CALCIOMERCATO/ Milan Inter, Constant: sarà la Federcalcio a decidere sul trasferimento

Inter e Milan danno vita ad un derby per Constant, il cui trasferimento è bloccato da cavilli burocratici.

31.12.2010 - La Redazione
constant_R400
Kevin Constant

Il “caso” Kevin Constant, calciatore francese naturalizzato guineano, centrocampista del Chievo Verona e della Nazionale guineana, si arricchisce di nuovi particolari che rendono molto delicata e particolare la trattativa di calciomercato con Inter e Milan che rischiano di dover attendere più del previsto per scatenare un derby di mercato per accaparrarsi il giovane calciatore.

Il problema nasce da un intreccio normativo che impedirebbe, allo stato attuale, il trasferimento di Constant in qualsiasi altro club poichè il giocatore ha già disputato gare ufficiali con due club diversi nell’arco della stessa stagione (4 con lo Chateauroux e 13 con il Chievo Verona) esaurendo così il “bonus” concesso dalla Fifa ai calciatori: la normativa completa prevede che un giocatore possa essere tesserato per 3 club diversi nel corso della stessa stagione, ma che possa disputare partite ufficiali solamente con due di essi. Cosa che Constant ha quindi già fatto.

Fin qui nulla da eccepire, ma il giallo si complica pichè non è ben chiaro a quali norme ci si debba riferire per questo caso particolare: a quelle della Fifa o della Figc? Infatti l’articolo 95 delle Noif (Norme Interne della Figc) vieta ad un qualsiasi calciatore di poter scendere in campo per più di due società affiliate alle Leghe riconosciute dalla federazione italiana, dando così il via libera ad un trasferimento, eclusivamente tra club italiani, di Constant poichè i due club in cui finora ha militato appartengono a Leghe di paesi differenti.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO DI CALCIOMERCATO IN CASA INTER

E l’articolo 1, comma 2, del regolamento Fifa prevede che "il trasferimento di calciatori fra società appartenenti alla medesima Federazione è disciplinato dai regolamenti specifici emanati dalla Federazione competente".

 

Semplifichiamo il tutto: il regolamento cui fare riferimento per dipanare questa vicenda è esclusivamente quello della Figc, in quanto è la stessa Fifa ad averlo approvato. Il che significa che Constant potrebbe trasferirsi in un qualsiasi altro club italiano già a gennaio.

 

A tal proposito la Gazzetta dello Sport riporta le parole dell’avvocato Vittorio Rigo: "l’articolo 95 delle Noif consente a Constant di scendere in campo per massimo due società appartenenti alle Leghe. E questo limite non viene superato. Il regolamento Fifa in questo caso non è applicabile perchè si tratta di un trasferimento tra società appartenenti alla medesima federazione e come tale è disciplinato dai regolamenti della Figc".

 

Un intreccio normativo complesso, che renderà difficile il trasferimento di Constant in un grende club di Milano già a gennaio. Le due società infatti sembrano intenzionate ad aspettare giugno per darsi battaglia, in attesa che si sbrogli la matassa burocratica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori