Mick Schumacher/ “Sono davvero onorato del paragone con mio padre”

- Matteo Fantozzi

Mick Schumacher si prepara per dare il via alla stagione di Formula 2 con il pubblico che ha già osato paragoni con la straordinaria ascesa del padre.

mick schumacher formula 2
Mick Schumacher (Foto: da Instagram)

Mick Schumacher si prepara per dare il via alla stagione di Formula 2 con il pubblico che ha già osato paragoni con la straordinaria ascesa del padre. Lui però rimane con i piedi per terra e vuole assolutamente imparare passo dopo passo prima di esultare. Correrà per la Prema e la stessa ha pubblicato un video dove abbiamo potuto ascoltare le parole del ragazzo come riportato da La Gazzetta dello Sport. Questi ha specificato: “Ho apportato alcune differenze al mio programma di lavoro, perché mi troverò a lottare con dei piloti che sono più preparati di me. Ho intensificato corsa, bici, ginnastica e anche gli allenamenti per arrivare pronto. Il mio obiettivo è quello di imparare quante cose più possibili e ottenere il meglio di quello che ho a disposizione. Ho più persone che gravitano attorno alla vettura, ciascuna ha un proprio compito e poter lavorare insieme e ben affiatati e questo anche è molto importante”.

Mick Schumacher: “Onorato del paragone con mio papà”

Quando si parla del padre Mick Schumacher è ovviamente felice dei paragoni fatti fino a questo momento. Spiega: “Essere paragonato a lui per me non è mai stato un problema, ma è semplice. Essere paragonato al miglior pilota della storia della Formula 1 deve essere un obiettivo e voglio raggiungere. Era un idolo ed era mio padre, sono onorato di essere accostato a lui perché è speciale. Posso solo imparare e cercare di migliorarmi”. Sono parole di un ragazzo che sta vivendo una crescita esponenziale importante, ma che è molto giovane e ha tanta strada da fare davanti. Un percorso che non deve essere incrinato dalla presunzione, cosa che sembra però totalmente al di fuori del carattere di Mick che ha avuto la fortuna di crescere al fianco di un campionissimo come il padre.



© RIPRODUZIONE RISERVATA