ATALANTA INTER/ Partita difficile, ma l’Inter non può più permettersi di perdere. Tramontana (esclusiva)

Partita importante per l’Inter contro i “cugini nerazzurri” dell’Atalanta. Ce la presenta in esclusiva un giornalista esperto di cose interiste, Filippo Tramontana.

diego_milito_r400
Diego Milito (foto Ansa)

E’ la settimana della verità, potremmo veramente dire, quella che vedrà l’Inter di Claudio Ranieri incontrare prima l’Atalanta a Bergamo, poi la Juventus a San Siro. Due match veramente importanti per capire se la squadra nerazzurra sia in ripresa dopo le vittorie di Lilla e di Milano con il Chievo. Due appuntamenti da non fallire per evitare di perdere altro terreno con le squadre di testa, che per ora hanno un distacco notevole su Zanetti e compagni. Per parlare di questo match abbiamo sentito un giornalista autorevole, che mastica Inter fino in fondo e conosce tutto della compagine nerazzurra. Lui è Filippo Tramontana di Italia 7 Gold , che ha raccontato i trionfi (tanti in realtà in questi ultimi anni) e le sconfitte con la sua passione di cronista e nello stesso tempo tifoso della  formazione ambrosiana. Eccolo quindi in questa intervista in esclusiva a ilsussidiario.net.

Trasferta di Bergamo con l’Atalanta, come giudichi questa partita? Molto difficile in realtà, perché l’Atalanta è una buona squadra e senza i puntì di penalizzazione sarebbe seconda in classifica. Poi perché su questo campo l’Inter ha fatto sempre fatica. Conforta però il fatto che l’Inter viene da due vittorie in cui non ha subito neanche un gol e questo certamente è un fatto molto positivo.

Quali giocatori dovrebbero essere decisivi in questo incontro per la squadra nerazzurra? Spero molto che Milito possa dare il suo contributo determinante per un risultato positivo dell’Inter. Poi ho fiducia in Sneijder, Pazzini e Stankovic.

Come dovrà preparare la squadra Ranieri per questa partita? Credo che finora Ranieri abbia fatto bene, sempre. Durante la sua permanenza all’Inter la squadra nerazzurra ha fallito solo la prova di Catania.  Penso quindi che abbia fatto bene e non gli si può rimproverare assolutamente nulla. Non penso quindi che ci debba essere una preparazione specifica per questa partita.

Cosa bisognerà temere dell’Atalanta? Quei giocatori come Denis e Morales che riescono spesso a essere decisivi.

Può darsi che i giocatori però pensino già all’incontro con la Juventus… Non credo proprio.

Più difficile la partita con l’Atalanta o quella con la Juventus? Tutte e due difficili.

L’Inter può ancora vincere lo scudetto? Può vincerlo, ma non deve perdere altro terreno con le squadre di testa e poi non può permettersi di fare altri passi falsi. Normalmente negli ultimi anni le squadre che hanno vinto lo scudetto hanno perso 6 partite e l’Inter ne ha già perse 4.

Ci  vorrebbe qualche rinforzo al mercato di gennaio?

Ci vorrebbe, ma l’Inter non può spendere tanti soldi, come tutte d’altronde le società italiane. Solo la Juventus ha speso di più nello scorso mercato.

Quindi come bisognerà muoversi?

Si possono comprare quei giocatori a basso prezzo, come era stato in passato con Maicon, Julio Cesar e Cambiasso. Un lavoro che gli osservatori dell’Inter avevano fatto bene e dovranno cercare di rifare anche stavolta. Purtroppo poi i soldi spesi allo scorso mercato per Alvarez  e Jonathan non hanno finora avuto riscontro, visto il rendimento non del tutto positivo di questi due giocatori.

 (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori