SERIE A/ Atalanta-Inter (1-1): sintesi, gol e video highlights (nona giornata)

- La Redazione

Giusto pareggio in una buona partita tra Atalanta-Inter. Avanti i ragazzi di Ranieri grazie a Sneijder, poi ripresi da Denis, che al 90′ poi sbaglia il rigore decisivo. Guarda il video.

wesley_sneijder_r400
Wesley Sneijder (foto Ansa)

Giusto pareggio nel derby lombardo tra squadre nerazzurre. I bergamaschi dimostrano di meritarsi il secondo posto che avrebbero senza la penalizzazione per il calcio-scommesse della scorsa stagione e mostrano un gioco di ottima qualità, che fa sperare i tifosi atalantini in una tranquilla salvezza, e magari qualcosa in più. In casa Inter prestazione dignitosa in una partita che un mese fa i campioni del Mondo avrebbero certamente perso, ma sono altri due punti persi nei confronti di Juventus, Napoli e Milan. Sneijder finalmente si sblocca in campionato con una bella rasoiata che si infila in rete dopo aver toccato il palo, ma l’Inter stabilisce un record di cui non andare troppo orgogliosi: cinque rigori contro in sole otto partite, che suscitano le proteste di tutto il mondo interista (sarebbe una proiezione di 24 a fine stagione…). Il rigore parato da Castellazzi (sostituto di Julio Cesar nella ripresa) pesa invece sulla valutazione di Denis, autore del gol del pareggio e sempre protagonista insieme a Moralez e Schelotto nel bel tridente bergamasco, base dei bei risultati di Colantuono. Le statistiche illustrano i perché di questo pareggio: l’Inter ha avuto una buona supremazia nel possesso palla (55% contro il 45% orobico) e ha tirato decisamente di più (il doppio, 14-7), ma l’Atalanta è stata molto precisa: i tiri in porta atalantini sono infatti stati 6, contro i 5 interisti. Lieve superiorità milanese nel numero dei calci d’angolo (5-4) e nelle percentuali di attacco alla porta avversaria (42,7 Inter, 40,4 Atalanta) e di protezione della propria area (59,6 Inter, 57,3 Atalanta), mentre nella supremazia territoriale i campioni del Mondo hanno avuto un buon margine di vantaggio di cinque minuti di gioco effettivo. Anche come numero di palle giocate Inter decisamente avanti: 589 contro le 441 atalantine. Equilibratissimo invece il bilancio dei falli commessi, 15-14 da parte dei giocatori bergamaschi, con due ammonizioni per parte. Nelle classifiche individuali, dominio interista in quella dei passaggi riusciti: primo Stankovic con 61, davanti a Maicon, Zanetti e Cambiasso; supremazia milanese anche nel numero di palloni recuperati, con Lucio (24) davanti a Chivu (21); ammucchiata a quota 3 invece per i migliori tiratori, con il padrone di casa Denis “circondato” da Stankovic, Sneijder, Pazzini e Zarate. E ora sotto con Inter-Juventus.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori