DIRETTA/ Inter-Cagliari (Serie A): segui e commenta la partita live in tempo reale

- La Redazione

Inter-Cagliari chiude la giornata di anticipi della ventiseiesima di Serie A

leonardo_etoo_R400
Il tecnico interista Leonardo (foto ANSA)

Inter-Cagliari chiude la giornata di anticipi della ventiseiesima di Serie A. L’Inter di Leonardo è più vicina alla vetta (algebra permettendo), e da questa sera potrebbe arrivare a soli due punti dalla capolista (questa volta con una partita in più). Il Cagliari dell’ex-rossonero Donadoni, pur privo di Matri, cercherà di fare un favore ai cugini dell’Inter e di raggranellare punti preziosi che lo possa proiettare verso i traguardi di Europa League, che diverrebbero alla portata. Se Inter-Cagliari finisse in pareggio, invece, il punticino gioverebbe a nessuna delle due formazioni, specialmente all’Inter che dovrebbe staccare gli occhi dalla vetta e cominciare a guardarsi indietro…

L’Inter si presenta a San Siro con lo strascico ancora pesante della squalifica inflitta a Chivu e le indisponibilità (leggi turnover) di Lucio e Sneijder preservati per la Champions League a cui potrebbe aggiungersi anche un turno di stop per Esteban Cambiasso, che comunque dovrebbe partire dalla panchina. Non utilizzabili, naturalmente, anche Milito e Samuel per i noti lunghi infortuni. Nagatomo sarà chiamato a uno sforzo supplementare dopo la sfida di Firenze, causa appunto squalifica di Chivu, e dovrebbe giocare titolare. In calo in attacco le quotazioni di Pandev, al centro di un contenzioso burocratico che vede opposti l’Inter e Lotito. Ballottaggio vero a centrocampo tra Mariga e Kharja, difficile capire chi possa schierare Leo stasera. L’Inter quindi potrebbe essere schierata con Julio Cesar tra i pali, Maicon, Ranocchia, Cordoba e Nagatomo in difesa, Zanetti, Thiago Motta, Mariga e Stankovic a centrocampo, Pazzini ed Eto’o di punta.

Il Cagliari di Donadoni arriva alla sfida con l’Inter a pieno organico (anche se per gli isolani la perdita di Matri è da considerarsi a tutti gli effetti un indebolimento a cui non è stato posto rimedio). Il Mister potrà quindi contare su tutti gli effettivi e schierare la formazione migliore cercando di ottenere il 110% dai suoi giocatori, ciò che serve per tentare l’impresa. Il Cagliari giocherà con un modulo speculare a quello dell’avversario un 4-3-1-2, con Agazzi tra i pali, Agostini, Astori, Canini, Pisano in difesa, Nainggolan, Conti e Biondini a centrocampo, Cossu a ispirare il tandem composto da Acquafresca e Nenè. Donadoni chiama i suoi alle armi: “L’Inter ha giocatori di grande livello, non lo scopro certo io. Dovremo avere un atteggiamento corretto, cercando di giocarcela. Daremo il massimo”. E adesso che la sfida cominci: è tempo di Inter-Cagliari.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori