INTER/ Ranieri, attacca Benitez e non pensa ad Eto’o

- La Redazione

Le polemiche di Benitez sugli infortuni interisti, il possibile ritorno di Eto’o, l’arbitraggio di Inter-Napoli, il ruolo di Chivu: Ranieri a tutto campo in conferenza stampa. 

Ranieriinter_r400
Claudio Ranieri, all. Inter (foto Ansa)

In questi giorni, quando parla un romano in conferenza stampa, state a sentirlo: dirà molte cose interessante. Dopo il discorso “a reti unificate” di Francesco Totti che ieri ha paralizzato la Capitale, oggi ha parlato il suo ex allenatore, il testaccino Claudio Ranieri, oggi approdato sulla panchina della grande rivale di quelle stagioni romaniste, l’Inter.

Ranieri, che domani pomeriggio potrà andare in panchina a Catania poiché la sua squalifica dovuta all’espulsione durante Inter-Napoli per le proteste contro l’arbitro Rocchi dopo il rigore concesso ai partenopei è stata commutata in un’ammonizione con diffida, ha parlato in modo interessante e senza peli sulla lingua di molti argomenti, dalle frasi di Benitez sugli infortuni nerazzurri al possibile ritorno di Eto’o fino allo sfogo di Chivu, senza dimenticarsi di rispondere anche a Mazzarri. L’inizio è dedicato all’ex allenatore dei nerazzurri, che aveva rivendicato di avere ragione sugli infortuni dei giocatori interisti, che per l’80% si ripeterebbero sempre uguali, anche a causa dello scarso dialogo giocatori-staff medico. Ranieri non si è limitato a una difesa dell’Inter, ma ha definito dubbie “anche deontologicamente” le frasi dello spagnolo che critica pesantemente una squadra dalla quale se ne era andato da campione del mondo, e le liquida con un eloquente “ho altro a cui pensare”. L’altro tema caldo era l’affascinante ipotesi del ritorno a Milano, almeno per due mesi, di Samuel Eto’o. Su questo argomento, comprensibilmente, Ranieri ha difeso il valore degli attaccanti attualmente a sua disposizione, ma la sensazione è che il tecnico romano non ci creda molto (“Fantacalcio”), anche se ha detto che da molti anni gli piacerebbe allenare il bomber africano. Ranieri è stato costretto anche a tornare sull’arbitraggio di Inter-Napoli a causa delle frasi di Mazzarri che ha difeso Rocchi, lamentando persino un episodio in cui sarebbe stato danneggiato il Napoli. Alla domanda di un cronista, l’allenatore interista ha replicato gelidamente: “Ha tirato acqua al suo mulino, sono cose che lasciano il tempo che trovano”. Infine, non poteva mancare una battuta su Chivu, che sogna ancora di fare il centrale e non il terzino, ruolo in cui deve quasi sempre giocare da quattro anni.

 La risposta di Ranieri è scherzosa: “Chivu lo dice ogni anno ma il suo karma, evidentemente, è di giocare da terzino. Del resto se l’Inter ha vinto tanto fino a questo momento è anche grazie a lui e alla sua disponibilità”. Sipario, ora si deve parlare sul campo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori