DIRETTA/ Inter-Juventus live (Serie A 2011/2012): segui e commenta la partita in temporeale

- La Redazione

Oggi è la grande serata del derby d’Italia Inter-Juventus: segui in diretta e commenta con noi questa attesissima partita. Sarà il riscatto dell’Inter o la fuga della Juventus?

wesley_sneijder_r400
Wesley Sneijder (foto Ansa)

Eccoci finalmente giunti alla grande serata: è il momento di Inter-Juventus. Il derby d’Italia è l’affascinante anticipo serale della decima giornata di serie A, che propone il meglio negli anticipi di oggi. La sfida tra Inter e Juventus non avrebbe bisogno di motivazioni particolari per accendere l’interesse: è una sfida da sempre calda, che porta alla mente grandi partite ed episodi controversi, per una rivalità che dura da più di 100 anni. Però anche la classifica dà ulteriori motivi d’interesse: l’Inter ha grande bisogno di rilanciarsi, e quale occasione può essere migliore della sfida contro la Juventus? I bianconeri invece si godono un derby d’Italia da primi della classe, come non succedeva più da prima di Calciopoli, e con il doppio dei punti dei nerazzurri: quale migliore occasione della trasferta contro l’Inter per fare il colpaccio che li lanci in fuga ed elimini già dalla lotta scudetto i campioni del mondo? Evidentemente un pareggio in Inter-Juvnetus andrebbe meglio a Conte, mentre Ranieri avrebbe a tutti i costi bisogni del più classico scherzetto dell’ex.
Per quanto riguarda l’Inter, Ranieri nella conferenza stampa di ieri ha cercato di allentare la tensione ricordando che dopo Inter-Juventus ci saranno a disposizione altri 87 punti, ma è evidente che l’attesa è fortissima per una partita che è sempre speciale, e che potrebbe rilanciare i nerazzurri dando a tutto l’ambiente nerazzurro quell’entusiasmo di cui in casa Inter c’è grande bisogno. L’Inter infatti nelle ultima cinque gare ha racimolato solo sette punti, non certo una media scudetto visto anche il calendario niente affatto proibitivo. Anche oggi l’Inter patisce alcuni problemi di formazione: agli indisponibili lungodegenti come Forlan, Coutinho e Poli e ai non recuperati Ranocchia e Samuel si aggiungono gli ultimi due forfait di Julio Cesar e Thiago Motta. La difesa dunque è praticamente obbligata, con Castellazzi in porta, Lucio e Chivu centrali e Maicon e Nagatomo terzini. A centrocampo probabile terzetto Zanetti-Cambiasso-Obi dietro a Sneijder, trequartista al servizio di Pazzini e Zarate.
La Juventus di Conte ha adottato il basso profilo (forse troppo): Inter-Juventus è solo una partita, e l’Inter è favorita, non solo per la partita ma pure per lo scudetto. Convinzione genuina o tutta pretattica? Dati alla mano la Juventus ha totalizzato nove punti nelle ultime cinque partite e sembra essersi tolta di dosso i problemi di pareggite acuta. Ma di certo l’Inter è una brutta bestia per una squadra in cerca di solidità emotiva come quella bianconera. Per quanto riguarda la formazione, l’unica novità è il recupero lampo di Buffon, che quindi andrà in porta. Davanti a lui difesa composta da Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci e Chiellini; a centrocampo Pirlo, Marchisio e Vidal, tridente composto da Pepe, Matri e Vucinic. L’arbitro – ruolo da sempre delicato in Inter-Juventus – sarà Rizzoli di Bologna, ma ora la parola passa al campo. Come direbbe Vecchioni, luci a San Siro: Inter-Juventus sta per cominciare.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori