CALCIOMERCATO / Inter, Matri o Pazzini: è ballottaggio per l’attacco

- La Redazione

Il cagliaritano costa meno, il doriano piace di più

pazzini_contento_R375x255_25apr10
Pazzini vicinissimo ai nerazzurri (Foto Ansa)

Alessandro Matri o Gianpaolo Pazzini? Il ballottagio per l’attacco dell’Inter continua. Il Pazzo piace di più, ma costa probabilmente qualche milione di troppo. Il centravanti cagliaritano è più abbordabile, ma trattare con Cellino non è comunque semplice.

Le parole di Garrone di oggi hanno aperto la trattativa per Pazzini all’Inter (“Il mercato chiude tra 5 giorni, vediamo”), ma ciò non vuol dire che l’attaccante blucerchiato sia già ad Appiano Gentile. Il suo procuratore Tullio Tinti non parla, il giocatore intanto è in tribuna a Marassi con il ds della Sampdoria Doriano Tosi ad assistere al match di coppa Italia contro il Milan.

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE DI INTER, PAZZINI E MATRI

Il discorso tra Inter e Samp è arenato sulla valutazione delle contropartite tecniche. Garrone vuole circa 18 milioni di euro, 12 cash e 6 valutabili con il cartellino di Biabiany. L’Inter è ferma alla metà. In alternativa i blucerchiati gradiscono l’aggiunta di Santon, che però per bocca del suo procuratore Renzo Contratto ha già fatto sapere di volere restare (fonte calciomercato.it) in nerazzurro.

 

Per Matri, invece, il discorso è stato appena accennato. Cellino sembra più malleabile nell’accettare le contropartite offerte da Moratti e Branca. Ma per il momento c’è solo un interesse e non ci si è seduti attorno a un tavolo per una vera e propria trattativa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori