CALCIOMERCATO/ Inter, si complica la pista Casemiro

- La Redazione

I nerazzurri puntano sempre sul talento del San Paolo, ma la dirigenza paulista non sembra avere intenzione di cedere. Intanto Forlan parla della data del suo rientro…

diego_forlan_R400
Diego Forlan (foto ANSA)

L’Inter continua a tenere alta la guardia in vista del mercato di gennaio. Oggi Sneijder, dal ritiro della nazionale olandese, ha lanciato il grido d’allarme, senza peli sulla lingua, com’è nel suo stile. Questa squadra è troppo vecchia e c’è troppa differenza tra titolari e riserve. Quello che in pratica pensano più o meno tutti è arrivato dalla bocca del giocatore forse più forte della formazione nerazzurra. Uno dei pochi top player rimasti in Italia assieme a Ibrahimovic, Klose e soci. Chissà se Moratti avrà ascoltato la voce dell’olandese, che in teoria dovrebbe essere alquanto influente. Di certo a quest’Inter servono almeno due-tre innesti a gennaio. Diciamo uno per reparto. Un terzino sinistro, uno o due mediani e forse anche una punta. Quanto al centrocampo, uno dei nomi più appetiti, e da tempo, è quello del brasiliano Casemiro. Le ultime notizie in arrivo dal fronte San Paolo, però, non sono affatto positive. Stando a quanto dichiarato dal ds del club paulista a Radio TransAmerica, Casemiro non si muoverà assolutamente, perchè ritenuto un elemento-cardine, di cui non ci si vuol privare. Discorso più o meno simile è stato fatto anche per l’altro gioiellino Lucas, altro obiettivo interista; la Libertadores, ha detto il ds, porterà nuovi introiti, per cui non c’è nemmeno l’esigenza economica di cederlo. Il Brasile dice male all’Inter; conviene battere in ritirata e sondare altri mercati o insistere alla ricerca del primo spiraglio utile? Questi i pensieri nella mente di Marco Branca; al momento non ne conosciamo lo sbocco, ma staremo a vedere. Intanto un nuovo acquisto che finora ha dato pochissimo e che tutti aspettano al varco è Diego Forlan. Oggi l’uruguagio, ai microfoni di Inter Channel, ha parlato del suo rientro; la data, ha precisato, non si conosce ancora, ma l’impegno per tornare quanto prima è massimo. Già la settimana prossima ci sarà un primo controllo per valutare la situazione; magari allora Forlan saprà darci anche una scadenza precisa. Non può mancare, poi, un commento sulla stagione nerazzurra, finora felice in Europa e pessima in campionato. Il calcio, ha spiegato il capitano della Celeste, non ha una logica ben precisa. Il momento, ammette, è assai negativo ma passerà prima o poi.

Forlan ha parlato anche del suo predecessore nonchè connazionale Alvaro Recoba, “un punto di riferimento. Con lui ho sempre avuto un bel rapporto dentro e fuori dal campo”. La speranza dei tifosi, però, è che faccia qualcosa di meglio, almeno sul piano della continuità.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori