma quello della Mercedes. Valtteri Bottas ha vinto il Gran Premio d’Australia 2019 di Formula 1 con una prova di forza impressionante. Il pilota finlandese ha fatto segnare anche il giro più veloce della gara, guadagno un punto ulteriore per la classifica. Festa dunque per le frecce d’argento perché c’è la doppietta: Hamilton ha chiuso al secondo posto. Una prestazione deludente per quello che ci si aspettava dal campione del mondo in carica, ma comunque importante perché è stata comunque sufficiente per chiudere al secondo posto. Può sorridere Verstappen, che ha chiuso al terzo posto dopo un grande sorpasso su Vettel. Ha provato a ripetersi con Hamilton, ma non è riuscito a crearsi la chance per tentare il sorpasso. Debutto deludente per la SF90: quarto e quinto posto Ferrari con Leclerc che ha dovuto rallentare per lasciare avanti Vettel. Il vincitore morale in questo caso è il ragazzino debuttante. Troppo brutta per essere vera questa Ferrari. Resta da capire che cosa è successo, visto che si parla di un problema al turbo. (agg. di Silvana Palazzo)

VETTEL “PERCHÈ SONO LENTO?”

«Perché vado così piano?», chiede Vettel al box Ferrari. Ma questa è la domanda che si sta facendo l’Italia intera mentre la gara del Gp d’Australia 2019 di Formula 1 volge al termine. È preoccupante la situazione nella Scuderia di Maranello, anche se è ancora presto per lanciare l’allarme. Un primo campanello però risuona, mentre ci si chiede se sia questo il potenziale della SF90 o se la monoposto di Vettel sia “depotenziata” per problemi al turbo a cui ha fatto accenno il pilota tedesco in un colloquio con il suo ingegnere. Una cosa è certa mentre mancano dieci giri al termine: questa è la gara delle sorprese, mentre i “grandi” non ridono. Bottas ha dato una bella lezione a Hamilton con i suoi 25 secondi di vantaggio, Verstappen ha dimostrato che la Red Bull può competere con la Ferrari e le Mercedes, visto che ha dato filo da torcere fino alla fine a Hamilton. Leclerc, che è stato troppo “morbido” in alcuni momenti della gara e forse anche penalizzato da una Ferrari che fatica, si è fatto vedere alle spalle di Vettel guadagno decimi su decimi… (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA FORMULA 1: VERSTAPPEN BEFFA VETTEL

Ferrari opaca nel colore e nelle prestazioni per quanto visto in diretta nella gara del GP d’Australia. Verstappen con un grande sorpasso ha sopravanzato Vettel prendendosi il terzo posto e mettendosi all’inseguimento di Hamilton, che non riesce ad avvicinarsi a Bottas. Quest’ultimo e Verstappen sono dunque i protagonisti al momento del GP d’Australia 2019 di Formula 1. L’alfiere della Mercedes perché ha accumulato 19 secondi di vantaggio dal campione del mondo in carica, nonostante il cambio di strategia rischiasse di penalizzarlo. Il pilota della Red Bull ha confermato la sua indole aggressiva e scatenata, con il motore Honda che dà riscontri molto positivi. Faticano invece le Ferrari: Vettel ha perso ritmo da quando sono state cambiate le gomme, infatti Leclerc, a cui sono state messe quelle bianche e non le gialle, sta recuperando proprio sul compagno di squadra. Dunque i due grandi rivali stanno pagando al momento le scelte. Preoccupa poi la domanda di Vettel, che ha chiesto ai box come stesse il motore. Nonostante la risposta positiva, la richiesta è sembrata strana. Ora Hamilton e Vettel reagiranno con un cambio gomme nuovo? Sarebbe una scelta davvero rischiosa ora… La classifica al momento vede Bottas, Hamilton, Verstappen, Vettel, Leclerc, Gasly, Magnussen, Hulkenberg, Raikkonen e Stroll nei primi dieci. Ritiro invece per Ricciardo. (agg. di Silvana Palazzo)

VETTEL E HAMILTON ANTICIPANO PIT STOP MA…

La Ferrari prova a sorprendere la Mercedes anticipando la sosta ai box di Sebastian Vettel. Il pilota tedesco è rientrato al 15esimo giro per mettere le gomme gialle e provare dunque a creare un margine utile in vista dei pit stop delle frecce d’argento. La Scuderia di Maranello voleva mischiare le carte in tavola e coprire Vettel dall’eventuale undercut di Max Verstappen. La scelta della Rossa ha spinto la Mercedes a rispondere: Hamilton è rientrato ai box un giro dopo, a sorpresa visto che solitamente il primo a fermarsi è il pilota che sta davanti. Così Wolff ha voluto proteggere Hamilton dalla mossa a sorpresa della Ferrari, ma al tempo stesso ha rischiato di compromettere la gara di Bottas che poteva trovarsi dietro Hamilton dopo il suo pit stop. Ma per fortuna con il suo ritmo ha scongiurato questo pericolo. Resta comunque da valutare come questo cambio di strategia Mercedes inciderà sul resto della gara dei suoi piloti. Con la girandola dei pit stop al momento la classifica vede Bottas davanti a Verstappen, Leclerc, Hamilton e Vettel, con il solo finlandese che è tornato ai box dei primi tre. La mossa dei due grandi rivali finora non li sta premiando, visto che chi è rimasto in pista sta andando più veloce di loro. E Vettel rischia di trovarsi dietro Verstappen… (agg. di Silvana Palazzo)

A FUOCO LA MCLAREN DI SAINZ

Gran bel guizzo di Bottas al via: l’alfiere della Mercedes ha sfruttato il pattinamento delle gomme di Hamilton nella partenza per portarsi davanti a tutti. Dopo aver mostrato la sua intraprendenza, il finlandese sta dettando il ritmo per allungare pian piano il distacco dagli inseguitori. Vettel resta in agguato, ma deve fare attenzione a Verstappen che resta incollato alle sue spalle davanti ad un Leclerc non aggressivo e che per il momento preferisce gestire la gara anziché attaccare il pilota della Red Bull. Il sorpasso di Bottas dimostra che niente è scontato e che Hamilton, almeno per ora, non è imbattibile. Inoltre, bisogna tenere anche conto del fatto che le due Mercedes in ogni caso non riescono ad andare in fuga. Vettel e Verstappen infatti riescono a tenere il loro passo. Quindi Bottas è a quasi tre secondi da Hamilton, dietro Vettel a poco più di due secondi con un vantaggio di 1,5 secondi da Verstappen, che è arrivato a sei secondi da Leclerc complice l’escursione sull’erba del pilota Ferrari che è riuscito a conservare la quinta posizione. Per fortuna ha recuperato anche il passo quindi sta provando a ridurre il gap. Il primo a ritirarsi comunque è Carlos Sainz, la cui McLaren ha cominciato a prendere fuoco dopo una grande fumata. (agg. di Silvana Palazzo)

BOTTAS SORPRENDE HAMILTON!

Si infiamma subito la gara del GP d’Australia di Formula 1 con il primo momento decisivo, la partenza. Al via è scattato meglio Valtteri Bottas che ha sorpassato subito Lewis Hamilton, mentre Sebastian Vettel si è dovuto difendere dall’attacco di Charles Leclerc, che poi è tornato dietro Max Verstappen alzando saggiamente il piede dal pedale dell’acceleratore quando la situazione stava diventando troppo rischiosa. A seguire Magnussen, Grosjean, Hulkenberg, Raikkonen e Norris nella top ten. Due gli elementi da tenere presente, di cui il primo appena sfumato: la partenza importantissima, visto che sul circuito italiano si sorpassa poco. Invece ora che si entra nel vivo della gara attenzione alle Safety Car perché le statistiche mostrano che qui entra quasi sempre. Prima della gara comunque c’è stato un minuto di silenzio per Charlie Whiting, un tributo per la sua improvvisa scomparsa di qualche giorno fa. Poi è risuonato l’inno italiano. (agg. di Silvana Palazzo)

COMINCIA LA GARA!

Comincia la gara del GP d’Australia del 2019 e quindi si apre ufficialmente la stagione di Formula 1. All’Albert Park di Melbourne il primo atto di una lunga stagione che vede per ora grande favorito Lewis Hamilton. Il pilota britannico, in pole position con la Mercedes, ha mostrato la velocità della W10. La monoposto si era nascosta nei test di Barcellona e ha mostrato tutto il suo potenziale nel weekend, sorprendendo per il margine dai rivali. La Ferrari parte così come aveva finito: dovendo rimontare. Il distacco di Sebastian Vettel e Charles Leclerc nel time-attack è importante. Ci si sarebbe aspettato maggiore equilibrio, invece la SF90 è apparsa lenta e instabile sul circuito australiano. Nel confronto prova a inserirsi Max Verstappen, che dopo aver sorpreso Leclerc alle qualifiche proverà a sorprendere Vettel in gara per conquistare un posto sul podio con la sua Red Bull motorizzata Honda. Le insidie non mancano, ma neppure gli ingredienti per assistere ad una grande gara! (agg. di Silvana Palazzo)

DIRETTA FORMULA 1 GP AUSTRALIA 2019

La gara della Formula 1 per il Gran Premio d’Australia 2019 sul circuito di Melbourne sarà trasmessa in diretta tv e streaming come ormai è tradizione da qualche anno su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky, che per la settima stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della Formula 1 (clicca qui per il dettaglio della griglia di partenza del Gran Premio di Formula 1 di Melbourne). Per il Gran Premio d’Australia – molto atteso in quanto il primo del nuovo Mondiale – la programmazione riserva notizie da sapere anche per chi non è abbonato Sky, infatti su Tv8 la corsa non sarà visibile in tempo reale, che sarà disponibile comunque in differita a orari tutto sommato migliori di quelli effettivi. Sarà dunque una domenica da non perdere, perché il duello tra Ferrari e Mercedes ricomincerà a vivere e perché Melbourne ci darà i primi verdetti della nuova stagione.

STREAMING FORMULA 1 GP AUSTRALIA 2019: GLI ORARI

Per quanto riguarda gli orari, il programma di oggi, domenica 17 marzo, sarà logicamente condizionato dalle dieci ore di fuso orario che separano l’Italia dall’Australia: la partenza della gara avrà luogo alle ore 6.10 italiane (16.10 locali). Anche quest’anno la telecronaca di tutti gli eventi è affidata a Carlo Vanzini, affiancato da una schiera di commentatori tecnici d’eccezione tra cui Marc Gené. Inviata ai box sarà Mara Sangiorgio, la rubrica Paddock Live che farà da filo conduttore alla giornata sarà affidata come di consueto a Federica Masolin, mentre Matteo Bobbi sarà l’uomo degli approfondimenti dalla Sky Sport Tech Room. La Formula 1 è visibile in 4K HDR grazie a Sky Q, per vivere le gare con una definizione talmente simile a quella dell’occhio umano da dare la sensazione di essere in pista. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove di Formula 1 in streaming video tramite l’applicazione Sky Go.

GLI APPUNTAMENTI IN CHIARO

Per quanto riguarda la tv in chiaro, come abbiamo detto questo è un weekend non visibile in tempo reale anche in chiaro, la gara si potrà dunque vedere su Tv8 solamente in differita alle ore 14.00, orario che comunque potrà tornare comodo a tutti coloro che alle 6.10 non potranno o non vorranno mettersi davanti a un televisore. Le emozioni del Gran Premio d’Australia 2019 saranno dunque garantite in tempo reale da Melbourne solamente agli abbonati Sky. Infine vi indichiamo i riferimenti del Mondiale su Twitter, gli account ufficiali @Formula 1 e @F1, oltre alla pagina Facebook F1, che potranno essere particolarmente preziosi anche in questa giornata senza immagini in chiaro.

DIRETTA FORMULA 1: IL PUNTO DOPO LE QUALIFICHE

Verso la diretta Formula 1 del Gran Premio d’Australia, ecco che la gara di Melbourne avrà un favorito d’obbligo in Lewis Hamilton: il campione del Mondo in carica della Formula 1 ha dominato le qualifiche disputate ieri sul circuito di Albert Park. I distacchi parlano chiaro: la Mercedes ha dominato e solamente il compagno di squadra Valtteri Bottas ha contenuto il distacco da Hamilton, ma è legittimo avere dubbi sul fatto che il finlandese possa davvero contrastare Hamilton. I pericoli per Lewis dunque dovrebbero arrivare soprattutto dalla seconda fila, dove partiranno uno di fianco all’altro Sebastian Vettel e Max Verstappen, sperando innanzitutto che non ci siano in vista nuove scintille alla partenza. Vettel comunque era terzo anche l’anno scorso in partenza e poi vinse, per la Ferrari questo potrebbe essere un buon auspicio, sperando che possa fare bene anche Charles Leclerc, che scatterà invece dalla quinta casella – anche se naturalmente c’è il rischio di una fuga di Hamilton “protetto” dallo scuderia Bottas. Vanno segnalate le ottime posizioni di partenza per le due Haas-Ferrari: complimenti alla scuderia americana e ai suoi piloti Romain Grosjean e Kevin Magnussen, che si candidano a una gara da protagonisti così come il volto nuovo Lando Norris, ottavo con la McLaren davanti a Kimi Raikkonen, del quale potrebbe essere figlio (hanno 20 anni di differenza).

LE NOVITA’ DELLA NUOVA STAGIONE DELLA FORMULA 1

All’inizio di un nuovo Mondiale, è giusto anche ricordare cosa cambia nella Formula 1 di quest’anno. Quest’inverno ci sono stati molti cambiamenti negli organici delle scuderie, con l’unica eccezione della Mercedes: sappiamo bene che la Ferrari al fianco di Sebastian Vettel schiera Charles Leclerc, mentre Kimi Raikkonen è passato alla Sauber ora Alfa Romeo a tutti gli effetti, insieme ad Antonio Giovinazzi, che riporta finalmente una presenza italiana in Formula 1 dopo troppi anni di vuoto. Novità anche in casa Red Bull, con Pierre Gasly al fianco di Max Verstappen al posto di Daniel Ricciardo, passato alla Renault con Nico Hulkenberg. La McLaren schiera il debuttante Lando Norris ma ha salutato Fernando Alonso, che mancherà moltissimo a tutti gli appassionati di Formula 1. In compenso è tornato Robert Kubica, che però dovrà fare i conti con gli enormi limiti di competitività della sua Williams. A livello regolamentare la novità più significativa sarà sicuramente l’attribuzione di un punto in classifica al pilota che farà registrare il giro più veloce in gara, a patto che termini fra i primi dieci: ulteriore motivo d’interesse, a fine anno questi punti potrebbero anche risultare decisivi. Altra novità importante della Formula 1 è quella relativa alle gomme: le mescole da asciutto saranno solamente cinque, indicate con sigle da C1 (la più dura) a C5 (la più morbida). Per ogni gara ce ne saranno tre a disposizione: a Melbourne saranno C2, C3 e C4. In ogni caso, la più dura verrà identificata come Hard e avrà la banda di colore bianco, l’intermedia (Medium) sarà di colore giallo e la più morbida (Soft) sarà rossa, a prescindere da quale sia effettivamente la mescola, con la C3 che potrebbe addirittura essere ciascuna delle tre a seconda del circuito. Fin qui la panoramica su ciò che potrebbe cambiare, adesso però mettiamoci comodi, perché è arrivato il momento tanto atteso in cui sarà la pista ad emettere il suo verdetto inappellabile: la diretta Formula 1 della gara del Gran Premio d’Australia 2019 sul circuito di Melbourne sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA