CALCIOMERCATO/ Inter, gennaio 2012: cosa va, cosa non va, e cosa serve, analisi del mercato nerazzurro

- La Redazione

A poche settimane dall’inizio del calciomercato invernale, analizziamo la situazione attuale di casa Inter in previsione gennaio: cosa va, cosa non va e cosa serve per tornare grandi

Moratti_Massimo_R375_2ott08

Non è ancora ufficialmente iniziato il calciomercato di riparazione 2012 ma è come se lo fosse. Le società, sia italiane che non, si sono già attivate per cercare di arrivare prima delle altre al determinato obiettivo. Fra queste, naturalmente, anche quella di corso Vittorio Emanuele. L’Inter è indubbiamente una delle squadre italiane che maggiormente necessita di rinforzi per la seconda metà della stagione. Andiamo ad analizzare nel dettaglio cosa va, cosa non va, e cosa servirebbe a questa squadra.

– Iniziamo dalle belle notizie. Wesley Sneijder è il faro della squadra e nonostante le ultime prestazioni non proprio eccelse continua ad essere un insostituibile all’interno dello scacchiere nerazzurro. Claudio Ranieri lo sa e a differenza del suo predecessore, Gian Piero Gasperini, quando può lo utilizza sempre. Buona nota anche il rientro di Walter Samuel, The Wall, il cui apporto sarà fondamentale per la retroguardia (Lucio compreso) nonché per l’attacco, viste le sue incursioni durante i calci d’angolo. Buone nuove infine anche dal reparto avanzato, che nonostante tutto, ha totalizzato le stesse reti della scorsa stagione grazie soprattutto alle marcature sempre pesanti di Giampaolo Pazzini.

– Passiamo quindi alle note dolenti. Il mercato estivo è indubbiamente il principale aspetto negativo di questo inizio di stagione 2011-2012. Lo sbarco di Gian Piero Gasperini, l’addio forse inatteso di Samuel Eto’o, e la conseguente confusione creatasi, ha dato vita ad una sessione di mercato completamente sbagliata, al di fuori forse del solo Maurito Zarate, e di Diego Forlan, ancora da rivedere. Male, invece, il giovane Ricky Alvarez, che deve ancora adattarsi alla nuova realtà italiana, mentre Poli è stato fino ad oggi in infermeria. L’Inter avrebbe potuto assicurarsi Hazard, se solo avesse calcato un po’ la mano, ma le incertezze di cui sopra, hanno bloccato l’operazione sul nascere.

– Alla luce dell’analisi degli aspetti positivi e negativi l’Inter agirà di conseguenza durante il calciomercato di gennaio 2012. Difficilmente sbarcheranno attaccanti, a meno di clamorose occasioni (leggasi Tevez e si è parlato anche di Villa). Si agirà invece al cuore del centrocampo, con l’arrivo molto probabile di Kucka, e quello di Ilicic.

Attenzione anche alla difesa con l’arrivo ormai imminente di Juan Jesus, che insieme a Ranocchia potrebbe formare la coppia del futuro della squadra.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori