Infortunio Milinkovic-Savic, come sta?/ Colpo alla caviglia, esce in lacrime

- Matteo Fantozzi

Infortunio Milinkovic-Savic, come sta? Il centrocampista costretto a uscire al quindicesimo di Milan Lazio per un problema alla caviglia. Piange in panchina.

Milinkovic Savic, scatto su Instagram
Infortunio Milinkovic-Savic (da Instagram)
Pubblicità

L‘infortunio di Milinkovic-Savic è il primo evento di rilievo di un Milan Lazio iniziato in sordina. Il centrocampista serbo dei biancocelesti si è procurato un problema alla caviglia, che ha subito una torsione innaturale. Dopo essere rimasto a terra il calciatore ha stretto i denti per cinque minuti, cercando di rimanere in campo visto anche l’importanze della partita. È stato poi costretto a uscire dal rettangolo verde di gioco, per non risultare un problema più che una risorsa per la sua squadra. Subito ha dimostrato un grande dispiacere per questo episodio, tanto che si è accomodato in panchina coprendosi il volto con la maglia per non mostrare a tutti le sue lacrime. Vendendolo piangere il compagno di squadra Danilo Cataldi, anche lui in panchina, gli si è avvicinato per cercare di rincuorarlo. Sono queste immagini che di certo ci mostrano come il calcio a volte possa avere un valore davvero importante dal punto di vista emotivo anche per i ragazzi che scendono in campo e non solo per i tifosi.

Pubblicità

Infortunio Milinkovic-Savic, come sta? Dentro Marco Parolo in Milan Lazio

Come cambia Milan Lazio con l’infortunio di Milinkovic-Savic? I biancocelesti perdono sicuramente un calciatore importante, centrocampista di grande spessore fisico e anche tecnica. Un momento davvero sfortunato per lui che era reduce dall’espulsione in campionato contro il Chievo Verona, gara poi persa dai suoi, per un calcio immotivato ad un avversario. Simone Inzaghi ha deciso di inserire in campo al suo posto Marco Parolo, perdendo sicuramente in proiezione offensiva ma guadagnandone in esperienza. L’ex Parma e Cesena è un calciatore di grande personalità che con la maglia biancoceleste sulle spalle si è guadagnato anche la convocazione con l’Italia. Vedremo se avrà possibilità di imporsi all’interno di una gara che è importante per entrambe le squadre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità