INTER/ Da Benitez a Leonardo, come è cambiata la formazione nerazzurra

- La Redazione

Come è cambiata la formazione nerazzurra dopo il cambio di allenatore

benitez_sconsolato_R400_16nov10
Benitez (Ansa)

L’Inter di Benitez sembra lontana anni luce. Il nuovo corso nerazzurro, con Leonardo tecnico, sta (ri)portando gioie e vittorie a tutto l’ambiente Inter. La società meneghina ha scelto di cambiare tecnico dopo il Mondiale per Club vinto dai nerazzurri. Lo sfogo nel post premiazione del tecnico spagnolo è stata la goccia che ha fatto scattare Moratti, che ha esonerato l’ex manager del Liverpool per affidarsi a Leonardo. Con l’arrivo dell’ex tecnico del Milan molte cose sono cambiate.

Dal punto di vista tattico la difesa ha fatto alcuni passi indietro, con Benitez la retroguardia nerazzurra giocava molto alta, subendo spesso e volentieri contro avversari rapidi. Anche a centrocampo è cambiato molto, Cambiasso e compagni sono tornati a essere liberi di inserirsi in fase offensiva, mentre con Benitez erano molto più attenti a mantenere la posizione. Se con lo spagnolo si cercava spesso il fraseggio, abbassando i ritmi del gioco, con Leonardo si cerca maggiormente la verticalizzazione per gli attaccanti, sfruttando le doti di Eto’o e Milito. Anche sul piano realizzativo sembra cambiato qualcosa, con Leonardo (si parla ovviamente sulla base di tre partite) hanno segnato sia i centrocampisti che gli attaccanti (o meglio l’attaccante Eto’o), mentre con Benitez è mancato proprio il supporto dei centrocampisti. 

 

C’è da dire che con l’allenatore spagnolo gente come Maicon e Thiago Motta sono stati spesso fermati da infortuni, ma non è un caso che sia il primo che il secondo abbiamo abbracciato il tecnico brasiliano molte volte dopo il gol dell’Inter. Un segnale dovuto non solo come affetto nazionale (tutti e tre nati in Brasile) ma anche per mostrare una coesione di gruppo che con Benitez è mancata, come dimostrano i tanti sfoghi di Materazzi e Stankovic.

 

 L’Inter non ha cambiato registro, è semplicemente tornata indietro di otto mesi, ovvero nel periodo di maggio dove i nerazzurri sono entrati di diritto nella storia del calcio vincendo il Triplete. Allora il tecnico era Mourinho, guarda caso grande amico di Leonardo e nemico giurato di Benitez…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori