DIRETTA/ Inter-Napoli (Serie A 2011/2012): segui e commenta la partita live in temporeale

- La Redazione

Inter-Napoli è l’affascinante anticipo serale della sesta giornata di serie A. L’Inter, in netta crescita dopo l’arrivo di Ranieri, cerca di tarpare le ali a un Napoli lanciatissimo

Pazzini_EsultaR400
Pazzini (Foto: Ansa)

Inter-Napoli è l’affascinante anticipo serale della sesta giornata di serie A. L’Inter, in netta crescita dopo l’arrivo di Ranieri (lontano ex del Napoli dal 1991 al ’93) e reduce da due vittorie esterne consecutive, è ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale al Meazza, di cui avrebbe un gran bisogno per non allontanarsi troppo dalla vetta della classifica dopo così poche giornate. Il Napoli, al contrario, sogna il colpaccio a San Siro, che manca da ben 17 anni (Inter-Napoli 0-2, 11 dicembre 1994) e che porterebbe la squadra di Mazzarri almeno per una notte da sola in testa alla classifica, esaltando ancora di più una città già in estasi per lo splendido avvio in Champions League. Naturalmente se Inter-Napoli finisse in un pareggio sarebbero i nerazzurri a perderci di più. E anche per Ranieri inizierebbero i grattacapi…
Ranieri ha caricato l’Inter dichiarando alla vigilia che quella con il Napoli è già una sfida da scudetto e che la sua prima frase allo spogliatoio è stata: “Andiamo a vincere lo scudetto!”. Una serata che sarà certamente emozionante per il mister, all’esordio a Milano sulla panchina dell’Inter proprio in una grande sfida contro una sua ex squadra. Per quanto riguarda la formazione, Maicon e Stankovic sono recuperati, ma solo il primo dovrebbe partire da titolare; nell ‘Inter altri dubbi riguardano il ruolo di trequartista, per il quale Coutinho è in vantaggio su Alvarez e Zarate, e le condizioni fisiche di Obi (non dovesse farcela, al suo posto giocherebbe Muntari). Il rientro di Maicon dovrebbe dirottare Nagatomo sull’altra fascia, dove però è in ballottaggio con Chivu. In attacco è certo del posto Forlan, spettatore obbligato in Champions League, mentre Pazzini appare favorito su Milito per l’altra maglia da titolare, anche se entrambi non sono al meglio e a decidere la formazione potrebbero essere le condizioni fisiche. Infine, una citazione per la partita numero 200 di Julio Cesar con la maglia dell’Inter. Probabile formazione (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Nagatomo; Zanetti, Cambiasso, Obi; Coutinho; Forlan, Pazzini.
Nel Napoli la notizia più importante è sicuramente il forfait di Cavani, che costringe Mazzarri a rinunciare al “Matador” proprio in una delle gare più importanti della stagione. Al suo posto giocherà il grande ex di questa partita, Goran Pandev, campione di tutto con l’Inter l’anno scorso. Mazzarri tenta di ridimensionare le attese sulla partita, negando che si possa parlare di sfida-scudetto alla quinta partita giocata, ma dichiara anche: “Siamo pronti per fare la guerra. Sportiva, ovviamente”. Tutto questo nel giorno del suo cinquantesimo compleanno: facile prevedere quale sarebbe il regalo più gradito… Maggio e Aronica dovrebbero recuperare e partire quindi da titolari stasera per un Napoli che dovrebbe quindi schierare De Sanctis in porta, il trio difensivo composto da Aronica, Cannavaro e Campagnaro, un centrocampo formato da Dossena, Gargano, Inler e Maggio e in avanti Hamsik, Pandev e Lavezzi. L’arbitro sarà il signor Rocchi di Firenze. Ed ora si accendano i riflettori e la parola passi al campo, perchè Inter-Napoli sta per cominciare…

 

Risorsa non disponibile



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori