DIRETTA/ Atalanta-Inter live (Serie A 2011/2012): segui e commenta la partita in temporeale

- La Redazione

Questa sera a Bergamo, contro un’Atalanta fin qui davvero ottima, test impegnativo per l’Inter di Ranieri che non può permettersi altri passi falsi. In attacco spazio a Milito-Zarate.

Cambiasso_Zanetti_R400
Zanetti e Cambiasso, sempre titolari (foto Ansa)

Atalanta-Inter è una delle partite più attese di questa nona giornata (ottava effettiva) del campionato di serie A. Stasera allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo la sfida tra le due squadre nerazzurre vedrà infatti di fronte un’Atalanta protagonista di uno straordinario avvio di stagione, che l’avrebbe portata al secondo posto in classifica senza la penalizzazione, e un’Inter invece protagonista di un inizio anno assai deludente, che la vede addirittura sedicesima in classifica con soli 7 punti e con la penultima difesa del campionato. Entrambe hanno bisogno di punti, perché il -6 obbliga l’Atalanta a correre sempre, ma è chiaro che è l’Inter a non potersi più permettere passi falsi se vuole competere per le posizioni di massimo prestigio, quelle a cui è abituata la squadra di Moratti, in questo campionato. Il pareggio potrebbe non bastare alla banda Ranieri. Per tutti questi motivi, Atalanta-Inter è una partita da non perdere.
Ieri in casa Atalanta protagonista è stato il presidente Percassi, che ha ricordato l’esaltante Atalanta-Inter 3-1 del gennaio 2009, ha presentato il progetto del nuovo stadio e ha lodato lo straordinario lavoro fin qui compiuto da Colantuono e dal direttore Pierpaolo Marino. Pensando invece al presente dell’Atalanta, la squadra nelle ultime cinque partite ha colto tre vittorie e un pareggio. Un rolino di marcia che fa invidia – senza esagerare – all’Inter stessa. Il mister confida molto nel trio argentino delle meraviglie Schelotto-Moralez-Denis e individua come pericolo numero 1 Sneijder. L’unico dubbio di formazione riguarda l’esterno destro di centrocampo, con Bonaventura favorito su Carmona, dunque il probabile undici titolare (4-4-1-1) è il seguente: Consigli in porta, Masiello, Capelli, Lucchini e Peluso in difesa, centrocampo con Schelotto, Cigarini, Padoin, Bonaventura, in attacco Denis assistito da Moralez.
Nell’ambiente dell’Inter sono due i temi caldi: la difesa alla ricerca della terza gara consecutiva senza reti subite, come non succedeva dai tempi di Benitez, con la coppia centrale Lucio-Chivu, e il rientro da titolare del “Principe” Diego Milito, ufficializzato ieri da Ranieri, che ha riempito di complimenti l’Atalanta e non ha voluto anticipare altro sulla formazione. L’unico vero dubbio dovrebbe comunque essere tra Obi e Cambiasso, con il Cuchu favorito. In ogni caso, tatticismi a parte l’Inter ha il solo obiettivo di vincere e consolidare la sua ripresa, visto che nelle ultime cinque gare (e con un calendario abbordabile) ha raccolto solo sei punti. Quindi ipotizziamo il seguente 4-3-1-2: Julio Cesar; Maicon, Lucio, Chivu, Nagatomo; Zanetti, Stankovic, Cambiasso; Sneijder; Milito, Zarate. Arbitra il signor Valeri, e ora la parola passa al campo: Atalanta-Inter sta per cominciare.   

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori