Infortunio Chiellini/ Juventus, ora serve l’erede: Koulibaly o Manolas?

- Silvana Palazzo

Infortunio Chiellini: fastidio al polpaccio per il difensore della Juventus. Ora serve l’erede: Koulibaly o Manolas per rinforzare la difesa?

Chiellini Castillejo Juventus Milan lapresse 2019
Giorgio Chiellini e Castillejo (Foto LaPresse)

Infortunio Chiellini, l’ennesimo. La Juventus deve fare di nuovo a meno del suo capito, che a causa di un problema muscolare salterà la sfida contro l’Atalanta. Lo ha annunciato il club bianconero, spiegando che Chiellini soffre di un “fastidio muscolare al polpaccio sinistro”. E dunque Massimiliano Allegri non rischierà il difensore per la gara di domenica sera contro i bergamaschi. L’emergenza infortuni dunque continua, anche se l’ottavo scudetto è aritmeticamente in cassaforte da tempo. Ma ci sarà Leonardo Bonucci, che ha smaltito i problemi alla caviglia dopo la contusione dei giorni scorsi, quindi anziché affiancare Chiellini lo sostituirà. Ma il suo infortunio pone delle serie riflessioni in vista della prossima stagione: i continui problemi al polpaccio potrebbero spingere la Juventus sul mercato alla ricerca di un valido rinforzo che sappia farsi trovare pronto quando Chiellini non c’è, senza farlo rimpiangere.

INFORTUNIO CHIELLINI: JUVENTUS, ORA SERVE L’EREDE

Costretto a saltare per infortunio la doppia sfida contro l’Ajax in Champions League, Giorgio Chiellini non ci sarà nell’ultima partita stagionale all’Allianz contro l’Atalanta. Un nuovo fastidio al polpaccio, lo stesso che lo ha costretto a saltare le sfide di campionato contro Spal e Fiorentina. Anche per questo la difesa è la priorità sul mercato per la Juventus. C’è da colmare il vuoto che lascerà Andrea Barzagli, pronto a entrare nello staff tecnico, e quello che potrebbe lasciare Giorgio Chiellini, la cui resistenza fisica sta calando. Per questo si pensa a Koulibaly del Napoli. L’entourage del difensore del Napoli, secondo SportMediaset, sarebbe già a conoscenza dell’interesse bianconero. Ma la Juventus segue anche Romagnoli, pallino più di Massimiliano Allegri che di Paratici. Manolas è un’alternativa, visto he è considerato complementare a Bonucci. De Ligt invece sembra essere finito fuori dai radar.



© RIPRODUZIONE RISERVATA